Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
7 febbraio 2022 1 07 /02 /febbraio /2022 12:52
Nibiru Busto Arsizio 4 febbraio 2022

Busto Arsizio (VA), 4 febbraio 2022, venerdì

 

 

Al Procuratore della Repubblica di Busto Arsizio (VA)

 

 

Esposto riguardante i cambiamenti climatici in relazione agli influssi astronomici.

 

Gentile Procuratore della Repubblica di Busto Arsizio (VA),

io Gennaro Gelmini arrivo al suo cospetto per sottoporre all’interesse il tema dei cambiamenti climatici in relazione agli influssi astronomici, sicché è alquanto in notevole aumento la temperatura e la sismicità, a tal punto che è sempre maggiore la consapevolezza che si tratta di eventi naturali pure slegati dall’attività umana, da ricercarsi nell’influsso astronomico esercitato da un pianeta minimizzato dalle cronache, avente nome Nibiru, che causa sul pianeta Terra il crescente aumento dei terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, tifoni e tempeste, maremoti e onde anomale tsunami, rapidi cambiamenti nella temperatura e pressione atmosferica, grandinate, siccità, frane e smottamenti, impatti meteorici, modifiche geomagnetiche ed elettromagnetiche e spostamento dell’Asse Terrestre, motivo per cui chiedo che si faccia chiarezza, ufficializzando esistenza ed eventi relativi al suddetto pianeta Nibiru, al fine di trovare protezione dalle calamità, in considerevole aumento pure nel corrente mese di febbraio 2022 sull’intero pianeta Terra.

Molteplici i temi di cui avrei dovuto scriverle, gentile Procuratore, se mi fossi occupato di interesse locale, che da oltre 2 anni l’altare della chiesa Basilica di Santa Maria Assunta a Gallarate (VA) è stato sostituito con un altro, sul quale sono state scolpite numerose teste di persone posizionate in maniera alquanto rocambolesca, tale da farlo ritenere nefasto, inoltre alla chiesa della Santissima Trinità di Samarate (VA) il Santo Patrono Leone Martire è fin troppo spesso velato, come se ci si vergognasse della nudità umana, andando a coprire le Spoglie di San Leone poiché è uno scheletro con l’armatura e ciò fa comprendere la brevità della vita, mentre è meglio esporlo, proprio perché siamo coscienti, sapendo che 100 anni di vita trascorrono dopotutto in fretta e in questa brevità ci accingiamo a darci daffare nelle incombenze e diritti di importanza vitale e ciò di questi 2 punti non è di che più nobile sentimento ci saremmo attesi.

Fortuna, nel destinarci a ciò che arriva, ci accingiamo pure all’incontro con Creature extraterrestri e intraterrestri e ciò suscita in me Gennaro Gelmini un sentimento d’amore incondizionato, diretto a chi mi ha dimostrato di volermi bene, quel giusto che occorre, per fare in modo di perseguire una gioia di incontro futuro con quegli Alieni, Creature che una volta palesatesi rimarranno tra noi Umani, per la gioia di chi, come me, ci ha creduto e se sembro troppo conciso è perché occorre rivelarlo senza mezze misure.

Da costatare inoltre che, nei giorni che vengono del corrente mese di febbraio 2022, avremo pure a che fare con l’addensarsi di nubi scure scaturite dai vulcani in eruzione e per l’appunto forti terremoti, un fatto da tenere in conto nello scenario italiano e globale, Roma e Napoli col Vesuvio, California e Stati Uniti d’America con la Faglia di Sant’Andrea, anche per questo occorre agire nell’immediatezza.

Allego al corrente Esposto, per gentile Procuratore della Repubblica di Busto Arsizio (VA), copie delle lettere consegnate a Roma ai Ministri e Autorità del Governo Italiano il 23 giugno 2021, il 2 settembre 2021 e il 3 dicembre 2021.

Cordiali Saluti.

 

Busto Arsizio (VA), 4 febbraio 2022, venerdì

 

IN FEDE
GENNARO GELMINI

 

 

Gennaro Gelmini, Viale Valganna 216, 21100 Varese, tel. 0332232143, cell. 3407077946

e-mail: gennaro.gelmini@email.it - sito web: http://gennaro-gelmini.over-blog.it 

Condividi post
Repost0
6 febbraio 2022 7 06 /02 /febbraio /2022 13:50
Quando la storia si ripete e il segno della cometa

Diceva un noto personaggio eroe della televisione, che lui non credeva nelle profezie, ma nella costanza dell’uomo di muoversi in modo di realizzarle ci credeva e quante volte abbiamo costatato che cose che dicevano impossibili poi si sono realizzate, poi ci si avvide che il personaggio, seppure dall’identità nascosta, cambiava di tanto in tanto nell’aspetto fisico, la sua fama si eclissò un poco.

Diciamo che possiamo imparare dagli errori del passato, ma per alcuni non è vero, li ripetono!

Sconvolge il ripetersi degli eventi, giornalmente e settimanalmente le vittime sul lavoro e i naufragi per mare, il piccolo Rayan vittima caduta in un pozzo in Marocco alla stessa maniera che ricorda, tanto tempo fa, un terribile fatto analogo avvenuto in Italia al Vermicino, vicino Roma.

Ma alcune volte è difficile scriverne, il Ponte Morandi a Genova, la mareggiata a Rapallo, città turistica della stessa provincia di Genova, quante ne accadono, perché il Mondo va avanti e dove va? Jeff Bezos farà smontare parte del ponte Koningshaven in Olanda a Rotterdam e come un obelisco rivolto al cielo, poi cosa accadrà? Ma prova a dirlo a Bezos e lui, come un Imperatore, gli basterebbe fare il gesto del pollice all’ingiù per metterti al tappeto (che poi li vende, anche, eh, eh).

Il ponte verrà conservato e preservato, che Bezos vuole farlo smontare per farci passare il suo yacht appena ultimato ai cantieri navali e l’albero della vela è troppo alto per passare sotto al ponte, una nave così grande serve a fare scena.

Al 2 febbraio 2022, quel 2/2/2022, è stata osservata una cometa solcare il cielo tra la Corsica (Francia) e la Toscana (Italia), un segno dei tempi, per chi Crede, ovviamente e io ci Credo.

E questa stessa notte, domenica 6 febbraio 2022, poco dopo le ore 2 e mezza, è avvenuto un terremoto di 3.8° Richter in Toscana con epicentro a Viareggio, a cui sono sopraggiunte 2 ulteriori scosse di assestamento.

E noi viviamo per boschi, in una storia che si ripete e noi troviamo rifugio appunto per boschi, nella foto sopra Laveno, con il Lago Maggiore coperto dalle montagne, vista da Cocquio Trevisago, qui in provincia di Varese, Italia.

Ho sempre continuato, fino in fondo, fino alla verità, durante la tempesta.

Condividi post
Repost0
4 febbraio 2022 5 04 /02 /febbraio /2022 22:20
Quel che resta della Milano di una volta ad Assiano

C’è tanto da dire e da scrivere su di un Weekend tra amici, Gennaro, Maury e DJ the Viper partono per Milano, destinazione la frazione di Assiano, per un urbex di quelli particolarmente interessanti, il cui video, per le connessioni che lo supportino, lo potete trovare qui sotto al corrente articolo e al titolo e link qui sotto:

Urbex Assiano fantasma goloso e razzo Milano

https://www.youtube.com/watch?v=ToIu9RpFv0s 

Inoltre, titoli e link dei 2 video ad Assiano di Il Nuovo Salotto del Maury:

Ex borgo agricolo Assiano con DJ the Viper e sorpresa finale (prima dell’urbex)

https://www.youtube.com/watch?v=hhwKz-8UUkk 

Ex locanda Assiano un’entità interagisce con noi (con Gennaro Gelmini e DJ the Viper)

https://www.youtube.com/watch?v=IUpz3h7dzOs 

Titolo e link del video ad Assiano di DJ the Viper Urbex e Natura:

Il borgo fantasma di Assiano

https://www.youtube.com/watch?v=D9cpKRwdJRs 

Per una buona fantastica visione!

Condividi post
Repost0
30 gennaio 2022 7 30 /01 /gennaio /2022 16:07
Oroscopo: portentoso Anno della Tigre 2022

L’Anno che si affaccia è quello del mio Segno Zodiacale, l’Anno della Tigre ha piacevoli aspetti battaglieri, piacevoli perché legati alla società, al bene comune direbbe qualcuno, ma intesi a qualcosa col fine elevato, mai di pochezza, in legame con la spiritualità, nelle giuste azioni ovviamente.

La data del 2 febbraio 2022, ovvero 2/2/2022, sovrintende la scadenza dell’Anno del Bue, più loquace e materiale, con qualcosa di graffiante, la Tigre appunto, in un evidentissimo cambiamento e non dite che la tigre e il bue siano la stessa cosa, occorre semplicemente guardarli.

Wow lo dico io!

Il pensiero mi torna, domenica 23 gennaio 2022 in cui inizio a scrivere quest'Oroscopo, pubblicato il 30 gennaio 2022, a quando 2 anni addietro, a gennaio 2020, taluni, di quelli evidentemente inesperti, ci scherzavano su fatto che l’anno 2020 fosse bisestile, poi dal 9 marzo, chi prima, chi dopo, tutti a casa senza uscire e senza che ci avessero preparato a situazioni del genere, esercitazioni queste sconosciute, fortuna almeno abbiamo il Titolo autodidatta di Urbex, che significa fare esperienza visitando luoghi abbandonati, che non è poco.

Adesso, nel 2022, chi voleva vedere ha già intravisto il panorama che si prospetta innanzi e attorno alla data del 2 febbraio 2022 abbiamo un sacco di scadenze, lo scadenzario vuole che sia il periodo per intraprendere sicure azioni, azioni destinate, che prima dei tempi del cambiamento dev’essere tutto al posto giusto, senza nascondimenti.

Nel puzzle della vita ci vuole la giusta collocazione, che quando la collocazione è sbagliata, il puzzle si disfa, affinché poi si ricomponga in maniera visibilmente giusta.

E nel frattempo che le statuine a forma di tigre sono andate esaurendo, analizziamo l’Oroscopo Cinese in rapporto a quello Greco, che notoriamente utilizziamo:

Anno della Tigre per i Segni di Fuoco (Ariete, Leone, Sagittario): energici, vitali, ritroverete voi stessi nella grinta, forse troppa, ma dedita a risollevare risultati;

Anno della Tigre per i Segni di Terra (Toro, Vergine, Capricorno): vorreste mettere tutto a posto, però è troppo complicato, fareste prima a disfare tutto e ricomporre, perché è così che fate di solito, ci riuscirete, ma non accanitevi, semmai tigratevi! Congratulazioni!

Anno della Tigre per i Segni di Aria (Gemelli, Bilancia, Acquario): finalmente liberi e non è mai troppo, che col fatto che sentite che il Mondo vi appartenga, girerete liberi vagando per svagarvi, fate pausa però nel percorso ogni tanto;

Anno della Tigre per i Segni di Acqua (Cancro, Scorpione, Pesci): troverete il modo di mettere in ordine ciò che vi preme di più per la vostra esistenza, non esacerbatevi, andate avanti regolarmente.

E per tutti, Auguri!

Condividi post
Repost0
26 gennaio 2022 3 26 /01 /gennaio /2022 19:36
Paradiso e Inferno: si danna soltanto chi vuole

Inferno e Paradiso siamo noi che li chiamiamo così, sono luoghi senza luogo, perché in realtà ogni luogo può essere un Paradiso o un Inferno.

Così, quella volta che mi dissero che soltanto chi vuole si danna, vollero pure farmi vedere di persona il perché di quell’affermazione.

Io dissi che sarei venuto a vedere di persona se mi facevano trovare un cavallo bianco nato da cavalli neri sul quale cavalcare e mantennero la parola, che tutto è possibile e soprattutto tutto è possibile al momento giusto.

La Creatura che si era offerta per accompagnarmi a fare il viaggio era la stessa che me lo consigliò da fare, però aveva un aspetto fisico completamente diverso.

Lo sai come siamo fatti, disse, un giorno appariamo in un modo, un altro diversamente, ma siamo sempre noi, la nostra stirpe è talmente antica che siamo mutanti, perché in principio non c’era un’altra parte, nulla era diviso, perché non ce n’era il bisogno, poi per sviluppare una società nella quale nessuno fosse estraneo e si potessero fare grandi cose, tutto fu diviso, il bene e il male, l’amore e l’odio, la vita e la morte, anche per questo siamo immortali.

Andammo a cavallo e mi mostrò quando le anime vengono irrorate della Luce Divina, un fuoco che non brucia, se l’anima è disposta a mettersi sulla stessa lunghezza d’onda, mentre chi osteggia quest’energia, vi rimane invischiato, la pena eterna consiste nel mettersi di traverso a ciò che è giusto per sempre, sempre giusto, che mai si cambia da un giorno ad un altro, ciò che si cambia è soltanto ciò in cui non riponevamo fiducia fin dall’inizio.

Cavalcammo e vedemmo, da una parte anime immerse nella luce, dall’altra nella fiamma eterna, il fuoco era luce soffice, ma i dannati non potevano saperlo, stando soltanto male terribilmente, io la provai questa luce e ci saltellai su, non ci entravo, siccome rimbalzavo sulla sua superficie, mentre chi in vita aveva compiuto gravi atti contro la Creazione, ci finiva dentro a capofitto.

Vedi, disse la Creatura che mi accompagnava, tutto è uno e uno è tutto, che pensando di fare del male agli altri, quelle sono anime di persone che nella vita hanno fatto male prima di tutto a se stesse, altrimenti avrebbero capito che la vita è semplice e bella, praticare le ingiustizie è tempo sprecato.

Continuando a cavalcare, mi riportò indietro e disse che il giro finiva lì e quando avevo già smontato di cavallo gli risposi che era divertente sentire ciò, al che mi disse che il prossimo giro è l’ultimo e qui c’era meno da ridere, anche se so che a cavalcare assieme posso sempre andarci, che per me Gennaro Gelmini occorre continuare, ora più che mai, avanti.

L’immagine sopra è tratta da un’antica stampa artistica.

Condividi post
Repost0
20 gennaio 2022 4 20 /01 /gennaio /2022 08:58
La Bruja: una canzone messicana variante rusticana

La Llorona: abbiamo trovato il bosco, il luogo ideale per metterci a cantare come meglio possiamo fare, un po’ di festa e chi passava di lì ha potuto ascoltarci.

Sul sentiero tra Sesto Calende e Golasecca, in provincia di Varese, Gennaro Gelmini e Maury del Nuovo Salotto del Maury cantano La Llorona, detta anche La Bruja, nel video qui sotto per i dispositivi che lo supportino e pure al corrente titolo e link:

La Llorona Gennaro Gelmini y Maury version rusticana

https://www.youtube.com/watch?v=fainWLmYoHg 

Della stessa giornata, il 6 gennaio 2022, gli ulteriori video ai titoli e link correnti:

La Llorona a Golasecca (Varese) canzone messicana

https://www.youtube.com/watch?v=A_pXmflj1Z4 

La Llorona prove tecniche

https://www.youtube.com/watch?v=VCgwxMJrGs8 

E come sempre giusto che sia, Buona visione!

Condividi post
Repost0
8 gennaio 2022 6 08 /01 /gennaio /2022 23:22
Le cose più belle si trovano negli anfratti e udito importante

Passeggiando per la via, a Gavirate in provincia di Varese, come sarebbe potuto essere pure un altro paese o città, tra i blocchetti di porfido sanpietrini del marciapiede, aventi venature più chiare del solito, trovo in un anfratto dove mancava la sabbiatura, una cosa che, una volta raccolta, si rivela essere un giocattolo a forma di cucciolo di giraffa, un giraffino portafortuna che ora tengo con me.

Come ho fatto a vederlo?

Semplice, io da bambino avevo perso una parte dell’udito, soprattutto non sentivo le tonalità acute, poi, con il trascorrere degli anni e in particolar modo di recente, l’ho recuperato e adesso, quando sento suoni acuti che prima non potevo ascoltare, qualche volta rimango fermo ad orecchiare, poiché mi sembra tutto così nuovo.

Sono migliorato col tempo poiché mi si era leso il nervo acustico, che poi si è ricostituito.

Nel frattempo di ciò, sappiate, ho dovuto affidarmi ad altro per riscattare il mio equilibrio, pure nel camminare, guardando ciò che mi sta attorno per riuscire a destreggiarmi.

Così, sono riuscito ad intravedere che la pavimentazione in porfido non era perfetta, qualcosa che nessuno aveva trovato prima affiorava quasi impercettibilmente da un buco, anfratto dal quale, con 2 dita, ho tirato fuori il piccolo di giraffa.

Ciò ricorda l’importanza dell’udito, che non dev’essere danneggiato per potersi muovere con agilità, ovviamente con qualche eccezione.

In tal modo, non si è mai a sufficienza calcolato il legame tra udito ed equilibrio durante un periodo ad esempio di più alta sismicità sul territorio, con sciami sismici frequenti, in cui a causa di ciò si possa perdere l’equilibrio anche nel camminare, un esempio che fa pensare.

Condividi post
Repost0
31 dicembre 2021 5 31 /12 /dicembre /2021 17:33
Giove e i 3 del destino: sciami sismici 7.2°R e meteo flood

Ecco! Ogni cosa capita a fagiolo come si dice, tutto si trasforma e l’entrata di Giove nel segno dei Pesci ci avvia al nuovo anno, stavolta diverso dagli altri, notevolmente diverso.

Abbiamo vissuto molte situazioni a noi non congegnali, ma per capire che il bianco è nero e il nero è bianco, il bianco è nero e il nero è bianco, il bianco è nero e il nero è bianco, lo scrissi tanto tempo fa e ora mi spiego meglio, non è l’apparenza a cui dovete guardare, che ciò che è meglio per voi lo potrete trovare dove meno immaginereste, c’è qualcuno che è disposto a fare per voi qualsiasi cosa, nel giusto, questo è l’Amore Divino, che se soltanto ve ne sareste accorti, gli sareste andati incontro.

Cosa ne sapete? Tanti anni fa, tra il 1982 e il 1986, c’erano 3 bambini molto simili tra loro e per uno soltanto di essi era in serbo un futuro di prim’ordine, molto in alto perché è da lì che si può spingere a fare il bene e venire ascoltati.

Se non che, dei 3 bambini, uno sfiorisce per la leucemia, l’altro trascorsi alcuni anni va a fare il volontario, per davvero, assieme al suo insegnante e spinto a proseguire nell’azione, per aiutare i bambini orfani durante la guerra nell’ex Jugoslavia e ci riesce, alleviando tante sofferenze, ma, di ritorno, per ciò che aveva visto, rischiato, passato di cotte e di crude, un infarto lo colpì e riposa in pace.

Così rimase un bambino soltanto dei 3, Gianluca, Alea e Gennaro, si sono io il terzo e per questo non posso fallire.

Di Gianluca incontrai il fratello, minore di lui di circa 2 anni, mentre ad Alea, che era anche lui un maschietto,  mi rimane l’aiuto che mi ha dato nei momenti difficili.

Gennaro Gelmini, io, il terzo, non potevo finire, in quanto eravamo chiamati a qualcosa di straordinario a cui soltanto io, a questo punto posso ottemperare e ho rischiato grosso, ma ce l’ho fatta.

E il destino, Giove è entrato nel Segno dei Pesci il 29 dicembre 2021 e giungerà al primo grado dei Pesci all’incirca la sera del prossimo 3 gennaio 2021 e visto che siamo già al 31 dicembre 2021 manca pochissimo.

Nel frattempo, in questo ciclo di trasformazione, 3 sciami sismici stanno avvenendo nel Mondo, il primo nell’area mediterranea ha colpito con 3 scosse forti di terremoto l’Isola di Creta, Grecia, con 5.2° e 5.4° Richter il 26 dicembre 2021 e con 5.7° Richter il 29 dicembre 2021 e in questo quadro sismico, moderati eventi continuano ad essere rilevati anche in Italia, con ad esempio i 3.3° Richter del terremoto in Emilia Romagna a Salsomaggiore Terme in provincia di Parma del 28 dicembre 2021 e i continui tremori vulcanici nell’area flagrea, Napoli e alle Isole Eolie, Sicilia.

Altro sciame sismico in California, Stati Uniti d’America, con una decina di scosse di terremoto tra i 2.6° ai 3.6° Richter del 29 dicembre 2021, successive al terremoto di 6.2° Richter del 20 dicembre 2021 avvenuto con epicentro in mare nell’Oceano Pacifico, mentre lo sciame sismico corrente è particolarmente attivo sulla terraferma.

E l’interesse, sotto il profilo di studio, lo desta pure, nei pressi dell’Antartide, il terremoto di 5.7° Richter avvenuto ieri 30 dicembre 2021, con epicentro a soli 2000 chilometri a sud est delle Isole Falkland.

Infine un’ulteriore sciame sismico si è scatenato dal terremoto più forte al momento, di 7.2° Richter avvenuto in Indonesia il 29 dicembre 2021, in un quadro di eventi di cui occorre accorgersi.

Oggi abbiamo una temperatura meteo 10°Centigradi sopra la media stagionale su tutta l’Italia e pure oltre confine, per un’alta pressione che durerà alcuni giorni, e se anni fa dicevano che se le temperature si fossero alzate di un grado e mezzo, ciò avrebbe comportato il verificarsi di tornado e tempeste, ecco giungere voce che il tifone denominato Rai del 16 e 17 dicembre 2021 ha causato sulle Filippine quasi 400 vittime, occorrendo quindi continuare a divulgare, come nel nostro piccolo abbiamo sempre continuato a fare, Nibiru forever.

Nella foto: le torri della porta del Palazzo Reale alle isole Falkland, Sud America, che ho potuto virtualmente osservare durante gli studi di questi giorni.

Condividi post
Repost0
29 dicembre 2021 3 29 /12 /dicembre /2021 08:33
Esperienze di vita che vanno fatte per poterla comprendere

Che significa questo? Significa che siamo sempre capaci di dire che già sappiamo tutto, mentre invece non abbiamo capito nulla senza averlo vissuto.

Allorquando avevo 19 anni circa, forse 18 e comunque prima che avessi trovato un lavoro stabile che mi occupò per anni, dovendo pure fare qualcosa, era la stagione autunnale e andare a raccogliere funghi nel bosco era di certo un modo per risparmiare sulle spese del pranzo e della cena, così ci andavo spesso e volentieri.

In uno di quei giorni, cercando ovunque nel sottobosco per fortuna senza troppi inciampi, incontrai per caso una giovane donna che mi chiese cosa avessi nella cassetta di legno che portavo con me, dove avevo già riposto i funghi commestibili che avevo trovato, finferli, chiodini e mazze di tamburo, anche se poi li andavo a fare controllare per esserne certo, 2 volte trovai pure dei funghi viola, che al di fuori di ogni pregiudizio, risultarono commestibili.

Andavamo ad un’associazione di fungaioli a farli controllare, giacché un’altra volta, a farli controllare da altre mani, esperte ma inaffidabili, dei funghi chiodini ce li fecero credere velenosi per poterseli tenere e mangiare loro.

Incontrai questa giovane donna dicevo, con cui parlandoci, mi disse di tornare nel bosco l’indomani a raccogliere funghi assieme a lei, dandomi appuntamento al primo pomeriggio davanti alla sua casa, situata sul limitare del bosco.

L’indomani mi recai all’appuntamento, pure se la cosa non mi convinceva, ad essere sincero, ma a volte occorre fare esperienza per comprendere com’è la vita, e infatti davanti alla sua casa non trovai lei, ma chi evidentemente doveva essere suo padre, che se l’avessi visto per tempo, sarei fuggito, invece era lì, con in braccio un fucile e lasciando stare il fatto che dovremmo vivere in una società in cui dovremmo rispettarci a vicenda, mi disse che se volevo vedere sua figlia, dovevo prima passare da lui, ci saremmo così potuti conoscere, avremmo preso un the assieme (parole sue) e poi avrei potuto conoscere sua figlia, non prima e io, ovviamente in maniera libera, vista la situazione, risposi che aveva ragione, certamente, quindi lo dovetti salutare e con cortesi maniere me ne andai, ovviamente velocizzando il passo quando ormai non ero più sotto la sua vista e ovviamente non tornando mai più, se non soltanto dopo parecchio tempo e a distanza dalla casa.

Un’altra volta, l’associazione degli appassionati fungaioli, per una mostra mi chiede di portare dei funghi da inserire nella raccolta da mostrare al pubblico, dei funghi che loro non erano riusciti a trovare poiché particolari, dei funghi che si riproducono grazie all’azione delle mosche, che si posano su di loro attratte dall’odore che secernono, ah, divertente, ci vado!

In cerca di questi funghi che esistono per davvero, senza abbagli anche se la vita è alquanto strana, passavo per un campo di mais con le pannocchie belle mature da raccogliere, ma sapendo che hanno un loro proprietario, me ne tenni alla larga e fu un’ottima idea, perché in quel momento, ai bordi del campo comparve un’auto lunga e siccome il campo era un po’ in salita, io sul sentiero ai bordi ero visibilissimo, l’auto quindi si fermò e scese un uomo che imbracciò un fucile e mi chiese se nella cassetta di legno che portavo ci fossero delle pannocchie di mais, fortuna non c’erano, perché sapevo benissimo di non poterle prendere, così mi fece passare, non prima di chiedermi come mai portassi quei funghi puzzolenti e raggelandosi per una zaffata da lui respirata, quindi arrabbiandosi buttando i funghi fuori dalla mia cassetta e io a raccoglierli dicendo che mi servivano per una mostra, realizzata infine con successo.

Più di recente ho saputo appezzare la vita nelle sue più svariate forme, scoprendo che gli Angeli, abitando non soltanto in cielo, ma anche in cavità interne al pianeta Terra, permettono un contatto senza dover andare lontano, qui sotto per i pochi invitati, un bel giorno per tutti sopra la Terra.

Eppure dovevamo passarci, io Gennaro Gelmini sono soltanto un ammonitore per ciò che sarà, viviamo in tempi che ci fanno comprendere chi ci sta attorno, per quel contatto che taluni Umani non vorrebbero, ma che Angeli vogliono e tra un’Umanità refrattaria e gli Angeli, Creature extraterrestri e intraterrestri, avanti a noi tecnologicamente e spiritualmente di 400 miliardi di anni, che riescono ad andare avanti e indietro nel tempo, modificandolo all’occorrenza, chi vincerà?

Vincerà l’amore, che queste Creature sono tutto amore, un caldo abbraccio, noi insieme a loro, per sempre assieme e ci sono già, sbucando dal di sotto.

Oggi 29 dicembre 2021 ho scritto questo articolo, riportando fatti accaduti partendo poco meno di 20 anni fa in provincia di Varese e fatti più recenti, mentre la foto sopra è del 12 febbraio 2021 e ritrae, nelle campagne della provincia di Milano, un’antica cascina da ristrutturare, i cui abeti nei pressi sono purtroppo stati tagliati, mentre uno scultore sta almeno abbellendo la vista dalla strada, scolpendo delle statue da ciò che resta dei tronchi degli alberi; si fa ciò che si può come si può e ciò che si può lo si fa bene.

Condividi post
Repost0
23 dicembre 2021 4 23 /12 /dicembre /2021 23:02
Guida alle consegne delle lettere e pensieri romani
Guida alle consegne delle lettere e pensieri romani

Ciao, come va? Va bene, se non va bene, andrà bene.

Nel percorso che facciamo, diamo modo di avere delle priorità, ho riflettuto sullo scorso articolo pubblicato, riguardante gli Asteroidi e il pensiero corre alle loro polveri, al fango, culla della vita, che si nasce dalla terra e si torna alla terra, ma ciò che più è importante, questa esistenza va vissuta e ognuno lo fa come meglio può, a modo suo.

Ho consegnato un numero consistente di lettere, fatto video, ma ciò che più importa è avere un indice di priorità, che ho sempre dato alle consegne dirette, a mano, un modo di essere sempre presenti.

Così, camminando per valli e per monti, si continua l’azione nuovamente partita a Roma e Napoli, ma se fossi stato ad abitare a Roma già in principio, avrei fatto ciò che ho fatto?

Forse no, quanti riescono a Roma professionalmente partendo dalle Periferie d’Italia, che qui a Varese, città di provincia, è stato giusto chiamarla città giardino, che qui ci sono più ville e giardini che palazzi, dove è proprio quel poter fare una cosa per volta che ti porta lontano.

Si, fare una cosa per volta, nelle città di provincia si parte così, per questo noi piccoli aneliamo a Roma, città Capitale dove chissà, si possono fare più cose in un sol giorno, almeno così appare da chi viene dalle periferie e per essere vero ciò, occorre crederci.

Abitando in una grande città avremmo detto che il tal palazzo è troppo grande per noi, anzi, ce lo avrebbero pure detto e chissà che mai ci saremmo entrati.

Invece eccoci in una città di provincia, dove “questo lo fai oggi, questo domani e quest’altro dopodomani, così si guarda alle grandi città e da dove si entra a palazzo?

Va bene anche la porticina, piccola, appartata, poi su, sopra, sopra, sopra, ma non per anelare alla carriera, è perché ce lo meritiamo, suvvia, che ci stiamo a fare?

Noi piccoli, guardando il palazzo, ci domandiamo da quale porta entrare, ma soltanto l’ottimismo ci può portare ai pensieri romani, altrimenti ci domanderemmo se qui, con le caprette, saremmo pure bravi pastori a Roma, ma lo siamo, lo siamo eccome.

Così, senza farsi troppe domande, bisogna andare a palazzo.

Mi trovo e pubblico nuovamente, che ci sta, la lettera consegnata a Roma il 3 dicembre 2021 dal sottoscritto Gennaro Gelmini, precedentemente pubblicata al corrente titolo e link:

Siamo tornati a Roma per Nibiru 3 dicembre 2021

http://gennaro-gelmini.over-blog.it/2021/12/siamo-tornati-a-roma-per-nibiru-3-dicembre-2021.html 

Spero di essere stato utile (così si dice).

 

Roma, 3 dicembre 2021, venerdì

 

Al Ministro all’Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare

Roberto Cingolani

 

Al Ministro alle Politiche Agricole, Alimentari e forestali

Stefano Patuanelli

 

Al Ministro alla Salute

Roberto Speranza

 

Al Ministro alla Difesa

Lorenzo Guerini

 

Al Ministro alla Giustizia

Marta Cartabia

 

Al Ministro all’Interno

Luciana Lamorgese

 

Al Ministro agli Affari Regionali e Autonomie

Mariastella Gelmini

 

Al Presidente della Repubblica Italiana

Sergio Mattarella

 

Al Presidente del Consiglio

Mario Draghi

 

Al Sindaco del Comune di Varese

Davide Galimberti

 

Al Sindaco del Comune di Lozza (VA)

Giuseppe Licata

 

Agli abitanti di Via della Conciliazione e Borgo Santo Spirito, Roma,

Papa Francesco, agli abitanti di Santa Maria del Monte

Sacro Monte di Varese e agli abitanti di Lozza (VA)

Gentili Ministri e Autorità della corrente,

felice di continuare la divulgazione riguardante i cambiamenti climatici da 23 anni, torno al vostro cospetto per avvalorare la tesi sull’influsso gravitazionale esercitato dal pianeta Nibiru sul Sistema Solare e la Terra e felicemente arrivo adesso alla conclusione delle fatiche con la corrente lettera.

Avendo modo sovente di scriverlo, Nibiru determina sul pianeta Terra il consistente aumento dei terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, tifoni e tempeste, maremoti e onde anomale tsunami, rapidi rimestamenti nella temperatura e pressione atmosferica, grandinate, siccità, frane e smottamenti, impatti meteorici, modifiche geomagnetiche ed elettromagnetiche e spostamento dell’Asse Terrestre, determinando un epocale cambiamento negli equilibri gravitazionali che regolano il pianeta.

E riguardo al periodo, abbiamo avuto la Cometa 67P Churyumov Gerasimenko il 2 novembre 2021, l’Eclissi di Luna più lunga degli ultimi 100 anni il 19 novembre 2021, l’Eclissi di Sole domani 4 dicembre 2021 e seguendo ciò che mi ha portato a comprendere, in quasi 23 anni di divulgazione, è che siccome a 18, 19 giorni dall’ultimo evento celeste del momento, ho notato nel corso degli anni, c’è un aumento sismico, si verificherà un aumento di terremoti ed eruzioni vulcaniche nei giorni attorno al 23 dicembre 2021 e ciò rappresenta una svolta alla conoscenza dei misteri dell’Universo, per un futuro che ci appartiene.

Spendo molte energie per Nibiru, con la divulgazione, tentando di portare alla comprensione dei fatti, avente il suddetto pianeta il perielio situato tra Giove e Marte nella cosiddetta Fascia degli Asteroidi e la cui attrazione gravitazionale ha influito sul terremoto in Perù di 7.6° Richter del 28 novembre 2021.

E tramite la corrente lettera intendo pure rinnovare il corato appello alla rivelazione del pianeta Nibiru, pure annoverato coi nomi Hercolubus e Planet X, data la sua reale vicinanza all’osservazione diretta ad occhio nudo che avverrà a breve, rimanendo impossibile ogni ulteriore rinvio alla rivelazione, pure perché a breve saremo circondati dell’assidua presenza che adesso descrivo meglio.

Nei 23 anni di divulgazione, io Gennaro Gelmini riscopro ogniqualvolta la mia felicità sull’avere la personale certezza che non siamo soli nell’Universo, esistendo Creature extraterrestri, che ho dapprima conosciuto, intraterrene, che ho conosciuto successivamente, che abitano nelle cavità dei pianeti, dove trovasi sorgenti di magma incandescente che donano luce e calore e vi è acqua pure allo stato liquido; dette Creature mi supportano nella mia attività, prima le une, poi le altre, garantendo nel corso degli anni la riuscita a continuare a fare, che d’altronde il mio servizio, essendo rivolto al prossimo, abbisogna pure di un incitamento.

Ho inoltre la contentezza di poter essere tornato a Roma al vostro cospetto, dandomi al massimo al momento, che la felicità nasce da ciò che di buono si riesce a fare.

E per alludere alla felicità, dopo tante situazioni che conosciamo, cito 2 aneddoti che mi contraddistinguono: prima il piacere e poi il dovere, altrimenti il piacere non arriva mai, oltreché darsi al 75% delle capacità e non al 100%, altrimenti, allorquando si è chiamati a dare il massimo, 100%, non lo si può dare poiché si è già al massimo.

Mettiamola così, in questi giorni, se dovessi scrivere a Babbo Natale, consentitemi, gli direi di sistemare un po’ meglio i posacenere delle carrozze dei treni, perché le ginocchia ci vanno comunque contro (mi capita di scrivere sul treno), poi donare tanta felicità ai miei amici che ne hanno davvero bisogno, di togliere la cattiveria a chi ci viene contro e infine il più importante, donare la conoscenza agli Umani che vivono sopra la Terra, capendo che le Creature intraterrene che vivono in cavità sotto la superficie della Terra appunto, sono il trionfo dell’amore, non avendo sperimentato amore più grande del loro amore, una gioia incommensurabile, il Sacro Fuoco dell’amore.

Allego alla corrente lettera, ai gentili Ministri e Autorità del Governo Italiano in ambito nazionale e locale, copie delle lettere consegnate a Roma il 23 giugno 2021 e il 2 settembre 2021.

Cordiali Saluti.

Roma, 3 dicembre 2021, venerdì

IN FEDE
GENNARO GELMINI

 

 

Gennaro Gelmini, Viale Valganna 216, 21100 Varese, tel. 0332232143, cell. 3407077946

e-mail: gennaro.gelmini@email.it - sito web: http://gennaro-gelmini.over-blog.it 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito