Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
30 settembre 2015 3 30 /09 /settembre /2015 22:14
Energia dalle eclissi e avvistamenti UFO

Una grande energia pervade questo periodo, trascorsa l’ultima eclissi di Luna il trambusto è tanto.

Un periodo conclusivo di un mucchio di eclissi, perché proprio nel 2015 abbiamo avuto molteplici di questi fenomeni, altri anni notoriamente di meno.

L’ultima eclissi, quella di Luna, tra il 27 e 28 settembre 2015, un’eclissi totale, Luna rossa, come non accadrà fino al 2033, con una parentesi, ma non come questa avvenuta, solo parziale, nel 2017, eppure di eclissi ne avremo, l’energia viene presa e viene rilasciata, una grande energia arrivata su questo Mondo chiamato Terra, serve!

In questo gran portento di eventi, l’avvistamento UFO certo non poteva mancare, ce ne sono tantissimi per nostra buona sorte, nel comune di Monterusciello, in provincia e a 10 Km in direzione ovest, rispetto Napoli, non lontano dal famoso Antro della Sibilla di Cuma, si è osservata una Croce in cielo, ciò che si è notato essere realistico è dato pure dal grande turbinare di numerose sfere di luce mentre avviene l’evento, chi ha negato l’avvistamento come veridico non ha quindi l’alibi del timore di essere deriso, piuttosto per noi un grande segno nel cielo.

Ognuno può avere il suo segno, evidentemente nei momenti più consoni, affinché il richiedente non corra pericoli, poiché a dare speranza è una moltitudine di individui, perché chi non ha speranza è comunque svantaggiato, tra tasse e lavoro che non c’è, in un periodo del genere la svalutazione di cose e persone non ha effetto, semmai affetto, sempre che ci sia, altrimenti affetto il Pandolce ligure che ho comprato al mare a Rapallo, scusate l’avventatezza delle parole, ci stava quest’animo poetico, presto tratteremo di importanti note tecniche, pure di antichità.

Nella foto: tramonto rosso fuoco alla stazione Centrale di Milano, Italia.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
27 settembre 2015 7 27 /09 /settembre /2015 21:19
I seen Planet X Marduk September 19, 2015

Nibiru, I seen. From Cava Manara by Gennaro Gelmini. With video example in 6 languages and clear to everyone. Con video esemplificativo in 6 lingue e chiaro a tutti, da Cava Manara, paese della provincia di Pavia, regione Lombardia, Italia, me medesimo Gennaro Gelmini, ho visto il two Sun con Nibiru, Planet X, Marduk, il 19 settembre 2015.

Cava Manara è conosciuta per un crop circle, cerchio nel grano, formatosi l’8 giugno 2013, il mio transito è avvenuto in treno, proveniente da Rapallo in Liguria e guardando la bellezza del fiume Po, conosciuto universalmente anche col nome di Eridano, mi sono imbattuto nella visione del pianeta Nibiru, per la home version trovate il video sopra il testo, sotto la foto, per le versioni in collegamento light trovate il video al titolo “Nibiru two Sun 19 settembre 2015” al link https://www.youtube.com/watch?v=5oY0sCfL99A tra i vari nei quali è postato.

Buona visione.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
24 settembre 2015 4 24 /09 /settembre /2015 22:24
Piramidi in Italia a Varese

Sulle antiche civiltà, risalenti tra il 12000 e il 5000 Avanti Cristo, ciò che non conosciamo è dovuto pure al fatto della risicata documentazione su roccia o carta pergamena che sia, infatti ai tempi l’analfabetismo era prassi, soltanto i Regnanti, i Sacerdoti e gli scribi, ovvero chi riportava gli scritti, al più conoscevano la scrittura, sapevano leggere e scrivere.

Pure in considerazione di ciò, dovendo aggiungere la piaga della schiavitù, al tempo attuale mascherata attraverso il denaro, senza il quale manca la sussistenza, ci rimane poco da sapere, la storia ufficiale racconta di popolazioni sparse abitanti in capanne, tutt’al più nomadi, avvalendoci quindi di quel motivo di ricerca che ci spinge alla conoscenza, ricordando, tra i tanti fatti che mi tornano in mente, che l’ammissione dei dinosauri e della traduzione della scrittura egizia, geroglifico, ieratico, demotico, è risalente appena al XIX secolo (1800), ugualmente la difficile interpretazione di montagne a forma piramidale nel territorio a nord della città di Varese, spinge ad immaginare a qualcosa di più che naturale, c’è la mano dell’uomo, anzi, di giganti.

A nord della città di Varese, in Valganna, sopra l’abitato di Ganna, c’è un piccolo paesino sopra la montagna che vediamo nella foto, il Monte Mondonico, dove il terreno è talmente stabile, da permettere all’erba sottostante i tralicci e fili dell’elettricità ad alto voltaggio, di rimanere in crescita sempre verde come in un campo da golf, è il paese di Mondonico appunto, al di là della cima, frazione di Valganna, paese da non confondere con Viale Valganna, dove abito, che fa parte della città di Varese, in direzione della Valle Valganna, come è proprio sovente d’oltralpe unificare il toponimo a valle.

Come ci è dato sapere, il pianeta Terra ai tempi del Diluvio Universale era un territorio quasi, almeno quasi, uniformemente pianeggiante, ecco il motivo per il quale l’alluvione sommerse ogni territorio, cioè, in realtà, sommerse ogni territorio pianeggiante, quindi qualcuno poteva salvarsi sopra le piramidi, sul cucuzzolo l’acqua non poteva arrivare, immagino che così fecero in quel che si chiama Mondonico, anche lì, sopra la piramide, ci si poteva salvare.

Paese che qualcosa in mente fa venire Mondonico, comunque, continuando il nostro discorso, diciamo che, tra i trascorsi del pianeta Terra, esiste quello di una civiltà intelligente, esistente tra il 12000 e il 6000 Avanti Cristo, una civiltà antidiluviana, cioè appunto esistente prima del Diluvio, che possedeva pure una tecnologia non tramandata, per questo persa.

Il nome Mondonico possiamo farlo risalire a “Vincitore del Mondo”, cioè che ha vinto il Mondo, ovvero ha superato il Diluvio Universale, difatti troviamo i suffissi “Mondo” e “Nico”, come Nike, ovvero la Dea Vittoria.

Naturalmente la scienza ufficiale, al momento, respinge ogni genere di questi studi sul passato senza nozione storica, ricapitolandole alla mitologia, eppure non c’è nulla di male ad ammettere che il nostro trascorso di predecessori abbia qualche clamoroso risvolto, io lascio uno spunto.

Continua alla prossima puntata.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
18 settembre 2015 5 18 /09 /settembre /2015 15:38
Sciame sismico in Cile settembre 2015

Nella ciclicità degli eventi geofisici e alluvionali, troviamo una conferma, successivamente a molteplici alluvioni, nel nuovo sciame di terremoto che ancora oggi 18 settembre 2015 con un massimo di 6.4° Richter sta scuotendo e scuoterà in America Meridionale il Cile, con inizio ieri 17 settembre 2015 con un terremoto di 8.2° Richter, preceduto, dall’altro capo dell’Oceano Pacifico, da 2 scosse di terremoto in Indonesia di 6.3° Richter e a Papua Nuova Guinea di 6.1° Richter il 16 settembre 2015, con in Indonesia il verificarsi degli stange sounds, appunto degli strani suoni provenienti dal ventre di madre Terra, un segno che la scienza nega, a cui noi crediamo.

Esiste una ciclicità fisica, per ciò che si vede sta capitando e ciclicità spirituale, sempre osteggiata dal materialismo.

Non ha mai potuto trovare conferma scientifica, per la difficoltà di essere comprovata, una connessione per le faglie tettoniche, che possono essere incoraggiate nello scorrimento, con la fluidicità dell’acqua dell’acqua penetrata in esse, pure questo spiega la ciclicità degli eventi, che anche negati, pure con invito tentando di tornare ogniqualvolta alla normalità e tra alti e bassi, un aumento della cadenza con la quale avvengono, richiamandosi così ad una miscellanea di negazioni da parte della scienza, in cuore nostro credute, pure all’esistenza del pianeta Nibiru col suo enorme influsso gravitazionale, uniformemente diretto al Sistema Solare, quindi pure al pianeta Terra.

In aggiunta, il tanto richiesto oroscopo, con l’entrata di Saturno nel segno del Sagittario oggi 18 settembre 2015, elencato al 19 settembre 2015 in quello mio al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/2015/08/oroscopo-mensile-settembre-2015-con-transito-di-saturno.html ha motivo di dirsi azzeccato, i Greci ci donarono un metodo per scrutare il futuro, che è ben consolidato.

L’evento iniziale è triplice, si parte con un terremoto di 8.2° Richter in mare a largo delle coste del Cile, con lo scatenamento di uno tsunami con onde alte 4 metri almeno e pure, non di meno, l’inizio dell’eruzione per un vulcano, il Copahve, sulla catena montuosa delle Ande cilene.

12 le vittime finora accertate, mentre si è momentaneamente cercato di evacuare un milione di abitanti sulla costa oceanica, lasciando le proprie case, causa onde anomale; gravi i danni, in corso di verifica.

Nella foto: muro fessurato, con capitello.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
17 settembre 2015 4 17 /09 /settembre /2015 21:50
Quando la tecnologia che si stufa si ripara da sola

3 giorni di silenzio del telefono cellulare: in questo tempo, con la velocità di un bradipo, ho cercato di andare a ripararlo, domenica mattina si era bagnato durante l’ennesima alluvione, domenica sera un segnale sonoro e sul display un simbolo di attenzione, aveva decretato la fine del telefonino, addirittura, siccome era in ricarica elettrica, si era scoperchiata la parte conclusiva del filo del carica batterie, a segnare un colpo improvviso, come di cortocircuito, le parti colpite erano però integre, nessuna alterazione, nemmeno qualcheduna interna al telefonino.

Arrivato il lunedì, 14 settembre 2015, mi sono ritrovato con tanto daffare e come sappiamo, che spesso al mattino a negozi chiusi, volevo prima tentare di capire l’eventualità che fosse la pila del telefonino ad essere andata in tilt, mi sono quindi recato al lunedì pomeriggio in un grande centro commerciale come tanti, ma quanto era lungo, un chilometro? Non proprio, non un record, che forse il record, almeno in Italia, è detenuto da un centro commerciale di Siena, chissà, forse, perché è talmente grande che i Senesi, ovvero gli abitanti di Siena, ne utilizzano le scale mobili per collegarsi dalla stazione bassa dei treni e bus, alla città antica, permettendomi così di fare pure un video durante una sosta dei miei interminabili viaggi.

Comunque ero lì a camminare e la pila non l’avevano, piuttosto telefonini nuovi da comprare e io che sono un tipo programmato, cercavo la pila senza distogliermela dal pensiero, gli ultimi ritrovati tecnologici, ammalianti di 1000 colorazioni, non mi interessano, le nuove applicazioni le scarichi quando vuoi, ho idee fisse, la pila.

Così arrivati a martedì, mi hanno programmato una giornata di preghiera e pregando siamo arrivati fino al pomeriggio, prepararsi, uscire, i negozi già chiudevano che era già l’orario di cena, non importa, una fotocopia di un mio documento consegnata ad un amico presentatomi e suvvia, almeno ho comprato l’uva, le pesche, i limoni, poi, tornato a casa, cena.

Nel dopocena scopro che hanno detto che è stato arrestato un mese addietro un 15enne che pianificava un attentato a Papa Francesco durante la visita pastorale negli Stati Uniti d’America dal 22 al 27 settembre 2015, la notizia è stata diffusa dai servizi d’intelligence USA soltanto adesso, valendo eccome la preghiera fatta in giornata.

Pensavo di fare come nel secolo scorso, impianti elettronici non più funzionanti per colpa dell’acqua, distaccati dal circuito elettrico, lasciati a riposo, tal volta tornavano a funzionare, difficile dirlo con le nuove tecnologie, perché talmente tanto avanzate, che gli impianti sono alquanto delicati, non è però sempre vero, tolta la pila dal telefonino, arrivati a mercoledì sera, dopo 3 giorni esatti senza funzionare, riattaccando la pila nell’ennesimo tentativo, il telefonino è tornato a funzionare tal quale come prima.

Pensiamo un po’, nel frattempo c’era chi mi aveva cercato e non trovato, riuscendomi però a contattare su telefono fisso, quello del quale mia madre fa da segretaria senza mai essere pagata, tutto bene come alla NASA, che chissà quanti pensieri, sappiamo, hanno e dicono sommariamente che va tutto bene.

Così siamo tornati ad andare avanti, spendendo zero Euro, è valsa perdere tempo per risparmiare denaro, con lo zio che discuteva su cose infinitamente inutili, oppure utili, a seconda dei casi, pure risparmiando denaro, tempo certamente no.

Tra i vari ricordi, una villa presa in affitto da un altro mio zio nel secolo scorso a Mondragone, paese della provincia di Caserta, Campania, Italia, andandoci a scroccare una vacanza e nel momento nel quale per compito scolastico dovetti disegnare un tempio greco, cullato dalla tranquillità, mi addormentai a disegno ultimato nei tratti con la matita, mancando soltanto di colorarlo.

Al mio risveglio ritrovai che il disegno non era più lo stesso, il tempio greco era diventato una discoteca, colonne alla pop art, la new age di un condono edilizio, autori i miei cugini che avevano modificato il disegno seguendo i loro pensieri, il tempio greco con colonne, antico di millenni, era diventato la discoteca “Le Colonne”, con annessi bungalow a capanna.

L’atmosfera l’aveva pure risvegliata uno dei miei cugini col suo stereo, funzionante con le famosissime per noi cassette musicali a nastro, senza degnarsi di affaticarsi pigiando sul tasto play e sul tasto off per accenderlo e spegnerlo, occorrendo più semplicemente dargli un colpo secco sui letti per accenderlo e spegnerlo, poiché l’impianto era difettato nel collegamento, intanto svegliava meglio di una sveglia digitale.

E che gli porto alla professoressa?

Alla domanda su quanto spenda Gennaro Gelmini per i suoi viaggi, la risposta è semplice, me medesimo risparmio sempre, non spendo nulla, certo che poi posso avere il denaro per uscire di casa, pure domenica scorsa, cosa ero andato a fare fuori casa? Mi sono recato in lavanderia a colorare 3 pantaloni blu che si erano scoloriti, il risultato è stato un risparmio di 61 Euro, ovvero, facendo un po’ i conti, risultando 25 Euro per ogni pantalone risparmiato dal comprarlo (ci sono anche quelli da 10 Euro al paio, io li ho provati, ma siccome cammino molto, ho notato che rilasciavano il colore e si rompevano in fretta) e sottraendo il prezzo per il colorante, per il sale da aggiungere e per la lavanderia, con 2 lavaggi, uno per mettere il colore e un altro per fare si che il colore non lo rilascino, si arriva appunto a 61 € risparmiati, ritrovando pure la parte di copertura del filo per la ricarica che si era staccato, riattaccandola perfettamente ad incastro, così mi rimane il denaro per poter uscire di casa.

Nella foto: messaggio nella metropolitana di Milano.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
14 settembre 2015 1 14 /09 /settembre /2015 22:23
A motivo di non demordere allo studio su alluvioni e terremoti

Val di Nure e Valtrebbia in provincia di Piacenza, Italia, l’acqua dell’alluvione di questo metà mese di settembre 2015 ci riporta alle valli dei fiumi Trebbia e Nure, a ridosso del fiume Nure, percorsi fino a San Giorgio Piacentino un molto apprezzato itinerario, adesso più a valle, scese le colline dell’Appennino Piacentino, in frazione Fossadello di Roncaglia (PC), case e strade sventrate dalla piena appunto del fiume Nure.

Mentre la stessa alluvione sta colpendo anche la Liguria, con una tromba d’aria sul versante di levante della Provincia di Genova e il Trentino Alto Adige, oltreché all’estero la Francia.

Molto importante rammentare pure lo sciame sismico che ha colpito, iniziando nella notte tra sabato 12 e domenica 13 settembre 2015 il Golfo di California, Messico, nella nozione di quanto ne accadano tante anche nel weekend, 5 scosse di terremoto tra i 5 e i 6.6° Richter e oggi 14 settembre 2015, ulteriori 2 scosse di terremoto di 4.7° Richter in Nevada (Stati Uniti d’America) e di 4.9° Richter a Panama, senza danni, per gli epicentri in mare.

Tra ieri e l’altroieri 12 – 13 settembre 2015 pure l’Italia è stata percorsa dal terremoto, con un leggero 3.7° Richter nella regione Toscana a sud di Firenze, utile allo studio sismico, come per lo studio sulle alluvioni per quanto sopra scritto.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
13 settembre 2015 7 13 /09 /settembre /2015 08:48
Quell'aereo può volare fino in Norvegia

Ci è dato sapere che hanno comprato un nuovo aereo A330 per i viaggi diplomatici governativi qui in Italia, ho scritto questo articolo spinto dal fatto che l’aereo in questione, il cui modello è rappresentato nella foto sopra, può compiere viaggi a lunga distanza senza scali per rifornimento di cherosene, un fatto che mi riporta alla possibilità di collegarsi fino in Norvegia, dove numerose testimonianze parlano di bunker sotterranei vastissimi, possibilitati ad ospitare moltissime persone.

Nei bunker ci ritroveremmo con persone che non conosciamo, sottoterra abbiamo bisogno delle uscite, che non devono essere ostruite e c’è da tenere in conto che alcuni gruppi, per mantenere la salvaguardia e per tentare di mancare ahimè a far sapere l’ubicazione del sito, possono optare a mantenere chiuse le uscite temporaneamente, con un timer che le riapra dopo un certo tempo, intanto la mancanza di un’uscita non ci fa garantire che successivamente si potrà uscirne.

Invito a desistere a prendere parte ad operazioni delle quali non conoscete effettivamente l’esito, è quando c’è più bisogno che occorre essere presenti, a Roma come altrove.

Oggi 13 settembre 2015 c’è un’eclissi parziale di Sole, questo non pregiudichi il nostro operato, non ci influenzi.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
12 settembre 2015 6 12 /09 /settembre /2015 15:27
Ciò che va bene e ciò che va male

Alla continua pubblicazione di news, si antepone il poco spazio per raccontarvi dei popoli antichi che abitavano questi stessi luoghi del circondario di Varese, Italia, mostrandovi chiaramente in fotografie ogni logica esistenza.

In questi giorni nuvole addensatesi sull’Oceano Atlantico, formatesi dall’enorme evaporazione dell’acqua nei precedenti giorni di arsura estiva, si sono scaricate tra la Spagna e l’Italia, causando alluvioni e grandinate; a Napoli una grandinata con chicchi enormi, finendosi di scaricare l’immane nubifragio sulle regioni Calabria e Sicilia.

Le improvvise piogge, scroscianti come non mai e il terreno frana in molteplici luoghi, le frane isolate assumono poca importanza, meglio così, quelle nei centri abitati e che interessano strade di comunicazione, lo scalpore lo fanno per quel tanto che occorra destreggiarsi, però un rapido ripresentarsi degli eventi è emblematico del cambiamento.

La Borsa Valori di Milano ha perso il venerdì della scorsa settimana 4 settembre 2015, il 3,8%, un fatto che non ricordo prima avvenuto in una sola giornata.

Un grande battibecco è acceso da quando si è discorso di meteore, i video su internet a tema sono moltissimi e postillano September 2015, intanto in data 1 agosto 2015 un meteorite è caduto in Iran, in data 13 agosto 2015 un meteorite è caduto in Norvegia, in data 7 settembre 2015 un meteorite è caduto in Tailandia, nel frattempo che Libano, Giordania, Israele tempesta di sabbia senza precedenti.

Inoltre energia dal cosmo!

La trovo e provo su me stesso, ho un’energia donata!

La Terra è logico, riceve gli influssi dallo spazio e che questi influssi siano aumentati, l’ho appurato appunto su me stesso, non crederci non cambia il procedimento di sviluppo che stiamo vivendo, dal 3 settembre 2015 questa energia ha permesso di continuare a migliorarmi, in attesa.

La torre, quella di Belvedere scelta per il video sul tempo della conoscenza (time of knowledge), un luogo positivo per un video positivo, energia positiva.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
8 settembre 2015 2 08 /09 /settembre /2015 19:15
Oroscopo per il mese di ottobre 2015

Venere entra in Vergine dal 9 ottobre 2015 e assieme a Saturno stabile in Sagittario sa donare forza ed emotività, mentre il Sole entra in Scorpione il 24 settembre 2015, luce a passare al setaccio l’oscurità.

La luna è piena nel segno dell’Ariete in data 8 ottobre 2015 e nuova in Scorpione a cavallo tra il 23 e il 24 ottobre 2015.

Congiunzione di Marte con Giove nuovamente il 18 ottobre 2015 in Vergine.

Saturno ha sortito i suoi effetti assieme a Venere, Marte e Giove lavorano a sostenere nel complesso i risultati, Buon mese di vendemmia.

Grande forza d’iniziativa, idea e fattibilità, questo l’oroscopo per il mese di ottobre 2015.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
6 settembre 2015 7 06 /09 /settembre /2015 09:07
Mistero di una Roma sotterranea underground

Non c’è niente di ciò che non si può vedere, altro che non c’è niente, facile, per quanto si possa vedere, certo che non c’è niente di più, a Roma ogni cosa è normale, antica o moderna che sia, di ciò che si può vedere!

Mi sono recato molteplici volte a Roma e per esperienza diretta vi racconto quanto occorra avere affinità, per abbracciare il mistero.

Partiamo dalle catacombe di Roma, dal nome di uomini e donne Sante che prendevano a cura il seppellimento dei confratelli trapassati, quelle di San Callisto hanno più livelli, uno sotto l’altro, dei quali solo il primo livello superiore è visitabile e per poterlo essere, significa pure che i livelli sottostanti non sono a rischio crollo, sono più di 60 le catacombe di Roma, alcune non visitabili, altre parzialmente, con pure si racconta, che ce ne siano con 6 livelli sotterranei e mentre una parte più recente, di epoca Cristiana, è spesso visitabile, sono rari gli esempi di catacombe di epoca Pagana visitabili, una mancanza di rilievo, una parte di storia che rimane distolta dal nostro sguardo e ciò succede pure a Villa Torlonia e Villa Randanini, sempre presso Roma..

Chiaramente, qualcuno ha visitato quei livelli alle Catacombe di San Callisto, la cui entrata rimane sbarrata, tra questi c’era la mia guida turistica, una giovane cicerona che inizialmente era dubbiosa a scendere sola assieme a me nelle catacombe, giacché era appena iniziata la primavera e la massa di turisti era ancora al rullaggio.

Era meriggio, primo pomeriggio, i turisti, spesso stranieri, erano ancora a mangiare in pizzeria, nessuno presente, quindi capendo che io ero interessato unicamente alle catacombe, ci addentrammo nel buio a visitare le tombe, vario il simbolismo che trovammo, il pastore, il pesce, l’ancora, a testimoniare nascostamente che erano Cristiani, perché essendo perseguitati, non potevano ammetterlo pubblicamente.

Arrivati ad un punto molto recondito del luogo, la guida mi chiese se non mi mancava l’aria, non mi mancava e continuammo, trovando in un giro di cunicoli curvo e disadorno, l’entrata ai livelli sottostanti e pure una parte del primo livello che stavamo visitando, non accessibile, la guida mi disse che era per colpa della strada, che spingeva sulla sottostante struttura catacombale, mentre in quel momento un’altra guida ci apparve, fuoriuscito da un altro cunicolo, a formare un trivio col nostro, chiedendo alla mia guida se avesse visitato quella parte sottostante e lei gli rispose di si, difatti a taluni è fatto modo di visitarle, occorre una specifica autorizzazione che quasi sempre viene negata; quel si della mia cicerona mi parve un si ricco del conoscere che qualcosa di molto importante si celava in quel luogo, mi sembrò pure che quell’altro cicerone avesse annuito a qualcosa di troppo interessante, la mia guida finì ogni discorso e mi riportò da dove eravamo partiti.

Sembrava domandarsi come mai non l’avessi proprio guardata, lo scoprirà un giorno, magari leggendo il giornale, in un giorno nel quale tutte, ma proprio tutte le cose nascoste, verranno alla luce, nessuna esclusa, il mistero attende di essere scoperto, per il momento ciò che mi interessa, ciò che avevo intuito, è che lì sotto esiste un mondo Pagano e come sappiamo, la storia viene scritta dai vincitori di ogni tempo, anche per questo dei periodi precedenti, non sempre si trova interesse e a chi questo interesse lo trova, gli viene negata la visita.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito