Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
14 ottobre 2009 3 14 /10 /ottobre /2009 19:12

 Roma, 20 maggio 2008, martedì

Al Ministro del Welfare e della Salute

c/o Ministero del Welfare e della Salute, Roma

 

Al Ministro della Difesa

c/o Ministero della Difesa, Roma

 

Alle trasmissioni televisive “Rebus” di Odeon Tv e  “Voyager” di Rai Due

 

Alla Redazione della rivista settimanale “Cronaca Vera”, Rho (MI)

 

Al Public Inquires Business Center care of

National Aeronautics and Space Administration (NASA) Headquarters, Washington DC, USA

 

All’European Space Agency (ESA), sede di Parigi, Francia

 

All’Agenzia Russa per l’Aviazione e lo Spazio (RKA), sede di Mosca, Russia

 

Al Presidente del Centro Appassionati Astronomia e UFO (CAU), Tiberio Guglielmi, Stresa (VB)

 

Ad Antonio Giordano, Casorate Sempione (VA)

 

Al Comitato Italiano per Il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale (CICAP), sede di Padova e sezione di Milano

 

In libera diffusione agli appassionati degli argomenti quivi riportati in oggetto, previa possibilità e salvo esaurimento

Oggetto:

A)    delucidazione all’interrogazione parlamentare ai Ministri della Difesa e della Salute del Governo Italiano, avvenuta in data 08 agosto 2007, richiedente informazioni riguardo la natura e i motivi della formazione nell’atmosfera delle cosidette scie chimiche;

B)     Proposte di gestione dell’emergenza riguardante i cambiamenti climatici sul pianeta Terra, causata dall’influsso gravitazionale esercitato dal pianeta avente sigla 2003 UB 313 e i nomi Sedna, Xena, Eris, Nibiru, indicanti il medesimo corpo celeste.

 

Gentili Ministri, Pregiatissime NASA, ESA e RKA, Gentili media ed intestatari tutti,

ottemperando al punto A di codesta lettera, io sottoscritto Gelmini Gennaro, abitante in viale Valganna 216 a Varese, Italia, devo innanzitutto rammentarvi che in data 08 agosto 2007 è stata promossa un’interrogazione parlamentare rivolta ai Ministri della Difesa e della Salute, volta ad identificare la natura e i motivi della formazione nell’atmosfera delle cosidette scie chimiche, ovvero delle formazioni solitamente a filamento, improvvise ed enigmatiche, contenenti particelle metalliche di alluminio, bario, torio, bromo e litio e minuscoli animali quali nematodi, che sono degli invertebrati vermiformi, e rotiferi, che sono invertebrati acquatici ciliati con trazione monopede anteriore, interrogazioni per le quali non si è ancora riusciti ad averne una risposta chiara ed esauriente; io sottoscritto Gelmini Gennaro, abitante in Viale Valganna 216 a Varese, Italia, sono l’unica persona adatta a spiegare oggettivamente perché si formano codeste scie chimiche e qual’è il loro reale utilizzo da parte di chi le crea.

Molti di Voi che leggete codesta lettera ci crederanno e già sapranno che queste cosidette scie chimiche sono formate da delle Creature extraterrestri, e fin qui è cosa che taluni di voi già sanno, mentre gli altri che non lo sanno farebbero bene a crederci, giacché se non ci credono si dovranno presto ravvedere, ma la vera risposta al perché le Creature extraterrestri formino le scie chimiche non la potete conoscere, la risposta posso fornirvela solamente me medesimo Gennaro Gelmini quivi di seguito:

le Creature extraterrestri che creano le scie chimiche sono le medesime che sono in procinto di compiere un lungo soggiorno sul pianeta Terra e, alla stessa maniera di quei turisti che pretendono di trovare anche in località sperdute un fast food Mac Donald’s e una pizzeria italiana, anche codeste Creature aliene ritengono opportuno stazionare per un lungo periodo sulla Terra solo dopo averla familiarizzata alle loro esigenze, poiché tra breve tempo non potrà avvenire come sin ora fatto, allorquando agli extraterrestri bastava una tuta con interno viscioso per proteggersi dagli attacchi della carente igiene terrestre, proprio per 2 motivi, che sono il loro nuovo sbarco sulla Terra in numero più numeroso che in passato e che ciò avverrà per un protratto periodo, queste Creature extraterrestri abbisognano quindi di ricreare sul nostro pianeta Terra le condizioni ambientali idonee alla loro seppur non definitiva permanenza, considerando che hanno una predominante respirazione cutanea, cioè respirano anche con la pelle del loro corpo, allo stesso modo degli anfibi terrestri, quindi occorre aumentare la presenza dei sopradetti metalli contenuti nell’atmosfera del loro pianeta anche nell’atmosfera della Terra, chi obbietterà che tali elementi apportati sulla Terra tramite le scie chimiche siano di modeste quantità rispetto al loro fabbisogno sbaglia, sappia che codeste Creature aliene emanano “lievi” radiazioni, capaci di captare le sostanze di cui abbisognano, gli risulterà quindi relativamente facile reperire anche sul pianeta Terra i metalli rilasciati dalle loro scie chimiche, metalli che posseggono un’ottima conducibilità elettrica, oltresì, per mantenere una buona igiene personale, codeste Creature extraterrestri non sono abituati ad usare il sapone (come si vuol dire, ognuno ha i suoi usi e costumi), e anche se la cosa più naturale da usare anche per loro sarebbe l’acqua, possono anche scegliere di usufruire di nematodi e rotiferi da farsi saltare addosso per pulirsi, stimolandone l’attività mediante le radiazioni spontaneamente emanate dalle stesse Creature Extraterrestri, che contribuiscono anche ad ottimizzare la degradazione della sporcizia, ma dovete sapere che le Creature in questione utilizzano nematodi e rotiferi anche per alterare la composizione chimica dei prodotti alimentari, per poterli rendere maggiormente idonei al loro consumo, attenuandone la parte amara, difatti queste Creature prediligono mangiare sostanze dolci, poiché i sali minerali li assorbono in parte tramite la cute, difatti se provate a salare delle patatine fritte su di un foglio di alluminio noterete che gran parte del sale è finito non sulle patate ma sull’alluminio, mentre per quanto concerne gli zuccheri, citerò ad esempio le caramelle al rabarbaro, che sono amarissime, ma che dopo essere state abitate dai nematodi extraterrestri, ivi aprenti gallerie della larghezza di qualche millimetro, diventano omogeneamente dolci, mentre altri prodotti alimentari di per se già dolci come il cioccolato, che sarebbe superfluo per tali nematodi colonizzare, possono essere tali e quali atti alla sopravvivenza di questi piccoli vermi, e anche prodotti non alimentari, possono, così ottemperando, divenire in taluni casi commestibili, ma non solo, i nematodi riescono a vivere in innumerevoli luoghi, fin anche nelle penne a sfera, ove si nutrono dell’inchiostro in essa contenuto e dove, alla bisogna, si ritraggono in minuscoli bozzoli setosi da loro stessi realizzati nella parte superiore vuota della cartuccia della biro, ma la vita dei nematodi e rotiferi del loro pianeta è giudiziosamente equilibrata, in quanto si rendono maggiormente attivi allorquando ricevono radiazioni, altrimenti la diminuiscono, evitando azioni spiacevoli per i terrestri.

Occorre anche precisare il perché gli oggetti spaziali che formano le scie chimiche tal volta siano invisibili, potendosi così notare solamente le scie che essi stanno formando in quel dato momento, altre volte hanno l'aspetto di aerei a reazione: col primo metodo è facile comprendere che essi siano dei dischi volanti resi invisibili, ma vi renderete subito conto che rimanendo le scie chimiche visibili, questo metodo non risulta sufficientemente mimetizzato, ecco quindi subentrare un secondo metodo, che consiste nel mimetizzare l’aspersione delle scie chimiche mediante tecnologia retrò, difatti non potendo nascondere le scie chimiche, la cosa migliore è farle apparire come normali, da qui la creazione e l’utilizzo da parte di codeste Creature extraterrestri di dischi volanti camuffati da aerei a reazione, ed ecco che, così facendo, tutto può apparire all’occhio umano come una striscietta nel cielo, che ai profani non turba alcunché; hanno organizzato anche voli notturni, ma siccome le navicelle spaziali funzionano ad energia propulsiva antigravitazionale, e che nei rari casi di utilizzo di energia propulsiva, come accade per rendere stabile il percorso delle astronavi cosidette “madri”, che sono quelle che possono trasportare da un minimo di 100 Creature, per quelle a forma di sigaro, fino a cifre esorbitanti per quelle ulteriormente grandi, per gli spostamenti immani, durante il passaggio nell’atmosfera della superficie terrestre, è più complicato volare di notte per la tenue luminosità, siccome l’energia propulsiva antigravitazionale da eterogenee composizioni della superficie sopra cui volano, e anche perché di notte sono presenti indiscreti terrestri “guardoni” del cielo non di certo profani, ma Astronomi e Astrofili, offrono maggiori soddisfazioni per queste Creature extraterrestri creare le scie chimiche nell’atmosfera terrestre di giorno, come è avvenuto nella tarda mattina di mercoledì 16 aprile 2008 sopra i cieli della città in cui io sottoscritto Gelmini Gennaro vivo, Varese, e nella tarda mattina del 18 aprile 2008 sopra i cieli della Valceresio, valle situata in Italia a nord della città di Varese in direzione del Lago di Lugano.

Le scie chimiche non possono essere ritenute facenti parte di esperimenti militari degli Stati Uniti d’America, come taluni erroneamente suppongono, poiché nessuna nazione potrebbe attuare un piano militare che non preveda un raggio d’azione ben delineato, una zona circoscritta su cui operare, dato che formazioni di scie chimiche sono state osservate nei cieli di ogni parte della superficie del globo terrestre, Stati Uniti d’America compresi.

L’energia propulsiva antigravitazionale delle navicelle spaziali extraterrestri attua il suo funzionamento tramite circuiti gassificatori e liquefatori a ciclo continuo del metallo mercurio, che elude la gravità, associato al metallo radioattivo Ununhexio, che capta energia dall’ambiente circostante; codeste Creature extraterrestri hanno buon diritto di tornare a soggiornare temporaneamente sul nostro pianeta Terra poiché, come già taluni di voi sapranno, sono state proprio queste creature extraterrestri a crearci da un incrocio tra loro e le scimmie, ma ciò che ancora non si conosce, pur avendolo enunciato io stesso diverse volte a coloro che erano pronti a cercare di comprenderlo, è che le stesse Creature che or ora vogliono tornare a farci una lunga visita, in tempi remotissimi si avvidero che sulla superficie della Terra dominavano i dinosauri, ragion per cui, mancando una specie dominante intelligente, avrebbero potuto colonizzarla loro stessi, ma non avendone le capacità fisiche, preferirono creare un incrocio tra loro e l’animale che sulla Terra reputarono più adeguato, e cioè il gorilla, così nacque un ominide gigante alto più di due metri, una creatura che avremmo potuto immaginare come “l’uomo perfetto”, ma non era esattamente così, difatti dovete sapere che tramite la forza centrifuga che ogni pianeta dell’universo possiede, generatrice di antri, enormi cavità, la vita è più facile trovarla all’interno che all’esterno dei pianeti, e anche il pianeta Terra è abitato al suo interno da tempi estremamente remoti da creature mammifere intelligenti, aventi però la presunzione di voler comandare su tutte le altre Creature della Via Lattea (la galassia di cui fa parte il sistema solare); codeste creature, uscendo temporaneamente dai loro antri, piegarono gli ominidi giganti terrestri ai loro voleri, giungendo fino al punto di schiavizzarli, ma quando le già menzionate Creature extraterrestri ritornarono sulla Terra, una parte di questi giganti ominidi li trasferirono sopra altri lontani pianeti abitabili, ove continuarono a vivere e diffondersi, mentre sulla Terra crearono un nuovo incrocio tra loro e le scimmie, ma questa volta scelsero gli scimpanzè, secondo loro meno evoluti dei gorilla, ma aventi un cervello in grado di discernere i Maestri dai malfattori, la progenie dell’uomo moderno, eppure taluni della nostra progenie si assoggettarono alle creature provenienti dal ventre della Terra, senza avvedersi della punizione elargita dalle Creature extraterrestri, che scavarono delle gallerie dalla superficie fino agli antri ove vivono le creature delle malefatte, e, sempre per l’azione centrifuga della Terra, un ingente quantitativo d’acqua scaturì dal ventre della terra sulla sua superficie, dove gran parte delle creature morì, permettendo la formazione degli oceani e, per la pressione e la forza levigatrice dell’acqua, l’infittimento delle catene montuose, poiché fino ad allora vi erano sulla Terra un esiguo numero di distese d’acqua e montagne aventi vette non molto elevate, sopravvivendo a tale cataclisma i nostri progenitori, un’esigua parte degli ominidi giganti, oggigiorno chiamati uomini delle nevi o bigfoot, nascostamente presenti in ogni continente del Mondo, testimoni raccontano di averli visti fin anche nei boschi a nord est della città di San Pietroburgo, in Russia (avete mai provato a verificare quanto sia selvaggia la fermata “Km 44” della ferrovia San Pietroburgo – Lago Ladoga, in Russo Санкт Петербурт - Ладожское Озеро? Non è collegata a strade, da essa si diparte solamente un sentiero che si addentra nella foresta), innumerevoli animali ed insetti e taluni mostri marini e lacustri.

Dei cataclismi dell’antichità spesso non vi è traccia negli scritti antichi, poiché a quei tempi solamente le classi sociali più elevate, che vivevano negli agi, sapevano leggere e scrivere, ma chi riusciva a scampare alle devastazioni erano i popolani e gli schiavi, che essendo già abituati ad una vita di stenti, erano maggiormente preparati a superare le avversità, non potendo però successivamente riportare, con la scrittura o con qualsiasi altro metodo, su di un supporto duraturo, le cronache dei loro eventi e vicende distruttrici; in altre circostanze possono essere stati rinvenuti scritti relativi a tali argomenti, ma sono stati resi indecifrabili dalla mancanza di successori che sapessero leggerli o dalla mancanza di traduzioni di tali scritti con lingue conosciute.

Il pacifico fraterno ritorno delle Creature extraterrestri avverrà in tempi brevissimi, in quanto sono interessate a giungere in massa sulla Terra con il Presidente degli Stati uniti d’America George Bush ancora in carica, e gli extraterrestri giudicano di estrema importanza invadere il pianeta Terra con tale Presidente ancora al potere, piuttosto che giungere durante il mandato del suo successore, poiché siccome neanche George Bush è riuscito ad evitare tale invasione, si comprenderà che nessun terrestre potrà opporsi alla loro benevola invasione, e per fare ciò approfitteranno degli sconvolgimenti di cui sempre più è attanagliato il Mondo intero.

Ottemperando al punto B di questa lettera, io sottoscritto Gelmini Gennaro, abitante in Viale Valganna 216 a Varese, Italia, ricevendo, martedì 04 marzo 2008 una nuova lettera dalla National Aeronautics and Space Administration (NASA) recante la data del 30 gennaio 2008, in cui mi si ringrazia anche per le mie originali proposte, incitandomi a continuare a proporne, le cui ulteriori prossime verranno valutate per assegnarmi il privilegio di inventore, ove per inventore in questo caso è da intendersi chi opera in salvamento della popolazione, e questa lettera si apre con “Dear Mr. Gennaro”, cioè “Caro signor Gennaro”, come si scrive ad un amico, devo precisare che il pericolo per il pianeta Terra e per tutto il Sistema Solare, derivante dal ravvicinato passaggio del pianeta 2003 UB 313, noto anche con i nomi di Sedna, Xena, Eris, Nibiru, ampliamente descritto da me  medesimo Gelmini Gennaro nella mia lettera di Roma avente la stessa data di codesta e quivi presente in allegato, si può gestire in maniera adeguata; in tal senso me medesimo Gelmini Gennaro ho elaborato 12 proposte quivi di seguito riportate:

1) la mia prima proposta, che intendo debba essere irrinunciabile, si realizza informando l’intera popolazione mondiale riguardo il pericolo rappresentato dal suddetto pianeta 2003 UB 313, come io sottoscritto Gelmini Gennaro continuo a fare da 9 anni a questa parte, contattando oltre 24000 persone, Enti, Politici, Ecclesiastici, Procuratori, Univesità, eccetera, che continuerò a contattare, di cui ogni informazione a riguardo è presente nell’allegato di Roma di me medesimo Gelmini Gennaro, avente la data uguale a codesta lettera, poiché lo consegno in contemporanea;

2) come seconda proposta bisogna adoprarsi nel più breve tempo possibile a realizzare granai atti al deposito di grandi scorte di sementi in tutto il Mondo, silos da utilizzarsi a scopi alimentari e per le coltivazioni nei periodi di bisogno: nei soli Stati Uniti d’America lo stoccaggio in 147 siti, a cui se ne aggiungeranno altri 55, per un totale quindi di 202, di sementi stoccate, da utilizzare per i biocarburanti, rappresentano in pratica una importante scorta alimentare e di semina, anche se codesta azione facilita l’imperterrito voler nascondere la verità riguardo il pericolo derivante dal pianeta 2003 UB 313 per colpa dell’ufficialmente conosciuta diversa destinazione d’uso;

3) come terza proposta bisogna rammentare che me medesimo Gelmini Gennaro già da tempo ho spesse volte consigliato a tutti di ingrassare, eppure in pratica quasi mai nessuno  mi ha accolto questa mia proposta, or ora però, che il prezzo di alcuni alimenti è aumentato anche del 150%, iniziano a pensarci, quindi se prima confidavano nei supermercati, ora che non sono più sicuri neanche quelli, che l’unica cosa che si è allargata è la fame nel Mondo, è meglio per loro che ci ripensino e allarghino il girovita ingrassando, non illudetevi se i supermercati sono sempre pieni di merci, nel prossimo futuro vi sarà una notevole mancanza di cibo, carestie a “macchia di leopardo”, quindi ci conviene essere tutti sovrappeso, poiché se una persona grassa a fame, potrà tormentarsi, ma non morirà subitamente, mentre per una persona sottopeso il pericolo è in agguato;

4) la quarta proposta che faccio per superare il pericolo costituito dal pianeta 2003 UB 313 è religiosa, imponente uno stile di vita che abbandoni le norme economiche secondo cui è il denaro a decidere le azioni della gente in base al proprio tornaconto, che così continuando ci porterebbe all’autodistruzione, ben vengano le esumazioni dei Santi, conquistando così la protezione Divina dalle avversità, e anche in questo caso la connessione logica c’è, la devastazione operata dal pianeta 2003 UB 313 è così notevole poiché per preservare gli interessi economici planetari, volti solo ad un aumento dei capitali delle multinazionali miliardarie, non si è provveduto ad avvisare tutta la popolazione mondiale del pericolo che la sovrasta, mentre le persone più aperte ai sentimenti di fraternità donati dalle religioni, se solo avessero più fede negli avvertimenti di pericolo, avvertirebbero chiunque di ciò che rischia il pianeta Terra, molte più persone si preparerebbero all’avvento, non sarebbero colte di sorpresa, e quindi molte più persone si salverebbero dal cataclisma;

5) la quinta proposta consiste nell’officiare un rito bruciando su di una griglia dei finocchi sotto cui si dovrà collocare uno strato di sabbia, il tutto preparato al fine di assoggettarsi la protezione degli spiriti, richiamandoli, contro ogni malaugurata evenienza: questo rito mi è stato fatto conoscere proprio dalle Creature extraterrestri che ora vogliono tornare a farci visita, e all’inizio, seppure io non transigo al volere degli extraterrestri, l’avrei officiato per fede, invece ho successivamente scoperto che la sabbia assorbe parte dei fumi, permettendo la prevalente propagazione nell’ambiente dei profumi aromatici dei finocchi, mentre i finocchi richiamano gli spiriti poiché nel medioevo venivano posizionati sopra la legna dei condannati al rogo per lenire l’acre odore dell’arsa carne umana;

6) la sesta proposta consiste nel comunicare a tutta la popolazione mondiale che l’esistenza di Creature extraterrestri intelligenti è veridica e inconfutabile, verità fino ad ora  in massima parte negata da tutti i governi mondiali, per il semplice motivo che, se ciò si conoscesse, i potenti della Terra non verrebbero più considerati come al tempo presente, in cui si autodesignano dominanti l’Umanità a tal punto da deciderne le sorti in nome della tutela dell’economia globale, opprimente i più poveri, deboli ed indifesi, facenti apparire i potenti della Terra come delle divinità, mentre al contempo stesso sono schiavi anch’essi dei profitti delle schiere multinazionali, società alle quali i miliardari proventi non soddisfano mai, ma verrebbero messi al confronto con le Creature Extraterrestri che tra breve giungeranno sulla Terra, che hanno uno stile di vita fraternamente rispettoso della vita, consacrata a Dio, e chi vive per meri interessi economici di profitto verrebbe equiparato a un cavernicolo, egocentrico fanatico che per profitto manterrebbe la gente in schiavitù, impedendole di progredire in ogni settore della vita, mentre le Creature extraterrestri verrebbero finalmente riconosciute per quello che realmente sono, cioè nostri Padri, coloro che ci hanno creato, che non hanno secondi fini, in modo tale da venirsi a stabilire anche su tutto il pianeta Terra l’equità tra tutti i suoi abitanti, senza sopraffazioni, non un equità militaresca, intesi, ma di vita senza afflizioni economiche;

7) la settima proposta riguarda l’accoglienza delle Creature extraterrestri sul nostro pianeta: difatti oggigiorno vige la regola presso tutti i governi mondiali di abbattere con gli aerei caccia le navicelle spaziali extraterrestri, il tutto svolto solamente per contribuire a negare la verità riguardo l’esistenza di vita extraterrestre intelligente, allontanando e facendo sparire le prove della loro esistenza, invece si sveglino le coscienze assopite, che decretano verbalmente che non siamo ancora pronti ad una pacifico reinsediamento extraterrestre, poiché un mondo basato su valori economici, venererà soltanto il denaro ed ogni mezzo e persona atta ad ottenerlo, quindi mai ci instruiranno per essere pronti al contatto con gli alieni, così facendo non saremo mai pronti ad attuarlo, ma le Creature extraterrestri che ora vogliono tornare a visitare per un lungo periodo la Terra vi giungeranno per il nostro bene, senza che nessuno pretenda da loro un autorizzazione ad invito, e questa è una cosa certamente gioiosa, poiché solo grazie a loro ci libereremo dal giogo della schiavitù che l’economia globale ci ha imposto, vogliate quindi accogliere tra breve codeste Creature aliene come lo si fa sulle isole Awaii per i turisti più ragguardevoli, e non siate tirchi di benevolenza, ricordate che sono loro i nostri padri, ricordate che sono loro che ci hanno creato;

8) l’ottava proposta riguarda il tornare a poter nutrire i piccioni e gli altri volatili che vivono allo stato selvatico in tutte le città del Mondo, per poterli catturare e sfamarsene durante i periodi di miseria, come già si faceva nascostamente a Milano nei periodi del dopoguerra, mentre adesso, con le ordinanze delle Amministrazioni, che vietano di dare cibo ai volatili delle piazze e giardini, si mette in pericolo la sopravvivenza e la salute di questi animali e quindi la sopravvivenza nostra in periodi di impellente bisogno, si rendano quindi nulle tutte le ordinanze che vietano di poter sfamare con responsabilità gli animali;

9) come nona proposta vi è li bisogno obbligato di bloccare l’espansione edilizia di seconde case e fabbriche che non sovvenzionino ai beni primari, onde evitare che si deturpi terreno fertile occorrente a scopi agricoli o selvicolturali;

10) La decima proposta consiste nel togliere valore legale al denaro, poiché solamente tramite la negazione del denaro possiamo vivere un’esistenza libera e serena, non schiavizzata dagli interessi economici, siccome il denaro è la radice di tutti i mali, come già proclamava San Paolo Apostolo, gli strumenti della vita sono pace e perdono;

11) come undicesima proposta è doveroso dover rammentare che l’utilizzo dei combustibili fossili non può e non deve più essere utilizzato su larga scala globale, in favore delle fonti energetiche rinnovabili, abbandonando inoltre la produzione di energia nucleare per la mancanza di un idoneo smaltimento delle scorie radioattive, poiché, anche ove esse siamo immagazzinate sottoterra, non vi è nessuna garanzia che in tali luoghi rimangano isolate dall’ambiente esterno per tutto il tempo, in verità inimmaginabilmente lungo, necessario a renderle innocue;

12) la dodicesima proposta si riallaccia fondamentalmente alla seconda, siccome, è si utile immagazzinare sementi, ma è altresì utile munire gli organi amministrativi competenti di macchinari atti alla depurazione o almeno al filtraggio certosino (cioè meticoloso) delle acque ad uso alimentare per questi stessi periodi di pericolo.

Ulteriori proposte potranno essere formulate in seguito.

Le Creature Extraterrestri che tra breve torneranno a soggiornare sul pianeta Terra sono già conosciute fin dai popoli dell’antichità con il nome di Annunaki, ossia “figli di An”, il Dio supremo dell’antica mesopotamia, provenienti dal cielo, difatti provengono dal cielo, ma non da spazi siderali, da pianeti estremamente lontani, bensì dal pianeta che io sottoscritto Gelmini Gennaro conduco nelle mie lettere e denunce, noto da millenni con il nome di Nibiru o anche Ercolubus, il “pianeta del passaggio”, ma non abitano sulla sua superficie, bensì anch’essi in un'enorme cavità esistente al suo interno, formatasi per la forza centrifuga di rotazione del pianeta stesso, ove si trovano anche acqua, vegetali e altre creature animali, e dove la luce viene emanata da 3 fonti di magma incandescente, appare quindi logico che le creature che vivono all’interno dei pianeti siano più evolute di noi, razza umana, che viviamo sulla superficie del pianeta Terra, poiché all’interno di un pianeta non si subisce l’azione degli agenti esterni provenienti dallo spazio, inoltre la loro progenie era composta da creature anfibie aventi caratteristiche simili a quelle dei terrestri rospi, ecco svelato perché in ugual misura respirano con la pelle e sono evolute a tal punto da poter mutare il proprio aspetto come  i rospi e le rane, che ricostituiscono i loro arti nel caso vengano mutilati; Nibiru non è un comune pianeta, trattasi in realtà di un corpo celeste avente le dimensioni di un pianeta, una coda cometale simile a quella delle comete, denominata “Coda del Drago”, e una massa di peso atomico simile a quello delle stelle, sarebbe quindi più opportuno catalogarlo come corpo celeste del tipo nana bianca: avvicinandosi sempre più al suo perielio, sito nella fascia degli Asteroidi tra i pianeti Marte e Giove, la sua presenza non si potrà più ulteriormente mantenere nascosta, anche perché lo si potrà scorgere ad occhio nudo e anche per gli effetti che sempre più provocherà sul pianeta Terra, ovvero terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, uragani e tifoni, maremoti ed onde anomale, repentini sbalzi di temperatura e pressione atmosferica, grandinate, frane e siccità; inoltre la scia di meteore “Coda del Drago”, causa del considerevole aumento della caduta di meteoriti sulla Terra che in contunuo aumenteranno (notizia questa anch’essa spesso celata), apporteranno ulteriori danni a strutture, cose e persone e devieranno alcuni asteroidi della fascia tra Marte e Giove, catapultandoli verso la Terra.

Io sottoscritto Gelmini Gennaro, Cristiano Cattolico, premetto che se veramente si ama Dio, Gesù, la Madonna e si vive aiutando il fraternamente il prossimo in ogni circostanza, qualora si chieda un cenno a Dio, a Gesù o alla Madonna, lo si otterrà, io stesso ho già avuto diversi incontri personali con gli Annunaki, e con quello che ebbi durante la primavera del 1999 con 4 creature della loro razza, due femminili e due maschili, mi servì a conoscerli meglio e a scoprire il futuro e il passato del pianeta Terra tramite un raggio bianco che scaturì dalla fronte di una delle Creature femminili colpendo la mia fronte, giungendo nel mio cervello importanti immagini che interpretai durante un soggiorno di meditazione in montagna a Pogallo, alpeggio facente parte del Parco Nazionale della Val Grande, regione Piemonte, Italia, sulla sponda ovest del Lago Maggiore, dove incontrai un robot umanoide inviatomi dagli Annunaki per perseverare a credere nella retta via della conoscenza; or dunque se voi che leggete codesta lettera non comprendete ancora quali analogie possa avere Gesù con gli Annunaki, torno a ripetere, così come me medesimo Gennaro Gelmini ebbi occasione di dichiararlo in passato: ricordate cosa sta scritto nel Vangelo, ove Gesù dichiara “Io sono”, prima di Noè, di Mosè, dei Profeti? Con le parole “Io sono” Gesù indica chiaramente il tempo presente del verbo essere, eppure la sua frase è rivolta al passato, quindi questo significa solo due cose, la prima che Gesù già esisteva prima dei Santi nostri progenitori, la seconda, per quel “Io sono” al tempo presente, indica chiaramente che Gesù persiste nel passato, come nel presente, come nel futuro, travalicando con la sua esistenza ogni spazio temporaneo, ragguagliandoci su quanto LUI sia il Capo indiscusso di tutti i tempi, difatti io sottoscritto Gelmini Gennaro, primo fra tutti, ho analizzato i due Sacri Nomi di Jesus, cioè Gesù, e Zeus, notando delle similitudini assai marcate nella pronuncia di questi; iniziando dalle due lettere “Z” e “J”, quest’ultima successivamente trasformata in “G”, ci colpisce subitamente la loro fonetica alquanto conformemente identica, nel senso che aderisce perfettamente alla norma nelle traduzioni tra le diverse lingue dell’est e quelle occidentali, difatti esaminando i caratteri cirillici della lingua Greca, sia antica che moderna, notiamo che la lettera “G” non esiste, vi è semmai ciò che si può tradurre con una “GH” (che si scrive Г), qual’ cosa di foneticamente completamente diverso, ecco quindi che si comprende quanto la lettera “J”, a posteriori “G”, sia una traduzione non letterale, ma fonetica, della lettera “Z”, per chi avesse ancora dei dubbi posso fargli un esempio indiscutibile, che è quello relativo alla traduzione in Russo del mio nome e cognome Gennaro Gelmini, così come è presente sui miei visti per la Russia, ove risulto come Djennaro Djelmini e, alla stessa maniera, è possibile trovare il mio cognome Gelmini, nella sua stessa Regione Italiana ove si è originato, la Lombardia, nella sua variante Jelmini; proseguendo in questo esame, si evince chiaramente che le seconde lettere di Jesus e Zeus sono per entrambe una “E”, identica lettera presente nella variante Gesù; analizzando poi le ultime lettere, che sono “SUS” per Jesus e “US” per Zeus, notiamo che in quest’ultimo manca solamente una “S”, risultandoci quindi essere una abbreviazione dello stesso nome, constatazione che acquisisce estrema credibilità se andiamo ad analizzare il corrispettivo di Jesus Gesù, in cui troviamo come ultime lettere “SU’”, riconoscendo sicuramente che manca la “S”, questa volta del suo finale, di Zeus, corrispettivo che ci fa capire che Gesù (Jesus) e Zeus siano la stessa Entità, lo stesso Signore Re.

Gesù è amore, ma è anche giustizia, perché non ci può essere amore senza giustizia, senza cui il Mondo sarebbe solo preda di assassini, sacrilegi e ladri, ecco così che tal volta si impone un energico taglio del marciume, non per praticare giustizia sommaria, ma per evitare che perisca la giustizia e con sé l’amore.

Sul pianeta Terra non avete ancora trovato qualcun altro oltre al sottoscritto Gennaro Gelmini che abbia degnato tutti voi di una risposta sensata riguardo le scie chimiche, questo accade poiché anche le persone più insigni riguardo lo studio degli extraterrestri, ossia gli ufologi, hanno una concetto della realtà extraterrestre che trova fondamenti in concetti di vita terrestre rapportati a quella extraterrestre, in tal caso, quindi, le creature aliene dovrebbero avere logiche di vita simili a quelle umane: secondo una concezione umana, ad esempio è di illogica parvenza il pulirsi con dei vermi quando l’acqua è la cosa migliore per pulirsi, così credendo non si ragiona secondo il pensiero extraterrestre delle Creature Annunaki, la cui logica non ritiene opportuno sporcare l’acqua per pulirsi; partendo da questo concetto ben si intuisce il motivo per cui nessun ufologo abbia mai appurato se me medesimo Gelmini Gennaro, durante un incontro con delle Creature extraterrestri avvenuto a San Nicola Arcella, in provincia di Cosenza (regione Calabria, Italia) ad agosto dell’anno 2000, abbia ricevuto dalle sopracitate creature un impianto alieno, inseritomi nella spalla destra, in grado di localizzare la mia posizione ovunque mi trovi, ascoltare i miei discorsi, comunicarmi consigli di comportamento, eccetera, in grado di assicurarmi la loro protezione e, per gli stessi motivi, nessun ufologo ha ritenuto opportuno considerare che quei piccoli vermi che rinvenni vivi nella mia cameretta nella primavera del 1999, dopo l’incontro con le quattro Creature aliene precedentemente citate in codesta lettera, fossero nematodi di provenienza extraterrestre, notizia avvalorata dalle interferenze radio che si venivano a creare durante le interviste fattemi dalle televisioni, di cui la prima mai trasmessa per colpa dell’incredulità dei miei intervistatori, che preferirono non diffonderla, in cui dovevo comunicare col microfono modello “gelato” anziché con quello da applicarsi addosso, poiché non funzionavano.

In allegato:

lettera avente medesima data e luogo (Roma) a codesta, avente come oggetto il pianeta del Sistema Solare denominato con la sigla 2003 UB 313 e con i nomi Sedna, Xena (che si pronuncia scila), Eris, Nibiru, indicanti il medesimo oggetto celeste, principale causa dell’aumento di terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, uragani e tifoni, maremoti ed onde anomale, repentini sbalzi di temperatura e pressione atmosferica, grandinate, frane e siccità, consegnata ad altri intestatari.

 

IN FEDE

GELMINI GENNARO

 

Gelmini Gennaro, Viale Valganna 216, 21100 Varese – tel.  0332/232143 .

Condividi post

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito