Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
2 marzo 2016 3 02 /03 /marzo /2016 18:43
Digressione del tempo e terremoti

Rieccoci a discutere di sismicità, perché lasciando al caso gli eventi sismici, proprio per questo si rimarrà senza cercare dei modi per scoprire prima il ricorrere di un terremoto, mentre un metodo che appare incredibile è ricercato nell’andamento del tempo, che appare sempre uguale, mentre ogni cosa, sul Pianeta, trova un’influenza nella velocità data dalla rotazione del pianeta stesso, un tempo basato sulla rotazione, col giorno e la notte, ogni Creatura anche umana e meccanismo d’orologio risente di quest’influsso, chiamiamola digressione del tempo.

Una constatazione che per adesso non viene accettata avviene quando si fanno le medesime cose per molto tempo, cosa avviene? Avviene che avremo sentore del tempo che trascorre e senza guardare l’orologio, meccanismo che risente dell’andamento in questo caso del pianeta Terra, potremo percepire che il tempo corre in fretta o rallenta, a correre, i movimenti della Terra appaiono tal quali alla normalità, altrimenti al rallentare, seguito da una nuova ripresa in velocità, c’è pure una ripresa nello scorrimento delle faglie, con ripercussioni di nuovi forti terremoti, così è avvenuto che al sentore di un rallentamento del tempo, notato durante l’intento delle faccende quotidiane, poiché sempre le stesse, ripetitive, sia avvenuta una velocizzazione proprio nel momento in cui, oggi stesso 2 marzo 2016 un terremoto di 7.9° Richter ha colpito le immediate vicinanze dell’Isola di Sumatra in Indonesia, con epicentro in mare e mancanza di tsunami, onde anomale, cosicché non ha fatto nessuna vittima, resta lo studio, per il futuro.

Anche il poter vedere ciò che accade da una parte all’altra del Mondo nel medesimo istante veniva considerata blasfemia nel Medioevo e o si ritrattava su quanto detto, altrimenti al rogo, mentre oggigiorno, abituati alla televisione e al web, si considera blasfemia il poter calcolare prima i terremoti.

Oggigiorno si, con le attuali regole, è impossibile prevedere terremoti, mentre io ho lanciato un suggerimento, quanto altri suggerimenti possano servire, per ritrovare quella possibilità dall’impossibilità, perché quanto è considerato impossibile sulla Terra, è già attuato in altri Mondi che ruotano anch’essi, ne siamo convinti.

Sul fronte sismico, nelle settimane trascorse si sono verificati terremoti sui quali poter approntare un appurato studio sismico, con conseguenti crolli di pareti di roccia a strapiombo sull’oceano in Australia e in America in California, ovvero da una parte e dall’altra dell’Oceano Pacifico, oltreché a sismicità tra lo Stretto di Gibilterra e le Isole Canarie.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
28 febbraio 2016 7 28 /02 /febbraio /2016 13:09
La certezza del dattero

Delle palme non è la più alta, piuttosto un po’ bassa, cresce a fittoni, stiamo parlando della palma da dattero, che si erge nelle oasi, fruttificando solo dopo 100 anni, per questo un proverbio recita “chi semina dattero, non mangia dattero”.

Abbiamo 2 significati per questo proverbio e non soltanto 1 come si potrebbe ritenere, da un lato è un incoraggiamento ad evitare che la vita trascorra senza muoversi, pure per se stessi, dall’altro è un incoraggiamento a muoversi, pure per gli altri, anche nelle circostanze nelle quali non vorremmo andarcela a cercare, com’è di uso corrente, poiché ci accorgiamo del bene fatto, a bene compiuto.

Prima dell’azione lo possiamo soltanto immaginare e immaginando ce ne torneremmo indietro sui nostri passi, cercando di non far danno, per impossibili, quanto improbabili, dissidi, al contrario è proprio questo il tempo nel quale poterli appianare, con le 2 controparti che si ascoltano certamente, scoprendo che non è poi così inesatto il parere altrui.

La divisione accentua i conflitti, pure in concomitanza con la mancanza di comunicazione, dialogo, però soltanto forti stimoli esterni, da parti terze, possono rinsaldare i legami, la forza è celebrale, evitare la dispersione delle energie, per fare ciò che è giusto fare, è indirizzo del sentimento, che sia anche soltanto d’amicizia, di lavoro, d’altruismo e facendoci indirizzare dal sentimento troviamo bene facendo bene, che a costruire non c’è bisogno di distruggere le fondamenta, si può costruire sopra, il resto è superfluo, da qui nasce ogni bontà.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
23 febbraio 2016 2 23 /02 /febbraio /2016 21:21
A necessità primarie risolte le secondarie divengono primarie

Per donare, possiamo farlo senza dover avere nulla in cambio, poiché per donare occorre anche saperlo fare, è evidente che doniamo perché qualcosa ci è stato donato, è così che abbiamo imparato a donare, non esiste regola poiché non stiamo parlando di economia, l’idea di questo articolo è quella di ottimizzare i tempi di ciò che occorre fare.

Ad esempio volevo redarre delle liste della spesa precompilate, mi accorgo però che non potrebbero essere completamente efficaci, in quanto ognuno conosce con esattezza cosa comprare, piuttosto accade che ci si dimentica di comprarlo?

Perché scrivo questo? Proprio per ottimizzare i tempi! Affinché non si dica “cosa ho fatto oggi?” Che sembra sempre di aver fatto poco, 24 sono le ore di un intero giorno con la notte e alle sacrosante ore per dormire, occorre aggiungere le ore per mangiare, così succede che già le ore della giornata appaiono risicate, aggiungendo poi le ore dedite alle occupazioni varie, quanto tempo rimane a ciò a cui vogliamo veramente dedicarci?

Ottimizzare, occorre ottimizzare; ottimizzare vale pure per i tempi, trovare tempo non soltanto per le necessità primarie significa lasciare un segno del nostro passaggio nella storia, almeno come società, per un buon riscontro futuro.

A pensieri primari risolti, i secondari divengono primari, vene siete accorti?

Stiamo sempre con qualcosa da risolvere, in che modo agire?

Va affrontata una necessità dopo l’altra, senza mai dimenticare le pause di vitale importanza, altrimenti cosa lasceremmo di tracce d’indottrinamento, riflessione e ricordo ai nostri posteri?

Trovare tempo da dedicare, affinché il tempo ci dedichi la consapevolezza di aver fatto del bene, adesso per noi, per un favorevole futuro.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
18 febbraio 2016 4 18 /02 /febbraio /2016 18:36
Porta spazio tempo e Creature extraterrestri mutanti del Lupercali

Un incendio aveva liquefatto parti metalliche di varie auto all’improvviso, segno di una forza dirompente, incendio e liquefazione così immediate da far comprendere che l’opera è dovuta all’energia spigionata dall’apertura di una porta spazio tempo, l’incendio è accaduto per davvero in Via Istria, una parallela di Viale Belforte a Varese, zona Lazzaretto, città già attraversata da questi misteriosi eventi, in data giovedì 28 gennaio 2016, ricordiamo Via Carrobbio nel centro storico di Varese nel 2014 e ancora prima a Vedano Olona, paese della Valle Olona a sud est di Varese e sul Monte Martica, in Valle Castellera, ad ovest di Varese e della Valganna, che per fare attività di teletrasporto, ciò che c’è attorno si fonde e/o brucia irrimediabilmente e immediatamente, ci vorrebbe una stanza ignifuga adatta, una situazione però di divergenza con le attività terrestri ha reso di fatto difficile mantenere una di queste stanze.

Per ciò che è accaduto, all’Umana scienza odierna appare impossibile, perché giudica impossibile una tecnologia capace di spostare oggetti e/o persone con una possente forza energetica, il teletrasporto, senza contare che la tecnologia non terrestre arriva fino a potersi portare da un luogo ad un altro immediatamente, evitando di far trascorrere del tempo dalla partenza all’arrivo per intenderci.

E così a questo nuovo incendio è bastato notare le caratteristiche dei segni rimasti, per rendersi conto che le Creature extraterrestri sono tornate, stavano per agire e chiaramente ne avrei voluto scrivere in questo stesso mese di febbraio 2016 a trovarne la possibilità e mentre sto scrivendo molteplici articoli, già succede!

Chi ha tratto insegnamento dal contatto diretto con le Creature extraterrestri, potendo vedere la loro magnificenza, ne trae talmente tanto beneficio da poter comprendere quanto siamo Fratelli nell’Universo e proprio per questo, siccome è una grande bontà la forza Divina che governa con rettitudine, che sia data possibilità agli Umani di poter comprendere quanto accade.

E’ il 13 febbraio 2016 al pomeriggio, il momento propizio, inizia la Festa del Lupercali, che per donare nuova energia dal cielo alla Terra, le Creature extraterrestri mutanti hanno agito, le cronache ufficiali raccontano di ladruncoli in una villa, esiste però una diversa connotazione logica, che adesso spiegherò.

La logicità è sita nel fatto che le Creature extraterrestri attendevano un loro capo per la Funzione donatrice dell’energia dal Cielo alla Terra, occorrendo appunto fare un incontro Spirituale assieme ai Terrestri, che però o sarebbero arrivati alla spicciolata, oppure neanche sarebbero arrivati e tra chi Terrestre sarebbe arrivato, con che intenzioni sarebbe arrivato?

I Terrestri soltanto all’avvenire di un’emergenza si mobilitano, si muovono alacremente, occorreva per benevola intenzione, sviluppare lo stesso contesto e per opera di bene hanno deciso di agire.

Una villa, una villa qualunque di Varese, avente l’allarme che cercavano e pure ciò che serviva, tende a nascondere le loro sagome, occorreva l’allarme in questo caso non per far scappare, al contrario per far arrivare attorno alla villa quanti più Terrestri possibili, chi incuriosito, chi volendo agire per acciuffarli, in quel momento era necessaria l’aggregazione dei Terrestri a fare parte dell’energia sprigionata dalla Funzione e immediatamente le Creature extraterrestri hanno potuto dimostrare al loro capo che la Funzione funzionava, Terrestri presenti, con la contentezza per potergli effondere l’energia che a loro volta questi Terrestri avrebbero effuso!

Inimmaginabile proposito, eppure così proposto!

Il capo, contento, ha iniziato la Funzione pro energia benevola, occorreva però sistemare l’antenna per il contatto col Cielo, affinché dal cielo trasmutassero sulla Terra l’energia e sistema l’antenna, sistema l’antenna, dove mettersi? In quale “postazione” della casa?

Il capo, fatto salire e patacrack, cosa era successo?

Si era distrutto un piedistallo sopra il quale alzarsi, cosa era potuto accadere?

La traduttrice mentale, per ciò che c’era scritto sopra quel piedistallo, identificava dall’italiano il significato di panettone stradale, che per loro che discorrono telepaticamente, si può dire in qualunque lingua, è traducibile nel linguaggio telepatico con impulsi e non con le lettere, comunque appunto panettone stradale doveva essere qualcosa di resistente, costruito per resistere agli urti, sul piedistallo c’era appunto scritto “panettone”, come era possibile che si era distrutto?

Ci si spostò di poco, si trovò dove stare, la Funzione fatta mostrando con orgoglio quanti Terrestri erano presenti, involontariamente, eppure presenti e con l’antenna ci si indirizzò al volere del Cielo, un raggio potente per nuova energia alla Terra e ai Terrestri, ne facciano buon usufrutto!

La Funzione breve, per effetto dello spazio tempo si allungò, apparendo i Terrestri in movenze rallentate, quasi impercettibili, lentissimi nei movimenti per quello che ritenevano un semplice allarme, al che però, scossa dall’emozione, da una delle Creature extraterrestri è scaturito del viscioso gelatinoso elemento, che ad un’attenta analisi, si scoprirebbe simile a quello rilasciato dalle lumache, tal volta succede così, le Creature extraterrestri mutanti sono velocissime nei movimenti, anche in situazioni quotidiane, eppure possono rilasciare sostanze innocue come quelle delle lentissime lumache.

Per chi conosce le Creature extraterrestri, sa che hanno un’alimentazione con più zuccheri di quanti ne abbisogniamo noi umani, comunque c’erano pochi dolcetti rimasti in dispensa, il momento di raccoglimento è stato fatto in digiuno spirituale.

Occorreva qualche oggetto terrestre da portarsi in cielo, a testimonianza della Funzione officiata, trovando qualche bracciale, catenina, un segno tangibile della relazione con la società Umana, gli oggetti metallici sono di grande utilizzo negli apparati elettronici pure extraterrestri.

Al termine della funzione occorreva andare, la situazione non concedeva contatti personali coi Terrestri in quel momento, quindi via in tutta fretta verso il giardino e di lì verso il Cielo, troppo in fretta per l’Umana lentezza a scorgerli in volo antigravitazionale, mentre ogni cosa è tornata per intanto nella sua normalità.

Nella foto: la sagoma di un Fauno formatasi sopra del fango in Piazza Trento a Varese, osservata lo scorso mese di gennaio 2016.

Versione canalizzata dalle Creature extraterrestri tramite me medesimo Gennaro Gelmini, suffragata dalle cronache locali, a sé stante in documentazione e descrizione.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
17 febbraio 2016 3 17 /02 /febbraio /2016 17:47
La conoscenza della semplicità vitale consegue libertà

Con video. I bisogni primari sono diventati accessori, la semplicità di salire alla montagna fa scalpore, vivere nella natura, no? Così si può anche vivere, vivere di bisogni primari, anziché tentare coi bisogni accessori, di sopperire a quelli primari, tentando inutilmente di sostituirli un poco.

Tra i bisogni primari c’è la possibilità di pensare a noi stessi , oltre che agli altri, perché il logorio della vita moderna ce l’ha fatto dimenticare, andiamo quindi in questo video per boschi di montagna, un dietro le quinte “backstage”, con l’unico stacchetto nel quale si vede la neve in questo strano inverno 2015/2016, sulle pagine di un giornale, fino nuovamente al nostro rifugio, in attesa dei video romani, che sto montando e del successivo ritorno nella primavera 2016.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
14 febbraio 2016 7 14 /02 /febbraio /2016 20:46
L'Amore è un dono tutto l'anno

E’ così, la speranza dona certezza, non c’è certezza senza speranza.

E così ci siamo recati da chi diceva che pure in un Mondo che prosegue a passi incerti, l’Amore è un dono e si può donare.

Abbiamo riempito una piccola sala, che meglio una piccola sala gremita e ricca del sapere, che grandi sale piene, ma vuote d’entusiasmo e difatti le nostre aspettative sono state ripagate, l’amore va donato senza aspettarsi nulla in cambio, prima lo si dona, poi, anche dopo un lungo percorso, da qualche parte ci ritornerà, utile essere quindi arrivati a questa conferenza, “Ti Amo Amore”, che il relatore Giancarlo Sacchi (nella foto) ha disposto su YouTube in 3 video, da ascoltare attentamente, perché sono un ottimo spunto per donare Amore prima di riceverlo.

Auguri per un Buon San Valentino.

I Link dei video sono i seguenti:

parte 1: https://www.youtube.com/watch?v=tI5Xjxc_Fd8

parte 2: https://www.youtube.com/watch?v=uaUcZyWySzM

parte 3: https://www.youtube.com/watch?v=KoM0lZWQRHE

Il canale di Giancarlo Sacchi è Dragotigre:

https://www.youtube.com/user/dragotigre

Faccio inoltre una bella miscellanea dei canali video YouTube meritevoli di nozione:

Massimiliano Preciso per i consigli utili:

https://www.youtube.com/channel/UC2Sr0B1F4Ffs7xmcAbUAJ1A

Maurizio Valletti per la quotidianità in rete:

https://www.youtube.com/channel/UCw7AkKZ6a_eKmq94NUZJsCA

Rinaldi Anna per l’arte, espressa con molta semplicità:

https://www.youtube.com/user/RinaldiAnna

Gennaro Gelmini, me medesimo:

https://www.youtube.com/user/gennarogelmini

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
14 febbraio 2016 7 14 /02 /febbraio /2016 00:33
Auto a 30 all'urea con additivo

Il titolo ci sta, è azzeccato. Auto che emettessero dai tubi di scappamento aromi ai gusti di frutta era ciò che si ipotizzava decenni addietro, senza calcolare che per emissioni da abbattere, diminuire, occorre continuare a ritenerle per quel che sono, nocive, evitando quindi l’utilizzo di profumi, aromi, in progetti rimasti tal quali, intanto però qualcosa si è mosso.

Il prologo: “L’auto viaggiava, i partecipanti però si lamentavano che era troppo veloce e più piano, più piano, l’autista si lamentava che non riusciva a mantenere il minimo e per evitare lo spegnimento, si intende dell’auto, era costretto tal volta per un attimo a spingere la velocità a 30 all’ora e al sentito dire da dietro (?) [e allora, e allora, che facciamo?] Riportava immediatamente la velocità a zero, finalmente arrivarono sani e salvi, si fa per dire, all’altezza di Via Colombare”.

Per evitare di incorrere in multe per superamento del limite della velocità consentita, nei centri dove è fatto divieto di superare i 30 Km/h (chilometri orari), è enormemente problematico riuscire a guidare a bassa velocità, però esistono delle auto calibrate per questi scopi, oggidì ho notato che queste auto vengono offerte anche a noleggio, con sedili reclinabili e bagagliaio capiente e con elementi decorativi che si possono togliere per aumentarne l’aerodinamicità, un metodo per evitare esose multe!

In che modo si può viaggiare con l’auto a 30 km/h?

Un mio amico mi mostrò un viaggio a 50 km/h, trovandoci nel centro storico di Arona, città in provincia di Novara, ci spostavamo lentissimamente, figuriamoci a 30 all’ora, una bicicletta ci supererebbe, adesso inizio a capire perché vorrebbero mettere la targa pure alle biciclette.

L’articolo: ho notato in questo ultimo periodo di rivalutazione della qualità dell’aria che respiriamo, ovvero dopo aver riscoperto quanto siano inquinate le nostre città, che in benzina e gasolio è possibile trovare degli additivi contenenti acqua e urea, per chi non avesse capito di cosa stiamo parlando, sono contenuti acquosi che dicono immessi nei carburanti per diminuire gli inquinanti, eppure in precedenza avevo visto di immissioni d’acqua nel carburante dell’auto solamente nel telefilm Hazard, per far perdere una gara sportiva ai protagonisti, invece lo ritroviamo negli additivi di benzina e gasolio per trazione, per mezzi di trasporto.

Acqua e urea, cos’è l’urea?

Il guidatore di un autobus aprì il coperchio del serbatoio, dove sotto compariva la scritta “only” più il nome del prodotto, ovvero che doveva essere immesso gasolio solo con quel additivo, ufficialmente per diminuire gli inquinanti e al suo sorriso per un così bel principio attivo, io pensai con rispetto che rideva senza conoscere la composizione del prodotto.

Che devo dire, è piscio di vacca, come ve lo devo spiegare, la cui tabella di sicurezza riporta come mancanti alcuni dati, tra i quali quello relativo alla persistenza e degradabilità nell’ambiente, ovviamente non potendo descrivere più minuziosamente l’additivo.

Generalmente non leggo mai news su controlli della composizione del carburante, semmai di controlli alla vendita, questo articolo può essere a tal proposito esauriente, che dia l’impulso a capirci di più, a far comprendere ciò che possano comportare le immissioni nell’ambiente, a studiarle per capirci meglio, il campo è aperto, occorre interessarsene, almeno lo si faccia per la nostra salute.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
11 febbraio 2016 4 11 /02 /febbraio /2016 17:56
Questo strano inverno 2015/2016
Questo strano inverno 2015/2016
Questo strano inverno 2015/2016

Ravenna, Faenza, Milano, Varese, ha piovuto e tornerà a piovere, in autostrada c’era pensiero per le forti piogge fino appunto a Ravenna e Faenza, oltre più nulla ieri 10 febbraio 2016, ho notato che più piove e più c’è quel rimescolio d’aria che porta ulteriore umidità, altrimenti il vento è davvero poco ed è davvero siccitoso dove la bassa pressione atmosferica continua a non riuscire ad espandersi.

Senza freddo, con siccità estrema in parte del territorio, mentre piove nelle zone più note agli articoli di questo blog e c’è da dire che a 1000 metri è riuscito pure a nevicare, non in pianura, sul Monte Generoso, esemplificativo della catena delle Alpi da poterci fare una sciata di San Valentino, onori e oneri vostri, salendo il pendio coi mezzi di trasporto offerti e a meno che abbiate affari di rilevanza storica da fare, una sciata ve la potete concedere.

Avendo poi la possibilità di gite in campagna, nella zona detta Maremma, tra le province di Viterbo e Grosseto già di ritorno da Roma, è evidente il panorama primaverile, con le piantine spuntate dal terreno, la colza in fiore attendendo di ricavarne i semi per l’olio e il carciofo invernale e lo spinacio, senza serra alcuna.

Più in alto un incrocio di scie ad indicare il punto del formarsi di nuvole cotonate, eppure per piovere occorre tanta umidità, venti carichi di nuvole temporalesche e forse il bello di abitare al lago e pure un profumo di rosmarino che pervade, pianta con la quale si può fare una tisana per un mal di testa e i mobili intrisi del suo profumo tenevano per più tempo lontani i tarli del legno.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
7 febbraio 2016 7 07 /02 /febbraio /2016 14:33
Energia al sottocosto e costi energetici

Per quanto concerne l’energia e i costi energetici, partendo dall’inizio, ricordiamo di quando ci dicevano che alla penuria di petrolio avremmo patito drastiche conseguenze e alla temporanea serrata del Canale di Suez nella metà degli anni ’70 del secolo scorso, per la mancanza di petrolio, per un piccolo periodo le automobili circolarono a giorni alterni, mentre figurava fino a poco tempo addietro una stregua concorrenza per procacciarsi l’energia.

Notare, oggidì occorre semplicemente aumentare il prelevamento del petrolio dal sottosuolo, l’ha fatto l’Arabia Saudita, per far superare di 2 milioni di barili al giorno l’offerta di petrolio rispetto alla sua domanda, per abbassare i costi energetici fino al sottocosto!

Cosa cambia?

State tranquilli che l’inflazione non porta lavoro, è l’inverso!

E’ vero che l’inflazione è alta quando c’è il lavoro, ma è appunto il potere d’acquisto, che aumenta coi compensi percepiti tramite l’attività lavorativa, che fa aumentare la domanda d’acquisto e a ciò può seguire l’aumento inflazionistico, non il contrario, dire che il lavoro aumenta grazie all’aumento dell’inflazione non è corretto, ad esempio un industriale darebbe lavoro quando l’inflazione è bassa, così è più conveniente, un’inflazione alta gli toglierebbe la convenienza ad investire, semmai con l’inflazione alta aumentano gli interessi di chi ha interesse a farli aumentare.

Notiamo ulteriori evidenze importanti, avvenute grazie al calo dell’inflazione, è andata infatti bene per incentivare dei pacifici contatti e mi spiego meglio, adesso che col prezzo del petrolio reso basso, si paga meno l’energia, per consumo elettrico, di trazione, eccetera, per prima cosa si è distolto l’accaparramento dal mercato illegale d’approvvigionamento del petrolio, cioè l’Isis, che traeva petrolio dai pozzi delle aree conquistate, adesso, senza più provvigioni economiche della vendita del suddetto petrolio al mercato illegale, sta perdendo i territori conquistati, inoltre si è creata affinità tra Occidente e Medio Oriente, all’Iran è stata data la possibilità di produrre elettricità dal nucleare senza negazioni imposte e Papa Francesco si incontrerà venerdì prossimo 12 febbraio 2016 a Cuba col Patriarca della Chiesa Ortodossa di Mosca Kirill, a consolidare i legami tra Oriente ed Occidente a quanto la strada, facendosi più breve, senza divisioni, secerne il nuovo, seppure in Medio Oriente è orrido vedere città della Siria abbandonate con popolazione in fuga, il 75% della popolazione in fuga, troppo triste per un popolo dalle grandi idee e culla della civiltà umana.

Per quanto si può portare avanti occorrono modi e metodi, per la parte spirituale, la Fede, occorre più che parlare, agire con amore fraterno e per farlo occorre destarsi dal sentirsi superiori, quando la vera vita è suggellata nel prendere ciò che ci viene donato e effondere ciò che possiamo donare, mentre per la parte fisica, la salute!

Si, la salute! E’ più importante del denaro, quanti si vorrebbero comprare la salute e non lo possono fare! La salute è più importante del denaro e per quanto concerne l’energia, di certo il Mondo cambierà, nel frattempo occorre per quanto possibile di inquinare e soprattutto ciò che si produce, scorie, rifiuti, trovare una collocazione, trovare l’idea, più volte si è discusso di rifiuti, che altrimenti senza produzione di rifiuti si sarebbe rimasti ai tempi delle candele, invece è importantissimo ragionarci, incominciando da un rapido esempio:

Supponiamo che si abbia una produzione di grano contaminata, sovente si è mescolata con quello buono per ristrutturarla qualitativamente e si è venduta lo stesso, chi ne è al corrente di ciò, può anche pensare che mangerà soltanto riso al posto della pasta contaminata, mangiando però del riso, non sa che quel prodotto può essere contaminato, la concorrenza aveva mescolato del riso contaminato a quello buono, ristrutturandolo qualitativamente e vendendolo lo stesso, pensando che tanto loro non lo mangeranno, mangeranno della pasta buona e lasceranno il riso contaminato da far mangiare ad altri che non sanno di ciò, capite adesso?

Pure ciò è un colpo alla salute, che senza ammetterlo, è compromessa, la produzione di rifiuti è segno di modernità? Sarà pure più moderno produrre rifiuti, dev’essere moderno saperli collocare legalmente e sarà pure moderno evitare di produrli.

Un altro valido esempio:

una famiglia fa il pic-nic in un tale luogo e lì lascia i suoi rifiuti, abbandonandoli per terra, contando che tanto non ci ritornerà, quei rifiuti saranno pensieri di altri; un’altra famiglia fa il pic-nic da un’altra parte e lì lascia i suoi rifiuti per terra; le 2 famiglie, che non torneranno nel luogo in precedenza sozzato, senza saperlo si scambiano i luoghi del pic-nic, trovando i rifiuti dell’altra famiglia, lamentandosi per la loro sozzura, senza pensare che una sporcizia pure scambiata, sempre sporcizia di rifiuti rimane, ciò che hanno visto è ciò che dovevano vedere, per rendersene conto!

Comprendo la difficoltà di porsi per un Mondo pulito, è però necessario, non più pulito e meno sporco, pulito senza sporco, senza spazzatura.

Sulla costa del Mare Tirreno, di ritorno da Roma, abbiamo trovato, in Toscana in provincia di Grosseto, la centrale nucleare in disuso di Montalto di Castro, anzi, sembra mai stata operativa, la foto sopra è veramente da fotografo, professionale, fatta da me medesimo Gennaro Gelmini, che sono riuscito a trovare una baita davanti alla centrale, ho difatti nominato l’immagine “baita centrale”, che chissà chi la troverà, cercando magari l’immagine di una baita al centro di un alpeggio, trova questa baita, sempre in tema! Solamente che è davanti alla centrale; come Castro, che sta con Montalto così come Castro sta al Fidel Castro di Cuba.

Ed un racconto a tema è la supposizione che il suo proprietario non si è recato alla baita per decenni, adesso che ci torna, trova il panorama del mare coperto da questa “fabbrica”, munita di pilastri per mantenerla in sicurezza, un’alterazione al panorama penserà.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
2 febbraio 2016 2 02 /02 /febbraio /2016 20:43
Oroscopo del mese di marzo 2016 con transito di Marte

La potenza è nulla senza controllo e la forza di Marte nel focoso Sagittario non è tutto. Il 5 marzo 2016 Mercurio entra in Pesci, seguito da Marte in Sagittario il 6 marzo 2016, in data 12 marzo 2016 Venere compie l’ingresso nel segno dei Pesci, il 20 marzo 2016 è il momento del Sole nel fatidico Ariete, il 22 marzo 2016 seguito da Mercurio, anch’esso nel segno dell’Ariete

La Luna è nuova il 9 marzo 2016, badate bene, con eclissi totale di Sole e piena il 23 marzo 2016 con eclissi della Luna stessa.

il 3 marzo 2016 Venere in Acquario si trova in sestile ad Urano in Ariete, il 5 marzo 2016 Mercurio in Acquario, in cuspide poco prima di entrare nei Pesci lo stesso giorno, crea una quadratura con Marte in Scorpione e il 14 marzo 2016, Marte già entrato nel segno del Sagittario è quadrato a Venere in Pesci, il giorno dopo 15 marzo 2016 è stavolta Mercurio nel segno dei Pesci che è opposto a Giove in Vergine, il quale Giove il 16 marzo 2016 è trigono a Plutone in Capricorno; il 20 marzo 2016 Venere è congiunta a Nettuno nel segno dei Pesci, a cavallo tra il 24 e 25 marzo 2016 Marte in Sagittario è trigono a Mercurio in Ariete, il 25 marzo 2016 Giove in Vergine è opposto a Venere in Pesci, il 26 marzo 2016 il trigono di Marte in Sagittario fa compagnia al Sole in Ariete e il 30 marzo 2016 Saturno in Sagittario è trigono a Mercurio in Ariete.

Ho dato risalto a Marte e come prassi considero Plutone, studiando le effemeridi otterremo responsi, per far valere le nostre ragioni, non ha senso la sofferenza altrui e lasciare la popolazione nella sofferenza ha soltanto scaldato le braci per il fuoco.

Siccome il mese successivo, aprile 2016, darà le risposte che aspettavamo, possiamo solo per intanto iniziare a farci ascoltare, mentre ci bersaglieranno di critiche nell’ultimo tentativo di mantenere una stabilità ormai divenuta precaria.

Venere e Marte trovano casa nell’elemento Fuoco, occorrerà attendere il 5 aprile 2016 per Venere in Ariete, che servirà a calmare gli animi, per intanto a marzo 2016 sarà l’attacco di chi non comprende il futuro a turbare gli animi, per questo il contrattacco sarà lotta, lasciatevi invece condurre da una buona dialettica e metodo a far valere le vostre ragioni.

Buon mese di marzo 2016 nell’attesa di un ottimo mese di aprile 2016 da Gennaro Gelmini.

Horoscope by Gennaro Gelmini.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito