Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
22 agosto 2013 4 22 /08 /agosto /2013 10:45

Cielo-in-citta.jpg

Iniziamo con prove pratiche di quanto la cometa Ison avrà un'importanza fondamentale nei prossimi mesi del 2013, a partire da settembre.

Innanzitutto, a scanso di equivoci, è utile chiarire che la cometa Ison non si è frammentata come osservazioni frettolose ne avevano dedotto, la Ison si avvicina al perielio, come è noto, senza perdere il suo splendore, uno spiraglio alle notizie da un'identica sola fonte, che a furia di dire tutte le stesse cose, potrebbero sembrarci di parte, ci sarà dato prossimamente, difatti una sonda russa, che sta attualmente facendo foto alla superficie del pianeta Marte, verrà deviata dalla sua traiettoria per effettuare foto alla cometa Ison, questo accadrà a fine mese in questo stesso agosto 2013, quindi a settembre 2013 ne sapremo molto di più, perlomeno da una fonte diversa.

Alla fine dello scorso mese, per l'esattezza il 29 luglio 2013, gli astronomi della NASA hanno riferito con un sorriso che la Cometa Ison si era affievolita in brillantezza, con un sorriso? Si, proprio con un sorriso e la cosa ci appare alquanto strana, dato che in una situazione normale possiamo vedere un astronomo felice quando una cometa cresce in magnitudo e non quando decresce affievolendosi e poi che è successo? Al meeting NASA, organizzato all'inizio del corrente mese di agosto 2013, aleggiava una certa tensione psicologica, un sentore che qualcosa stesse turbando gli astronomi riunti e a giudicare dal fatto che stessero discutendo della Ison, questa emotività gli giungeva dal pensiero alla stessa, indizi che ci portano a pensare alla stranezza di quelle osservazioni astronomiche, che in molteplici contesti astronomici assumono un'uguale connotazione, ovvero, per spiegarmi meglio, osservando un'identico corpo celeste con le stesse tecniche strumentali, filtri, zoom, eccetera, tanto da far apparire le foto sovente estremamente simili le une alle altre, è difficile trovare discordanze nella descrizione dell'osservazione, quando invece pulviscolo atmosferico, posizione geografica dell'osservazione, visibilità del corpo celeste in quel dato momento ed altri fattori concorrerebbero ad una disomogenea descrizione nell'osservazione, intanto però con le consuete ferie estive per chi se le può permettere, tra questi gli astronomi più acclamati, che il denaro per le vacanze dovrebbero pur averlo, si è nel frattempo dato libero sfogo al continuo minimizzare la cometa Ison a sasserello spaziale, quando la realtà è ben diversa, in questa mancanza di dati ulteriori si può soltanto immaginare come vi sia stata la possibilità che uno dei vari razzi lanciati ultimamente alla volta della nostra stella Sole per fotografarne nel complesso l'attività, sia invece stato utilizzato per colpire la Ison e la polvere scura sollevata dal corpo celeste ne ha lenito la visibilità per alcuni giorni, dal 29 luglio 2013 ai primi giorni di agosto, per poi risplendere nuovamente quando già taluni partivano per le vacanze, i  primi atti di felicità degli Astronomi ci fanno pensare ad un'attenzione apparentemente scampata, la tensione emotiva successiva ci fa apparire che non era poi così, dalla Ison, e aggiungo, da Nibiru,ne vedremo delle belle.

Nella foto è visibile il cielo di questi giorni in città con la Luna piena, avremo nuove foto della Cometa Ison molto presto.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
16 agosto 2013 5 16 /08 /agosto /2013 23:01

Sicily-map.jpg

Avremo a breve nuove informazioni sulla Cometa Ison, ne abbiamo la certezza, ve ne scriverò come vi scriverò nuovamente dell'Universo che ci circonda, sto cercando di dare il meglio nella divulgazione, oggi stesso 16 agosto 2013 sono avvenuti nuovi terremoti in Italia in Sicilia compresi fra i 3.2° Richter e i 4.5° Richter, primordi purtroppo ad altri eventi; in Nuova Zelanda, sempre oggi 16 agosto 2013, è avvenuta una scossa di terremoto di 6.5° Richter, che ha causato molteplici danni agli edifici, ma per fortuna nessuna vittima, si mensiona altresì in Messico un ulteriore terremoto di 5.4° Richter.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
15 agosto 2013 4 15 /08 /agosto /2013 11:35

America-Europe-earthquakes.jpg

Dalla Grecia si dipartono nuovi sciami sismici, accompagati da scosse telluriche nello Stretto di Gibilterra, in Algeria e nell'appena trascorso mese di luglio 2013 al confine tra le regioni Emilia Romagna e Marche in Italia; adesso che siamo a metà agosto 2013 in America continuano i fenomeni tellurici che dipartono dal Centro america fino agli Stati Uniti d'America e più a nord in Canada.

Alcuni tra i terremoti recenti: 4.0° Richter in Grecia ieri 14 agosto 2013; 6.6° Richter a Panama e 5.3° Richter in Messico il 13 agosto 2013; 6.1° Richter a largo delle coste del Perù; 6.6° Richter nell'Oceano Pacifico settentrionale e 5.1° Richter in Costa Rica il 12 agosto 2013; 4.5° Richter nel Mar Mediterraneo centrale e 4.3° Richter in Romania l'11 agosto 2013.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
12 agosto 2013 1 12 /08 /agosto /2013 22:05

Arte e broletto Varese from Gennaro Gelmini on Vimeo.

Stanno ristrutturando una parte della città, profittando di queste occasioni ho avuto modo di farci un video e scusate il mio modo grossolano di scivere, eccovi nel video Arte e broletto Varese" i medaglioni del broletto, di Varese per l'appunto, con le effigi dei fondatori e prime persone illustri del Capoluogo Prealpino.

Il Sole, col decorrere degli anni, ha fessurato l'intonaco superficiale seppure mantenendo visibili tali medaglioni, sempre meglio dell'umidità, che dall'altro lato della corte li ha letteralmente compromessi, rendendone taluni non più visibili.

Stavolta vi condivido il video dal canale video su Vimeo, dal link http://vimeo.com/72095991 ; è pubblicato altresì su YouTube al link http://www.youtube.com/watch?v=XqLR09RVOhc , su Dailymotion al link http://www.dailymotion.com/video/x12x86q_arte-e-broletto-varese_travel e su Video Bigmir al link http://video.bigmir.net/show/427601/ .

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
8 agosto 2013 4 08 /08 /agosto /2013 14:01

Ison-Documento-2013.jpgIson-scritto-2013.jpg

Genova, 25 luglio 2013,  giovedì

 

Al Prefetto di Genova
Giovanni Balsamo

 

Al Presidente della Provincia di Genova
Giuseppe Piero Fossati

 

Al Direttore dell’Agenzia Regionale per L’ambiente Ligure (ARPAL)

Roberto Giovanetti

 

Al Rettore dell'Università degli Studi di Genova
Giacomo Deferrari

 

Al Sindaco del Comune di Rapallo (GE)
Giorgio Costa

 

Agli abitanti di Coccolia di Ravenna

e in free diffusion

 

Oggetto: lettera divulgativa cambiamenti climatici ed eventi tettonici in relazione ad influssi astronomici nell'intento di conseguire soluzioni adatte affinché la popolazione sia posta nella condizione di potersi salvaguardare.

Stimato Prefetto di Genova, gli eventi astronomici che si intercorranno a breve hanno suscitato il mio doveroso interesse, me medesimo Gennaro Gelmini mi interesso di cambiamenti climatici legati ad eventi astronomici e prossimamente, dal mese di settembre 2013, sarà visibile in cielo ad occhio nudo la cometa Ison poiché nel frattempo resa invece invisibile conseguentemente alla copertura elargita dalla luce solare, inoltre si sa per certo che la cometa Ison apparirà più luminosa del nostro satellite Luna e del pianeta Venere, questo la fa accumunare a ciò che si è ribadito per il pianeta Nibiru, ulteriore pianeta la cui presenza tuttora negata dalla scienza non toglie la logica interazione esistente tra le informazioni che ci pervengono per la cometa Ison e per il pianeta Nibiru, che ne rendono simili per natura le informazioni suddette, che pure Nibiru non è visibile dal nostro pianeta Terra poiché coperto dalla luce solare e che quando diverrà visibile ad occhio nudo sarà più luminoso della Luna e di Venere, una interazione ci deve pure essere per indicazioni così simili tra la cometa Ison e il pianeta Nibiru.

Nel continuo della mia azione divulgatrice, è mio dovere metterla al corrente, e da 14 anni lo sto facendo praticamente presso ogni istituzione e ogni persona con cui sono riuscito a dialogare, che il pianeta Nibiru, a causa della sua massa estremamente compatta, ha un'attrazione gravitazionale estremamente intensa e a questo è dovuto il particolare intenso aumento degli eventi quali Terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, grandinate, siccità, maremoti ed onde anomale, tornado, uragani e tifoni con la conseguente instabilità del terreno, improvvisi cambiamenti di temperatura e pressione atmosferica, cadute meteoriche ed interferenze elettromagnetiche su tutto il nostro pianeta Terra.

Illustrissimo Prefetto Balsamo, ciò che io sottoscritto Gennaro Gelmini, residente a Varese in Viale Valganna 216, avente telefono fisso 0332232143 e mobile 3407077946 e sempre attivo divulgatore senza restrizioni di sorta, personalmente con le consegne di documenti a mano e tramite i siti internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it e http://gennarogelmini.maxiblog.it , i canali video omonimi su Youtube, Dailymotion, Video Bigmir e Vimeo, i social network Facebook e ВКонтакте (Vkontakte) e le email gennaro.gelmini@email.it , gennaro.gelmini@katamail.com e gennaro.gelmini@bigmir.net , ho fatto nella divulgazione è tutto ciò che si poteva fare, per una corretta preparazione agli eventi occorre che la popolazione sia informata palesemente, di modo che si focalizzino gli intenti alle cose di cui abbiamo più bisogno in questi frangenti, trovare protezione dagli eventi che in questi stessi anni stanno flagellando la Terra tutta, ogni rallentamento nella divulgazione della realtà che ci sovrasta, per dire invece che va tutto bene, funziona solamente finché gli eventi sopraggiungono inesorabili, non si è fatto quanto occorreva pensando che tutto potesse tornare alla normalità, le illusioni che gli affari potessero scandirsi come sempre, ha fatto si che calassero le preoccupazioni, il problema in una situazione del genere è che tali comportamenti ci sottopongono senza preparazione agli eventi, astronomici e calamità, senza che una comunicazione ufficiale possa fare in modo tale da permettere a chiunque di adoprarsi a protezione per l'intera Umanità.
Come per gli eventi già avvenuti, così ritorno a sottolineare come siano popolose aree sismicamente e vulcanicamente a rischio l'Italia e l'area mediterranea, la California e gli Stati Uniti d'America, tutti luoghi dove nel prossimo autunno si prevedono terremoti ed eruzioni vulcaniche pure di forte intensità, assieme ad alluvioni, tornado in svariati eventi cataclismatici, occorre quindi che tutta la popolazione ne sia informata ufficialmente a dare risolutezza a chi val bene quel che è riuscito a divulgare, che senza conferme ufficiali manca quello spirito d'iniziativa volta alla protezione sociale che solo un annuncio ufficiale può ridestare.

L'interazione tra la cometa Ison e il pianeta Nibiru è consona in quanto il nesso è palese, informazioni astronomiche identificano che la Ison diverrà più luminosa del pianeta Venere e del nostro satellite Luna nell'osservazione dalla Terra, coperta in questo periodo dalla luce solare, rendendosi visibile ad occhio nudo nella stagione autunnale 2013; tutto ciò come per Nibiru, di cui spesso si sono riferite similitudini nell'osservazione, ovvero sovente coperto dalla luce solare, e nella luminosità, estremamente bassa al tempo corrente, che diverrà più luminoso di Venere, e quindi di ogni altro pianeta del Sistema Solare, e della Luna al tempo del perielio, notizie sulle quali val la pena riflettere comprovando che l'unica soluzione per un tale serio evento astronomico è la sua divulgazione ufficiale, la verità ci farà trovare soluzioni per poterci proteggere dagli eventi, cataclismatici e celesti, per la caduta sulla Terra di meteoriti provenienti dalla cosidetta Coda del Drago, scia meteorica di Nibiru di cui la cometa Ison fa parte, spiegandosi così il perché del loro sincronismo temporale, si rimedi alla superficialità a causa della quale si è rimandata la dichiarazione ufficiale stante l'esistenza del pianeta Nibiru, sicché un fattore da affrontare è il sovente ostruzionismo agli studi suddetti, ostacolandone arbitrariamente le nozioni meritevoli d'indagine, che in più casi hanno fatto divenire gli indagatori divulgatori, si rende di fatto ostacolo a chi indaga su tali eventi, rallentando la presa di posizione sulla realtà, pur tuttavia non potendola fermare ed è proprio questa certezza di verità che ci spinge a chiederne quanto prima la sua provvida riscoperta.

Occorre rendere conto inoltre, che al contrario di come abitualmente si ritiene, la vita non è necessariamente stabilita ad equa distanza da una stella, la vita nell'Universo esiste ovunque ne persistano le condizioni, ovvero dovunque vi sia acqua, luce e calore e come normalmente accade, tramite la rotazione, all'interno di molteplici pianeti vengono a crearsi delle cavità dove fonti di magma donano luce e calore, mantenendo allo stato liquido l'acqua che vi si trova naturalmente, ciò a permesso la vita che nel corso del tempo si è evoluta ulteriormente alla nostra proprio perché protetta nell'involucro del pianeta stesso; in questa loro continua evoluzione hanno saputo sviluppare tecnologie spaziali antigravitazionali e grazie a queste avverrà ineluttabilmente il contatto tra breve tempo, essendo pure il pianeta Nibiru al suo interno abitato, grazie alla quale diverremo una famiglia universale senza più i disagi delle ripetitive crisi economiche terrestri, che di fatto hanno osteggiato gran parte della popolazione per gli interessi degli speculatori.

Un sentito ringraziamento alla mia fidanzata Patrizia Gigli, che col suo supporto sentimentale mi ha permesso di trovare sempre le forze per disbrigarmi nella divulgazione che svolgo alacremente da 14 anni a livello internazionale e localmente dal 2005 in Liguria e dal 2007 in Emilia Romagna, non azioni dell'ultimo momento quindi, piuttosto costanti azioni di divulgazione.
Allego a codesto documento uno precedente, consegnato a Roma il 22 marzo 2013 al Procuratore della Repubblica e a molteplici illustri Autorità.

 

Genova, 25 luglio 2013, giovedì

 

IN FEDE

GENNARO GELMINI

 

 

 

Gelmini Gennaro, Viale Valganna 216, 21100 Varese, telefono 0332232143 cellulare 3407077946

email gennaro.gelmini@mail.it – sito internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
5 agosto 2013 1 05 /08 /agosto /2013 23:40

Frutta-matura.jpg

Il 9 settembre 2013 Mercurio entra nel segno della Bilancia, seguito da Venere che compie il suo ingresso in Scorpione l'11 settembre 2013, il Sole in Bilancia il 22 settembre 2013 e Mercurio in Scorpione il 29 settembre 2013.

La Luna il 5 settembre 2013 è nuova nel segno della Vergine, il 19 settembre 2013 piena in Pesci.

Il 7 settembre 2013 il Sole in Vergine è sesto a Giove in Cancro, il 9 settembre 2013 Saturno nel segno dello Scorpione è quadrato a Marte in Leone, il 14 settembre 2013 due trigoni si fiancheggiano nel cielo astrologico, Venere, anch'essa in Scorpione, con Nettuno in Pesci e Marte in Leone con Urano in Ariete, il 16 settembre 2013 Urano in Ariete diviene opposto a Mercurio in Bilancia, il 17 settembre 2013 Marte in Leone trovasi in sestile a Mercurio in Bilancia, il 18 settembre 2013 Saturno è congiunto a Venere nel segno dello Scorpione, il 21  settembre 2013 Saturno in Scorpione è in sestile a Plutone in Capricorno, il 26 settembre 2013 Giove in Cancro è trigono a Venere in Scorpione e il 28 settembre 2013 Venere in Scorpione è quadrata a Marte nel segno del Leone.

Dal 28 agosto 2013 con Marte in Leone e più tardi, con la Luna in Leone del 2 settembre 2013 sarà il momento nel quale le cose importanti rimandate ad agosto 2013 le proporrete col rischio però di lamentele, , lo annunciano sestili e opposizioni, non una normale ripresa, Marte annuncia battaglie per azioni errate, approvazioni rallentate ma dovute, evitate di farvi prendere dall'impulsività che vi porterebbe a scontri d'idee, il vostro pensiero sia invece mirato ad una condivisione generale verso tutti.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
3 agosto 2013 6 03 /08 /agosto /2013 23:50

Ponte-metallo.jpg

Avevamo imparato ad affezionarcene poiché era parte del paesaggio, il ponte pedonale di transito di una fabbrica di si ergeva su Via Dalmazia, nella nota Valle Olona a Varese città, io ero capitato sotto di esso appena ieri sera venerdì 2 agosto 2013, dove nei vicini boschi sono attualmente in fiore migliaia di coloratissime piante erbacee alte due metri che creano un grandioso Paradiso terrestre, non avevo la macchina fotografica e forse meglio così, meglio ricordare il ponte così com'era, che vederlo demolire, mi trovavo lì sotto esso come se lui volesse salutarmi per l'ultima volta, che io non sarei dovuto passare di la, invece c'ero come richiamato all'ultimo incontro e si, saluto e meglio ricordarlo così com'era, l'ultima foto che sono riuscito a pescarvi dal mio archivio ve lo mostra già senza i pannelli pubblicitari di un supermercato che gli avevano messo addosso.

Provvisorio dal 1927, questo ci fa capire che ciò che è provvisorio, spesso è definitivo.

Ed eccomi, dopo tanto girovagare in boschi da cronache di adamo ed eva e in ultime visioni architettoniche, recarmi al supermercato dove nuovamente una scritta dichiarava ai clienti che potevano servirsi da soli, su di un tavolino era pronto il rinfresco e io tra chinotto, "Dolce Varese" e focaccia con pomodorini e zucchine, finché un inserviente che stava venendo da me a dirmi chissà che cosa, era stato richiamato dal telefono, erano i capi del supermercato, chissà che avevano da riferirgli, io ho allora finito il chinotto, un'altra fetta di dolce e via, alla prossima.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
1 agosto 2013 4 01 /08 /agosto /2013 19:15

Mucca-primo-piano.gif

Frequentavo l'Istituto Tecnico Agrario di Villa Cortese nelle campagne ad ovest di Legnano, la zona nord della provincia di Milano, da dove partimmo per una consueta gita alla fattoria allora proposta e già durante il tragitto ridevamo per come un nostro compagno di classe si era vestito e difatti avevano ragione, arrivati alla fattoria il professore di agraria lo rimproverò quando ci avvedemmo che a 3 tori il colore rosso del suo maglione e dei suoi pantaloni, anchessi rossi, li faceva infuriare e allora, vestito così, sarebbe stato meglio avere un'esperienza nelle scuderie Ferrari di Maranello, se la cavò. Il pastore ci portò a vedere una carriola nella quale erano disposti dei bastoncini commestibili, pastone per le mucche, dicendoci che chi ne indovinava gli ingredienti, lui gli avrebbe regalato un bel sacco grosso di questi, al che un nostro compagno di classe, siccome i suoi genitori, che erano pastori, ne sarebbero rimasti contenti, si mise a mangiare un bastoncino, ma non capiva di cosa fosse, aveva fatto uno sguardo un po' schifato, tutto qui, senza nulla sapere, quindi tornò il pastore che nel frattempo aveva continuato la visita guidata ai vitellini assieme ad altri nostri compagni e ci chiese se avevamo scoperto cosa ci fosse dentro, ma nessuno sapeva dare risposte, quindi il pastore rispose che quel mangime conteneva sali minerali provenienti dal letame; quanto tempo è passato da allora, erano gli anni '80 del secolo scorso e noi ragazzi non immaginavamo che per denaro l'economia si potesse piegare a simili lavorazioni, oggigiorno quei pastoni sono vietati.

Pieno rispetto per i produttori tradizionali, occorre fare invece luce sui metodi di produzione voluti dagli interessi economici, ovvero come fare per produrre il latte quando viene pagato solamente 23 centesimi di Euro al litro? Un terreno agricolo ha i suoi costi e così facendo i costi sorpassano i guadagni, ecco cosa succede nella giungla dell’economia, allora come fare, fallire?

Ci è capitato di vedere cosa si era fatto per sopperire all’economia, in qualche fattoria l’erba e/o il fieno alle mucche non si dà più, vengono importati i vitelli vivi dall’estero, da dove costano meno, solitamente allevati con mangimi a ridotto contenuto in ferro, non è quindi solo il trasporto che li stanca, ma il regime alimentare a cui sono sottoposti. Una volta giunti a destinazione non trovano erba da brucare, il nuovo pastone è composto da scarti vegetali, solitamente le coriacee piante di mais e non intendo le pannocchie, ma il resto della pianta quando a fine produzione viene tagliata.

Siccome è molto coriacea, viene tranciata e posta sotto dei teli per del tempo ed infine, scoperti i teli, viene nuovamente sminuzzata da una macchina che taglia il composto dapprima a fette per poi sminuzzarlo finemente.

Le mucche alle quali viene dato questo pastone, dapprima recalcitranti a mangiarlo, devono cibarsene per potersi alimentare, quindi qualcheduna che ha difficoltà a ruminare, col tempo incomincia a presentare tremolii, giungendo il tempo della macellazione prima che non si tenga più in piedi, ovvero divenendo le cosiddette mucche a terra, malate e non più sfruttabili; nel pastone di tranciato capita tal volta nascano, sotto i teli, dei funghi unicellulari tossici, sono quelli che hanno determinato il colore blu a delle mozzarelle trovate qualche tempo addietro.

Vogliamo tornare ai tempi dei nostri nonni, tutta natura, ecco perché ho scritto quest’articolo.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
28 luglio 2013 7 28 /07 /luglio /2013 12:18

Treni-scontro.jpg

Una certa consuetudine ci fornisce l'idea che chi abbia studiato Giurisprudenza non sempre possa essere un esperto in strade ferrate, ciò che ci si strugge di sapere in questi giorni è come abbia potuto un treno ad alta velocità, in un tragitto di ferrovia in cui il limite massimo è di 80 chilometri orari, andare a 200 Km/h con un macchinista alla guida con 30 anni di esperienza?

Più di 80 le vittime e oltre 120 i feriti, è successo in Spagna a Santiago di Compostela come può succedere in ogni parte del Mondo, quindi ho ben pensato che per tentare di diminuire casi del genere, pur dovendo generalizzare, offro 3 spunti per indagini ferroviarie, fatene buon frutto!

1) rimozione arbitraria dei rallentatori di convoglio: tutto nasce dall'idea di poter arrivare a destinazione evitando ritardi che potrebbero comportare il parziale rimborso del prezzo del biglietto, in tal modo i treni, in tratti di ferrovia dove i limiti massimi di velocità variano spesso, vengono lanciati alla massima velocità, confidando nei rallentatori di velocità che dovrebbero essere posizionati in tutti i tratti di ferrovia ad alta velocità, che mostrano invece possibilità di disfunzionamento che possono comportare un deragliamento;

2) trazione in tensione illecita: per poter far viaggiare un convoglio merci ad alta velocità con carrozze a pieno carico, due delle carrozze totali vengono tenute frenate, così facendo il convoglio rimarrà ben in tensione per tutta la durata del viaggio, permettendogli di raggiungere velocità uguali ai treni passeggeri in quanto all'occorrenza tali treni vengono trainati da 2 locomotori al fine di lasciare quanto prima via libera ad ulteriori treni e di giungere prima a destinazione, ciò comporta, oltre al rischio di deragliamento, vi è la possibilità che le scintille prodotte dai freni in tensione causino incendi con possibili esplosioni di carrozze merci contenenti liquidi infiammabili;

3) transito con scambio chiuso: uno scambio ferroviario posizionato in maniera che i convogli provenienti da un binario laterale approdino in quello centrale; qualora si verifichi una moltitudine di treni in transito che debbano intersecarsi nello stesso binario centrale, per negligenza possono essere lasciati transitare i convogli senza che ci si adegua al movimento stesso che il treno deve compiere, ne risulterà dapprima un classico rumore con vibrazione e rischio di deragliamento, successivamente lo scambio potrà disfunzionare aumentando il fattore di rischio.

Ovviamente questi sono illeciti che non fanno parte dell'ordinaria amministrazione ferroviaria, essi rappresentano esclusivamente un contributo alla bisogna ad una indagine.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
23 luglio 2013 2 23 /07 /luglio /2013 21:35

New informative video in English language from Lake Maggiore, what happens with the perihelion transit of Nibiru and Ison? Answers by Gennaro Gelmini http://gennaro-gelmini.over-blog.it .

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito