Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
22 ottobre 2015 4 22 /10 /ottobre /2015 21:45
Dal 29 ottobre al 24 dicembre 2015 portale di Aldebaran

Ho avuto modo di scrivere di influssi, energie e il momento è quello giusto! Dal 29 ottobre al 24 dicembre 2015, la prima e la seconda occultazione della stella Aldebaran da parte della Luna, la prima nella notte tra il 29 e 30 ottobre 2015, la seconda nella notte tra il 23 e 24 dicembre 2015.

L’occultazione della Stella Aldebaran avviene all’inizio del riposo invernale di Madre Terra qui nell’Emisfero Boreale del pianeta Terra, oggi per la scienza non significa nulla, per la società misterica ha un forte significato astrale da unificare ai movimenti di novembre del Sole, Mercurio e Nettuno, il Sole che entra nel segno del Sagittario il 22 novembre 2015, Mercurio che compie l’ingresso sempre in Sagittario il 20 novembre 2015 e Nettuno in Pesci che da retrogrado, torna in moto diretto dal 18 novembre 2015, gli esperti sanno che il Sole è l’astro guida, la stella, Mercurio porta guadagno, sistema situazioni economiche donando una risposta alle vicissitudini e Nettuno, piccolo e dal moto lento, consolida le faccende a tempo debito.

Novità quindi, che fin qui ci ha portato la costanza ad evitare di sbranarci a vicenda, abbiamo messo l’Amore davanti all’odio, semmai almeno col rispetto vicendevole non sempre corrisposto, ma corrispondente, seppure a vicenda alcuni consigli non li abbiamo mai ascoltati.

Interessante da leggere anche un link precedente, cliccando a questo indirizzo: http://gennaro-gelmini.over-blog.it/2015/10/eclissi-celtica-la-luna-occulta-aldebaran-29-ottobre-2015.html .

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
18 ottobre 2015 7 18 /10 /ottobre /2015 22:37
Amore e tramonto colore cobalto

Per un momento fermi a contemplare, tramonto colore cobalto di fronte a noi, impercettibile chiarore sui grattacieli, nati per espandersi verso l’alto, pur tuttavia senza mai riuscire ad arrivare all’altezza massima.

Il cielo è sempre più alto, a contemplare l’ingegno umano, un cubo, due cubi più alto, tre cubi, quattro cubi più alto, eppure in una vita intera l’Umanità ha saputo superarsi, erigere oltre più, oltre tutto ciò che è stabilito, rimane soltanto da conoscere l’Amore Divino, quello che ci è stato semplicemente sottratto a favore del materialismo, ovvero spendere in ciò che di superfluo potevamo ottenere, lasciando nell’impossibilità chi cercava oltre queste parvenze, perché di vendibile e comprabile ci sono soltanto i beni materiali, mancando nello scaffale delle risorse l’incomprabile, perché per fare Amore si necessita del valore del 2, due esseri viventi esenti dall’acquisto.

Così, nell’impossibilità di venderci l’affetto, ci hanno venduto tutto ciò che poteva indirizzarci all’affetto, , dicendo che se avevamo dei beni materiali, avremmo anche potuto trovare l’Amore, senza ammettere che si possa finire in una strada deserta.

Amore e tramonto colore cobalto, ciò che si cerca, per trovarlo, occorre anche che ci sia, fermarsi al cartello “not for sale”, cioè “non in vendita”, non significa che non ci sia, ma più semplicemente che sia gratis, per trovare l’Amore occorre uscire dagli schemi fissi, pregiudiziali, che ce ne sono a bizzeffe.

Occorrerà presentare quali siano gli impicci che ostruiscono alla riuscita del compiersi delle gesta di immane bontà, qualcuno lo farà prima di noi, spianandoci la strada, liberi dalle angosce, tramite la conoscenza di ciò che è essenziale alla vita.

Nella foto: il centro direzionale di Milano al tramonto, oggi 18 ottobre 2015 alle ore 18:50.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
17 ottobre 2015 6 17 /10 /ottobre /2015 23:48
Eclissi Celtica: la Luna occulta Aldebaran 29 ottobre 2015

E non poteva mancare qualcosa di ancestrale, tramandato oralmente negli abitati sulle colline prospicienti il Lago Maggiore, Laveno Mombello, negli alpeggi di Brenna Monteggia, Casere e Vararo, a Luino città e negli abitati di Dumenza, Agra e Val Veddasca al di fuori di internet, la prova di ciò di cui scrivo a Piero, che è il nome di un alpeggio della Val Veddasca, dove un masso coppellato, rubato un decennio addietro, segnava un esatto momento del cielo, con le stelle ben disposte.

La notte tra il 29 e il 30 ottobre 2015, badate bene, la Luna occulterà Aldebaran, il nostro Satellite occulterà una Stella; questo articolo è basato sulla tradizione orale, la quale vuole una dedicazione di tempo, cioè, successivamente alle eclissi, ben 5, che si sono succedute, una eclissi prima del tempo della purezza che si accinge ad arrivare, un’aggiunta ancestrale, la sesta eclisse, un’eclissi Celtica, un’eclissi Ancestrale, se vogliamo.

I calendari:

semplicemente, anticamente l’anno iniziava con il riposo della Madre Terra, l’inizio, successivamente cambiato al pieno inverno; legati alla terra, era naturale iniziare dall’inizio, dal riposo delle stagioni, l’occultazione della Stella Aldebaran avviene proprio all’inizio di questo tempo, la fase di riposo appunto della Terra, riferita al nuovo che arriva.

L’energia delle eclissi darà la sua azione nel seguitare l’avvenimento, energia novembrina, siccome avviene a fine ottobre e novembre 2015 sarà ben dedito a questo genere di energie dallo spazio, ulteriori risultati a breve.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
17 ottobre 2015 6 17 /10 /ottobre /2015 16:21
Rarità possibile: il pianeta Nibiru visibile in Pianura Padana

I pomeriggi nuvolosi non possono riuscire per sempre, ciò che rende questo articolo promettente è il continuo vociare collettivo, che i cosiddetti, come dicono, cani solari, sono in aumento, mentre io, dal canto mio, vedo tramonti di luce arancione, significativi.

Pavia, Novara, Varese, ho notato che da rarità, c’è questa possibilità, io l’ho avuta, l’altro giorno mi trovavo nella campagna di Varese che degrada verso il lago e la foto sopra, seppure col tempo nuvoloso, mostra tra le nubi quel bianco, giallo, arancione e rosso che ricorda i colori del Sole e di Nibiru assieme, ritenendomi sulla buona strada nell’osservare il pianeta Nibiru, argomento precedentemente trattato pure al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/2015/09/i-seen-planet-x-marduk-september-19-2015.html in un articolo con video.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
15 ottobre 2015 4 15 /10 /ottobre /2015 11:44
Schiaparelli e la cover-up dei canali di Marte

Riferendomi a ciò che è successo a Giovanni Virginio Schiaparelli, astronomo scopritore dei canali di Marte, la storia insegna, c’è modo e modo di avere ragione o torto, perché capita che dal torto, più recenti studi diano ragione.

Scoperti nel 1877, Schiaparelli ipotizzava che i canali fossero una costruzione artificiale, reputandosi affidabile col sostegno di astronomi tra i quali l’astronomo statunitense Percival Lowell, ricco imprenditore che per passione investiva in costosi telescopi che si faceva costruire e di lì a poco gli animi erano struggenti, c’è vita su Marte!

All’improvviso però l’allora rinomato studioso Vincenzo Cerulli rimproverò Schiaparelli, sostenendo che i canali di Marte fossero soltanto un’illusione ottica, cosicché Giovanni Virginio Schiaparelli si scusò, dando ragione a Vincenzo Cerulli e questa è una a dir poco imprecisione che ha resistito per 138 anni, facendo generalmente scaturire dubbi riguardo la vita nell’Universo, finché in quel dì 28 settembre 2015 la National Aeronautics and Space Administration (NASA) ha ammesso di avere scoperto l’acqua nei canali del pianeta Marte!

Ciò che è accaduto coi canali di Marte ci fa riflettere che la verità non può essere soltanto quelle riferita, tante cose cambiano, finché un giorno, acquisendo ognuno la capacità di leggere nel pensiero, scopriremo una realtà dei fatti che non potrà essere confutata.

In questa spicciolata di informazioni è logico che si controbatta, chi non sa vuole sapere, tra chi sa, c’è chi vorrebbe rimanere l’unico tra i presenti, ovvero, mi spiego meglio, tante persone temono che una civiltà avanzatissima rischi di oscurare la nostra, inoltre non si sentono amati se non sentendosi gli unici amati, ma qui non si tratta di amore da corrispondere, si tratta di amore fraterno, quello che si può donare a tutti, non c’è quindi bisogno di essere gli unici amati, io ci credo.

A presto.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
11 ottobre 2015 7 11 /10 /ottobre /2015 15:09
Ciclone stazionario sul Mare Mediterraneo

Il ciclone continua la sua avanzata nel Mare Mediterraneo, dapprima colpendo la Spagna con le Isole Baleari, l’Italia con la regione Sardegna, poi la Francia, adesso al sud, in Campania e Sicilia tra ieri e oggi 11 ottobre 2015 ed è atteso sul contiguo Mare Adriatico, dove acque troppo calde per il periodo autunnale e vento freddo creano vulnerabilità atmosferica, normalità sempre più difficile da dichiarare di fronte ai considerevoli cambiamenti climatici, mentre una cappa di nuvole tenta comunque di evitare che sull’Adriatico si scateni il peggio, perché tramite la loro presenza i raggi solari che colpiscono l’acqua di mare sono attutiti e pure l’aria rimane più fresca, mancando così la forza diciamo motrice al ciclone, data appunto dal surriscaldamento.

Il ciclone ha compiuto una sferzata all’ingresso nel Mare Mediterraneo, dall’Oceano Atlantico, dove era nato; così, imbattibile per forza, in Spagna, in Italia, come in Francia, non ne ricordano uno uguale (poi naturalmente confuteranno).

Nel suo avanzare, che avviene in questa prima metà del mese di ottobre 2015, il ciclone ha colpito la Costa Azzurra, piuttosto che la costa ligure o toscana, poiché in Liguria e Toscana già si era abbattuta una mareggiata nella metà del mese di settembre 2015, la foto sopra infatti si riferisce alla mattina del 19 settembre 2015 in Liguria,  che inquadra un tronco d’albero dalla forma di un orsacchiotto, quando i volontari, soprattutto studenti in quel momento a scuola e negozianti impegnati al loro lavoro, non erano riusciti ancora a ripulire le spiagge da canne di piante palustri e tronchi e rami d’albero apportati dalle correnti marine.

Napoli e Capri in Campania e Barcellona Pozzo di Gotto in Sicilia le più colpite, con i gravi danni che spesso siamo abituati a vedere (come se fosse normale), auto spostate dalle correnti e schiantatesi contro ogni dove, abitazioni invase dal fango rese inagibili, strade trasformate dapprima in fiumi, successivamente piene di detriti e fango.

Ulteriormente, leggere scosse di terremoto si sono avvertite, una a Genova poco sopra il 3° Richter e sciami sismici che continuano da qualche settimana nell’area dei vulcani Vesuvio a Napoli ed Etna a Catania, di leggera entità, che svolgono un’importante azione nello studio delle affinità tra eventi tettonici ed alluvionali, seppure non approvati dalla scienza moderna, rimanendo da collocarsi in un considerevole ciclo vitale.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
9 ottobre 2015 5 09 /10 /ottobre /2015 15:33
Elogio alla natura
Elogio alla natura

Oberati nell’attività a presentare cose nuove, siamo contenti di sfornare opere, gratuite, nella professionalità; nelle 24 ore a disposizione, molto utile il riposo, molto utile il lavoro retribuito al di fuori del web, molto utile il cibo, che all’orto abbiamo la raccolta delle zucchine.

Frattanto che ho in preparazione nuovi articoli che ritengo importanti e per questo occorrenti un gran daffare nella scrittura, faccio uno sguardo agli scatti fotografici, postandovi qui sopra 2 belle fotografie di quanta natura può esserci anche in città, per il bene della nostra salute, qui in particolare vediamo Milano, con piante rampicanti all’entrata di un palazzo che affaccia direttamente sulla strada di Viale Luigi Majno e i grattaceli del centro direzionale visti dai Giardini di Porta Venezia, sempre a Milano.

L’ossigeno può essere anche assunto separandolo prima dall’acqua, questo per i condizionatori d’aria, ma mai creato, anche la bella aria che arriva dall’acqua deve pur sempre nascere da una fotosintesi clorofilliana, valgono bene quindi le alghe nell’acqua, pure in quantità mai troppo elevata, affinché pure le piante possano vivere senza addossarsi le une alle altre e creare troppa mucillagine.

Nell’ambiente ottimi gli alberi, necessari! Tanti bei filari di tigli al parco di Porta Venezia, tanti begli alberi possono crescere ovunque si possa, gli spazi possono essere molto di più di quelli utilizzati e in questo periodo pure mele e pere, ottime raccolte mature.

Molto presto articoli importanti, intanto godetevi la natura.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
5 ottobre 2015 1 05 /10 /ottobre /2015 00:05
Il ciclone sulla Francia

Il ciclone che si è abbattuto in Italia sulla Sardegna, l’appena trascorsa domenica 4 ottobre 2015 è arrivato sulle coste francesi della zona chiamata “Costa Azzurra”, cioè la costa mediterranea.

Il ciclone si è formato sull’Oceano Atlantico, penetrando nello stretto di Gibilterra e lambendo le Isole Baleari, dopo la Sardegna, era annunciato in Francia dalla Protezione Civile già da sabato.

Purtroppo si registrano 12 vittime, con l’allagamento di numerose strade e danni materiali.

Nella foto: rami d’albero e di canneto, assieme all’humus da foglie, portati sulle coste dal ciclone.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
4 ottobre 2015 7 04 /10 /ottobre /2015 13:36
Oroscopo novembre 2015 con transito di Venere

Mercurio compie l’ingresso nel segno dello Scorpione il 3 novembre 2015 e Venere entra in Bilancia dal 9 novembre 2015, seguito da Marte, in Bilancia dal 13 novembre 2015.

Interessante la Luna: nuova in Scorpione l’11 novembre 2015, per queste circostanze ha l’effetto simile a quello di Plutone, un sapiente cambiamento, comunque e qualunque sia, spiegando nel dettaglio, Scorpione e Luna nera richiamano al Mondo sotterraneo, è chiaro che partendo dalla base, l’effetto sia rilevato fino nelle sfere superiori, acuito dal trascorso Capodanno Celitico; infine Luna piena in Gemelli tra il 25 e 26 novembre 2015.

Una doppia congiunzione del Sole con Mercurio il 18 novembre 2015 e con Saturno il 30 novembre 2015 porta grandi impulsi astrali.

Abbiamo quindi motivo di guardarci attorno, la stagnazione vitale alla quale eravamo abituati è sedimento che viene smosso, apertura vitale a nuove concezioni, novembre 2015 è il mese di ciò che ci eravamo dimenticati di assaporare, le indicazioni ci vengono fornite da queste situazioni astrali che emanano in uguale direzione, a liberarci appunto da qualche cruccio, dall’11 novembre 2015 al 30 novembre 2015 gli stimoli principali.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
1 ottobre 2015 4 01 /10 /ottobre /2015 16:45
Ponte crollato per ciclone sulla Sardegna

Da ieri fino ad oggi e domani, un ciclone proveniente dall’Oceano Atlantico si è abbattuto sulla Sardegna, isola italiana del Mar Mediterraneo, causando numerosi disastri, il più grave un ponte crollato sulla strada che dalla città di Nuoro porta alla limitrofa Oliena (nell’immagine il ponte prima del crollo).

Oggi appunto 1 ottobre 2015 la situazione è di forti piogge sulla Sardegna, in attenuazione da domani, alla conta dei danni, attendendo il bel tempo, intanto che i minatori della miniera di alluminio tratto dal minerale Bauxite, ad Olmedo, paese della provincia di Sassari, sempre in Sardegna, protestano da giorni nei cunicoli a 160 metri di profondità per chiedere la retribuzione di luglio 2015 che gli spetta.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito