Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
16 agosto 2015 7 16 /08 /agosto /2015 19:04
Vivere di felicità

Un cane rabbioso l’avevano definito, si destreggiava in lungo e il largo, atteggiando prima un tiepido candore, poi perseguiva il suo scopo di invadere la pace altrui abbaiando in continuo, finché gli hanno messo la compagna, una cagna più grossa di lui, Paciocchina, che se ne sta tranquilla, rivolgendo al suo lui sguardi ammiccanti, a persuaderlo che la zona è tranquilla, che non c’è bisogno di abbaiare ai passanti.

Naturalmente l’ombra migliore, in questa calda estate, l’ha presa Paciocchina.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
13 agosto 2015 4 13 /08 /agosto /2015 22:10
Dalla California all'Italia tra siccità e alluvioni

Una grande arsura, intervallata da bruschi cambiamenti meteo, ad una grande evaporazione, si suggella un grande scaricamento d’acqua, dalla California, negli Stati Uniti d’America, dove la grande siccità ha spronato la popolazione ad opporsi all’imbottigliamento di acque minerali dalle sorgenti delle soprastanti montagne, una siccità di lunga durata, che risulta terminerà con forti acquazzoni, mentre in Italia, sminuita nel tempo, stesso risultato, nella grande calura, dei flash flood, nome dato ad improvvisi acquazzoni, dove le nuvole appaiono scaricarsi direttamente sul suolo in un vapore acqueo che copre la visione del cielo.

L’ultimo in ordine di tempo in Italia è l’alluvione avvenuta sulla costa Ionica della Calabria, ovvero quella della costa est, l’altroieri 11 agosto 2015, con strade e case allagate, dove l’acqua ha raggiunto il mezzo metro d’altezza.

Stamattina giovedì 13 agosto 2015 ho continuato a divulgare lettere in forma cartacea tramite fotocopie, non ho mai smesso, stesso svolgimento di sabato scorso 8 agosto 2015, faccio ciò che posso, mai sazio dell’immutabilità, certo del cambiamento globale in atto.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
11 agosto 2015 2 11 /08 /agosto /2015 14:25
Oroscopo mensile settembre 2015 con transito di Saturno

Saturno entra nel segno del Sagittario il 19 settembre 2015, dove rimarrà per un lungo periodo e Marte compie l’ingresso in Vergine il 26 settembre 2015.

La luna è nuova il 13 settembre 2015 in Vergine, è piena il 28 settembre 2015 a cavallo tra i segni dei Pesci e dell’Ariete, in eclissi a metà nottata.

Il giorno 1 settembre 2015 Venere è congiunta a Marte in Leone.

Con Venere, Saturno e Marte in fuoco, dall’avvisaglia della congiunzione di Venere con Marte il primo settembre 2015, all’entrata di Saturno in Sagittario del 19 settembre 2015, a Marte in Leone fino al 25 settembre 2015 è un tripudio di buoni propositi ad ottemperare quel che è giusto fare nella visione vitale; come sempre l’uomo ha preferito vivere nel tempo presente, l’Astrologia offre una delle possibilità per scrutare, almeno domandandosi, come sarà il futuro, che per chi ne ha la piena consapevolezza, offre sistematicamente la serenità di un sicuro responso, sapersi in qualche modo indirizzare senza lo stress della vita moderna, che ogni sorpresa è da vivere, ma è già domata nelle parti più ingestibili, per farle divenire gestibili.

Un amore mai dichiarato può divenire più vero, a patto di evitare virtuali bastonate con le quali i cavernicoli moderni suggellano l’intesa.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
7 agosto 2015 5 07 /08 /agosto /2015 14:55
Video test teatrale

Sull’esame di coscienza mi avevano parlato, così ho fatto il video “Esame di coscienza a teatro”, nel quale un discorso garbato ma conciso volge ad ispezionare le chiavi della nostra vita e anche quando le serrature non esisteranno più, al guardare le chiavi si capirà in che mondo vivevamo, dove dovevamo barrarci in casa, per ritenere di essere liberi asserragliati.

Un discorso logico pure quello del video, dove successivamente sarete chiamati un “conscience test”.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
5 agosto 2015 3 05 /08 /agosto /2015 23:48
Tra alte e basse pressioni l'Appennino spartiacque

Le piogge tornano sul nord d’Italia, da 3 giorni piove a tratti a dirotto, sulle Alpi la brevità delle fragorose precipitazioni consente di evitare dispiacevoli esondazioni di fiumi e laghi con conseguenti dannose inondazioni, ma sul limitare tra alte e basse pressioni in Toscana, in terra fiorentina attorniata da quegli Appennini che degradano oltre i colli nell’immensa Pianura Padana a nord, Italia, nei giorni trascorsi si è scatenato un nubifragio del quale, a fare la conta dei danni alla luce di quanto successo, oggi 5 agosto 2015 appare evidente la gravità dei cambiamenti climatici, viali sui quali poco prima si passeggiava beatamente, da me tempo addietro visitati, si sono trasformati in un pantano assieme a ramaglie d’alberi, divenendo momentaneamente irriconoscibili, finché le operazioni di ripristino hanno già dato nuovo lustro alla città, mi riferisco a Firenze, che si è ritrovata allagata, non però in modo turbolento come avvenne nell’alluvione del 4 novembre 1966, difatti in questa nuova circostanza i musei cittadini sono sempre rimasti aperti nel loro orario.

Il cambiamenti climatici sono un’annosa questione, per questo occorre portare avanti studi che ci liberino d’impaccio, il resto l’abbiamo già scritto al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/2015/07/firenze-e-pisa-immancabili-indizi-di-realta.html .

Firenze è stata visitata da me medesimo Gennaro Gelmini, per divulgazione sugli eventi relativi ai cambiamenti climatici, una sola volta, poiché da diverso tempo la man forte la dà Roma, che sempre più spesso subentra nei miei viaggi.

Nel frattempo si dibatte pure di una frana caduta su delle auto in sosta in un parcheggio a San Vito di Cadore in provincia di Belluno, a causa della tracimazione da un invaso idrico, 3 le vittime, ormai i cambiamenti climatici sono sempre più rilevanti.

Nella foto: il fiume Arno in Toscana.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
3 agosto 2015 1 03 /08 /agosto /2015 15:39
Tra stelle cadenti e meteoriti ogni vario evento

E proprio di tutto sta accadendo, veniamo per ordine:

sul fronte dello spazio siderale, l’annuncio donato da persone comuni, riguardante 2 molteplici meteoriti schiantatisi il primo in Iran meridionale in più frammenti, il più grande dei quali, avente forma allungata, era di circa 2 metri di lunghezza, causanti svariati danni e ferimenti, un secondo schiantatosi in Argentina, ambedue il 31 luglio 2015, magari collegati tra loro, richiamanti il presagio delle meteore della Coda del Drago del pianeta Nibiru, intanto agosto è il mese delle stelle cadenti da scrutare, in attesa di settembre 2015, qual Buon venga.

Sul fronte dei terremoti, in Iran, sempre nella stessa mattina del 31 luglio 2015 si è scatenato un terremoto di 5.3° Richter, al quale sarà difficile trovare conferme che descrivano che l’evento sia avvenuto a causa della caduta del meteorite suddetto, seppure più in generale gli influssi spaziali siano comunque da poter includere, esiste difatti un legame di eventi diciamo stellari, per il resto molto importanti i 2 terremoti avvenuti nei pressi della costa ovest dell’Australia l’1 agosto 2015, di 5.6 e 5.2° Richter, per quanto concerne i movimenti tettonici tra l’Oceano Pacifico e l’Antartide, infine tra ieri e stamattina 3 agosto 2015, lievi tremori sismici si sono rivelati in Italia, ad iniziare dalla costa Calabra occidentale, seguendo la penisola fino ad avvertirsi lievi tremori sismici sul Lago di Garda, potendo immaginare siano iniziati nella zona del vulcano sommerso Marsili, nel Mar Tirreno;

sul fronte delle precipitazioni, l’uragano denominato Guglielmo sta imperversando nell’Oceano Pacifico, sulle Isole Hawaii.

E’ doveroso infine stendere qualche parola sull’aeroporto di Fiumicino a Roma, per il quale il mio poco menzionarlo è un atto dovuto, difatti stanno avvenendo in esso disagi per i passeggeri, con ritardi e cancellazioni nelle partenze aeree, accorgendomi che per un mio interesse potrebbero comparire disguidi, difatti si sa per passaparola di chi ci lavora, che l’aeroporto Malpensa, proprio qui in zona dove abito io, a Varese, si è riproposto come hub internazionale, una proposta per snellire i disagi dei passeggeri, difatti l’aeroporto Malpensa da qualche anno non svolgeva più l’attività di servizio di connessione tra diversi voli internazionali, tuttavia tale buona volontà di fare per mitigare non confortevoli situazioni potrebbe risultare un aiuto interessato, oltreché l’ENAV, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, è già infuriato di per se, che è piena estate e questi disagi non sono un toccasana al turismo, non c’era bisogno di aggiungere Gennaro Gelmini alle sfuriate, torneremo a parlarne, comunque.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
28 luglio 2015 2 28 /07 /luglio /2015 14:32
Firenze e Pisa immancabili indizi di realtà

Anche questo articolo vuole debba ripescare foto e scritti in archivio, giusto che sia, rispolverare quel che è successo per dare lustro alla sincerità, parecchi confronti che apportano nuova consapevolezza, per evitare di fermarsi, per continuare senza sosta, finché una realtà sinceramente da me sempre creduta divenga appunto reale.

Firenze: in un solo giorno è andata bene, con l’andata e il ritorno giornaliero col treno, ne approfittai, qualche anno addietro, tornando lo stesso giorno c’erano sconti fino al 50% sulle tariffe ferroviarie, le mie mete i palazzi della Regione Toscana e il Comune di Firenze in particolare, dove riuscii a fare le mie consegne, era un lunedì, quindi al pomeriggio niente musei aperti, purtroppo solo successivamente organizzai con minuzia i miei viaggi, altrimenti mi sarei mosso un momento prima, che a dire il vero poco prima ancora i turisti entravano negli Uffizi, il famosissimo museo, oltreché il ritardo del treno nel ritorno, ma ogni cosa superai, ho fatto un giro sul Ponte Vecchio, tra i più famosi al Mondo, quindi al di là del fiume Arno, che l’ottenimento più importante l’avevo conseguito, quale ottenimento importante?

Pochissimo tempo dopo si erano approvati dei bacini per il contenimento delle acque dell’Arno, ovvero dei campi situati di poco sopra il fiume, che nel caso di piena, ricevono le acque trabordanti, che così facendo evitano di tracimare a Firenze e questa approvazione è avvenuta dopo decenni di progetti e nessun accordo, per Firenze un’ottima missione con un’ottima conclusione, poi Roma naturalmente prese il sopravvento nelle iniziative di divulgazione.

Contento di non dovervi per forza scrivere con termini tecnici, continuiamo in quanto intrapreso parlandovi di Pisa, città toscana nella quale ho deciso innumerevoli volte di recarmi affinché la mia fosse una divulgazione di attacco.

Esisteva un’associazione a Pisa che monitorava gli oggetti spaziali, il Sevizio Monitoraggio Oggetti Spaziali, lo SMOS per l’appunto, eccomi quindi da loro a saperne della scienza, cosa potesse pensare del pianeta Nibiru, accadde però che l’associazione, dapprima con sede in Via Santa Maria a Pisa, fu in successione inglobata nel contesto dell’aeroporto militare, venendo così escluso io civile dal contatto diretto con la stessa, per poi perdere ogni legame, avendo l’impressione che l’abbiano, almeno pubblicamente, inglobata in altre realtà di studio astronomico.

Fu così, che transitando da una città all’altra, hanno fatto in tempo a conoscermi senza mai dimenticarmi, e in ugual maniera a conoscerli io, Gennaro Gelmini, senza mai dimenticarli.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
26 luglio 2015 7 26 /07 /luglio /2015 15:35
Annunaki: il ritorno raffigurato in un cerchio nel grano

Una civiltà dedita alla trionfo della vita, il progresso dell’Umanità aiutato fin tanto che occorreva indirizzarci a saper vivere e svilupparci, per poi imparare a saperci gestire autonomamente, quindi il loro ritorno, per ribadire una fraternità universale indissolubile, vivremo assieme, insieme saremo felici.

Impassibili, quando ci accingiamo a colorare un foglio, coprire colore su colore su colore, arriviamo in conclusione fino al nero, seppure esistono dei dettami scientifici umanamente avvalorati che donano al nero nessun colore e all’abbagliante bianco tutti i colori.

Al precedente articolo ho ribadito questa diversità nell’uguaglianza, ognuno proviene dal proprio mondo e porta con se il bagaglio di usi e costumi, accomunandoci la gioia di vivere che insieme avremo!

Me la sentivo di scrivere del corvo, ricordato messere col Paradiso, gentilmente menzionato proprio da ieri 25 luglio 2015, trovando nel contesto di una giornata da vivere, proprio 2 piume timoniere di corvo e una bellissima pianticella di melo della varietà “Ruggine del Piemonte”, felice della mia ingenua fanciullezza pure a 40 anni, trovando al ritorno a casa amici connessi tramite web che mi hanno parlato di un nuovo cerchio nel grano in Inghilterra, raffigurante una navicella spaziale o per meglio dire, una Divinità alata con le ali disposte in orizzontale, come a significare una discesa verso la Terra, con, proiettata verso il basso, una forma geometrica piramidale, apparso nella stessa giornata di ieri, le Creature extraterrestri che ritornano sul pianeta Terra qindi, ripensando a quanto scritto nelle pagine di questo blog.

Articolo in conformità degli accordi di Benvenuto alle Creature extraterrestri, Welcome!

Nella foto la simbologia in forma stuccata.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
26 luglio 2015 7 26 /07 /luglio /2015 10:32
Racconto di un corvo chiamato Amore

C’era un corvo chiamato Amore, odiato da uccelli pavoneggianti, insultato, beffeggiato, finché gli fu domandato il motivo di quell’odio, al che il corvo rispose che era a causa dell’invidia, poiché possedeva la conoscenza della vita, vivendola con questa consapevolezza, mentre comunemente i suoi simili guardavano all’attimo del momento, perdendosi così il contesto vitale.

Da lì nacque, per favola volendo, la parola amore.

Remake dell’articolo precedente, nella foto il corvo con la freccia, unitelo assieme al corvo col cuore, trarrete un cuore trafitto d’Amore, al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/2015/07/corvo-amore.html con commenti esplicativi; troppa enfasi spinge al bello, altrimenti staremmo fermi, che a riempire un foglio bianco di colori sopra colori, si arriva fino al nero di un corvo.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
25 luglio 2015 6 25 /07 /luglio /2015 15:39
Corvo Amore

C’era un corvo chiamato Amore, odiato per il suo piumaggio nero da uccelli colorati e pavoneggianti, insultato, beffeggiato, finché gli fu domandato il motivo di quell’odio, al che il corvo rispose che era a causa dell’invidia, poiché lui essendo nero possedeva tutti i colori, mentre comunemente i suoi simili possedevano soltanto qualche colore.

Da lì nacque, per favola volendo, la parola amore.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito