Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
17 aprile 2017 1 17 /04 /aprile /2017 23:23
Prove per chi Crede: UFO pasquale sopra Varese e Nibiru in cielo
Prove per chi Crede: UFO pasquale sopra Varese e Nibiru in cielo
Prove per chi Crede: UFO pasquale sopra Varese e Nibiru in cielo

Senza emettere rumore e invisibile, sono riuscito a filmarlo grazie alla mia prerogativa a presentare i vari luoghi dove abitiamo, anche per piccole soddisfazioni, a filmare l’ambiente che ci circonda, così un disco volante me lo sono trovato mentre io Gennaro Gelmini e mia madre Anna Rinaldi ci trovavamo all’inizio di Via Carrobbio a Varese, guardando verso Piazza Monte Grappa, ma soltanto quando ho rivisto i filmati, poiché era invisibile allo sguardo, ma non per la videocamera, che ha uno spettro più ampio.

Ci trovavamo quindi proprio in quella zona della città di Varese dove si sono verificati degli incendi misteriosi, ciò ci fa ancor più pensare e ci sono pure negozi interessanti da queste parti.

Mi soffermo a guardare l’alba e il tramonto, guardo la Luna, guardo gli eventi, ogni giorno ci si porta avanti per il giorno dopo, oggi 17 aprile 2017 per domani 18 aprile 2017, ci si prepara, perché gli avvistamenti ci sono, il pianeta Nibiru lo vediamo fotografato da un oblò di un aereo, sopra le nuvole, praticamente in assenza di pulviscolo atmosferico, la foto scattata da un’amico negli Stati Uniti d’America.

UFO e pianeta Nibiru, ormai i segni sono tanti e pur continuando a negarci ad ogni annuncio ufficiale la realtà di Nibiru che arriva, almeno per chi Crede le prove sono qui, in queste foto sopra, fino al contatto!

Descrizione foto: nelle prime 2 vediamo nel cielo in alto a destra, sopra Piazza Monte Grappa a Varese, un UFO, un disco volante che viaggia nel cielo e nella foto 3 il pianeta Nibiru accanto al Sole, recentemente fotografato da un oblò d’aereo negli USA questo stesso anno 2017.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
16 aprile 2017 7 16 /04 /aprile /2017 20:10
Buona Pasqua 2017 col piacevole quadro della campagna misteriosa

Buona Pasqua a tutti! Il quadro di oggi rappresenta la Buona campagna di una volta, dove le galline razzolavano sotto i tavoli.

Oggigiorno, pure considerando che il più annoso problema sociale è la cronica mancanza di lavoro, puntualmente prima delle feste accadono fatti che spostano l’attenzione su di essi, lasciando il lavoro al lumicino.

Ma bada alla Stella! Il periodo che stiamo attraversando certamente ci sta preparando ad un’età nella quale il lavoro sarà accantonato, perché non si produrrà più per il bisogno individuale, ma la società per la società, senza scopo di lucro, sarà così che i macchinari produrranno finalmente per noi.

L’Eden terrestre è quando si ha tempo per se stessi, avendo al contempo un metodo di sussistenza sociale per quanto sopra descritto e si evitano eccedenze che producano spazzatura, trovando ogni metodo per il riutilizzo degli scarti, giovandone l’ambiente.

Fortunatamente guardiamo la Stella, questi traguardi nel sociale ci saranno donati in più.

Rimane il mistero sul quadro, dove sia stata scattata la foto, non a Varese, altrimenti sembra che gravito su di una sola città, ma non voglio risposte, più avanti ogni cosa sarà svelata, intanto Buona Pasqua 2017 a tutti.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
15 aprile 2017 6 15 /04 /aprile /2017 15:47
Cinema senza frontiere da far tornare all'antico splendore

Con video. Gli Urbex interessati a visitare, possono farlo per la visita in sé, al proprietario dell’immobile può pure fare piacere, perché è l’inica possibilità che ha per venirne fuori, ovvero presentando l’immobile, ha pure la possibilità di trovare un acqirente o almeno chi collabori con lui a riqualificare l’immobile, ogni cosa che si fa è in base a come si fa e perché si fa, che determina la legalità o meno, noi evitiamo di fare danni e presentando al meglio, facciamo pure bene.

Così si prospetta l’inizio della nostra opera, così andiamo ad organizzare per farla conoscere, così riusciamo a farla conoscere, stavolta ci troviamo al Movie Magic Park di Nova Milanese, un cinema a 15 sale di proiezione film, con tanta fatica costruito e poi con tanto rammarico abbandonato.

E’ giusto visitare questi luoghi, altrimenti nessuno se ne renderà conto per un futuro rilancio, Buona visione.

Difatti eccoci nel cinema che avreste sempre voluto, 15 sale per altrettanti film, negozi ristoranti e abbigliamento, impreziosito dall’abbinamento a centro commerciale, peccato che sia fallito, nel video lo riscopriamo così com’è adesso, tentando di spiegare come ciò sia potuto accadere, un video da vedere fino alla fine, una lunghezza giustificata, io Gennaro Gelmini e Youtuber Maury Capitano Barbadura ci addentriamo per 48 minuti in questo cinema, il Magic Movie Park è situato a Nova Milanese, a nord della città di Milano, Italia, all’estremità territoriale del comune di Muggiò.

Ulteriori video al cinema abbandonato ai seguenti titoli e link:

“Urbex Italia abbandonata cinema multisala abbandonato prima parte”:

https://www.youtube.com/watch?v=Ev795hNjTpU 

“Urbex Italia abbandonata cinema multisala seconda parte voci misteriose”:

https://www.youtube.com/watch?v=_ck0OLZX7mI 

“Trailer cinema abbandonato e appuntamento a martedì”:

https://www.youtube.com/watch?v=BVQiyD8oFBs 

“Trailer cinema abbandonato video quasi pronto”:

https://www.youtube.com/watch?v=sV4ffFPm_jc 

“I sopralluoghi di Youtuber Maury prove di Urbex”:

https://www.youtube.com/watch?v=zkP4Zsm9zFE 

“Magic Movie Park video girato da Agostino per Youtuber Maury”:

https://www.youtube.com/watch?v=nbXHK2NsOyY 

“Video in sub appalto Magic Movie Park seconda parte”:

https://www.youtube.com/watch?v=D0V8-jCCqxM 

“Breve video Magic Movie Park girato e concesso da Agostino:

https://www.youtube.com/watch?v=Cnln4rd_Pbg 

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
10 aprile 2017 1 10 /04 /aprile /2017 22:18
L'accettazione del diverso: Camille Claudel

Camille Claudel è la degna rappresentante di quel Mondo di libertà cercate e trovate che la vita dona, che trascorsa la fanciullezza, Camille sviluppa l’atteggiamento disinvolto a pensare liberamente come più si sente, divenendo una prorompente scultrice di bellissimi e disnudi Angeli che la rendono felice, senza chiedere altro.

Ed è proprio questa mancanza che la rende diversa dai suoi contemporanei, ci troviamo a quell’epoca nella Bell’Epoque degli inizi del 1900 e come d’altronde nei secoli non si è mai voluto ammettere, sempre si è fatto, le persone diverse nello stile di vita, a parole godono gli stessi diritti della massa di persone che vanno tutte in un senso, le une dietro le altre, nella stessa direzione, ad avere gli stessi schemi vitali, a credere che fumare e bere sia tanto diverso dagli altri, mentre stanno facendo le stesse medesime cose di tutti gli altri, come diceva Camille, a meno che se ne voglia uscire da questo contesto, per approdare agli Angeli appunto.

E ciò non andava bene, al rispetto non si è mai dato rispetto, il rispetto è soltanto formale, sulla carta, purtroppo è per davvero così, perché una donna che decide di pensare alle sue sculture di Angeli, anziché fare la buona massaia mettendo su famiglia, si nega ogni bene, sono parole sprezzanti, speriamo non sia mai così, però purtroppo abbiamo le prove di ciò nella vita di Camille Claudel.

Camille, vissuta nella Francia della Bell’Epoque, un periodo tanto liberalista, dove poteva sembrare che ci fosse posto per tutti, per ogni voce di pensiero, si trovò presto al confino.

Camille Claudel, nata l’8 dicembre 1864 e passata a miglior vita il 19 ottobre 1943, scolpiva gli Angeli più sublimi, ciò che le dava conforto, Angeli dalle fattezze in movimento, nel pieno svolgimento delle loro attività, Angeli da inquadrare, far risaltare, spavaldi alfieri del bene che si erge sopra ogni cosa.

Il padre la aiutava per quanto possibile e confortava per ogni necessità, ma poi venendo improvvisamente a mancare, passato a miglior vita, Camille si ritrovò con madre e fratello, una madre pienamente contraria alla scelta di vita di Camille, che per ciò per il quale viveva non andava bene ed elevatasi a peggior nemico, prese prima le redini a divenire tutrice di Camille, facendola ritenere insana di mente e successivamente, contro il parere dei medici, che non vedevano nulla di quel mostro che aveva descritto la madre, capace soltanto di andare contro i valori morali della società, la fece rinchidere in manicomio, dimenticandola completamente e così fu per 30 anni, ovvero per tutto il resto della vita di Camille, che giustamente asseriva di non sentirsi più Umana a stare lì dentro.

All’epoca che Camille Claudel era ancora libera, per motivi artistici incontrò l’amico Auguste Rodin (François-Auguste-René Rodin), col quale intrattenne promettente quanto seria condivisione degli studi artistici, naturalmente un così bravo amico glielo allontanarono subito, perché temevano che quelle anormali sculture potessero divenire normali e la vita stessa di Camille, col suo modo di viverla in disappunto da schemi precondizionati, potesse essere pensata come una libera scelta, molto meglio farla diventare pazza pensò certamente la madre, che senza attendere troppo architettò lo stratagemma distruttivo del sangue del suo sangue, sua figlia, l’angelica Camille distrutta dalla perfidia della madre.

Oggidì, a dispetto della infamante reputazione inflitta a Camille Claudel, assieme a ogni azione devastatrice la sua vita, sono stati aperti 2 musei che la ricordano e presentano al pubblico le meraviglie dei suoi Angeli scolpiti, è incredibilmente bello, nuovo, aperto da qualche settimana, il museo dedicatole, il Camille Claudel, all’indirizzo di Rue Gustave flaubert 10, (Codice avviamento Postale 10400) Nogent-Sur-Seine e la stanza dedicatole al Museo Rodin, del suo caro amico Auguste Rodin, all’indirizzo di Rue de Varenne 77-79, (Codice Avviamento Postale 75007) Parigi, indubbiamente entrambi da dover visitare, trovando la possibilità.

Claudel & Rodin sono binomio di quell’entusiasmo che va oltre gli schemi prefissi, le loro opere scultoree sono rappresentative della forte passione per l’arte che non sopisce mai, senza filtro, venendo presentata ad un pubblico che ne è sempre rimasto sbalordito.

Se non abbiamo la possibilità di cambiare il passato, almeno dobbiamo avere il coraggio per cambiare il futuro.

Nella foto: Camille Claudel al tempo nel quale era autonoma e desiderosa di costruirsi una sua vita.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
7 aprile 2017 5 07 /04 /aprile /2017 23:50
L'indomita bellezza dell'esistenza

“Esistere o non esistere, poi fanno quello che vogliono” disse Betsabea.

“Si, ma devono pur rispondere alla Legge Universale” Rispose Dan.

“Oggi nulla è cambiato, se non il nome nuovo che si dà ai fiori, nulla è cambiato” apostrofò Betsabea.

“Perché sono spinti a rimanere tali, sempre uguali, mai si misurano coi propri limiti, cercando di superarli” rispose Dan.

“Si, se solo l’Uomo lo volesse, sarebbe invincibile” soggiunse Betsabea.

“Ma si perde, basterebbero poche parole per comprendersi, anzi, un solo gesto, invece non ascolta” sentenziò Dan.

“Ascolterà, ascolterà, è destino che ascolti” ultimò Chronos, zittendoli tutti e due.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
6 aprile 2017 4 06 /04 /aprile /2017 21:13
Oroscopo del mese di maggio 2017
Oroscopo del mese di maggio 2017

In confronto al mese precedente, maggio 2017 risulta più affabile, ovvero, saprete cosa volete, il 17 maggio 2017 Mercurio entra nel segno del Toro e il 21 maggio 2017 il Sole entra nei Gemelli.

La Luna è piena il 10 maggio 2017 nello Scorpione e nuova il 25 maggio 2017 nel Toro.

Il Sole nel Toro è in trigono a Plutone nel Capricorno il 10 maggio 2017 e Saturno nel Sagittario è trigono a Urano nell’Ariete il 20 maggio 2017.

Come i marinai a sbucciare le patate e lavare la nave, sapevano quando sarebbe arrivato il loro turno per cominciare una mansione operativa, a seconda delle loro abilità, così adesso che la Terra è come una grande nave, madre Terra, nave madre, che agli esoteristi non apparirà sconsiderata questa frase, è il momento per rimettere pure le carte in tavola, analizzando che occorra farsi portavoce di ciò che la sete di conoscenza ci ha portato a verificare.

Buon Oroscopo a tutti, che il nuovo lo vogliono tutti.

Nelle foto: fiori per ricordare.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
4 aprile 2017 2 04 /04 /aprile /2017 23:44
Frana nel Guatemala ed esplosioni nel Mare Tirreno

Una frana si ebbattuta in Guatemala, nel Dipartimento di Putumayo nel Comune di Mocoa in questo appena iniziato mese di aprile 2017 e le vittime sono all’incirca 300, poiché ha piovuto in un’ora e mezza quanto piove normalmente in una settimana e mezza sull’intero Stato del Guatemala, un’intera nuvola è sprofondata a terra in pratica, chiaro segno dei cambiamenti climatici, occorre pensarci a ciò che sta accadendo.

E tra le Isole Montecristo e Pianosa nell’Arcipelago Toscano, dall’appena trascorsa seconda metà del mese di marzo 2017, delle esplosioni sentite a distanza dai pescatori della zona, hanno riacceso i riflettori sul vulcanesimo della zona, che da tempo memore era assopito, vulcanetti di fango li chiamano ed è ciò che si è potuto formare, che però l’acqua del mare ha provveduto a coprire e chissa che a un primo sbuffo ed ulteriori, di gas metano fuoriuscito, sia entrata acqua a rinvigorire la pentola a pressione, la camera magmatica che sotto il Mare Tirreno è disposta in vari serbatoi magmatici profondi, camere magmatiche, la scienza ufficiale mi risulta non abbia calcolato ciò che entra nei vulcani, semmai soltanto ciò che fuoriesce, così facendo non calcolano nemmeno la distanza nel tempo tra un’alluvione ed un terremoto, che dopo siccità, il ritorno di sontuosa pioggia, all’asciugare del terreno, anche mediante l’aspirazione sottostante, nelle faglie acquifere e sismiche, ambedue, sviluppa nuova sismicità, come sempre avremo superato le troppe righe senza un punto.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
31 marzo 2017 5 31 /03 /marzo /2017 23:52
Nibiru a breve: Bunker 78 California 2017

Con video. Si parla tanto di telescopi ad onde radio, radiotelescopi in grado di captare i corpi celesti, piuttosto che vederli, così da superare ogni foschia del cielo, così intanto noi non vediamo nulla del cielo, possiamo solamente farcelo raccontare, così va tutto bene, a meno che qualcuno esca dal coro, dalla massa che segue la massa, quel Gennaro Gelmini fra gli altri, che cita un tal pianeta Nibiru in avvicinamento al perielio tra i pianeti Marte e Giove, gli e lo hanno detto quelle Creature exraterrestriche proprio lì abitano, all’interno di Nibiru, in cavità dove fonti di magma donano luce e calore e dove si trova pure una consistente quantità d’acqua, fonte di vita.

Si profila così il traguardo in volata per questa divulgazione a favore della verità che mai è stata ufficializzata, così avverrà d’improvviso il cambiamento, ritrovandoci catapultati nel nuovo Mondo.

Nel video discuto di bunker in relazione al transito di Nibiru, sono in disaccordo ad entrarci, non ci entrerò, meno complicato salvarci fuori, Buona visione, l’articolo è un po’ corto, ciò è dovuto al fatto che voglio farlo rientrare nelle news di Marzo 2017 e oggi è già il 31, ci sarà quindi modo di rispolverare il tema Nibiru negli articoli di aprile, il titolo del video di questo stesso articolo è “Bunker 78 US Nibiru” ed è pure ad esempio visibile al link:

https://www.youtube.com/watch?v=fIPpos19dbI 

Buona visione.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
28 marzo 2017 2 28 /03 /marzo /2017 13:03
Creare una mail e spedire lettere

Siccome tal volta l’esperienza insegna, occorre avere più legami, che all’occorrenza non funzioni 1, ce n’è un altro e ciò capiterà proprio quando ne avrete più bisogno, quindi procediamo, un collegamento in più può essere dato da una mail e comunque in generale gli account internet funzionano solo se una mail l’avete, anche se c’è chi sta dando la possibilità di immettere il numero del proprio telefono cellulare al posto della mail, comunque se potete, se volete e se non l’avete, potete farvi una mail, spiego in che modo, brevemente:

E’ necessario anzitutto avere un collegamento internet, in mancanza andare ad esempio in un internet point e iscriversi per avere la tessera personale per il collegamento;

Collegarsi ad internet aprendo una finestra, in poche parole aprire internet e cercare, proprio nelle ricerche o nelle opzioni della finestra aperta, un sito dove aprire una “mail”;

Cliccare su apri mail e crea mail, a seconda dei siti divesamente indicato e inserire i dati anagrafici e di contatto richiesti;

Scegliere un nome o nickename (nomignolo, soprannome) che più tra tutti sarà conforme a noi stessi, comunemente potremmo mettere nome.cognome@ (la a col cerchio attorno si dice chiocciola), più la restante parte nella quale comparirà espressamente il nome del sito sul quale andiamo a creare la mail;

Rendendosi necessaria una differenzazione tra tutte le persone che tramite quello stesso sito hanno la mail, nel caso il nome scelto sia uguale ad un’altra persona, occorrerà differire il nome per poterselo fare approvare, ma è sufficiente anche il punto tra nome e cognome tolto o abbreviazioni, per creare la differenza occorrente, totalmente in minuscolo pure nelle iniziali di nome e cognome, se volete farvi trovare con facilità, farete così, altrimenti certo, c’è chi, per farsi trovare ad esempio solo da amici e parenti, mette nomi strampalati, di fantasia;

verrà richiesta una password, che è un codice alfanumerico, insomma, per intenderci, parole, numeri e punti di interpunzione senza spazi, ciò che comunque è importante ricordare, la password per il virtuale di mail e siti, equivale nella via reale alle chiavi di casa, una casa soltanto vostra, una casa nella quale se entrasse qualcun altro, come minimo svuoterebbe il frigo o peggio, farebbe sparire la casa, una password totalmente estranea a ciò che siete e ciò che fate, però il vostro cervello deve sempre ricordarla, senza che mai la pronunciate a voce e quando capiterà di dover cambiare password, perché magari avete il sospetto che qualcuno la stia insinuando, fate prima delle scansioni antivirus complete, poi ricordate sempre la nuova password, anzi, consiglio di premeditarla, ovvero pensate già prima a quale password metterete, così che sia veramente buona;

entrando nella mail, sarà facile trovare e cliccare su “spedisci” mail, si aprirà sulla stessa finestra o su di un’altra finestra, a seconda del funzionamento della mail, la finestra sulla quale scrivere la mail, in pratica la pagina, un foglio in bianco sul quale scrivere la lettera, dove apporterete il destinatario della missiva e dove comparirà il vostro indirizzo mail, ad indicazione del mittente, quindi scrivete e spedite, in alto o in basso troverete delle opzioni, per inserire un allegato, foto, video o testi in formato pdf che voglite spedire ad esempio, oppure sarà una semplice lettera di cortesia, per gli allegati, cliccando su “allega”, oppure su di una semplice graffa disegnata, che le mail in diversa maniera indicano, si aprirà un’ulteriore finestra, nella quale si potrà scegliere dove andare a prendere il file da allegare cliccandoci sopra per evidenziarlo, quindi cliccando nuovamente per allegarlo, nel caso poi all’apertura di quest’ultima finestra il file non si visualizzi, significa che è di un formato non spedibile, verificare i file e all’occorrenza quando possibile modificarli in un formato spedibile;

Cliccare “spedisci” ed è fatta, per ultimo controllare in “posta inviata” se effettivamente la mail è stata spedita.

Alla prossima.

Nella foto: portalettere, statua situata sulla parete di Palazzo del Maino che volge verso Piazza Leonardo da Vinci a Pavia.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
24 marzo 2017 5 24 /03 /marzo /2017 23:34
Pianeta Nibiru: il mio contributo per il 2017 a Pavia
Pianeta Nibiru: il mio contributo per il 2017 a Pavia

Pavia, 9 marzo 2017, giovedì

 

Al Prefetto di Pavia

Erminia Rosa Cesari

 

 

Al Magnifico Rettore dell’Università di Pavia

Fabio Rugge

 

 

Al Presidente della Provincia di Pavia

Vittorio Poma

 

 

Al Sindaco del Comune di Pavia

Massimo Depaoli

 

 

Al Vescovo di Pavia

Monsignor Corrado Sanguineti

c/o Arcivescovado di Pavia

 

 

Al Sindaco [del Comune] di Cuveglio (VA)

Giorgio Piccolo

 

 

Al Sindaco [del Comune] di Duno (VA)

Francesco Paglia

 

 

Agli abitanti di Duno (VA)

e per free diffusion

 

Egregi Amministratori, la corrente comunicazione, felicemente tornato a Pavia, me medesimo Gennaro Gelmini la dedico alla divulgazione in maniera inesauribile, che si sono potute constatare 53mila scosse di terremoto colpenti l’Italia nel 2016, un anno geologicamente estremamente attivo, ben oltre un annuncio che ci tenga preparati al cambio climatico per tempo, che sono 18 anni che porto avanti le correnti comunicazioni e adesso che si è aggiunto un terremoto di 4.6° Richter in Svizzera il 6 marzo 2017, per spinta tettonica dall’Italia, è più che mai importante continuare a dover asserire che è per via del grande influsso gravitazionale del pianeta proveniente dalla denominata Nube di Oort della nostra galassia Via Lattea, il pianeta Nibiru, che ogni 3600 anni transita nel Sistema Solare, al perielio tra i pianeti Giove e Marte, che torna globalmente ad aumentare la sismicità sulla Terra assieme alle eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, uragani e tempeste, maremoti e onde anomale tsunami, veloci sbalzi di temperatura e pressione atmosferica, grandinate, frane, siccità, interferenze elettromagnetiche, cadute meteoriche e al tempo attuale sincronicamente numerosissimi segni premonitori, indicandoci così che una trasformazione radicale avverrà a breve, senza più attese e ad indicare ciò, la luce del Sole che inonda la Luna, sempre più spesso la zona ricoperta dalla luce della cosiddetta falce di Luna, appare quella inferiore, anziché quella laterale, ciò accade mentre continua pure l’alba e il tramonto sulla Terra ad assumere una colorazione arancio inusuale.

Per giunta si è potuto constatare che la spinta dall’Artico per il freddo che è arrivato fino in Italia, che ha causato varie tempeste, fa parte del cosiddetto effetto frigo, che sembra faccia freddo naturalmente, però è il discioglimento dei ghiacci artici che mitiga il surriscaldamento globale, effetto frigo il cui opposto è però conseguito nella liquefazione dei ghiacci artici fino alla piattaforma artica finora mai toccata e al susseguirsi stretto delle alte e basse pressioni, al seguito della caduta della neve e subitamente e del suo repentino discioglimento, si è sviluppata un’enorme frana a ridosso del paese di Civitella del Tronto, in centro Italia, sgretolando la sua frazione Ponzano.

Gli eventi geologici e climatici stanno subendo un aumento pressoché costante in relazione all’influsso di Nibiru, le eclissi di Sole, di Luna e transiti meteorici li rimandano con più forza di qualche settimana, incalzando comunque l’istante in cui nella primavera del corrente anno 2017 avverranno una gran mole degli eventi sopra riportati.

Troppo spesso si agisce soltanto su pericolo imminente, occorrerebbe quindi attendere news ufficiali che non arrivano e proprio per lo stesso uguale motivo si evitano di darne, ovvero, sia a sapere che a divulgare si attende, pensando sempre che si possa evitare l’inevitabile, meglio quindi prepararsi, un’acuta dedicazione alla divulgazione ci fa assumere una preparazione alquanto ferrea e in linea così a saperci gestire durante il momento nel quale occorre appunto essere preparati, attendere la rivelazione in un tempo sproporzionato, implica che da una parte mancherà la necessaria preparazione che altrimenti si sarebbe potuta ottenere, dall’altra preclude la possibilità a sviluppare una soluzione da porre a compimento della preparazione conseguibile, comportando un mancato adeguamento a ciò che sta comunque per accadere, me medesimo Gennaro Gelmini, abitante in Viale Valganna 216 a Varese, avente per email principale gennaro.gelmini@email.it , sito web http://gennaro-gelmini.over-blog.it , account su social network e 4 canali video, sono orgoglioso nel sapere che hanno detto di me che sono sbalorditivo nelle azioni, ovvero ho superato ogni barriera per far ritrovare una realtà inaspettata, sbalorditivo nella costanza con la quale mi dirigo, mai velocemente, sempre costantemente, ad una realtà tanto attesa quanto bistrattata, eppure sempre considerata.

I segni premonitori li abbiamo avuti e in luce e in ombra che siano, sappiate, ciò che ai più è incredibile si è pure sommato, saprete del Sangue di San Gennaro che ha mancato la liquefazione il 16 dicembre 2016, che siccome il Rito della Liquefazione viene officiato 3 volte l’anno, è evidente che un evento è imminente, entro questi stessi primi 4 mesi del corrente anno 2017, sappiate in più che una studentessa ha suonato la canzone le cui note sono dipinte nel quadro flammingo “Le Delizie”, che rappresenta i peccati capitali, in 500 anni mai suonata prima d’ora, capace di aprire le porte dell’Inferno e il 13° teschio di cristallo ritrovato in Cina, la cui leggenda narra che, quando si fossero ritrovati tutti i 13 teschi, sarebbe stata la fine, ovviamente per un nuovo inizio.

E ritornando indietro nel tempo, nel Mare Mediterraneo l’Isola di Malta è da quasi 2000 anni Cristiana, in quanto l’Apostolo Paolo, nel viaggio di deportazione a Roma, proprio nello stazionamento sull’Isola di Malta venne morso da un serpente e per miracolo rimase vivo, da allora i maltesi si convertirono e attorno all’anno 1000 respinsero quegli attacchi che consentirono una stabilità alla penisola italiana e all’Europa, mentre adesso purtroppo abbiamo il Gran Maestro dell’Ordine di Malta Mattew Festing destituito dall’incarico e ciò accade solamente poiché, per respingere l’avanzare di malattie come l’aids in Africa, avevano consigliato l’uso dei contraccettivi.

La rosa dei segni premonitori è vastissima, andremmo avanti molto a raccontarli tutti, questi segni si sono verificati nello stesso tempo, è possibile? E così è accaduto, occorre quindi farci un certo ragionamento, degli eventi nevralgici stanno per accadere e mentre si continua a divulgare, il tempo stringe, un corrente anno 2017 senza eguali.

Una lunga sequela di pensieri ci arrovellano, la certezza di non essere mai stati soli, difatti considerando che la nascita delle lingue antiche avviene in Medio Oriente e che la lingua greca mantiene in sè quelle espressioni delle lingue arcaiche e che dal Greco discende il Cirillico delle lingue est europee e russa, esistendo una traduzione fonetica per ghe, non per g, in tal modo una g può essere tradotta z e scambiando la s con la u, già da tanti anni ho avuto modo di trovare un’analogia tra i nomi Zeus e Gesù, in pratica una prova che non siamo mai stati lasciati soli, soltanto un poco siamo rimasti soli, per imparare a camminare come si dice e al ritorno delle Creature extraterrestri, chiamatele pure coi nomi che la cultura ha insegnato, torneranno a popolare le terrestri valli, torneranno sul pianeta Terra dalle cavità abitate dei loro rispettivi pianeti e ne saremo felici e mai più soli, mai più una vita da estranei e concorrenti l’uno contro l’altro.

Oggigiorno si critica ciò che non si conosce col solo presupposto di averlo conosciuto troppo, Medjugorje è un esempio, che finché non si è toccati, tutto bene, adesso però che i veggenti hanno riferito al Clero di Roma della trasformazione che attraverserà il Mondo intero, le critiche non si sono fatte attendere, senza contare che a saper vivere la religione, occorre pure sapersi aspettare un provvedimento da parte delle Divinità tanto osannate a ravvedimento per un’Umanità screanzata, che ha distrutto se stessa tramite giochi squallidi della mondanità.

Ricordo, tornando indietro nel tempo, di quando nella primavera dell’anno 2001 Autorità ecclesiastiche dissero che l’inferno non poteva esistere, in quanto terribile da immaginare, poi l’inferno l’abbiamo vissuto ugualmente con l’11 settembre 2001, che per le vicissitudini del tragico fatto storico, a voler minimizzare la religione, si pagano le conseguenze, per colpa di chi, ritenendosi senza regole, si sente liberamente spinto a compiere ogni sorta di male.

Allego, per le consegne ai titolari Amministratori, la lettera al Presidente della Regione Liguria del 28 dicembre 2016, le 3 lettere ai Ministri di Governo e ulteriori distinte Autorità, consegnate a Roma il 26 settembre 2016, il 25 luglio 2016 e il 15 gennaio 2016, la lettera al Presidente della Provincia di Varese del 31 maggio 2016 e la lettera al Prefetto di Bologna del 22 marzo 2016; Distinti Saluti.

 

Pavia, 9 marzo 2017, giovedì

In Fede

Gennaro Gelmini

 

 

 

Gennaro Gelmini, Viale Valganna 216, 21100 Varese, telefono fisso 0332232143, mobile 3407077946

e-mail gennaro.gelmini@email.it - sito web http://gennaro-gelmini.over-blog.it 

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito