Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
25 ottobre 2012 4 25 /10 /ottobre /2012 19:39

Radio intervista Nibiru extraterrestri prima parte from Gennaro Gelmini on Vimeo.

 La radio, le Radio, il perché è semplice, non sempre la tecnologia vince, tal volta vince la semplicità, ricordo di quando dissero a mio padre giornalista che con la televisione i giornali sarebbero tramontati, invece a dire la verità soltanto dall’anno scorso 2011 alle edicole se ne vendono di meno, ma non perché non piacciano, ma perché le persone per lo più hanno finito tutto il denaro e sono sul lastrico con questa recessione in cui non potendo comprare, non si può neanche vendere, eppure io ce l’ho fatta a campare, mi spiace molto per chi è rimasto indietro, ma tutto deve per forza pur cambiare.

Intanto la Radio, le stazioni Radio e la Web Radio, non tramontano poiché possono subentrare come una seconda attività; mi spiego meglio: le Radio, seppure facenti parte del bellissimo Mondo del secolo scorso, ancora oggi sono di moda poiché la radio la puoi ascoltare nel medesimo momento in cui puoi svolgere un’altra attività, contemporanea che con altri mass media rimane più difficile da attuare.

Oggi 25 ottobre 2012 sembra che abbia fatto poco su internet, invece ciò è dovuto al montaggio di un altro attesissimo video che susciterà particolare interesse per le informazioni in esso contenute, senza dirvi di più per evitare di togliervi la sorpresa, ma state pur certi che a tutti piacerà.

Ed eccoci giunti all’intervista radiofonica a Gennaro Gelmini di venerdì scorso 19 ottobre 2012, riguardante il pianeta Nibiru e le Creature extraterrestri condotta dalla Radio al link http://www.spreaker.com/page#!/user/sdch , prima parte, ascoltabile anche al link http://www.spreaker.com/page#!/user/sdch/gennaro_gelmini_nibiru_extraterrestri , stavolta incorporatavi dal canale video Vimeo e ascoltabile anche al link http://vimeo.com/52105563  (svolgerò la consueta rotazione di incorporamento sul blog tra tutti i 4 canali video su YouTube, Dailymotion, Vimeo e Video Bigmir senza mancanze, adesso vi pubblico la prima parte di 15 minuti affinché tutti troviate il tempo per ascoltarla, le restanti parti a breve, contateci.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
24 ottobre 2012 3 24 /10 /ottobre /2012 19:50

Un nuovo terremoto si è verificato in Costa Rica, la magnitudo è di 6.5° Richter, seguito da una scossa sismica di assestamento di 4.5° Richter, da aggiungere al terremoto di 5.0° Richter che ha investito la Grecia con epicentro il Mar Egeo, eventi che sembrano fortunatamente senza vittime, ma che danno la sensazione di quanto si stia muovendo sottoterra.

Vi scriverò anche di altri importanti argomenti che ho in preparazione.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
22 ottobre 2012 1 22 /10 /ottobre /2012 10:29

Piogge meteoriche hanno interessato i cieli della California negli Stati Uniti d’America e del Regno Unito qualche giorno addietro, mentre la serie di scosse di terremoto che sempre più spesso stanno attanagliando l’america, ha colpito anche la California ieri 21 ottobre 2012 con un terremoto di 5.3° Richter con epicentro a metà distanza fra le città di San Francisco e Los Angeles, mentre appena un istante prima l’Islanda è stata teatro di una scossa di terremoto di 5.7° Richter nello stesso giorno di ieri 21 ottobre 2012; nel Mare Mediterraneo orientale a largo delle coste egiziane si è registrato un terremoto di 5.0° Richter il 19 ottobre 2012, segni per chi vuole vedere.

Intanto è tornata l’estate meteorologica sull’Italia e l’inverno di alluvioni si è spostato al tempo presente sulla Francia a 10 giorni da fine mese di ottobre 2012.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
21 ottobre 2012 7 21 /10 /ottobre /2012 22:31

Brescia documentoBrescia documento 2Brescia documento 3Brescia documento 4

Brescia, 10 ottobre 2012, mercoledì

 

 

Al Procuratore della Repubblica di Brescia

 

 

e per conoscenza:

 

 

Al Prefetto di Brescia

Narcisa Brassesco Pace

 

 

Al Presidente della Provincia di Brescia

Daniele Molgora

 

 

Al Sindaco di Brescia

Adriano Paroli

 

 

Al Questore di Brescia

Lucio Carluccio

 

 

Al Direttore del Dipartimento per l’Informazione e la Sicurezza (DIS)

Giampiero Massolo, Roma

 

 

At the Public Communications Office

of the National Aeronautics and Space Administration (NASA) Headquarters

Washington, DC, USA

 

 

In libera diffusione, previa possibilità e salvo esaurimento copie

ai soli fini della divulgazione

 

 

Oggetto: aggiornamento all’Esposto, consegnato in data giovedì 13 settembre 2012, concernente l’esistenza probabile di rifugi sotterranei abusivi in cemento armato, aventi intamezzi di lastre di lega al titanio che li rendono per questo non localizzabili in indagini con georadar, costruiti per trovare erroneo riparo dall’influsso gravitazionale esercitato da un pianeta avente una massa estremamente compatta, a cui consegue un enorme influsso gravitazionale, avente i nomi, indicanti il medesimo corpo celeste, Nibiru, Sedna, Eris, Marduck, Xena e Pianeta X (Planet X) e la sigla 2003 UB 313, causante sul pianeta Terra il consistente aumento di eventi quali terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, uragani e tifoni, maremoti ed onde anomale, repentini sbalzi di temperatura e pressione atmosferica, grandinate, cadute meteoriche ed interferenze elettromagnetiche, frane e siccità, di cui si chiede altresì di formulare la relazione ufficiale rigiardo la sua esistenza e pericolosità a tutta la popolazione mondiale attraverso i media, affinché sia posta nella condizione di potersi salvaguardare e per adeguare risposte e proposte all’emergenza con capace coodinamento derivante dalla conoscenza del particolari fatti quivi descritti, in base alle ipotesi di reato formulate dall’Art. 40 comma 2° e dagli Artt. 362, 432, 434 e 450 del C.P.

 

Signoria Vostra Procuratore della Repubblica di Brescia, io sottoscritto Gennaro Gelmini, nato a Milano il 24 novembre 1974, residente in Viale Valganna 216, 21100 Varese, avente numero di telefono fisso 0332232143 e mobile 3407077946, e-mail gennaro.gelmini@email.it e sito internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it , espongo quanto segue:

 

presentandosi nuovi elementi d’indagine, dovutamente ho stilato e consegno codesto aggiornamento per la sua utilità della discernita delle novità che si svelino incessantemente e quei piccoli particolari divengono importanti allorquando trattasi di rifugi abusivi, ovvero senza le dovute autorizzazioni all’edificazione e registrazione mappale presso le Autorità costituite ed edificati con intamezzi di lastre di lega al titanio che li rendono per questo non individuabili mediante indagini con georadar, segnale radar indagatore di luoghi occultati con dei limiti d’operatività; se codesto tipo di intramezzi sono faticosi da realizzare, codesta fatica può essere alleviata se le supposte costruzioni si estendano in ulteriore ampiezza solamente oltre la profondità a cui possa arrivare l’indagine al georadar, profondità in cui ogni accortezza costruttiva affinchè venga impedita la scoperta di tali siti da parte delle Autorità è evidentemente superflua.

E’ di fondamentale importanza rendere nozione sul cospicuo danno che codesti rifugi abusivi creeranno indirettamente, mediante l’improvvisa mancanza sul posto di lavoro di personale specializzato e soprattutto necessario, allorquando in codesti rifugi vorranno trovare riparo tutti quelli che hanno adottato questo sbagliato metodo di salvaguardia e proprio per la loro abusività, potrebbero accogliere anche personale precettato a stare sul posto di lavoro l’emergenza globale, potrebbe ufficialmente darsi per disperso, fuggendo per andarsi invece ad affossare in uno di quei rifugi.

Riguardo l’impossibilità ad uscire da questi bunker, sarà data tal volta dall’ostruzione delle vie di fuga, altre volte dal blocco elettronico delle uscite, poiché controllate per motivi di sicurezza da computer che potranno avere  malfunzionamenti, altre volte ancora l’uscita sarà impedita in un primo momento dai gestori dei rifugi stessi, temendo che chi vi fuoriesca vada successivamente a minare il segreto dell’ubicazione di quel luogo.

Ad improvvidi usufruitori verrà sommariamente detto che il rifugio è stato costruito in maniera da resistere ai flare solari, detti anche brillamenti solari, sontuosi raggi solari ricandenti in quantità abnorme sul pianeta Terra, senza però conoscere appieno come questi flare si comportino al di sotto della crosta terrestre e a causa di ciò potersi ritrovare sottoterra con problematiche non risolvibili.

Signoria Vostra Procuratore della Repubblica di Brescia, torno a riferirvi che codesti rifugi sono stati costruiti per sfuggire all’azione gravitazionale del pianeta Nibiru, nel mentre alla popolazione del Mondo intero nulla è stato ufficialmente riferito: occorre far conoscere ufficialmente la verità prima che la popolazione globale scorga in cielo Nibiru ad occhio nudo, poiché se si giungesse a questo bisognerebbe sommare lo scandalo per non averlo saputo prima allo scandalo per averlo scoperto pubblicamente nel frattempo che ufficialmente se ne taceva ancora l’esistenza, poiché il life loop in contdown, il conto alla rovescia per il cambiamento del ciclo di vita del pianeta Terra è già iniziato e dovendomi dovutamente ripetere per un breve tratto, ma con novità importanti successivamente riportate, occorre informare che codesti rifugi sotterranei, o dir si voglia bunker, sono stati costruiti per trovare rifugio dall’influsso gravitazionale dovuto al pianeta, avente i molteplici nomi, indicanti il medesimo corpo celeste, Nibiru, Sedna, Eris, Marduck e Xena (che si pronuncia Scila) e sigla 2003 UB 313, a causa della sua massa estremamente compatta e della sua orbita estremamente ellittica, cioè stante a distanza sempre disuguale dal Sole e dai restanti pianeti del Sistema Solare, che ogni 3600 anni circa lo riporta al suo perielio situato a 3,25 Unità Astronomiche avente e in conseguenza alla natura della sua massa estremamente compatta, rilevata dal suo enorme influsso gravitazionale, è causa sul pianeta Terra del consistente aumento di eventi quali terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, uragani e tifoni, maremoti ed onde anomale, repentini sbalzi di temperatura e pressione atmosferica, grandinate, cadute meteoriche ed interferenze elettromagnetiche, frane e siccità, è stato astronomicamente segretamente scoperto nel 1983, conferendogli origimariamente alla scoperta astronomica la sigla di denominazione in greco ΩΡΚ (che si pronuncia omega rho cappa) come sovente si attribuisce alle stelle per catalogarne la luminosità, secondo cui Ω, che è l’ultima lettera dell’alfabeto greco, in questo contesto significa luminosità estremamente bassa: Nibiru irradia poco e soprattutto raggi infrarossi, che gli umani non percepiscono, inoltre risulta maggiormente visibile al crepuscolo e sovente invisibile poiché coperto dalla luce solare, non risulta quindi tuttora visibile ad occhio nudo per questo oltreché per colpa dei nostri occhi che non percepiscono i raggi infrarossi, solo con opportuni filtri ottici è possibile vederlo, ma in breve tempo diverrà visibile senza implicazioni tecnologiche, inoltre Nibiru, al perielio in data 08 giugno 2013, situato a 3,25 Unità astronomiche dal Sole ad equa distanza tra i pianeti Giove e Marte, compiendo un’orbita estremamente ellittica, dissimile dagli altri pianeti del Sistema solare e per quasto sfuggente ai basilari studi astronomici, sovente sbrigativi poiché nella prospettiva di quanto divulgato ufficialmente dagli Enti astronomici che mantengono celata tale scoperta, minorando così facendo l’interesse per le celate faccende, tra queste per l’appunto la presenza e pericolosità del pianeta Nibiru.

Al tempo presente Nibiru, nel ravvicinato transito attorno al Sole, trovasi a 4 Unità Astronomiche da esso e se non è tuttora stato ufficialmente osservato, esistono numerosissimi video e foto di Nibiru da aggiungere ai contatti che mi hanno sempre dato sicurezza su quanto divulgo e l’evidenza dei fatti giunge lo stesso comunque, attesa o inattesa che sia, Nibiru esiste e se fino ad adesso non si è potuto osservare ad occhio nudo in base a quanto ho pocanzi scritto, l’attesa sarà breve, con cotanto stupore Nibiru si potrà osservare a breve in cielo per davvero ad occhio nudo.

Nibiru nel 2003 è stato nuovamente osservato dal radiotelescopio dell’Osservatorio Astronomico della Sierra Nevada in Spagna, identificandolo come Planet X, altro nome di Nibiru, solo allora la National Aeronautics and Space Administration (NASA) sostenne che lo aveva scoperto 6 mesi prima, battezzandolo Sedna, senza però chiarire per quale motivo non ne avevesse ancora diramato la notizia, facendolo ritenere Sedna planetoide di dimensioni modeste, ma che in breve, per il suo continuo transito in avvicinamento, crebbe visivamente di dimensioni, successe quindi che la NASA diramò la notizia della scoperta di un planetoide a nome Xena (pronuncia Scila), ribattezzato Eris dall’Unione Astronomica Internazionale, senza avvedersi di cambiarne la sigla, che in un primo tempo rimase 2003 UB 313, finendo chiaramente in errore, poiché non è possibile mettere a due diversi oggetti spaziali la stessa sigla, inoltre Eris è stato ufficialmente scoperto nel 2004, rendendo palese questa azione di occultamento, oltreché a rapportarsi alla medesima identità planetaria vi è il colore rosso del pianeta e il suo principale satellite, di colore bianco, notoriamente denominato Gabrielle, si evince quindi trattasi sempre di Nibiru, che al tempo presente e per poco ancora rimane occultato dalla luce solare (radiazione solare), ma che a breve potremo osservare anche ad occhio nudo, vi è inoltre da notare che sia Sedna, sia Eris, sono stati ufficialmente scoperti dallo stesso Astronomo della National Aeronautics and Space Administration (NASA) Michael Brown.

L’azione di me medesimo Gennaro Gelmini, nato a Milano il 24 novembre 1974, residente in Viale Valganna 216, 21100 Varese, avente numero di telefono fisso 0332232143 e mobile 3407077946, e-mail gennaro.gelmini@email.it e sito internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it si è svolta precedendo il susseguirsi degli eventi, da 13 anni la compio per voler aiutare la collettività tutta a superare agli eventi generati dall’influsso gravitazionale esercitato dal pianeta Nibiru e in questo stesso anno 2012 abbiamo vissuto diversi cataclismi, tra cui i terremoti di 5.9° Richter il 20 maggio 2012 e di 5.4° Richter il 29 maggio 2012 in Italia in Emilia Romagna, alluvioni e siccità in tutto il Mondo, tra queste la siccità negli Stati Uniti d’America, sintomo di una prossima alluvione e il verificarsi di nuovi terremoti negli stessi USA, anche in California, come testimoniano i recenti forti sciami sismici verificatesi sulle coste di tutto il Continente Americano, soprattutto su quelle a ridosso dell’Oceano Pacifico, e in aggiunta, dopo periodi siccitosi da record negli Stati Uniti d’America durante questa stessa estate 2012, al termine di successive alluvioni subentrate con tornado e uragani, terminati tali eventi meteorologici, tramite la capillarità, delle falde freatiche vi è un movimento geologico seppure limitato delle stesse, che implica un impulso verso le faglie tettoniche che in questi stessi anni durante i quali l’influsso del pianeta Nibiru è in consistente aumento costante, vengono ancor più sollecitate allo scatenarsi di nuovi terremoti ed eruzioni vulcaniche nell’autunno di questo stesso anno 2012 negli Stati Uniti d’America – California, Italia e area mediterranea: come avvenuto per la primavera del 2012, allorquando si reputava la Pianura Padana debolmente sismica, in cui nel precedente periodo al terremoto del 20 maggio 2012, senza restrizioni di sorta, ho divulgato la pericolosità sismica per le stesse zone che continuo giustamente ad indicare, alla medesima maniera avverranno nuovi terremoti ed eruzioni vulcaniche nella stagione autunnale del 2012, con un riferimento particolare al centro e sud d’Italia e alla California (USA), considerando i movimenti tellurici di queste settimane, tutta la costa ovest del Continente Americano è in incessante veloce scorrimento, per me medesimo Gennaro Gelmini che studio l’argomento da 13 anni, non avevo ancora visto in breve tempo tutti codesti movimenti tellurici, non piccole scosse, ma forti terremoti, avvenuti su tutta la costa americana dell’Oceano Pacifico che ci consegnano una netta idea che un prossimo forte terremoto negli Stati Uniti d’America in California è innegabile, in quanto le faglie, sia a sud che a nord rispetto alla California stessa, hanno appena avuto movimenti tellurici tali che a catena ne prevederanno altri e la California, che sta nel mezzo di questi eventi, a breve ne rimarrà per forza coinvolta, allo stesso modo per l’area mediterranea, i movimenti tellurici che hanno da poco interessato la Grecia, la Turchia, il Medio Oriente e l’Iran, sono sintomi per nuovi eventi sismico – vulcanici in Italia, per questo è utile e doveroso che sia dichiarata ufficialmente l’esistenza e la pericolosità del pianeta Nibiru, proprio poiché solamente attraverso la consapevolezza di tutti riguardo quanto sopra detto, si può giungere al secondo passo di soluzioni di salvaguardia di tutta la popolazione, all’azione successiva a quella della divulgazione, con la creazione di gruppi di persone aventi come mansione il voler aiutare la popolazione tutta a superare il momento critico, non un generico compito, bensì con scopi organizzativi e sociali definiti, con lo scopo di voler alleviare qualsivoglia dolore per gli accadimenti della trasformazione globale che a breve avverrà, che proprio per evitare l’anarchia e la sovversione qualora possano presentarsi, tali gruppi devono essere composti da autorità politiche, civili e militari nominate direttamente e non indirettamente tramite Enti, con un nome e cognome facente si che la popolazione li identifichi per ciò per cui sono stati nominati, ovvero dei soccorritori, creandosi per l’appunto dei gruppi di 15 persone ciascuno per ogni città e di ulteriori attivisti di impegno sociale “pro populo” facciano riferimento e pongano mano d’aiuto collettivo, dovendo così ritenere opportuno agire, mancando per adesso solo le dovute appovazioni governative.

Io e gran parte della popolazione opteremo comunque per salvarci sulla terra e non sottoterra, dato che riteniamo di primaria importanza poterci salvaguardare nei luoghi consoni alla nostra vita, viviamo sopra la terra e così continueremo a vivere, giungerà inoltre l’ufficialmente inatteso intervento a cui non me ne voglia, ma occorre metterlo tra le voci in capitolo sicché è realtà imprescindibile seppure al pari di Nibiru, ufficialmente negata ma indissulubilmente legata dal fatto che invaderanno pacificamente il pianeta Terra provengono dal pianeta Nibiru e non soltanto da esso, ribadendo che dove esiste l’acqua esiste la vita; ho avuto ordine perentorio di non recarmi in queste tane di bunker poiché mi hanno riferito che potrei non riuscire ad uscirne e a mia volta io sottoscritto Gennaro Gelmini esorto si eviti di andarsi ad intrufolare in luoghi non consoni all’umano vivere anche perché al già impensieriti eventi che debbano accadere si eviti di sommare il timore di non poter far ritorno alla luce, l’abusivismo non pone certezze sui metodi costruttivi utilizzati, che possono evidentemente presentarsi non consoni alle norme anche in fatto di materiali utilizzati e di manodopera non sempre adeguata alle tecniche costruttive.

Estremamente importante sottolineare adesso il transito dei NEO (Near Earth Object), ovvero quelle meteore che transitano nello spazio estremamente nelle vicinanze del pianeta Terra; il pianeta Giove, durante lo scorso mese di settembre 2012, è stato colpito due diverse volte da meteore e tali eventi meteorici ci fanno tornare a mente il perielio dell’orbita di Nibiru che si assesterà proprio ad equa distanza tra i pianeti Giove e Marte, ma soprattutto perché sono stato anticipatamente informato in tal senso, la caduta di meteoriti di grandi dimensioni sul pianeta Terra avverrà in brevissimo tempo, di taluni di questi NEO difatti non ci viene ufficialmente rivelato con certezza l’impatto che avverrà con le meteore provenienti dalla Coda del Drago, la scia meteorica di Nibiru, che divenute meteoriti incandecenti al contatto con l’atmosfera terrestre, impatteranno con perniciosa certezza e se non se ne discute è essenzialmente poiché le agenzie spaziali ritengono di poter intervenire contro essi come per la cometa Elenin, che per il suo transito estremamente vicino alla Terra come io sottoscritto Gennaro Gelmini descrissi dovesse avvenire in maniera ravvicinata ma senza impattare, ma siccome altri studiosi ritenevano invece potesse impattare sulla superficie terrestre, decisero quindi di colpirla con il missile denominato X-37B, lanciato il 5 marzo 2011 da Cape Canaveral in California, Stati Uniti d’America, tramite la collaborazione tra la Uniter States Air Force e la National Aeronautics and Space Administration (NASA), ma se ora hanno pensato di fare all’identica maniera, mentre con Nibiru è certamente impossibile data la sua massa compatta inscalfibile, altresì per le meteore la loro frantumazione la maggiorparte delle volte fallisce, per cui le agenzie spaziali interessate da codesti incarichi, mentre alla quasi totalità della popolazione nulla dicono, se ne facciano invece una ragione sul fatto che non è possibile evitare ogni impatto meteorico, che se per le meteore di minore entità si risolvesse con la loro frantumazione tramite missili, c’è comunque da attendersi una consistente pioggia meteorica sul pianeta Terra, sia quindi rivelata ufficialmente la presenza del pianeta Nibiru, ovviamente congiuntamente alla Coda del Drago; con la caduta meteorica occorrerà quindi porre l’attenzione non soltanto sull’evento in sé stesso, ma ritenendo i meteoriti di questo periodo di tempo parte della coda meteorica del pianeta Nibiru, la Coda del Drago, si eviti quindi, per i successivi terremoti che andranno verificandosi, di ritenerli solamente dovuti all’impatto meteorico, ma facenti parte del più complesso evento collegato a Nibiru, affinché si eviti di rallentare ulteriormente il conseguimento della realtà dei fatti, mancanza che ha creato danno alla collettività tutta e a cui non è stata tuttora data ufficialmente occasione a motivo per potersi iniziare a salvaguardare dagli eventi che ci attanagliano.

Nel redigere l’Esposto del 13 settembre 2012 ho avuto una svista scrivendo 14 invece che 13 nella data successivamente corretta a penna e questo è accaduto poiché avevo intenzione di propendere per giungere a Brescia il 27 agosto 2012, ma neanche il 5 settembre 2012 vi sono riuscito, ciò è successo poiché sono abituato a fare più cose possibili nel minor tempo possibile e i miei impegni sono stati dovutamente distolti dalla preparazione dell’Esposto consegnato al Procuratore della Repubblica di Torino in data 8 settembre 2012, profittando del desiderio di ricontattarlo prima di date fatidiche e dopo averlo precedentemente contattato in varie occasioni nel 2010 e dallo svolgimento di 3 video premonitori alla Torre di Velate presso la frazione Velate di Varese, ma evidentemente dietro quel 14 è nascosto il messaggio ispirato secondo cui era mia intenzione agire a Brescia 2 settimane dopo, ovvero 14 giorni dopo avere avuto elementi attendibili per giungere alla Vostra rispettabile presenza.

Allego al Presente aggiornamento all’Esposto consegnato a Signoria Vostra Procuratore della Repubblica di Brescia e molteplici Autorità bresciane il 13 settembre 2012, copia di tale Esposto come prassi legislativa richede, copia del documento consegnato a Roma ai Ministri dell’Ambiente, dell’Istruzione, della Giustizia, degli Affari Esteri, della Difesa, dell’Interno e altri pregevoli intestatari in data 8 febbraio 2012, copia dell’Esposto consegnato al Procuratore di Padova e a distinti intestatari il 7 giugno 2012 e copia dell’Esposto consegnato al Procuratore della Repubblica di Torino in data 8 settembre 2012.

Torno a fare presente come contatti divulgativi, oltre al precedentemente annoverato mio principale sito internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it , il sito secondario http://gennarogelmini.maxiblog.it , i quattro canali video internazionali su YouTube, Dailymotion, Vimeo e Video Bigmir, le e-mail sussidiarie, oltre a gennaro.gelmini@email.it , gennaro.gelmini@katamail.com e gennaro.gelmini@bigmir.net , ringrazio sentitamente la mia fidanzata Patrizia Gigli per quanto mi è stata accanto sentimentalmente, mia madre con i ritratti di famiglia, le poesie e le ricette di cucina pubblicati sul suo sito http://anna-rinaldi.over-blog.it , oltreché gli amici tutti, stabilendo la buona riuscita delle mie imprese di divulgazione riguardo il pianeta Nibiru e il fenomeno UFO in sostituzione a chi ci avrebbe dovuto riferire di codeste verità ma non lo ha fatto, tornando a chiedere a Vostra Signoria Procuratore della Repubblica di Brescia il vostro interessamento, affinché sia resa nota la presenza e pericolosità del pianeta Nibiru a tutta la popolazione mondiale, in concomitanza alla stesura di un rapporto riguardante la pericolosità dei rifugi sotterranei per quanto elencato nella presente, ottemperando al rispetto della Legge, attenendosi alle ipotesi di reato espresse dall’Art. 40 comma 2° e dagli Artt. 362, 432, 434 e 450 del C.P.

Brescia, 10 ottobre 2012, mercoledì

IN FEDE

GENNARO GELMINI

 

 

 

Gelmini Gennaro, Viale Valganna 216, 21100 Varese – telefono fisso 0332232143, mobile 3407077946

e-mail: gennaro.gelmini@email.it – sito internet: http://gennaro-gelmini.over-blog.it

 

Cari amici, questo non è un articolo doppio, ma un articolo che sovrintende i collegamenti internet, perché è come quando, estromettendomi da ogni scherzo, tanto per comprendere cosa possa accadere con le nuove tecnologie, per solamente 59,90 Euro più scheda madre per 6,90 Euro si poteva comprare una videocamenra nuova, ma era na' sola come si dice a Roma, ovvero era si digitale, ma con l’audio ancora analogico, che nei  particolari tecnici riusciva a registrare, difatti nei video test su di essa la si elogiava a voce, ma stando bene attenti a farsi riprendere da un’altra videocamenra, non da quella oggetto del test e in altri video l’audio registrato con la videocamenra stessa era solo di sfondo, in pratica era impossibile registrare decentemente la voce di una qualunque persona poiché troppo modulata per quell’apparecchio e tutto questo forse per non pagare i diritti d’autore sugli impianti audio nuovi, però così facendo si perde professionalità, qual’è la migliore videocamera risparmiando? Quella di tanto in tanto scroccata!

Una volta scritto questo, come al solito su internet le nozioni che si hanno sulla sua gestione ogni 6 mesi vanno rimpinguate, altrimenti si rimane indietro; or bene, andando a pubblicare lo scorso articolo appena prima di questo, l’immagine della prima pagina delle quattro riferite all’Esposto di Brescia del 10 ottobre 2012 era risultata con i margini più larghi di qualche millimetro, non tagliati bene, due strisce scure a destra e a sinistra non così belle da vedersi, quindi taglio meglio l’immagine e la posto, solamente dopo clicco per pubblicarlo ma che, i link e le immagini vengono caricate, ma i social network avevano ancora prima già caricato la presentazione che sarebbe dovuta avvenire tramite l’immagine prima della modifica che ora così come era non c’era più, quindi niente immagine di presentazione, neanche di quella nuova, ho riprovato in ogni maniera ma nulla e cancellare un link già immesso in rete per postarlo rinnovato sarebbe stato un altro errore, allora qual miglior cosa, utilizzate questo articolo per condividere l’esperienza postata sui social network liberamente se volete.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
19 ottobre 2012 5 19 /10 /ottobre /2012 22:46

Brescia documentoBrescia-documento-2.jpgBrescia-documento-3.jpgBrescia-documento-4.jpg

Brescia, 10 ottobre 2012, mercoledì

 

 

Al Procuratore della Repubblica di Brescia

 

 

e per conoscenza:

 

 

Al Prefetto di Brescia

Narcisa Brassesco Pace

 

 

Al Presidente della Provincia di Brescia

Daniele Molgora

 

 

Al Sindaco di Brescia

Adriano Paroli

 

 

Al Questore di Brescia

Lucio Carluccio

 

 

Al Direttore del Dipartimento per l’Informazione e la Sicurezza (DIS)

Giampiero Massolo, Roma

 

 

At the Public Communications Office

of the National Aeronautics and Space Administration (NASA) Headquarters

Washington, DC, USA

 

 

In libera diffusione, previa possibilità e salvo esaurimento copie

ai soli fini della divulgazione

 

 

Oggetto: aggiornamento all’Esposto, consegnato in data giovedì 13 settembre 2012, concernente l’esistenza probabile di rifugi sotterranei abusivi in cemento armato, aventi intamezzi di lastre di lega al titanio che li rendono per questo non localizzabili in indagini con georadar, costruiti per trovare erroneo riparo dall’influsso gravitazionale esercitato da un pianeta avente una massa estremamente compatta, a cui consegue un enorme influsso gravitazionale, avente i nomi, indicanti il medesimo corpo celeste, Nibiru, Sedna, Eris, Marduck, Xena e Pianeta X (Planet X) e la sigla 2003 UB 313, causante sul pianeta Terra il consistente aumento di eventi quali terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, uragani e tifoni, maremoti ed onde anomale, repentini sbalzi di temperatura e pressione atmosferica, grandinate, cadute meteoriche ed interferenze elettromagnetiche, frane e siccità, di cui si chiede altresì di formulare la relazione ufficiale rigiardo la sua esistenza e pericolosità a tutta la popolazione mondiale attraverso i media, affinché sia posta nella condizione di potersi salvaguardare e per adeguare risposte e proposte all’emergenza con capace coodinamento derivante dalla conoscenza del particolari fatti quivi descritti, in base alle ipotesi di reato formulate dall’Art. 40 comma 2° e dagli Artt. 362, 432, 434 e 450 del C.P.

 

Signoria Vostra Procuratore della Repubblica di Brescia, io sottoscritto Gennaro Gelmini, nato a Milano il 24 novembre 1974, residente in Viale Valganna 216, 21100 Varese, avente numero di telefono fisso 0332232143 e mobile 3407077946, e-mail gennaro.gelmini@email.it e sito internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it , espongo quanto segue:

 

presentandosi nuovi elementi d’indagine, dovutamente ho stilato e consegno codesto aggiornamento per la sua utilità della discernita delle novità che si svelino incessantemente e quei piccoli particolari divengono importanti allorquando trattasi di rifugi abusivi, ovvero senza le dovute autorizzazioni all’edificazione e registrazione mappale presso le Autorità costituite ed edificati con intamezzi di lastre di lega al titanio che li rendono per questo non individuabili mediante indagini con georadar, segnale radar indagatore di luoghi occultati con dei limiti d’operatività; se codesto tipo di intramezzi sono faticosi da realizzare, codesta fatica può essere alleviata se le supposte costruzioni si estendano in ulteriore ampiezza solamente oltre la profondità a cui possa arrivare l’indagine al georadar, profondità in cui ogni accortezza costruttiva affinchè venga impedita la scoperta di tali siti da parte delle Autorità è evidentemente superflua.

E’ di fondamentale importanza rendere nozione sul cospicuo danno che codesti rifugi abusivi creeranno indirettamente, mediante l’improvvisa mancanza sul posto di lavoro di personale specializzato e soprattutto necessario, allorquando in codesti rifugi vorranno trovare riparo tutti quelli che hanno adottato questo sbagliato metodo di salvaguardia e proprio per la loro abusività, potrebbero accogliere anche personale precettato a stare sul posto di lavoro l’emergenza globale, potrebbe ufficialmente darsi per disperso, fuggendo per andarsi invece ad affossare in uno di quei rifugi.

Riguardo l’impossibilità ad uscire da questi bunker, sarà data tal volta dall’ostruzione delle vie di fuga, altre volte dal blocco elettronico delle uscite, poiché controllate per motivi di sicurezza da computer che potranno avere  malfunzionamenti, altre volte ancora l’uscita sarà impedita in un primo momento dai gestori dei rifugi stessi, temendo che chi vi fuoriesca vada successivamente a minare il segreto dell’ubicazione di quel luogo.

Ad improvvidi usufruitori verrà sommariamente detto che il rifugio è stato costruito in maniera da resistere ai flare solari, detti anche brillamenti solari, sontuosi raggi solari ricandenti in quantità abnorme sul pianeta Terra, senza però conoscere appieno come questi flare si comportino al di sotto della crosta terrestre e a causa di ciò potersi ritrovare sottoterra con problematiche non risolvibili.

Signoria Vostra Procuratore della Repubblica di Brescia, torno a riferirvi che codesti rifugi sono stati costruiti per sfuggire all’azione gravitazionale del pianeta Nibiru, nel mentre alla popolazione del Mondo intero nulla è stato ufficialmente riferito: occorre far conoscere ufficialmente la verità prima che la popolazione globale scorga in cielo Nibiru ad occhio nudo, poiché se si giungesse a questo bisognerebbe sommare lo scandalo per non averlo saputo prima allo scandalo per averlo scoperto pubblicamente nel frattempo che ufficialmente se ne taceva ancora l’esistenza, poiché il life loop in contdown, il conto alla rovescia per il cambiamento del ciclo di vita del pianeta Terra è già iniziato e dovendomi dovutamente ripetere per un breve tratto, ma con novità importanti successivamente riportate, occorre informare che codesti rifugi sotterranei, o dir si voglia bunker, sono stati costruiti per trovare rifugio dall’influsso gravitazionale dovuto al pianeta, avente i molteplici nomi, indicanti il medesimo corpo celeste, Nibiru, Sedna, Eris, Marduck e Xena (che si pronuncia Scila) e sigla 2003 UB 313, a causa della sua massa estremamente compatta e della sua orbita estremamente ellittica, cioè stante a distanza sempre disuguale dal Sole e dai restanti pianeti del Sistema Solare, che ogni 3600 anni circa lo riporta al suo perielio situato a 3,25 Unità Astronomiche avente e in conseguenza alla natura della sua massa estremamente compatta, rilevata dal suo enorme influsso gravitazionale, è causa sul pianeta Terra del consistente aumento di eventi quali terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, uragani e tifoni, maremoti ed onde anomale, repentini sbalzi di temperatura e pressione atmosferica, grandinate, cadute meteoriche ed interferenze elettromagnetiche, frane e siccità, è stato astronomicamente segretamente scoperto nel 1983, conferendogli origimariamente alla scoperta astronomica la sigla di denominazione in greco ΩΡΚ (che si pronuncia omega rho cappa) come sovente si attribuisce alle stelle per catalogarne la luminosità, secondo cui Ω, che è l’ultima lettera dell’alfabeto greco, in questo contesto significa luminosità estremamente bassa: Nibiru irradia poco e soprattutto raggi infrarossi, che gli umani non percepiscono, inoltre risulta maggiormente visibile al crepuscolo e sovente invisibile poiché coperto dalla luce solare, non risulta quindi tuttora visibile ad occhio nudo per questo oltreché per colpa dei nostri occhi che non percepiscono i raggi infrarossi, solo con opportuni filtri ottici è possibile vederlo, ma in breve tempo diverrà visibile senza implicazioni tecnologiche, inoltre Nibiru, al perielio in data 08 giugno 2013, situato a 3,25 Unità astronomiche dal Sole ad equa distanza tra i pianeti Giove e Marte, compiendo un’orbita estremamente ellittica, dissimile dagli altri pianeti del Sistema solare e per quasto sfuggente ai basilari studi astronomici, sovente sbrigativi poiché nella prospettiva di quanto divulgato ufficialmente dagli Enti astronomici che mantengono celata tale scoperta, minorando così facendo l’interesse per le celate faccende, tra queste per l’appunto la presenza e pericolosità del pianeta Nibiru.

Al tempo presente Nibiru, nel ravvicinato transito attorno al Sole, trovasi a 4 Unità Astronomiche da esso e se non è tuttora stato ufficialmente osservato, esistono numerosissimi video e foto di Nibiru da aggiungere ai contatti che mi hanno sempre dato sicurezza su quanto divulgo e l’evidenza dei fatti giunge lo stesso comunque, attesa o inattesa che sia, Nibiru esiste e se fino ad adesso non si è potuto osservare ad occhio nudo in base a quanto ho pocanzi scritto, l’attesa sarà breve, con cotanto stupore Nibiru si potrà osservare a breve in cielo per davvero ad occhio nudo.

Nibiru nel 2003 è stato nuovamente osservato dal radiotelescopio dell’Osservatorio Astronomico della Sierra Nevada in Spagna, identificandolo come Planet X, altro nome di Nibiru, solo allora la National Aeronautics and Space Administration (NASA) sostenne che lo aveva scoperto 6 mesi prima, battezzandolo Sedna, senza però chiarire per quale motivo non ne avevesse ancora diramato la notizia, facendolo ritenere Sedna planetoide di dimensioni modeste, ma che in breve, per il suo continuo transito in avvicinamento, crebbe visivamente di dimensioni, successe quindi che la NASA diramò la notizia della scoperta di un planetoide a nome Xena (pronuncia Scila), ribattezzato Eris dall’Unione Astronomica Internazionale, senza avvedersi di cambiarne la sigla, che in un primo tempo rimase 2003 UB 313, finendo chiaramente in errore, poiché non è possibile mettere a due diversi oggetti spaziali la stessa sigla, inoltre Eris è stato ufficialmente scoperto nel 2004, rendendo palese questa azione di occultamento, oltreché a rapportarsi alla medesima identità planetaria vi è il colore rosso del pianeta e il suo principale satellite, di colore bianco, notoriamente denominato Gabrielle, si evince quindi trattasi sempre di Nibiru, che al tempo presente e per poco ancora rimane occultato dalla luce solare (radiazione solare), ma che a breve potremo osservare anche ad occhio nudo, vi è inoltre da notare che sia Sedna, sia Eris, sono stati ufficialmente scoperti dallo stesso Astronomo della National Aeronautics and Space Administration (NASA) Michael Brown.

L’azione di me medesimo Gennaro Gelmini, nato a Milano il 24 novembre 1974, residente in Viale Valganna 216, 21100 Varese, avente numero di telefono fisso 0332232143 e mobile 3407077946, e-mail gennaro.gelmini@email.it e sito internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it si è svolta precedendo il susseguirsi degli eventi, da 13 anni la compio per voler aiutare la collettività tutta a superare agli eventi generati dall’influsso gravitazionale esercitato dal pianeta Nibiru e in questo stesso anno 2012 abbiamo vissuto diversi cataclismi, tra cui i terremoti di 5.9° Richter il 20 maggio 2012 e di 5.4° Richter il 29 maggio 2012 in Italia in Emilia Romagna, alluvioni e siccità in tutto il Mondo, tra queste la siccità negli Stati Uniti d’America, sintomo di una prossima alluvione e il verificarsi di nuovi terremoti negli stessi USA, anche in California, come testimoniano i recenti forti sciami sismici verificatesi sulle coste di tutto il Continente Americano, soprattutto su quelle a ridosso dell’Oceano Pacifico, e in aggiunta, dopo periodi siccitosi da record negli Stati Uniti d’America durante questa stessa estate 2012, al termine di successive alluvioni subentrate con tornado e uragani, terminati tali eventi meteorologici, tramite la capillarità, delle falde freatiche vi è un movimento geologico seppure limitato delle stesse, che implica un impulso verso le faglie tettoniche che in questi stessi anni durante i quali l’influsso del pianeta Nibiru è in consistente aumento costante, vengono ancor più sollecitate allo scatenarsi di nuovi terremoti ed eruzioni vulcaniche nell’autunno di questo stesso anno 2012 negli Stati Uniti d’America – California, Italia e area mediterranea: come avvenuto per la primavera del 2012, allorquando si reputava la Pianura Padana debolmente sismica, in cui nel precedente periodo al terremoto del 20 maggio 2012, senza restrizioni di sorta, ho divulgato la pericolosità sismica per le stesse zone che continuo giustamente ad indicare, alla medesima maniera avverranno nuovi terremoti ed eruzioni vulcaniche nella stagione autunnale del 2012, con un riferimento particolare al centro e sud d’Italia e alla California (USA), considerando i movimenti tellurici di queste settimane, tutta la costa ovest del Continente Americano è in incessante veloce scorrimento, per me medesimo Gennaro Gelmini che studio l’argomento da 13 anni, non avevo ancora visto in breve tempo tutti codesti movimenti tellurici, non piccole scosse, ma forti terremoti, avvenuti su tutta la costa americana dell’Oceano Pacifico che ci consegnano una netta idea che un prossimo forte terremoto negli Stati Uniti d’America in California è innegabile, in quanto le faglie, sia a sud che a nord rispetto alla California stessa, hanno appena avuto movimenti tellurici tali che a catena ne prevederanno altri e la California, che sta nel mezzo di questi eventi, a breve ne rimarrà per forza coinvolta, allo stesso modo per l’area mediterranea, i movimenti tellurici che hanno da poco interessato la Grecia, la Turchia, il Medio Oriente e l’Iran, sono sintomi per nuovi eventi sismico – vulcanici in Italia, per questo è utile e doveroso che sia dichiarata ufficialmente l’esistenza e la pericolosità del pianeta Nibiru, proprio poiché solamente attraverso la consapevolezza di tutti riguardo quanto sopra detto, si può giungere al secondo passo di soluzioni di salvaguardia di tutta la popolazione, all’azione successiva a quella della divulgazione, con la creazione di gruppi di persone aventi come mansione il voler aiutare la popolazione tutta a superare il momento critico, non un generico compito, bensì con scopi organizzativi e sociali definiti, con lo scopo di voler alleviare qualsivoglia dolore per gli accadimenti della trasformazione globale che a breve avverrà, che proprio per evitare l’anarchia e la sovversione qualora possano presentarsi, tali gruppi devono essere composti da autorità politiche, civili e militari nominate direttamente e non indirettamente tramite Enti, con un nome e cognome facente si che la popolazione li identifichi per ciò per cui sono stati nominati, ovvero dei soccorritori, creandosi per l’appunto dei gruppi di 15 persone ciascuno per ogni città e di ulteriori attivisti di impegno sociale “pro populo” facciano riferimento e pongano mano d’aiuto collettivo, dovendo così ritenere opportuno agire, mancando per adesso solo le dovute appovazioni governative.

Io e gran parte della popolazione opteremo comunque per salvarci sulla terra e non sottoterra, dato che riteniamo di primaria importanza poterci salvaguardare nei luoghi consoni alla nostra vita, viviamo sopra la terra e così continueremo a vivere, giungerà inoltre l’ufficialmente inatteso intervento a cui non me ne voglia, ma occorre metterlo tra le voci in capitolo sicché è realtà imprescindibile seppure al pari di Nibiru, ufficialmente negata ma indissulubilmente legata dal fatto che invaderanno pacificamente il pianeta Terra provengono dal pianeta Nibiru e non soltanto da esso, ribadendo che dove esiste l’acqua esiste la vita; ho avuto ordine perentorio di non recarmi in queste tane di bunker poiché mi hanno riferito che potrei non riuscire ad uscirne e a mia volta io sottoscritto Gennaro Gelmini esorto si eviti di andarsi ad intrufolare in luoghi non consoni all’umano vivere anche perché al già impensieriti eventi che debbano accadere si eviti di sommare il timore di non poter far ritorno alla luce, l’abusivismo non pone certezze sui metodi costruttivi utilizzati, che possono evidentemente presentarsi non consoni alle norme anche in fatto di materiali utilizzati e di manodopera non sempre adeguata alle tecniche costruttive.

Estremamente importante sottolineare adesso il transito dei NEO (Near Earth Object), ovvero quelle meteore che transitano nello spazio estremamente nelle vicinanze del pianeta Terra; il pianeta Giove, durante lo scorso mese di settembre 2012, è stato colpito due diverse volte da meteore e tali eventi meteorici ci fanno tornare a mente il perielio dell’orbita di Nibiru che si assesterà proprio ad equa distanza tra i pianeti Giove e Marte, ma soprattutto perché sono stato anticipatamente informato in tal senso, la caduta di meteoriti di grandi dimensioni sul pianeta Terra avverrà in brevissimo tempo, di taluni di questi NEO difatti non ci viene ufficialmente rivelato con certezza l’impatto che avverrà con le meteore provenienti dalla Coda del Drago, la scia meteorica di Nibiru, che divenute meteoriti incandecenti al contatto con l’atmosfera terrestre, impatteranno con perniciosa certezza e se non se ne discute è essenzialmente poiché le agenzie spaziali ritengono di poter intervenire contro essi come per la cometa Elenin, che per il suo transito estremamente vicino alla Terra come io sottoscritto Gennaro Gelmini descrissi dovesse avvenire in maniera ravvicinata ma senza impattare, ma siccome altri studiosi ritenevano invece potesse impattare sulla superficie terrestre, decisero quindi di colpirla con il missile denominato X-37B, lanciato il 5 marzo 2011 da Cape Canaveral in California, Stati Uniti d’America, tramite la collaborazione tra la Uniter States Air Force e la National Aeronautics and Space Administration (NASA), ma se ora hanno pensato di fare all’identica maniera, mentre con Nibiru è certamente impossibile data la sua massa compatta inscalfibile, altresì per le meteore la loro frantumazione la maggiorparte delle volte fallisce, per cui le agenzie spaziali interessate da codesti incarichi, mentre alla quasi totalità della popolazione nulla dicono, se ne facciano invece una ragione sul fatto che non è possibile evitare ogni impatto meteorico, che se per le meteore di minore entità si risolvesse con la loro frantumazione tramite missili, c’è comunque da attendersi una consistente pioggia meteorica sul pianeta Terra, sia quindi rivelata ufficialmente la presenza del pianeta Nibiru, ovviamente congiuntamente alla Coda del Drago; con la caduta meteorica occorrerà quindi porre l’attenzione non soltanto sull’evento in sé stesso, ma ritenendo i meteoriti di questo periodo di tempo parte della coda meteorica del pianeta Nibiru, la Coda del Drago, si eviti quindi, per i successivi terremoti che andranno verificandosi, di ritenerli solamente dovuti all’impatto meteorico, ma facenti parte del più complesso evento collegato a Nibiru, affinché si eviti di rallentare ulteriormente il conseguimento della realtà dei fatti, mancanza che ha creato danno alla collettività tutta e a cui non è stata tuttora data ufficialmente occasione a motivo per potersi iniziare a salvaguardare dagli eventi che ci attanagliano.

Nel redigere l’Esposto del 13 settembre 2012 ho avuto una svista scrivendo 14 invece che 13 nella data successivamente corretta a penna e questo è accaduto poiché avevo intenzione di propendere per giungere a Brescia il 27 agosto 2012, ma neanche il 5 settembre 2012 vi sono riuscito, ciò è successo poiché sono abituato a fare più cose possibili nel minor tempo possibile e i miei impegni sono stati dovutamente distolti dalla preparazione dell’Esposto consegnato al Procuratore della Repubblica di Torino in data 8 settembre 2012, profittando del desiderio di ricontattarlo prima di date fatidiche e dopo averlo precedentemente contattato in varie occasioni nel 2010 e dallo svolgimento di 3 video premonitori alla Torre di Velate presso la frazione Velate di Varese, ma evidentemente dietro quel 14 è nascosto il messaggio ispirato secondo cui era mia intenzione agire a Brescia 2 settimane dopo, ovvero 14 giorni dopo avere avuto elementi attendibili per giungere alla Vostra rispettabile presenza.

Allego al Presente aggiornamento all’Esposto consegnato a Signoria Vostra Procuratore della Repubblica di Brescia e molteplici Autorità bresciane il 13 settembre 2012, copia di tale Esposto come prassi legislativa richede, copia del documento consegnato a Roma ai Ministri dell’Ambiente, dell’Istruzione, della Giustizia, degli Affari Esteri, della Difesa, dell’Interno e altri pregevoli intestatari in data 8 febbraio 2012, copia dell’Esposto consegnato al Procuratore di Padova e a distinti intestatari il 7 giugno 2012 e copia dell’Esposto consegnato al Procuratore della Repubblica di Torino in data 8 settembre 2012.

Torno a fare presente come contatti divulgativi, oltre al precedentemente annoverato mio principale sito internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it , il sito secondario http://gennarogelmini.maxiblog.it , i quattro canali video internazionali su YouTube, Dailymotion, Vimeo e Video Bigmir, le e-mail sussidiarie, oltre a gennaro.gelmini@email.it , gennaro.gelmini@katamail.com e gennaro.gelmini@bigmir.net , ringrazio sentitamente la mia fidanzata Patrizia Gigli per quanto mi è stata accanto sentimentalmente, mia madre con i ritratti di famiglia, le poesie e le ricette di cucina pubblicati sul suo sito http://anna-rinaldi.over-blog.it , oltreché gli amici tutti, stabilendo la buona riuscita delle mie imprese di divulgazione riguardo il pianeta Nibiru e il fenomeno UFO in sostituzione a chi ci avrebbe dovuto riferire di codeste verità ma non lo ha fatto, tornando a chiedere a Vostra Signoria Procuratore della Repubblica di Brescia il vostro interessamento, affinché sia resa nota la presenza e pericolosità del pianeta Nibiru a tutta la popolazione mondiale, in concomitanza alla stesura di un rapporto riguardante la pericolosità dei rifugi sotterranei per quanto elencato nella presente, ottemperando al rispetto della Legge, attenendosi alle ipotesi di reato espresse dall’Art. 40 comma 2° e dagli Artt. 362, 432, 434 e 450 del C.P.

Brescia, 10 ottobre 2012, mercoledì

IN FEDE

GENNARO GELMINI

 

 

 

Gelmini Gennaro, Viale Valganna 216, 21100 Varese – telefono fisso 0332232143, mobile 3407077946

e-mail: gennaro.gelmini@email.it – sito internet: http://gennaro-gelmini.over-blog.it

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
17 ottobre 2012 3 17 /10 /ottobre /2012 09:04
Treni scontro jpeg

Ho già inaugurato la seconda fase, non potevo aspettare oltre, che quando le notizie tardano a diventare ufficiali, occorre evitare di aspettare che il futuro ci giunga all’improvviso assecondando l’apparente immobilità voluta per convenienza di pensiero, finché tutto cambia, il messaggio del video e immagine sopra postati è chiaro, di fronte alle avversità della vita datevi forza e coraggio, ce la potete fare, quindi ecco, la forza di riuscire anche nelle situazioni estreme a farcela, la forza di sapere che ce la caveremo, un bell’inizio, una bella cosa.

Descrizione tecnica con visita al luogo teatro di un fatto clamoroso, uno scontro fra treni, un incidente ferroviario in cui le 700 persone coinvolte trovarono salvezza, scampandone senza nessuna conseguenza, con il solo danno di due locomotive distrutte e il ponte dichiarato in breve tempo inagibile, l’accadimento è del 08 agosto 1897 sul ponte ferroviario sul fiume Olona, tra le città di Varese e Malnate in Italia, la cui foto del 1897 è da pertanto da considerarsi storica, esente quindi dal poter essere richiesti su di essa diritti d’autore e/o possesso di sue copie.

No copyright for historic photo of 1897.

Нет авторские права на историческом фото 1897 года.

A distanza di 115 anni da allora, l’accadimento sarebbe stato con errore dimenticato, sono invece qui a scrivervene e mostrarvelo, affinché gli interventi dal cielo non si scordino mai, fatevene una ragione, che due treni si scontrino, distruggendosi le loro due locomotive e dopo qualche tempo divenendo inutilizzabile il ponte sopra cui è accaduto l’impatto, è cosa suprema, qualcuno dall’alto ha guardato e salvato 700 persone.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
12 ottobre 2012 5 12 /10 /ottobre /2012 10:56

Roccia-della-cascata.jpg

Io vi vorrei vedere forti, ma tal volta così non è stato, io vi vorrei vedere saldi, ma tal volta così non è stato, vi vorrei vedere convinti, ma tal volta così non è stato; è come quando mi è capitato che, viaggiando in autobus, partiti che siamo da una piazza, dopo aver viaggiato per pochi secondi a circa 15 km/h, ci fermiamo per far passare sulle trisce pedonali due signore, al che una di esse si gira e si spaventa poiché il nostro autobus si era fermato a solamente un metro e mezzo da lei! Allora per alleviare le paure di questa signora cosa dovremmo fare, far scomparire tutti gli autobus poiché mettono panico? viaggiando solamente a piedi o in elicottero per non arrecare fastidio alla signora quando attraversa la strada?

Sicuramente di queste debolezze ne sapranno anche gli Enti spaziali, che hanno segnalato e filmato due diverse cadute meteoriche avvenute sulla superficie del pianeta Giove nello scorso mese di settembre 2012, ma certamente come di Nibiru nulla dicono, della scia meteorica di Nibiru, la cosidetta Coda del Drago, non ve ne parlano in ugual maniera, seppure in questo stesso periodo, la stagione autunnale del 2012, si prospettano cadute meteoriche sul pianeta Terra, ma a che serve sapere tutto ciò? Semplicemente a collegare gli eventi in maniera sensata, i terremoti che avverranno non saranno da collegare direttamente a meteore, ma all’evento Nibiru, alla sua coda di meteore denominata Coda del Drago.

L’articolo non è un improvviso discorso, in un periodo in cui le meteore più note sono anche quelle che transitano a distanza di sicurezza dal pianeta Terra, ve ne sono altre non note, volendo ribadire quanto riportato al link “il giorno del guado” http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-il-giorno-del-guado-42036272.html .

Nella foto la roccia della cascata contro gli incubi, dalla foma che ricorda per l’appunto una cascata, che trovai tra i ciottoli del fiume San Giovanni a Verbania (Piemonte, Italia) con il foro per appenderla al collo già esistente e in perfetto baricentro.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
11 ottobre 2012 4 11 /10 /ottobre /2012 00:07

geometria-foglia.jpg

Salendo al castello si rimane stupiti da come i bruchi abbiano mangiato le foglie di alcune piante in maniera geometricamente perfetta, ogni foglia mangiata solamente nella sua parte più tenera, per far vivere sia foglia che bruco in attesa delle belle farfalle impollinatrici per nuove piante da far nascere.

Il maestro con la chitarra pizzicava note; aumenta il volume, non pizzicare, ma suona maestro, che tutti possano distogliersi dal silenzio per aprirsi alla melodia, ma dov’è il miracolo? La vita stessa è il miracolo.

E il maestro, da bravo insegnante: “ci sono tre tre modi per amministrare, il pugno d’oro, il pugno di ferro e il pugno d’argento”; il pugno d’oro è l’amministrazione tramite il denaro, ma logora solamente, il pugno di ferro è l’amministrazione tramite la dittatura e quella è meglio che non ci sia e il pugno d’argento è l’amministrazione con giustizia, premiando con giustizia e punendo con giustizia, cose di cui rendersene conto.

Siamo poi scesi dal castello, potendo notare le piante che ne avevano avvinghiato il muro di cinta; verde delle piante e azzurro del cielo in contrasto col muro conquistato.

Lo scorso racconto avvenuto nello stesso luogo è gratuitamente visibile al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-minuti-contati-e-cantati-110068420.html .

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
8 ottobre 2012 1 08 /10 /ottobre /2012 11:54

California-earthquake-2012.jpg

Debbo nuovamente toccare il discorso terremoti poiché, immancabilmente, nel Golfo di California è avvenuto oggi stesso un nuovo terremoto di 6.0° Richter e a giudicare dai movimenti tellurici di queste settimane, tutta la costa ovest del Continente Americano è in incessante repentino movimento, veloce scorrimento, senza sosta, poi come al solito diranno che è tutto normale e finché possono nulla diranno, ma per me medesimo Gennaro Gelmini che studio l’argomento da 13 anni, non avevo ancora visto in breve tempo tutti codesti movimenti tellurici, non piccole scosse, ma forti terremoti, avvenuti su tutta la costa americana dell’Oceano Pacifico e che dà l’idea per comprendere prima del tempo cosa sta per avvenire, pur ostentandomi a pensare in bene, un prossimo forte terremoto negli Stati Uniti d’America in California è innegabile, in quanto le faglie, sia a sud che a nord rispetto alla California stessa, hanno appena avuto movimenti tellurici tali che a catena ne prevederanno altri e la California, che sta nel mezzo di questi eventi, a breve ne rimarrà per forza coinvolta.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
5 ottobre 2012 5 05 /10 /ottobre /2012 23:19

Ritorno-di-Cristo.jpg

Tenetevi liberi, che è tornato Girgio Bongiovanni in una nuova conferenza come da locandina in preparazione al tempo che verrà, domenica 7 ottobre 2012 alle ore 15 all’Hotel Ata a Varese, in Via Albani 73, traversa dei già noti Viali Valganna e Aguggiari. Dibattito in sala con Giorgio Bongiovanni, Antonio Urzi e Pier Giorgio Caria, su UFO, cerchi nel grano e segni del cambiamento.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito