Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
12 luglio 2014 6 12 /07 /luglio /2014 19:40

global-event.jpg

I cambiamenti climatici prendono il sopravvento, eppure occorre un solo giorno per organizzarsi, un solo giorno per definire la faccenda, trovare soluzioni, ma come per l’economia, per la quale la deflazione in atto tutti la vedono, nessuno l’ammette, per i cambiamenti climatici avviene la stessa cosa, li vediamo tutti, e chi non può vederne, ogni zona del globo ne è sopraffatta, eppure la si prende così, oggi piove, domani nevica, a parte che qui nell’emisfero settentrionale della Terra è estate, attendiamo quel caldo torrido che non si è ancora fatto vedere, ma veniamo ai dettagli tecnici, non che non riesca a tenervi aggiornati, e che gli eventi globali si susseguono a ritmo talmente incalzante, che di ora in ora avviene un evento climatico e sismico di notevole importanza, eppure, sappiate, sono molto meglio nell’azione che nella teoria.

Milano alluvionata nei giorni precedenti questo 12 luglio 2014, con 2 vittime, l’hanno purtroppo vissuta alcuni miei parenti che per primi me ne hanno riferito, Milano come Venezia già si disse nel 2002, quella era la prima volta così ed allora a Milano ci lavoravo, con l’autobus seguimmo la deviazione per la zona “Greco”, a nord est della città, per recarci a Cinisello Balsamo, poco più a nord, evitando lo straripamento del fiume Seveso, stavolta la causa dell’alluvione è da addebitarsi alle copiose grandinate (eh si, siamo a luglio 2014 ed avvengono le grandinate in chicchi enormi) che hanno interessato il territorio a nord della città, pure in direzione di Bergamo, disciogliendosi in una mole d’acqua destinata ad invadere appunto Milano.

 

Sul versante sismico, significativo il terremoto di 5.8° Richter avvenuto in Antartide, certo, con epicentro proprio nel Continente Antartico oggi 12 luglio 2014 e non in mare aperto, oltreché il terremoto di 4.2° Richter avvenuto ieri 11 luglio 2014 in Francia a ridosso del Canale della Manica e il sisma di 4.5° Richter in Canada sulle sponde dell’Oceano Pacifico, esempliflicativi di movimenti tellurici pure espressi in Messico e negli USA nella caldera del Wyoming, ma che hanno avuto una maggior ripercussione in un terremoto di 6.5° Richter avvenuto ieri 11 luglio 2014 dall’altra parte dell’Oceano Pacifico, in Giappone. Risulta non vi siano vittime proprio per la prontezza con la quale la popolazione viene istruita sul da farsi in caso di calamità e alle costruzioni antisismiche, come per gli epicentri, spesso poco abitati dagli umani.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
8 luglio 2014 2 08 /07 /luglio /2014 00:54

Movimento-di-apertura.jpg

“Nelle settimane a venire agiremo”: parole che potrebbero suonare strane e ancora strane, agire come? Come? Che preoccupazione, quante volte ho detto, e non certo in normalissime giornate, ma dinnanzi alle prove della vita, che “Gennarino non cambierà mai”, quindi agiamo con metodo, azione quadriennale in rotazione, fare il bene e naturalmente per riuscirvi stare fuori dagli eccessi economici.

Partiamo dall’inizio, a 3 anni fa, quando mi offrirono un lavoro come operaio, però non accettai poiché avevo un sentore strano, come mai già altri prima di me, persone disposte a fare qualunque lavoro purché serio, avevano rifiutato? Come mai la fabbrica in questione non richiedeva lavoranti alle agenzie di lavoro? La questione era se non volessero richiederne o se non potessero richiederne, poiché occorre sapere che aziende che hanno avuto gravi lacune nella sicurezza sul luogo di lavoro, non possono richiedere lavoranti alle agenzie del lavoro e siccome qualcosa ne capisco pure io, non accettai e nessuno mi disse che non avevo voglia di lavorare, capirono benissimo, poi trovai lavoro, ma a tempo parziale.

Vi scrivo queste cose perché l’operaio che ha preso quel posto di lavoro che avrei dovuto prendere io, ha avuto un incidente, sul lavoro appunto, e non è più tra noi, salendo aimè in cielo e oltre al grande dispiacere, ciò che è successo fa riflettere sulla precarietà della vita, oltreché potevo esserci io al posto suo: andare a lavorare e non tornare, dilemma irrisolto.

La grave perdita fa riscoprire quanto occorre non perdersi, non è un gioco di parole, è realtà dei fatti, riscoprite la verità, distogliersi dalle apparenze, vivete la vita nella bellezza della semplicità.

Me medesimo Gennaro Gelmini, nel continuo di ciò che sto facendo, divulgare, trovo così nuovi perché d’azione e ce n’è bisogno, che un nuovo evento tellurico fa recepire quei terribili terremoti delle settimane trascorse come indici di un più cospicuo movimento di placche tettoniche, alla stregua di geologicamente enormi slittamenti della crosta terrestre, difatti appena ieri lunedì 7 luglio 2014 hanno sciamato i terremoti di 7° Richter con epicentro a largo delle coste del Messico nell’Oceano Pacifico, immediatamente ritoccato in 6.9° Richter, ritoccando così la casistica, che di terremoti del 7° e oltre non ne accadono molti così, e va bene, tenetevi pure quello 0.1° Richter, ciò non toglie l’apprensione per la costa ovest degli Stati Uniti d’America, una logica conseguenza, senza discredito per un’azione divulgatrice che è concretizzante.

 

Ciò che si mostra apertamente è un successivo terremoto di 6.2° Richter avvenuto sempre il 7 luglio 2014 nella vicina Guatemala, con almeno 5 vittime a causa dell’epicentro situato sulla terraferma; gli antipodi di questi terremoti sono da ricercarsi nel sisma di 4.3° Richter avvenuto in California, USA, il 5 luglio 2014, come numerosi altri terremoti che si descrivono nel Circolo Polare Artico e Antartico, che sono in aumento, senza che nessuno stavolta possa opporre il contrario.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
6 luglio 2014 7 06 /07 /luglio /2014 13:31

Come-il-mare.jpg

Mercurio nelle giornate del 1 agosto 2014 e 15 agosto 2014 vi fa intravedere la possibilità di un'entrata e per forza anche l'uscita di somme di denaro, per i segni di fuoco, Ariete, Leone e Sagittario, la speranza viene posta in entrate già da inizio mese, per i segni di terra Toro, Vergine e Capricorno in entrate economiche da metà mese, seppure tutto dipenda dalla situazione individuale, seppure aspettatevi possa cambiare, con la possibilità di un nuovo lavoro per taluni fortunati e da qui ciò che ci viene concesso di fare per la società ci porta giovamento, è chiaro e questo ce lo fa comprendere pure il Sole ben disposto, degli impegni non a caso potrebbero venire rimandati per impossibilità nei contatti, naturalmente pro vacanze o dicasi “chiuso per ferie”.

Emotivamente la compagine d'acqua, che si sposa bene col mistero venusiano e con altre compagnie, subentra in fuoco nella settimana di Ferragosto, donandoci più autostima per ricambio d’intenti, mentre possono venire rimandate le questioni più spinose, come a domandare prima di elargire.

L'1 agosto 2014 Mercurio entra nel segno del Leone, seguito da Venere, anch'essa in Leone dall’11 agosto 2014 e a partire da metà mese, Mercurio compie l'ingresso in Vergine il 15 agosto 2014 accoppiato al Sole in Vergine dal 23 agosto 2014.

 

Il 2 agosto 2014 Giove in Leone è quadrato a Marte in Scorpione e congiunto a  Mercurio in Leone, il 15 agosto 2014 Marte in Scorpione è trigono a Nettuno in Pesci e il 15 agosto 2014 sempre Marte, è in sestile a Plutone in Capricorno, il 18 agosto 2014 nel segno del Leone Giove è congiunto a Venere, il 25 agosto 2014 Marte in Scorpione è congiunto a Saturno in Scorpione e in sestile a Mercurio in Vergine e il 27 agosto 2014 Venere in Leone è quadrata a Marte nel segno dello Scorpione.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
4 luglio 2014 5 04 /07 /luglio /2014 15:52

Seismic-study-2014.gifStudi-sismici-2014.gif

Piacenza, 01 luglio 2014, martedì

 

Al Prefetto di Piacenza

Anna Palombi

 

 

Al Presidente della Provincia di Piacenza

Massimo Trespidi

  

Al Sindaco del Comune di Piacenza

Paolo Dosi


Document of free diffusion

 

Oggetto: corrispondenza di studio sugli eventi climatici e contatti correnti per soluzioni ad una annosa prospettiva di eventi tettonici epocali per veloce scorrimento di faglie.

 

Gentile Prefetto, Presidente della Provincia, Sindaco e assegnatari della corrente, è con energica franchezza che arrivo a Piacenza a consegnarle la corrente missiva, questo 1 luglio 2014 colgo l’occasione per visitare un luogo della verifica italiana della vicenda di beatitudine di Anneliese Michel, della quale spiego nel contesto e propongo una riflessione sui cambiamenti climatici che saldo convinto divulgo e per questo periodo in conseguenza del distaccamento della placca tettonica profonda, in appunto 5 movimenti tellurici profondi senza il benché minimo moto superficiale, che me medesimo Gennaro Gelmini coniugo come “shake under”, avvenute a postumi del terremoto di magnitudo 7.9° Richter che ha scosso le Isole Aleutine in Alaska, Stati Uniti d’America, nel susseguirsi di eventi sismici di 6.9° Richter alle Isole Kermadec in Nuova Zelanda e di 6.7° Richter con epicentro nell’Oceano Pacifico, del 23-24 giugno 2014.

Nel concetto logico per il quale è utile vedere la notevole escalation di eventi, apparenza di normalità degli eventi naturali, sta avvenendo un consistente movimento delle placche tettoniche che si produce in nuovi terremoti, non ultima quindi, facente parte di una escalation sismica, i terremoti che hanno interessato l’Oceano Pacifico, dalla Nuova Zelanda, alla Russia, al Giappone, agli Stati Uniti d’America è efficace ribadire il coinvolgimento di fattori esterni al pianeta Terra, esistendo un’attività connessa tra i corpi celesti, che vede i Sistemi Stellari vivere in stretta relazione con una Stella compagna di più piccole dimensioni, con la quale si riceve reciprocamente una propulsione gravitazionale adatta ad organizzarne il Sistema stesso, a questo concetto così difficile, si pone come esito Nibiru, considerato pianeta, ma in realtà Stella nana del Sole, invisibile alla vista e invisibile pure ai telescopi costruiti apposta per la vista umana.

me medesimo scrivente Gennaro Gelmini, abitante a Varese in Viale Valganna 216, avente telefono fisso 0332232143 e mobile 3407077946 ed e-mail gennaro.gelmini@email.it , gennaro.gelmini@katamail.com , gennaro.gelmini@bigmir.net e gennarovarese@gmail.com , siti internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it e http://gennaro.gelmini.maxiblog.it , un profilo sui social network Facebook, Twitter, Google Plus e saltuariamente Vkontakte (poiché non disponibile in Italia) e i canali video su YouTube, Dailymotion, Vimeo e Video Bigmir, spingo affinché si comprenda quanto al cospetto dei cambiamenti climatici, l’attività umana può essere solamente la causa parziale, una causa oggettivamente cospicua, considerando la casistica sempre più assidua di eventi globali, è definita quindi nell’influsso gravitazionale e Nibiru è la risposta ad ogni perché; Nibiru, avente una coda cometaria di meteore denominata Coda del Drago e un principale satellite chiamato Gabrielle, elargisce una notevole spinta ai cambiamenti climatici, che per la sua massa estremamente compatta offre un notevole influsso gravitazionale nei confronti del Sistema solare e quindi del pianeta Terra, generando con copiosa vastità un incremento degli eventi come terremoti, eruzioni vulcaniche, maremoti e onde anomale, smottamenti del terreno con conseguenti frane, cambi improvvisi di temperatura e pressione atmosferica, alluvioni, grandinate, siccità, trombe d’aria, tornado, uragani e tifoni, impatti meteorici ed perturbazioni elettromagnetiche nel ventaglio d’eventi designati ad aumentare con più devastanti episodi di natura sismica, con nuovi eventi tellurici di rilievo durante quest’estate 2014, che a giudicare dai movimenti tettonici quivi descritti, coinvolgeranno pure la sponda degli Stati Uniti d’America volta sull’Oceano Pacifico e l’Area Mediterranea a prospiciare dal tramestio sismico in corso.

Per dare lustro alla vicenda con un apporto di dati, alla torsione del globo terrestre agli influssi spaziali, i corpi celesti influiscono tra loro, si crea infatti quel sentore che fa notare come creature viventi e macchinari rispondano a questo influsso, notando come il tempo cronologico si allunghi e si accorci nelle giornate, un calcolo che desta scalpore al reiterare le concezioni trascorse con quelle nuove e conseguentemente a questi eventi, un tale esaustivo movimento epocale così ravvicinato comporta uno scombussolamento pure sugli altri pianeti oltre la Terra, indulgendo gli abitatori di questi sconfinati luoghi desiderosi a venirci a trovare qui sul pianeta Terra, perché possiamo comprovare che non c’è più modo di rimanere soli pure qui sul globo terrestre, perseverando si otterrà di vedere queste cose senza che io sottoscritto Gennaro Gelmini debba calcolare di quanta credibilità possa godere, però per ogni possibilità che abbiamo di informare prima, al traguardo dell’incontro degli esseri universali, ne è valso l’impegno informare prima su qual è la realtà celata dei fatti, condivisa o no che sia.

Per Anneliese Michel la visita ai suoi Santi percorsi si snoda a San Damiano di San Giorgio Piacentino, dove e possibile trovare quel contatto limpido, puro; Anneliese discese in Italia dalla Germania, nazione madre, dove condusse una vita che da agiata divenne la netta calligrafia del danno; Anneliese Michel, la cui vita d’amore fraterno è rimasta più volte rinnegata nell’ottusità dell’incomprensione, tanto si è scritto di lei negativamente, che da invincibile fervida devota, è stata oltraggiata nel corpo come nel deviante ricordo che la storia ne fa della sua persona, Anneliese è una di quelle persone che non soltanto ha dovuto sperimentare la cattiveria umana, è pure tra le persone al Mondo ingiustamente inserita tra le più infime diffamanti trame, sia in vita che oltre la vita.

Molto presto manifesta il suo bene per l’Umanità, decidendo, nella maniera più difficoltosa a farsi e a decidersi, di farsi carico di ogni male per liberarci dal peso che ognuno porta, apportandovi così ogni bene.

Purtroppo nota per gli oltraggi diffamatori che se ne sono fatti, Anneliese Michel possiede bensì tutti i tratti salienti dei Santi Beati, stigmate nei punti della Passione di Gesù, le apparizioni mariane avute e il suo corpo incorrotto alla prima riesumazione, avvenuta poiché una suora l’aveva vista in sogno, giacché Anneliese, nata nel 1962, è scomparsa a soli 24 anni l’1 luglio 1976, data della quale ella stessa suggellò anzitempo la sua conclusione terrena.

I luoghi dove ha vissuto Anneliese sono meta di pellegrinaggio da parte dei fidanzati che la pregano, chiedendole di ottenere un amore vero, ovvero sincero, ma anche da persone che chiedono di liberarsi dai loro mali pure psicologici delle più terribili disperazioni, però proprio adesso che siamo satolli d’inerzia nel vedere quanto si è degenerata la situazione globale con la crisi economica e la conseguente deflazione, abbiamo i primi contatti con l’instaurazione di un principio che prevede un’unica famiglia globale, senza conti in tasca proprio perché è una famiglia unita, guardando avanti con nuove priorità nell’attesa della nuova concezione vitale, concedendoci le prime avvisaglie negli avvistamenti, difatti a Bologna in Via Rizzoli, di ritorno dalla conferenza ufologica Alienology 2014, svoltasi a Ravenna il 26 aprile 2014, abbiamo potuto scorgere 2 umanoidi extraterrestri mescolarsi tra la folla di turisti domenicali, riscontrabili ad un occhio attento per la loro alta statura di 2 metri e mezzo ed essendo un maschio ed una femmina, vi è da considerare sulla Terra l’inesistenza di donne di quell’altezza, oltreché il loro corpo disarmonico rispetto noi umani, con bacino stretto, arti appunto allungati e la camminata ondulatoria, dovuta più che alla loro statura e ad una più forte gravità del pianeta Terra rispetto a quelli della loro provenienza, oltreché si aggiunge a ciò il ritrovamento sulle sponde del fiume Po nel pavese il 26 giugno 2014, della formazione di un cerchio nel grano con spighe abbassate in maniera ordinata concentricamente, pettinata, una formazione con un triangolo equilatero al centro e 3 cerchi che dipartono dai lati del triangolo, anch’essi racchiusi in un altro cerchio, che già trovasi al corrente stabiliti contatti.

Gentile Prefetto, Presidente della Provincia, Sindaco e assegnatari della corrente, sappiate che la fretta con la quale faccio più cose possibili nel minor tempo possibile non mi concede lo spazio che vorrei per scrivervi con assoluta tranquillità, la certezza però che stia avvenendo un drastico cambiamento sulla Terra mi fa proseguire la navigazione, come possiamo definirla, finché verità sia.

Conseguentemente a quanto prescritto dall’Art. 40 Comma 2°, chi conosce la verità la divulghi apertamente.

Allego al corrente documento, ad esclusione della libera divulgazione cartacea unicamente per risparmiare sui costi e comunque ricercabile per via telematica, Atto di Roma del 22 novembre 2013, consegnato ai Ministri all’Ambiente, all’Istruzione, alla Giustizia, ai Trasporti, alla Difesa e all’Interno e ulteriori assegnatari e quello del 13 marzo 2014 consegnato al Prefetto di Genova e alle illustri Autorità Genovesi.


Piacenza, 01 luglio 2014, martedì 

 

Gennaro Gelmini

 

 

Gelmini Gennaro, Viale Valganna 216, 2100 Varese, telefono fisso 0332232143 – mobile 3407077946

 

e-mail gennaro.gelmini@email.it – sito internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
3 luglio 2014 4 03 /07 /luglio /2014 17:15

Umanoidi-extraterrestri.jpg

Dell’ufologia si può studiare ciò che è accaduto agli altri o a sé stessi: per chi ha contatti per esperienza diretta nessuno potrà toglierceli, di quella che viene definita come “razza Aliena umanoide” io le chiamo “Creature extraterrestri” e in un concetto di razza ormai superato, esistono innumerevoli mulatti, come i terrestri chiamano ibidri, nati da innumerevoli unioni.

Le Creature extraterrestri che prendo in esame hanno 2 vertebre e scapole più di noi terrestri e gambe e braccia conseguentemente più lunghe e camminata leggermente ondulatoria, a cui pongono rimedio con sontuosi calzari aventi suola piumata, cioè anatomica decomprimente correggente, difatti nel ventre dei pianeti dove sovente abitano, perché c’è vita ovunque vi sia luce, acqua e calore al contrario di quanto si stimi, la forza di gravità è minore che sopra il pianeta Terra, consentendo una camminata leggiadra.

Nell’Universo di innumerevoli pianeti abitati, le Creature extraterrestri possono dipartirne con navicelle spaziali, dischi volanti a propulsione antigravitazionale, tramite un circuito contenente metallo mercurio, in continuo cambio di stato fisico da liquido a gassoso e viceversa e aventi una materia captante energia per il funzionamento, denominata ununezio o ununexio, con le quali, proprio per la natura antigravitazionale, riescono ad portarsi in qualunque luogo in qualunque momento.

 

Torno a parlarvene sempre in attesa del loro ritorno, ricordando quanto noi terrestri ci siamo distaccati dalle Creature extraterrestri e dal loro stile di vita fraterno, piuttosto che loro da noi.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
30 giugno 2014 1 30 /06 /giugno /2014 23:24

Angels.jpgCerchio-nel-grano-sul-Po.jpg

Gli avvistamenti si susseguono in questo periodo, è necessario che ve ne scriva, difatti a Bologna in Via Rizzoli, Italia, di ritorno dalla conferenza ufologica Alienology 2014, svoltasi a Ravenna il 26 aprile 2014, abbiamo potuto scorgere 2 umanoidi extraterrestri mescolarsi tra la folla di turisti domenicali, riscontrabili ad un occhio attento per la loro alta statura di 2 metri e mezzo ed essendo un maschio ed una femmina, vi è da considerare sulla Terra l’inesistenza di donne di quell’altezza, oltreché il loro corpo disarmonico rispetto noi umani, con bacino stretto, arti appunto allungati e la camminata ondulatoria, dovuta più che alla loro statura e ad una più forte gravità del pianeta Terra rispetto a quelli della loro provenienza, oltreché si aggiunge a ciò il ritrovamento sulle sponde del fiume Po nel pavese, il 26 giugno 2014, della formazione di un cerchio nel grano con spighe abbassate in maniera ordinata concentricamente, pettinata, una formazione con un triangolo equilatero al centro e 3 cerchi che dipartono dai lati del triangolo, anch’essi racchiusi in un altro cerchio, che già trovasi al corrente stabiliti contatti (nei disegni le Creature extraterrestri di Bologna e il cerchio nel grano sulle rive del fiume Po).

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
26 giugno 2014 4 26 /06 /giugno /2014 18:58

Vulcanetto-Italia.gif

Le antiche città è impossibile che siano sorte in posti qualunque, si attendeva difatti un segno Divino, il primo per deciderne il luogo, il secondo per decidere quando costruire, fu così che popolazioni nomadi divennero stanziali, ma che c’entrano i geyser, i vulcanetti?

Alla fine sono sempre io che devo dare risposte e non me ne vogliano che tra il decidere di dirvi tutto, i piani mi assorbano nel captare, assorbire e comunicare anche a chi non è di questo Mondo, perché l’amicizia e la fraternità travalica ogni luogo, dicevamo comunque del perché vulcanetti e geyser si aprono proprio nelle grandi città piuttosto che in luoghi sperduti e le risposte sono ambivalenti, da un lato un raro evento attibuito alla forza governatrice di un’Autorità Divina, una forza sprigionata dal ventre di Madre Terra, d'altronde quella forza era pure utile alla vita, il calore che emanava, come un ventre materno, la Terra che si apriva, occorreva congiungere i 4 elementi, fuoco, terra, aria e acqua, che certo, vulcanetti e geyser non funzionano a secco!

Secondariamente non meno importante, il motivo per il quale le popolazioni all’alba dei tempi erano sovente nomadi sta nel fatto che si seguitava a vivere appresso al clima e alla natura stagionale che ne derivava, con un geyser, vulcanetto, si creava una landa, valle, sempre, sempre, sempre, rinomata, con quel calduccio in temperatura di qualche grado centigrado in più, che calcolo o non calcolo che si faceva, era palese la vita happy che ne scaturiva, possibile che non ve ne ricordavate? Placati per millenni, adesso riemergono dal terreno, si ripresentano, compaiono nuovamente alla luce.

 

Inutile quindi voler sopire con colate di cemento e transenne dicendo “un mucchio d’acqua”…

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
26 giugno 2014 4 26 /06 /giugno /2014 00:52

City-geyger.gif

In centro città l’apertura di un geyser ha destato parecchia preoccupazione, gli addetti chiamati a riparare il danno, la cosiddetta Brigata Operativa Kyivenergo, come sovente succede in casi del genere, addossa le colpe al malfunzionamento di un metanodotto, la cui capotta a copertura stagna si è forata, eppure di questi vulcanetti e buchi sinkhole si sta riempiendo il Mondo e soprattutto vengono colpiti luoghi che sovente si reputano aventi un terreno più stabile, che invero si disgrega con facilità, il geyser si è formato nei pressi della fermata dell’università della metropolitana cittadina, in Viale Shevchenko a Kiev, capitale dell’Ucraina.

 

Da ieri 25 giugno 2014 fino a tutt’oggi 26 giugno 2014 è stata disposta la chiusura della strada al traffico veicolare da e per la storicamente famosa Piazza della Vittoria.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
24 giugno 2014 2 24 /06 /giugno /2014 14:17

Shake-under.jpg

5 shake under, trattasi di scosse di terremoto avvenute talmente in profondità sotto la crosta terrestre, “shake under” sta per “scuotimento di sotto”, coniugato da Gennaro Gelmini come per quando si parlò di “effetto frigo” nello scioglimento dei ghiacci polari che andavano a stemperare il surriscaldamento globale ed è di 5 scosse shake under registrate il dispaccio, i sismologi le chiamano scosse di terremoto fantasma e le annoverano come errori del sistema di calcolo e così facendo le annullano, eppure sta avvenendo un consistentissimo movimento delle placche tettoniche che si produce in nuovi terremoti, non ultima quindi, facente parte di una escalation sismica, i terremoti che hanno interessato l’Oceano Pacifico, dalla Nuova Zelanda, alla Russia, al Giappone, agli Stati Uniti d’America.

7.9° Richter è comunque la magnitudo di un terremoto che ha scosso le Isole Aleutine in Alaska, Stati Uniti d’America, nel susseguirsi di eventi sismici di 6.9° Richter alle Isole Kermadec in Nuova Zelanda e di 6.7° Richter con epicentro nell’Oceano Pacifico, eventi di questa stessa notte del 23-24 giugno 2014, evitandosi però onde anomale (tsunami).

In questo veloce andirivieni d’eventi, dei continui Sinkhole, voragini che si aprono all’improvviso e che hanno interessato come mai prima d’ora tutto il Mondo in un brevissimo lasso di tempo che è ripreso in maniera vistosa dalla primavera 2014, uno si è formato a Natal in Brasile a soli 6 chilometri (Km) da uno stadio nel quale si giocano parte delle partite di calcio della Coppa del Mondo Brasile 2014, proprio adesso che il termine dei giochi è fissato molto avanti, al 13 luglio 2014.

Per dare lustro alla vicenda con un apporto di dati, alla torsione del globo terrestre agli influssi spaziali, i corpi celesti influiscono tra loro infatti, si crea quel sentore al notare come ciò che fa parte del pianeta stesso, creature viventi e macchinari, seguano questo influsso, notando come l’11 e 13 giugno 2014 il tempo cronologico si era allungato, accorciandosi invece nelle giornate del 9 e 16 giugno 2014, un calcolo illusorio per la scienza, che desta scalpore al reiterare le concezioni trascorse con quelle nuove.

 

Tra un evento sismico e l’altro imperversano pure altre vicissitudini, come la notevole grandinata che ieri 23 giugno 2014, verso le ore 17, ha interessato il pieno centro storico di Varese in Italia.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
22 giugno 2014 7 22 /06 /giugno /2014 11:45

Anneliese-Michel.gif

Siate certi di voi stessi per sapere pure come agire, vivere invece una vita piena di contraddizioni, buttata lì a disfare ogni certezza, può annullare noi stessi.

Andare a cercare e non capire l’essenza della vita, nei pensieri belli, ma quali sono questi pensieri belli? Quelli costruttivi, dei quali non ci si possa pentire, ma quali sarebbero?

Accade quando alla vita vissuta non si debba dire che avremmo preferito diversamente, poiché avremmo dovuto lasciar perdere pure i momenti teneri, quelli che ci fanno riflettere sull’essenza della vita e così come la vita si svolge tutti insieme, il bene deve essere reciproco, il segreto dell’amore è ciò che ci fa amare gli estranei come nostri fratelli, il segreto dell’unione.

Modi e motivi per conseguire argomenti che ci portino fuori dai valori esteriori, effimeri, per abbracciare possibilità alle quali avremmo diritto, dove invece si vivono apparenze, e metterci una toppa serve se è abbinata alla possibilità di poter migliorare le cose.

Non so se questo messaggio riuscirà a sollevarvi, ma almeno dirò a grandi linee come vanno le cose, ovvero che pure la crisi economica, al passaggio ad un ipotetico boom economico, non riesce a migliorarci socialmente, se al boom economico post guerra rispondevamo per la totale affermazione dei nostri intenti, adesso che la crisi economica è colpa dell'economia stessa, come fare a recuperare? Per quanto potrà andare bene? Per 15 anni e poi nuovo crollo?

A crolli economici sempre ciclici rispondono le persone così, con l'apatia, creando quindi pure una conseguente deflazione economica, che se prima le famiglie sono arrivate sul lastrico, frantumate dall'economia per quanti avevano legami evidentemente non così forti come credevano, adesso quelle storie, o addirittura "non storie" in alcuni casi, tornano a bussare come farebbe l'incubo peggiore, ma poi quale sarebbe “l'incubo migliore?”

C'è quindi una totale apatia d'intenti, per uscirne da queste siffatte cose occorre necessariamente cercare e trovare un legame solido per ognuno di noi, appunto per questo più nessuno fa nulla, non ci possiamo reinventare perché sia doveroso, nulla è doveroso quando concerne noi stessi, è semmai dovuto a ciò che noi sentiamo, partire da zero, ma zero, moltiplicato per qualunque somma, dà risultato sempre zero.

Ho cercato con tutte le forze di divincolare i pensieri per donarvi la consueta fiducia verso il cambiamento, l’ho trovata quando ho scoperto che un noto personaggio d’epoca è tornato per rinfrancarmi che “ciò che è bianco è nero e ciò che è nero è bianco”, Anneliese Michel, la cui vita d’amore fraterno è rimasta più volte rinnegata nell’ottusità dell’incomprensione, tanto si è scritto di lei negativamente, che da invincibile fervida devota, è stata oltraggiata nel corpo come nel deviante ricordo che la storia ne fa della sua persona, Anneliese è una di quelle persone che non soltanto ha dovuto sperimentare la cattiveria umana, è pure tra le persone al Mondo ingiustamente inserita tra le più infime diffamanti trame, sia in vita che oltre la vita.

Anneliese Michel nacque nelle Alpi Bavaresi da una semplice famiglia rispettabile che la ricolmò di ogni fortuna che una figlia possa avere, per sport il tennis, per la musica il pianoforte.

Concluso il Liceo, Anneliese si iscrisse all’Università, scegliendo la Facoltà di Pedagogia, dove altresì si fidanzò con un compagno di scuola.

Molto presto manifesta il suo bene per l’Umanità, decidendo, nella maniera più difficoltosa a farsi e a decidersi, di caricarsi di ogni male per liberarci dal peso che ognuno porta, apportandovi così ogni bene.

Purtroppo nota per gli oltraggi diffamatori che se ne sono fatti, Anneliese Michel possiede bensì tutti i tratti salienti dei Santi Beati, stigmate nei punti della Passione di Gesù e le apparizioni mariane avute e il suo corpo incorrotto alla prima riesumazione, avvenuta poiché una suora l’aveva vista in sogno, giacché Anneliese è morta in tenera età, a soli 24 anni, l’1 luglio 1976, data della quale ella stessa suggellò anzitempo la sua conclusione terrena.

I luoghi dove ha vissuto Anneliese sono meta di pellegrinaggio da parte dei fidanzati che la pregano, chiedendole di ottenere un amore vero, ovvero sincero, ma anche da persone che chiedono di liberarsi dai loro mali pure psicologici delle più terribili disperazioni e sono Leibfing in Germania e in Italia a San Damiano Piacentino, frazione del comune di San Giorgio Piacentino in provincia di Piacenza, dove Anneliese Michel si recò in pellegrinaggio con la famiglia, luogo delle apparizioni mariane alla Beata Rosa Quattrini e dove si trova una sorgente con acqua sublime e si racconta di un albero di pero con frutti fuori stagione.

 

Tra le frasi di verità che Anneliese Michel pronunciò nella sua vita di rettitudine, trovo confortante farvi partecipi di questo suo discorso verità: “Qui non c’è amore, c’è solo odio, combattiamo sempre, ci combattiamo l’un l’altro, gli uomini sono così bestialmente stupidi, credono che dopo la morte sia tutto finito”. A questo me medesimo Gennaro Gelmini aggiungo che siccome la felicità non ha un limite, possiamo goderne tutti, discostatevi dalle apparenze, cercate l’essenza della vita, tracciate il cammino, grazie Anneliese.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito