Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
11 maggio 2014 7 11 /05 /maggio /2014 14:42

Con video. Può un albero dirsi felice? Dipende dal suo umore, negli umani la felicità è ben evidente, coi sorrisi o altre occasioni a dimostrazione della felicità, negli alberi invece questa felicità viene dimostrata dalla vita stessa dell’albero, crescere, emanare profumi, donarsi alla vita, aprirsi, sbocciare, dove sarebbero queste differenze tra animali e vegetali?

Se poi chiedete “ma dove sarebbe il cervello dei vegetali?” Sapete che il cervello è una rete di legamenti nervosi come così paganamente potremmo definire, alla stessa maniera i vegetali sono un concatenarsi di più cellule che lavorano assieme ad un unico scopo, vivere! E non sopravvivere, viver per davvero, con tanta felicità che meritano, che meritiamo, la differenza tra animali e vegetali appare quindi evidente, nei vegetali si collabora tutti assieme, donandosi gli uni agli altri, negli animali, negli umani, come ciò può avvenire?

Se veramente così fosse, che i vegetali hanno imparato più che a vivere, a convivere, noi esseri umani che abbiamo fatto?

Nessuna disgregazione ci potrà rendere felici, ovvero il distacco in gruppi economici di dominio giunge soltanto a non potersi apprezzare, non siamo noi a valutarci, è il denaro che ci valuta e sicuramente prima o poi ci svaluterà.

Occorre quindi riprendersi da questi affanni e rimirare oltre lo sguardo, nel cammino del pensiero rivolto all’azione, per sapere agire, immancabilmente agire, dal Buongiorno alla sera.

Nel video sopra postato, me medesimo Gennaro Gelmini vi conduco ad ammirare l’albero di Ginkgo Biloba dell’età presumibile di 250 anni, situato tra la Via Giosuè Carducci e Via di Roma, nel pieno centro storico della città di Ravenna, Italia; caricato su 4 canali video, ho conseguito visualizzazioni pure dalla Cina, persone incuriosite dal vedere un albero come il Ginkgo Biloba, originario appunto della Cina, così immensamente grande in Italia, verranno pure loro a visitarlo, infatti prima del 27 aprile 2014, data del video, nulla sapevamo di quest’albero, almeno, sulle guide turistiche da noi consultate non ne abbiamo trovato nozione, però, per evitare di transitare dalla strada dell’ex macello comunale per nostra decisione, si siamo imbattuti in questo chiaro esempio vitale, spettacolare!

 

Durante la realizzazione del video, le persone che transitavano per la via, attratte dalla registrazione in corso, scoprivano anche loro qualcosa che non avrebbero mai immaginato, eppure ripeto, siamo in centro città e come per Genova, pubblicato al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-immagina-genova-citta-123257210.html , così adesso Saluti da Ravenna! Looking the video, thank you!

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
11 maggio 2014 7 11 /05 /maggio /2014 13:57

Museo-Pogliaghi.jpg

Auguri a tutte le Mamme, Buona Festa! E’ primavera e in questi giorni è bello uscire a guardare il Mondo, interessanti i luoghi d’Arte, un rapido esempio va al Sacro Monte di Varese, dove hanno appena riaperto la Casa Museo di Lodovico Pogliaghi, scultore, pittore, artista e collezionista di arte antica, da visitare nei fine settimana tanto per restare in tema “Varese” (nella foto). Dalla villa del Pogliaghi domina l’immancabile vista sul Monte Campo dei Fiori.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
8 maggio 2014 4 08 /05 /maggio /2014 22:31

Scie-chimiche-ok.jpg

Per la prima volta eccovi informazioni mai lette prima, permettetemi di diffonderle nell’interesse di ciò che sta accadendo, difatti la disclosure sulle scie chimiche è legata alla deviazione dal suo scopo originario e qui occorre spiegarsi meglio con esempi che dipartono da ciò che avete visto in cielo.

 Affrettatamente dette “normali” scie di condensa, alla stessa maniera dei pensatori ai video inquadranti aerei che sembravano atterrare dimenticandosi di chiudere prima gli erogatori, annoverati come “guasto tecnico”, non è però il fatto che ci crediate o non ci crediate il punto di questo articolo, tanti vengono spinti a non credere, inutilmente, che ciò che disaffeziona dallo scetticismo è reputare qualunque mistero come falso e siccome in un modo o nell’altro siamo proiettati in qualche mistero, il voler negare qualunque cosa delude.

Come in agricoltura, dove dei razzi contenenti argento possono venire lanciati presso le nuvole improduttive che transitano sopra i campi per favorire la pioggia, metodo utilizzato soprattutto nel secolo scorso per cercare di mantenere una produzione agricola che soddisfi il fabbisogno nazionale, ovviando alle importazioni con una drastica oggettiva organizzazione, ad evitare che i campi di grano inaridissero prima della mietitura, importante però e il motivo per il quale si sta generando una piccola disclosure, confessione, sulle scie chimiche, dovuta al loro possibile utilizzo improprio a causa di un possibile (possiamo sperare sia improbabile?) conflitto mondiale che può essere ampiamente evitato.

Recentemente e casualmente ok possiamo dire, durante il conflitto in Somalia, tra popolazione fedele al Governo da una parte e guerriglieri dall’altra, si è assistito ad una netta siccità che ha segnato il paese, nel mentre sontuose piogge si scaricavano sull’Oceano Indiano, dissipandosi così le nuvole proprio lì.

Le scie chimiche, utilizzate in modo pacifico per attenuare gli effetti dei cambiamenti climatici, ovvero si è notato che, alle eccessive giornate di Sole vi è l’abbrucio dei raccolti, inaridendo la terra, chi non fa agricoltura può anche fa finta di nulla, poi quando si lamenta del perché le cime di rapa non sono arrivate all’ortofrutta, si rende conto che alla frutta siamo noi, nel contesto dei conflitti queste tecnologie possono quindi occorrere in modo quantomeno disonesto.

 

A metodi rigorosi, decisi per il bene del clima, seppure la chimica non può far altro che rilasciare qualche traccia del suo passaggio, è subentrato il possibile utilizzo nei conflitti, occorre evitarli divenendo buoni ambasciatori.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
4 maggio 2014 7 04 /05 /maggio /2014 21:11

Nido-uccello.jpg

Il filo del discorso: alluvioni in Italia sul versante Adriatico nella regione Marche, con 2 vittime a Senigallia, decine di sfollati, l’esondazione del fiume Cesano, la chiusura temporanea dell’uscita autostradale di Val Vibrata, insomma, tutt’altro che normalità!

Come in Afganistan, con tra le 2000 e le 2500 possibili vittime, seppure si minimizza sui numeri reali, per alluvioni che hanno collassato parte di montagne sui centri abitati.

Come negli Stati Uniti d’America, con tornado e successive mastodontiche alluvioni negli Stati meridionali, orientali e centrali (Midwest), i fiumi Cooper e Delaware esondati, il record di 10 centimetri di pioggia per metro quadro (intesi, si parla di centimetri, non di millimetri) e una colossale apertura di un tratto di faglia nella città di Baltimora, in Virginia, che ha inghiottito una dozzina di auto inconsapevolmente parcheggiate.

Nella vicina Svizzera si segnalano per le forti precipitazioni fiumi divenuti color rosso per la melma argillosa e marmorea tracimata.

Ad intervallare questo momento in ciò che lo studio d’esperienza porta a consolidare, le alluvioni, nel frattanto l’ingerenza sismica è attenuata, tra il precedente periodo di eclissi (Luna e Sole) e il successivo di aumento sismico rilevante.

A coronare gli eventi, una pioggia meteorica attesa per la metà del mese di maggio 2014.

 

Nella foto: un nido d’uccello sopra degli alberi, scampato all’alluvione.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
4 maggio 2014 7 04 /05 /maggio /2014 07:11

Elefante-luce.jpg

Il Sole entra nel segno del Cancro il 21 giugno 2014 e Venere compie l’ingresso nel segno dei Gemelli il 23 giugno 2014.

La Luna è piena in Sagittario il 13 giugno 2014 ed è nuova in Cancro il 27 giugno 2014.

Venere nel segno del Toro è sesta a Nettuno in Pesci il 4 giugno 2014, è trigona a Plutone in Capricorno il 9 giugno 2014, è opposta a Saturno in Scorpione il 13 giugno 2014 e trovasi sesta a Giove nel segno del Cancro il 18 giugno 2014, Marte in Bilancia è in quadratura a Saturno in Scorpione il 14 giugno 2014, il Sole è congiunto a Mercurio in Gemelli il 20 giugno 2014 e in trigono a Nettuno in Pesci il 29 giugno 2014, infine il 29 giugno 2014 troviamo Venere in Gemelli in quadratura a Nettuno in Pesci.

 

Avendo una visione più confacente alla vicenda, il mese di giugno 2014 vede innanzitutto una propensione al nuovo, seppure a lasciarsi indietro le faccende sarà impossibile, sicché è la volta buona a scoprire e criticare, alludendo al fatto che forse di ciò che si è conseguito, si ha l’unica possibilità per portarlo a termine, buona questa Luna piena del 13 giugno 2014, grazie agli influssi dagli elementi fuoco e acqua, un po’ per tutti, con qualche velatura, gioia e pensieri, inequivocabilmente assieme, un calderone di idee che stroppia però sulle evidenti quanto eccessivamente abnormi nozioni da gestire.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
1 maggio 2014 4 01 /05 /maggio /2014 20:48

Cielo-oggi.jpg

Di ritorno dall’Emilia Romagna, dove si era tenuto il Convegno Ufologico, ci siamo imbattuti in quanto si dice da quelle parti, di 4 trombe d’aria solo per nome, perché di veri e propri tornado si tratta, che hanno flagellato la provincia di Modena e quella di Bologna.

A Gaggio, frazione di Castelfranco Emilia, a soli 4 Km dal centro storico della città di Modena, un tornado ha finito la sua corsa contro un capannone industriale di una ditta di elettrodomestici, trapanata con due buchi nel soffitto e le finestre in parte sventrate.

 

Dietro una parvenza di normalità, gli eventi si susseguono, avremo modo di parlane, per comprendere meglio i fenomeni ambientali che si accrescono.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
30 aprile 2014 3 30 /04 /aprile /2014 22:07

Muro-immenso.jpg

Muri d’immenso, impercettibili a chi non vuole guardare, dessero forma a ciò che sta dall’altra parte potremmo vedere, nel loro vivere quotidiano, una moltitudine di persone come noi, consumano? Chi consuma produce anche, chi produce consuma, sarebbe così facile saperlo, capirlo, ogni muro è un debito che prosciuga il confine dei sentimenti, un vortice, un muro da valicare, ciò accade ogniqualvolta c’è un confine da valicare nemmeno per speranza, ma per voglia di un pasto caldo, mangiare o non mangiare, questo è il dilemma, che è, non mi vuoi rifugiare?

Allegorie da notizia non possono fermare lo sbarco, muri di immenso, già vissuti, da rivivere, d’alloggiare, per poter vivere.

Abbiamo news che ci parlano di migranti dal Continente Africano che presto arriveranno sulle coste italiane, sbarco atteso e non si sa da chi assicurato, fatto sta che i muri vengono travalicati, ogniqualvolta travalicati, con immenso piacere, motivo? Spaghetti!

 

Muri d’immenso, l’accoglienza, l’ospite è Sacro dicevano gli antichi Greci, ho sentito che hai pregato molto, ho sentito le tue preghiere dice Dio, che sopra tutto e tutti comanda, un circo di ambizioni vitali trasuda, ci sia cibo e vestiti per tutti, seguici, che Dio vi benedica, sia notevole la speranza, ben accetto il carisma, rumori, suoni, concitazione, sono in contatto, uno sguardo, muri d’immenso travalicati.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
29 aprile 2014 2 29 /04 /aprile /2014 11:09

Fiori-asfalto-cemento.jpg

Quando il Mondo non era scalfito dal regresso, negli anni ’60, esattamente dal 1954 al 1974 oserei dire, si parlò di Miracolo Italiano e ciò fu possibile poiché eravamo agli inizi di una riorganizzazione vitale di questo paese chiamato Italia, che noi tutti necessitiamo.

Oggigiorno, proprio perché non siamo agli inizi ci è più difficile riattivarsi, poiché non si osa capire da dove ricominciare, ovvero, a che punto siamo?

Sulle pagine di questo blog, digitali ma delle quali faccio sempre una copia cartacea, cercando di scrivere di fatti speciali o quantomeno particolari, non ho trovato opportune parole per descrivere l’opera del nostro Presidente del Consiglio Matteo Renzi, per la quale ci vuole coraggio più che disciplina, al quale va un Augurio particolare, come l’opera dei Grandi del Mondo come la regina Elisabetta II per l’istruzione universitaria in Gran Bretagna, che è ciò che ha permesso l’elevato grado di conoscenza accademica per una cultura preparata alle esigenze della nazione.

Domenica 27 aprile 2014 è avvenuta la proclamazione a Santi dei Papi Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII, con la cerimonia svoltasi in Piazza San Pietro in Vaticano, Roma, con Fede immensa.

Nella foto: piante fiorite riuscite a crescere tra il cemento e l’asfalto, la vita sopra ogni cosa.

 

E in questo contesto diamo pure un ulteriore fiducia in ciò che verrà con una chicca news, ovvero che, sparito com’era dal mercato alla prima uscita del film ET, il videogioco tratto dal film è ricomparso alla vendita, come se quello che non fu, avverrà, un rimontare alla radice, che nella consapevolezza dell’incontro tra gli umani e le Creature extraterrestri occorre preparare ed essere preparati, chissà che questi videogiochi servano anche a preparare chi è distratto.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
23 aprile 2014 3 23 /04 /aprile /2014 23:41

Panorama-da-papa.jpg

Un boato che si è ascoltato per tutta la Pianura Padana, da Torino a Ferrara, da Alessandria, Piacenza e Parma a Ivrea, Novara, Varese, Cremona e Mantova e che ha avuto un seguito, il primo strange sounds italiano della storia recente, di rilevanza notevolmente misterica, è targato 1985 ed è un evento doppio, il 23 settembre 2014 alle ore 13:23, per l’esattezza inizialmente grossolanamente calcolato nelle ore13:24 ad evento già avvenuto, nella città di Varese l’onda sonora, toccando le Alpi, si è ripercossa pure in una vibrazione delle case fin sopra al Monte Campo dei fiori, inutile non ricordare, perché è testimonianza storica documentata e già questo basta, che assume ancor più veridicità verificata da testimonianze dirette dell’epoca dei fatti, annesse successivamente alle testate giornalistiche, seppure non ne ho trovato nozione su internet, ulteriore sconcerto proclamato in aggiunta dalle testimonianze provenienti da sud dalla regione Puglia, dove numerose persone, soprattutto a Bari e Taranto, hanno ascoltato nel medesimo momento lo stesso suono.

L’evento si è quindi ripetuto, appunto, come detto, essendo doppio, il 4 ottobre 1985 alla stessa ora 13:23, un’area più circoscritta della Pianura Padana comprendente anche Varese, è stata nuovamente pervasa da uno strange sounds, suono sublime, seppure uno scossone.

Si aggiunsero degli eventi sismici, uno precedente del 19 settembre 1995 in Messico, di 8° Richter, con almeno 300 edifici in cemento armato collassati e tra le 4000 e le 10000 vittime (mai si seppe definitivamente) e ulteriori terremoti che colpirono anche Giappone, California e Nuova Zelanda.

Dovendo oggettivamente dare delle risposte al doppio evento sonoro, si annoverano delle meteore, che seguendo la medesima traiettoria erano entrate nell’atmosfera all’altezza della regione Puglia e si erano disintegrate sulla Pianura Padana, come realistica è che lo strange sound è pure un suono proveniente dall’interno della Terra in risposta agli influssi provenienti dallo spazio, dalle vibrazioni delle stelle e pianeti, tramite apparecchi e procedimenti di registrazione particolari, si annoverano altresì artisti che ne hanno tradotto musiche sublimi.

 

Finché naturalmente arriva Gennaro Gelmini con le testimonianze testate, postate finalmente anche su internet.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
23 aprile 2014 3 23 /04 /aprile /2014 21:21

Frana.jpg

In questi giorni di ferie risuonano le informazioni agli automobilisti sulla frana di La Saze di Courmayeur in Valle d’Aosta, Italia, dovute, per la quale le motivazioni turistiche hanno dovuto lasciare ampio spazio al rischio geologico, in quanto il traforo del Monte Bianco, una tra le principali strade di collegamento tra Italia e Francia, è a tratti parzialmente chiusa al traffico, di netto per il danno turistico c’è chi sbotta.

Come per la frana che ha investito la Valle Hunza del Massiccio dell’Himalaya in Pakistan, dove il terreno ha iniziato a distaccarsi e scendere più a valle già a partire dal 4 gennaio 2014, formando un lago a causa dello sbarramento morenico e per colpa del quale nuovamente  in questi giorni per la sua enorme spinta, ha fatto aumentare volume e velocità di scorrimento della frana stessa, accorrendo ad essa la Missione EV K2 CNR, della quale fanno parte anche geologi italiani.

 

Come per il terremoto di 4.7° Richter in Slovenia del 22 aprile 2014, sentitosi fin’anche a Trieste.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito