Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
5 maggio 2021 3 05 /05 /maggio /2021 19:13
Gioco dell'Oca 2021 partecipate numerosi
Gioco dell'Oca 2021 partecipate numerosi
Gioco dell'Oca 2021 partecipate numerosi

Un gioco bestiale quello che sto facendo in queste settimane tra aprile e maggio 2021.

Prima tappa: farsi prescrivere un esame per un parente che ne abbia bisogno, da un volontario che ritiene non si abbia avuto l’urgenza nella ricetta a causa della scadenza dell’esenzione;

seconda tappa: andare al lago, in alternativa al mare, rimandando tutto, perché se non facciamo prima il piacere e poi il dovere, il piacere non si fa mai, venendo sempre rimandato a data da destinarsi (mai);

terza tappa: andare a rinnovare l’esenzione per il parente e scoprire che l’esenzione era già stata rinnovata in automatico allorquando occorse;

quarta tappa: andare al lago, in alternativa al mare, rimandando tutto, perché se non facciamo prima il piacere e poi il dovere, il piacere non si fa mai, venendo sempre rimandato a data da destinarsi (mai);

quinta tappa: andare a farsi cambiare la ricetta con un’altra urgente, per una prima visita entro 10 giorni;

sesta tappa: andare al lago, in alternativa al mare, rimandando tutto, perché se non facciamo prima il piacere e poi il dovere, il piacere non si fa mai, venendo sempre rimandato a data da destinarsi (mai);

settima tappa: in una coda a scelta canticchiare una canzone sperando in un Miracolo;

ottava tappa: andare con la ricetta all’ufficio preposto per l’esame per il parente da effettuare entro 10 giorni e scoprire che non c’è posto e quindi quella ricetta non può essere esibita per un riscontro;

nona tappa: scoprire che c’è pure un altro ufficio preposto per tali prenotazioni, andarci e riscontrare lo stesso esito negativo, con ulteriore coda affrontata in piedi senza poter usufruire di un tagliando numerato;

decima tappa: tornare a farsi fare una ricetta per il parente senza che stavolta possa essere indicata una tempistica breve;

undicesima tappa: tornare all’ufficio dell’ultima volta e scoprire che non è più preposto per tali atti, però la fila dell’altro giorno? Cambia tutto in 48 ore, pure gli uffici con l’entrata all’esterno della struttura sono chiusi, che si capisce, finita l’emergenza, finiti pure gli uffici;

dodicesima tappa: andare all’ufficio preposto, ovvero quello della penultima volta e farsi assegnare le visite per il parente, la prima 5 mesi dopo, la seconda 9 mesi dopo;

dodicesima tappa: far vedere al parente video di un corso di arti marziali on line per difesa personale, occupando in tal modo il tempo da trascorrere prima delle visite;

tredicesima tappa: chiedere al parente delucidazioni sul perché abbia deciso di farmi fare tutto questo lavoro di persona, anziché telefonare al Numero Verde e sentirsi rispondere che così facendo è più veloce, l’esame te lo danno prima e infatti si è visto.

Regolamento: per ogni tappa è obbligatoria una coda chilometrica in un ufficio addetto e se non passa mezza giornata non è possibile arrivare alla tappa successiva, nel gioco è obbligatoria dedizione, tanta ironia e pure la mascherina!

Partecipate numerosi e non perdetevi le nuove tappe in modalità sempre free by Gennaro Gelmini.

Condividi post
Repost0
25 aprile 2021 7 25 /04 /aprile /2021 14:34
Uno sguardo al vivere quotidiano in tema Planet X

Con video. Siamo riusciti ad uscire? Si, certamente, che c’è la vita fuori, riuscendo a salire in Valle Boscaccia sopra casa, trovare una radura nel bosco con panorama e fare un video che ci sta oggi che è il 25 aprile 2021, giorno ultimo in zona arancione, nel quale dovremmo rimanere confinati nei nostri villaggi, mentre riusciamo comunque a uscire, il video, della bella giornata dell’8 aprile 2021 con me medesimo Gennaro Gelmini, lo trovate qui sotto, mentre per le connessioni short, minime di base, è tra l’altro visibile al titolo e link correnti:

Concezione di bene e male Nibiru aprile 2021 AmoR

https://www.youtube.com/watch?v=ML0UOwoWpfo 

Le giornate di sole le abbiamo proprio in questo momento, poi dopo di nuovo liberi in zona gialla, giacché l’Italia l’hanno messa in queste fasce di colore e oggi qui in Lombardia siano in arancione, domani gialli, vi porto su per la montagna fino ad un monumento con l’elefante e una tana di volpe, il resto del video al tema sul sapersi comportare e immancabile Nibiru, Buona visione!

Condividi post
Repost0
15 aprile 2021 4 15 /04 /aprile /2021 10:03
Storie di vita vissuta: il salvataggio dall'ippocastano

State tranquilli, perché so che tra i 22 anni di divulgazione, questo è il momento più importante di tutti, sto preparando nuovi articoli e video, però ovvio, mi ci vuole tempo, intanto profitto per parlarvi di una storia, assolutamente vera, vissuta dal titolare di questo blog Gennaro Gelmini, una storia come sempre free.

Ogni tanto capita, viviamo in una società con delle regole, mentre la regola number one che sarebbe sempre da tenere è quella di rispettare l’altrui persona come noi stessi, in armonia col Creato ed eh, facile a dirsi, in proclami a gran voce, più complicato farsi, mettere in pratica le giuste azioni per il bene dell’altrui nostro fratello, poiché dipende in che contesto viviamo, che se è di pace e armonia, ciò che facciamo ci risulta facilitato, ma se viviamo in un contesto di difficoltosi contatti con persone sempre arrabbiate, in difficoltà anche economiche, ci è difficile resistere impassibili nelle cose che riteniamo giuste, eppure occorre, per il bene comune.

In breve, sopra l’albero della foto si trova a Bologna, ma lo fotografai, lo scorso anno, al 29 settembre 2020, proprio però per presentarlo per questa storia, vissuta realmente a Cittiglio, paese della provincia di Varese nel quale haimè, al momento, con le restrizioni vigenti, non ci posso andare.

Abitai per 4 anni a Laveno Mombello, sul Lago Maggiore, però proprio all’inizio del quadriennio, giocando a nascondino, ecco che io a 7 anni e mezzo caddi e mi ruppi il braccio destro, così rimasi per 6 mesi all’Ospedale di Cittiglio, in una stanza assieme ad un altro bambino che si era rotto il braccio sinistro giocando a fare Tarzan e un uomo, una persona sempre cordiale e simpatica, che si era rotto il ginocchio giocando a calcio, ah, allegria, che terzetto memorabile!

Ricordo i ghiaccioli alla menta e coca-cola che mi portava il parroco e alle patatine fritte che mi portava papà.

Ovviamente era un luogo troppo ristretto stare chiusi nell’ospedale per tanto tempo, pure sapendo che le cure erano necessarie, allora un bel giorno mia madre mi rincuorò facendomi vedere la busta di sementi di pomodoro San Marzano per l’orto e altri deliziosi semi di piante che aveva comprato al consorzio agrario, ma in più volevo superare il parcheggio dell’ospedale e uscire sulla strada provinciale attraversando un ponticello in sasso parecchio antico, il primo costruito in paese a superare il fiume Boesio, che passa di là.

Ai 4 angoli del ponte c’erano 4 alberi di ippocastano e dal primo di essi, alla nostra destra, mentre ci indirizzavamo sul ponte, caddero diverse castagne di ippocastano, 5 oppure 6, forse 7, fatto sta che mi caddero proprio sopra il braccio destro ingessato, facendomi comunque al momento un gran male, che poi in breve scomparve, però nel frattempo quel dolore mi obbligò a tornare indietro e che dire, lo volevo proprio attraversare il ponte, ma fatti pochi passi, mi fu proprio impossibile.

A decenni di distanza, riflettendo sull’accaduto, mi rendo conto che, Bontà degli Angeli, la strada provinciale era proprio pericolosa senza marciapiede, ci avrebbero potuto investire, l’abbiamo scampata si può dire, ma quel che è peggio, ricordo tutto, la strada provinciale, in ambedue le direzioni aveva un parapetto davvero molto basso, avremmo pure corso il rischio di cadere nel fiume, meno male che non ci andammo, così non accadde.

La vita a volte ci viene incontro, occorre saper apprezzare i segnali inviatici, per sbagliare, magari fosse, sbagliare mai.

Condividi post
Repost0
5 aprile 2021 1 05 /04 /aprile /2021 18:02
Mummie e buone esperienze in una Pasqua esoterica con un sogno
Mummie e buone esperienze in una Pasqua esoterica con un sogno

Lodevole iniziativa in Egitto, che ha permesso a 22 mummie di uscire dalla loro teca e in parata per le strade del Cairo, sfilare per giungere fino al nuovo museo allestito per ospitarle, ciò è avvenuto lo scorso 3 aprile 2021.

Le mummie sono di Re e Regine Egizi, tra cui la Regina Nefertari e di suo figlio, divenuto Re Amenhotep I°, trasportate dal Museo Egizio al nuovo Museo Nazionale di Civiltà Egizia, un viaggio che sicuramente ha donato una buona energia spirituale, liberata a partire dall’apertura delle teche.

Il giorno prima, il Venerdì Santo, i Parroci avevano allestito una Via Crucis con locandine della Passione di Gesù sul viale alberato e fin sopra la collina, una Via Crucis da compiere al momento, per evitare assembramenti.

A Pasqua sono arrivato alla Messa che già in 6 persone non potevamo entrare, ascoltandola dall’esterno della chiesa, finché uno mi dona il suo posto, più vicino all’entrata e da qui non potevo mancare, io Gennaro Gelmini mi sono imbucato all’interno della chiesa, tra delle sedie accatastate e una colonna.

Più facile per noi saperci arrangiare dopo l’esperienza già vissuta nella primavera 2020 e anche oggi, lunedì di Pasquetta 5 marzo 2021 occorre uscire, per mantenerci in forma almeno uscire, altrimenti si gonfiano le gambe e cresce la pancia.

Si attendono tempi migliori, che di certo verranno, nel frattempo ci arrangiamo fai da te.

Ho fatto alcune foto ad un Monumento detto dell’Elefante sito a Bregazzana di Varese, nel quale permangono scolpite alcune scene di vita campestre quotidiana, per allietare con un minimo di arte il trasporto delle mummie, di importanza storica, che la Fede in un Oltre sempre allieta, pure in Gesù e in ogni esperienza che ci faccia crescere spiritualmente, a buon rendere.

Stamattina mi sono svegliato di buon ora, quindi ho riposato un attimo in poltrona, mi sono addormentato e ho sognato che stavo cercando di salire la scala che conduce a Dio assieme a una moltitudine di gente, era però scivolosa e perciò nessuno riusciva a salirla più di tanto; mentre salivo dovevo evitare le persone che scivolavano e aggrapparmi a qualche colonna tra le scale per evitare di scivolare anch’io, fin quando sono riuscito ad aggrapparmi alla colonna che si ergeva a sostenere l’entrata della grotta nella quale c’era Dio e gli ho detto “farò ciò che vuoi” e in quel momento Dio mi ha catapultato con la forza dentro la sua grotta, facendomi fare dei ruzzoloni a capriola dalla tanta forza esercitata per attirarmi a se, quindi mi sono alzato illeso, al cospetto di Dio.

Infine mi sono svegliato felice di sapere il da farsi nelle vicende future, sicuro di saper decidere per il giusto, in ogni importante situazione che verrà.

Buona Pasqua e Pasquetta 2021 a tutti.

Condividi post
Repost0
29 marzo 2021 1 29 /03 /marzo /2021 11:14
Draghi e ragni e topi in racconti fatati

Partiamo a retroso, le creature più diffuse in tutto l’Universo, fin dove le Creature extraterrestri sono arrivate a scoprirlo, plasmarlo, sono i topi, ma pensiamola in positivo, animaletti docili da compagnia nelle taglie più piccole e Creature sempre intelligentissime e tecnologicamente avanzate nelle dimensioni più grandi, ovvero quelle di un bovino terrestre adulto per intenderci, viventi su vari pianeti extraterrestri.

Interessante poi la storia delle zanzare, ma che c’entrano le zanzare? C’entrano, in quanto alcuni contattisti affermano che in altri Mondi, su altri pianeti, le zanzare e i tafani non esistono, in realtà ce ne sono pochi, ma ciò accade in merito ad un ragno verde che se li mangia, ovviamente poi pungendo lui chi di lì passa, ma è anche grazie a queste punture che le creature extraterrestri hanno l’aspetto giovanile, pure quando hanno migliaia di anni.

Se la zanzara punge e poi mette un poco di saliva dove ha punto per evitare infiammazioni, il ragno inietta una sostanza che evita questi effetti collaterali, rinvigorendo il corpo con un rinnovamento cellulare, ottimo rimedio per mantenersi giovani.

Veniamo poi ai draghi: agli inizi del nuovo secolo che stiamo vivendo, in Inghilterra un uomo si aprì pubblicamente mostrando un drago sotto spirito, quello della foto sopra, dicendo che l’aveva tenuto per decenni in garage ed era appartenuto al nonno, che lavorava in un museo dove questi oggetti li distruggevano, dicendo che erano un falso, ma suo nonno uno di questi draghi l’aveva fortunosamente sottratto alla distruzione e se lo era portato a casa.

Fatto sta che, è doveroso sapere, è stato offerto un grosso quantitativo di denaro per comprarlo e farlo sparire, ovvero negando gli esami che avrebbero potuto affermare che quel drago fosse vero, io ovviamente ci credo, ritengo sia vero il drago, ovviamente in una società che non accetta queste cose, il drago fu dichiarato un falso senza il rispetto di poter fare un esame, per il sorriso, esposto in TV, di quelli del Cicap.

Racconti fatati, finché, finalmente, arriveremo alla verità, ovviamente una verità travolgente.

Io Gennaro Gelmini, ad oggi 29 marzo 2021, continuo ad andare avanti, perché questo è il momento giusto.

Condividi post
Repost0
21 marzo 2021 7 21 /03 /marzo /2021 10:40
Autostrada per il Paradiso sopra la Pedemontana
Autostrada per il Paradiso sopra la Pedemontana
Autostrada per il Paradiso sopra la Pedemontana

C’è sempre una via, occorre cercarla, quando la si cerca la si trova e ciò che rallenta di più il cammino non è la lentezza nel camminare, quanto il fermarsi per troppo tempo o peggio, il tornare indietro.

Allorquando si arriva alla conoscenza, tutte le domande trovano risposta, per cui andiamo avanti, ho raggiunto lo scopo camminando lentamente, piuttosto che correndo, correre si, quando si arriva ad avvistare la meta, perché correre sempre non si può, chi lo fa c’è il rischio che poi torni indietro.

Venerdì 12 marzo 2021 nella piana del fiume Olona a Lozza in provincia di Varese, al confine sud del paese, io Gennaro Gelmini ero nel posto giusto al momento giusto e guardando verso ovest, sopra l’Autostrada Pedemontana, ho visto su di una nuvola un’altra autostrada, quella per il Paradiso.

La zona vide anni fa la comparsa di un cerchio nel grano, più la voce di un secondo cerchio che hanno fatto sparire, io ci credo, felici ora vediamo un’autostrada in cielo, nell’attesa si compia l’unione tra Cielo e Terra, per la conoscenza completa.

Ovviamente diranno che è soltanto una nuvola, ma alla verità si arriva lo stesso, siamo felici nell’attesa.

Condividi post
Repost0
19 marzo 2021 5 19 /03 /marzo /2021 18:06
Neve di buona speranza e Festa del Papà 19 marzo 2021 Auguri
Neve di buona speranza e Festa del Papà 19 marzo 2021 Auguri
Neve di buona speranza e Festa del Papà 19 marzo 2021 Auguri
Neve di buona speranza e Festa del Papà 19 marzo 2021 Auguri

Neve profumata all’appretto, quello che si usa per stirare contenente amido, neve profumata che una volta si diceva miracolosa, io ci credo, oggigiorno non si può più dire, che la buona novella deve andare a qualcun altro, soltanto notizie ufficiali, ma decise da chi?

Sto facendo le foto, la neve c’era soltanto stamattina, che nel campo sotto casa, qui al quartiere Isolabella di Varese, si è già diradata, mi reco giù di sotto in Via Ponte Rotto e ritrovo i fiori, spuntati dal terreno e pure dai rami degli alberi in questi stessi giorni, senza danno alcuno, nel bosco e tra la neve, io Gennaro Gelmini continuo le foto free, mentre continuo pure a sentire quel profumo di appretto che non proviene di certo da casa mia, una buona speranza che il corona passi e via, verso altri pensieri.

Mi domandano io che ci guadagno a fare queste cose, ma la vita non è soltanto una vasca piena di denaro come quella di Zio Paperone, la vita è anche i debiti di Zio Paperino, ma che, a vivere per denaro non si fa la vita come si vorrebbe, le scelte sarebbero sulla base di quanto entra in cassa, mentre io bado alla vita per quanto dalla cassa ne esce.

Auguri a tutti i papà in questo 19 marzo 2021 ricco di sorprese, che già da ieri si prospettavano bene, che la data del 18 marzo a Medjugorje è una data significativa, evocativa, un passaggio alla fase 2 e addio al corona, vuoi un po’ di profumo di appretto?

Condividi post
Repost0
9 marzo 2021 2 09 /03 /marzo /2021 13:00
Auguri per la Festa della Donna 8 marzo 2021

Sento parlare di diritti, ma ciò che ci preme di più in questo periodo è la libertà, che già essere liberi di uscire è la nostra libertà, pensando un tempo di poterlo fare con naturalezza, oggigiorno già questa una conquista, che andare a pochi passi da casa è già andare in terra straniera come si andasse sulla Luna.

Ma occorre uscire, che se fino ad un anno fa esatto eravamo liberi, adesso guarda caso abbiamo delle necessità impellenti fuori casa, talmente impellenti da doverci fare uscire e non ne possiamo fare a meno e dopo che dai, che dai, che dai, le necessità erano veramente impellenti, ognuno è dovuto uscire sotto la propria responsabilità, cosciente, sapendo.

Da Gennaro Gelmini Auguri per la Festa della Donna 8 marzo 2021 a tutte le donne.

Posto sopra la foto che ho fatto tempo fa ad un quadro con dentro le caramelle sito nel bagno di un noto bar di Piazzale Cadorna a Milano, peccato che con il passare di diversi estati si siano un po’ sciolte queste caramelle, comunque in caso di necessità... un’idea per andarle a comprare.

Condividi post
Repost0
5 marzo 2021 5 05 /03 /marzo /2021 12:20
Pensieri a Nibiru e terremoti Grecia 6.3°R e Nuova Zelanda 8.1°R

La storia si ripete. Come al solito evitare di darne notizia è nella prassi di chi dice che non siamo pronti e nello stesso tempo nemmeno ci prepara.

Ho pubblicato la lettera nuova immediatamente, in un articolo precedente per riuscirla a datare febbraio 2021, che i link relativi agli articoli riportano anno e mese e adesso continuo le consegne, ho pure pubblicato un video, anch’esso datato febbraio 2021.

Nel frattempo si è verificato un sisma che ritengo di primaria importanza negli eventi, anche perché è avvenuto nella vicina Grecia lo scorso mercoledì 3 marzo 2021, di magnitudo 6.3° Richter, seguito da 11 ulteriori forti scosse di terremoto sempre in Grecia, la più forte delle quali di 5.9° Richter ieri sera 4 marzo 2021, più ovviamente centinaia di scosse di assestamento, terremoti che vengono avvertiti nelle Nazioni confinanti, fino in Albania, in Italia in Puglia e pure in Turchia, fortuna vuole che non vi siano vittime, una casa è crollata e numerose sono lesionate.

Oltre ciò, nel tratto di mare tra le Isole Tonga e la Nuova Zelanda, ieri 4 marzo 2021 è avvenuto un terremoto di magnitudo 8.1° Richter con relativa allerta tsunami e anche qui, fortuna vuole ad una prima ipotesi di onde alte 3 metri che si sarebbero potute abbattere sulla costa, l’onda anomala è arrivata a alta di un decimo, 30 centimetri.

Vorrei ricordare che altri fronti sono aperti, l’Etna e il Vesuvio in Italia, il Fujiyama in Giappone, la Faglia di Sant’Andrea in California ma non soltanto, vedete che finora è andata sostanzialmente bene, importante dire che io Gennaro Gelmini, nell’attesa che da lunedì 8 marzo 2021 non mi possa più spostare, poiché entreremo in quarantena, sto badando all’ultimo barlume di divulgazione con lettere cartacee qui nei dintorni, che pure in quello voglio riuscire a completare minuscoli tour vicino casa, che ci tengo, ho dato il possibile.

Ciò che è più importante è riuscirci a trovare, quando i tempi, tramite un ulteriore incremento sismico e vulcanico, lo richiederanno, in sintonia tra fratelli al momento giusto, ciò però dovrà necessariamente passare dalla conoscenza di alcune verità rimaste per troppo tempo nascoste, dare per avere e non si tratta di denaro, perché è una soluzione troppo semplice, ma di qualcosa di molto più complesso, che non può essere rimandato, la verità bussa alla porta e dobbiamo aprirle.

Su di questo mio blog trovate titoli e link del documento e pure del video:

Nibiru Lombardia Milano 26 febbraio 2021:

http://gennaro-gelmini.over-blog.it/2021/02/nibiru-lombardia-milano-26-febbraio-2021.html 

Planet X Nibiru tsunami earthquake March 2021:

https://www.youtube.com/watch?v=XHkVUHIATRw 

Testo documento:

Milano, 26 febbraio 2021, venerdì

 

Al Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana

 

Al Prefetto di Varese Dario Caputo

 

Al Presidente della Provincia di Varese Emanuele Antonelli

 

Al Sindaco del Comune di Varese Davide Galimberti

 

Al Sindaco del Comune di Lozza (VA) Giuseppe Licata

 

Al Sindaco del Comune di Sesto Calende (VA) Giovanni Buzzi

 

Al Sindaco del Comune di Laveno Mombello (VA) Luca Carlo Maria Santagostino

 

Agli abitanti di Lozza (VA),

di Santa Maria del Monte Sacro Monte di Varese,

al Centro Mediaset Produzione TV e per free diffusion

Gentile Presidente Fontana e Titolari della corrente,

che ne direste se scrivessi questa lettera mentre sono in viaggio per il Lago Maggiore, a cercare di avvalorare la tesi, che so esser vera, di un pianeta Nibiru nel Sistema Solare? Viviamo in luoghi bellissimi qui in Lombardia, però senza avere un riscontro a Roma sul nostro operato, permaniamo in incantevoli posti, nel mentre la spedizione di mail ci toglie dal contatto diretto che avremmo ottenuto con i governanti.

Ovviamente lettera consegnata dapprima a Milano, sembrando invece mai accadere granché qui al lago, abbiamo da mangiare, rimaniamo però immobili, fortuna vuole che il prossimo mese di marzo 2021 vede in numerosi luoghi la riscoperta della realtà, perché adesso è il momento, io Gennaro Gelmini ho fatto ciò che ho potuto, in cambio di tanto amore che Creature extraterrestri e intraterrene mi donano, veniamo però al sodo del discorso.

Viviamo in un momento burrascoso, pure per i terremoti attorno i 7° Richter che affliggono numerose aree del pianeta, soprattutto sulle isole degli oceani e anche in aree continentali tramite il diramarsi nello scorrimento tettonico, a cui c’è da aggiungere la sismicità nei Circoli Polari Artico e Antartico e nelle immediate vicinanze, alle Isole Shetland a sud e in Islanda a nord, assieme ad eruzioni vulcaniche, che a guardare il magma di notevole profondità che sta fuoriuscendo dalle bocche del vulcano Etna in Sicilia, proprio per la diversa composizione del materiale che arriva in superficie, c’è da attendere il verificarsi della stessa situazione sul vulcano Vesuvio a Napoli.

Gentile Presidente, dal 1999 ad oggi, per 22 anni il tanto daffare nella divulgazione, mentre l’ultimo anno ho fatto ciò che ho potuto, finché la verità appare improvvisa, uscirà fuori a breve, allorquando eventi di risonanza globale stimoleranno la ricerca del perché ciò avvenga e troveranno che ciò è dovuto all’influsso gravitazionale di un pianeta a nome Nibiru, avente un’orbita ellittica, gravitante nella nostra Galassia Via Lattea, tra la Nube di Oort e il Sistema Solare, che incrementa sul pianeta Terra terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, tifoni e tempeste, maremoti e onde anomale tsunami, veloci sbalzi di temperatura e pressione atmosferica, grandinate, siccità, frane e smottamenti del terreno, interferenze elettromagnetiche, impatti meteorici e spostamento dell’Asse terrestre, avvenendo nel prossimo mese di marzo 2021 sopratutto eruzioni vulcaniche e terremoti con tsunami.

Io Gennaro Gelmini chiedo si possa evitare lo svolgimento per evidenti motivi di sicurezza del programma televisivo Isola dei Famosi, in quanto temo che uno tsunami post terremoto possa abbattersi sul luogo delle riprese senza che vi siano colline nei paraggi dove andarsi a rifugiare, già in 2 edizioni della trasmissione le località furono cambiate a causa di uragani, lo scorso anno l’edizione è saltata, quest’anno 2021 a marzo una ripartenza troppo affrettata, mobilitate barche che possano prendere il largo, fuori dalla fatalità delle onde, tenete colline a vista, nelle quali trovare rifugio.

Inoltre, io Gennaro Gelmini, che ho trascorso la maggior parte di un’intera generazione a proclamare questo ardimento, rinnovo la richiesta alla rivelazione ufficiale dell’esistenza del pianeta Nibiru ed eventi ad esso collegati, essendo inoltre abitato il pianeta Nibiru, in cavità rischiarate da magma incandescente e dove trovasi acqua allo stato liquido, alla stessa maniera che in cavità del pianeta Terra, da dove infine proverranno Creature extraterrestri e intraterrestri sopra il pianeta Terra, vivendo con noi Terrestri felici assieme nella gioia, fosse divulgata la notizia in anticipo sarebbe bello.

Cordiali Saluti.

Milano, 26 febbraio 2021, venerdì

IN FEDE

GENNARO GELMINI

 

 

 

Gennaro Gelmini, Viale Valganna 216, 21100 Varese, tel. 0332232143, cell. 3407077946

e-mail: gennaro.gelmini@email.it - sito web: http://gennaro-gelmini.over-blog.it 

Condividi post
Repost0
25 febbraio 2021 4 25 /02 /febbraio /2021 21:58
Guida al cazzeggio (ma io studio inglese)

Per avere gioia per la vita occorre saper uscire da casa, a ciò si deve questa guida. Il tutto parte da un viaggio.

Ecco il primo con lo skateboard, ma dove andiamo non ci sono piste, fa niente, per la Via dei Mulini si scende che è un piacere!

La signora che chiede dove va il treno, ma fa niente, anche se si sbaglia treno, almeno siamo liberi.

Alcuni sul treno svolgevano attività fisica, giocando ad essere i più veloci tra loro e il controllore, ma tutti lo sanno che il controllore è il più veloce (il biglietto io l’ho fatto).

E strade e stradine utili per imboscarsi, per almeno tenersi in forma camminando e cammina, cammina, ad una meta dovremo arrivare.

Io? Io studio inglese, che dear friends non si pronuncia diar friends, si pronuncia dear frens, che almeno all’inizio del discorso occorre pronunciarsi correttamente, io ho gli stivali, abbiamo riscoperto il luogo incantevole in viaggi fuoriporta, mentre però già stanno vedendo se c’è qualche Piemontese che abbia varcato il confine.

Durante un intero anno abbiamo riscoperto come imboscarci, lecitamente però, che lo si fa per evitare assembramenti, in questo caso una guida ai luoghi sperduti occorre, l’importante poi è ritrovarsi, mentre gli skateboard diventano 2.

Il giorno dopo, cioè oggi 25 febbraio 2021, mi incontro con un amico nel frattempo che vedo se un paio di uffici hanno riaperto, almeno 1 su 2 lo ha fatto ed è meglio che niente, ma oh, vengo apostrofato dal mio amico che mi dice che non è la regola del cazzeggio questa!

I regolamenti del cazzeggio impongono che si faccia niente oppure cazzeggiare, invece no, io Gennaro Gelmini in ogni circostanza tento di fare qualcosa e allora non è cazzeggio.

Inutili le mie scuse da finto cazzeggiatore, torno a casa sapendo che qualcosa ho fatto.

Il vero cazzeggio si fa andando avanti e indietro, avanti e indietro, avanti e indietro per il Corso, avanti e indietro per la strada e basta.

In quel momento, su di un bus utilizzato per accorciare la strada da percorrere (inutile, non è cazzeggio), i controllori ci sono nuovamente apparsi all’improvviso, com’è loro consuetudine fare e il mio amico ne era pure contento del controllo, ma perché i biglietti li avevamo.

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito