Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
14 novembre 2015 6 14 /11 /novembre /2015 22:30
Un Mondo in bilico tra pace e guerra: Kahlil Gibran e La Tempesta

Il terrorismo non avviene per volontà delle persone, avviene per giochi sporchi di potere. Mi tornano alla mente dei tratti di vita, 2 insegnamenti, ovvero non fare del male alle creature di Dio, con un esempio lampante, un questionario da compilare, 10 domande nelle quali un punto veniva assegnato a chi rispondeva che nel caso avesse trovato un insetto l’avrebbe ucciso, alludendo al fatto che Dio ha donato all’uomo la facoltà di porsi sopra gli animali, questo accadeva molti anni addietro nel secolo scorso ed è spregevole, diseducativo, eppure mi era capitato, in realtà uno che si pone sopra, a sentinella del gregge, deve rispettare il gregge stesso.

Un ulteriore esempio c’è dato dalla foto sopra, che appartiene ad una locandina che affissero a Milano città nella metà degli anno ’70 del secolo scorso, 40 anni addietro, che alludeva al fatto che gli abitanti della città, i Milanesi, volevano spesso poter parcheggiare in Piazza Duomo, fino a creare scompiglio per mancanza di posti auto liberi, il panorama della città era ormai mutato e siccome ognuno voleva il suo parcheggio, per fare comprendere alle coscienze l’importanza del rispetto, fu affissa la locandina sopra per le strade del centro storico.

Adesso ci ritroviamo con l’attentato di ieri sera 13 novembre 2015 a Parigi in Francia, costato la vita a 128 persone e questo purtroppo è uno sfracello per la società civile.

Cordoglio e preghiera per le povere vittime, stavolta non riuscendo a trovare parole mie, mi appello a quelle dello scrittore del classicismo letterario, ben fornito di spunti debbo dire, di autori classici che non pretendono diritti d’autore essendo trascorso tempo memore, però sempre moderni nel messaggio, vi riporto alcuni brevi brani del romanzo “La Tempesta” di Kahlil Gibran, che adesso, di questi tempi bui, possono servire almeno per fare luce nei nostri cuori.

“Yusif El Fakhri aveva trent’anni quando si ritirò dalla società per andare a vivere in un eremo che si trovava nei pressi della Valle Kedeesha, nel Libano settentrionale, la gente dei villaggi vicini udì svariate storie riguardo Yusif… e molti erano sicuri che fosse un mistico che si beava nel mondo spirituale, anche se la maggior parte della gente sosteneva che si trattasse di un pazzo.

Quanto a me, non potevo trarre nessuna conclusione riguardo quell’uomo, poiché sapevo che doveva esserci un segreto racchiuso nel suo cuore e non mi sembrava il caso di affidarne la rivelazione a delle semplici congetture, avevo a lungo sperato che si presentasse l’occasione di incontrare quello strano uomo e mi ero sforzato di acquisirne l’amicizia per vie traverse…

Tra tutte le vanità della vita, c’è una sola cosa che lo spirito ama e desidera ardentemente, una cosa abbagliante e unica.

Quale? Chiesi con voce tremante.

Yusif mi guardò per un istante che sembrò lunghissimo, poi chiuse gli occhi, si mise le mani sul petto mentre gli si illuminava il volto e con voce serena e sincera rispose: è un risveglio dello spirito, è un risveglio dei più intimi recessi del cuore, è una forza travolgente e magnifica che discende all’improvviso sull’umana coscienza e gli apre gli occhi, permettendogli così di vedere la vita nel mezzo di un’inebriante scroscio di splendida musica, circondata da un’intensa luce, con l’uomo a fare da pilastro di bellezza tra la Terra e il Firmamento, è una fiamma che divampa all’improvviso nello spirito e purifica il cuore, innalzandosi sopra la Terra e librandosi nello spazioso cielo, è una gentilezza che avvolge il cuore dell’individuo, che perciò si sente di disapprovare chiunque vi si opponga e si rivolta contro quanti rifiutano di comprenderne il grande significato, è una mano segreta che ha rimosso il velo che stava davanti ai miei occhi, quando ero membro della società, in mezzo alla mia famiglia, ai miei amici e ai miei compaesani.

Molte volte mi sono meravigliato e mi sono domandato cos’è quest’Universo e perché sono diverso dalle persone che mi guardano, come faccio a conoscerle, dove le ho incontrate e perché vivo in mezzo a loro?

Sono forse un estraneo tra loro oppure essi sono estranei a questa Terra, costruita dalla Vita, che me ne ha affidato le chiavi?”

Dopo questo sforzo letterario di Kahlil Gibran a colloquio con Yusif El Fakhri, me medesimo Gennaro Gelmini aggiungo soltanto una considerazione: vogliatevi bene.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
11 novembre 2015 3 11 /11 /novembre /2015 22:43
Pioggia nel deserto ed eventi novembre 2015

2 cicloni sul Corno d’Africa avvalorano il presupposto che le correnti d’aria abbiano cambiato direzione, con la conseguente pioggia a carattere alluvionale nel Deserto del Sinai in Medio Oriente e pure in molteplici deserti nel Deserto dell’Atacama tra Perù e Cile, dove la pioggia ha fatto ricomparire immense distese di piante i cui semi aspettavano appunto copiose piogge per germogliare.

Nel deserto dell’Atacama pioveva normalmente una volta ogni 10 anni, poiché era il luogo più arido al Mondo, adesso con la pioggia cresce rigogliosa la vegetazione erbacea, mentre per le possibilità dei semi di germogliare nel tempo, il record spetta ai semi di una palma che si riteneva estinta, visibile soltanto in alcuni affreschi della civiltà egizia, ebbene, a distanza di millenni, degli archeologi che hanno trovato questi semi in una piramide, mantenuti intatti dentro un cofanetto per devozione al Faraone, sono riusciti a farli germogliare, affinché la palma tornasse in vita da estinta che era.

Sul fronte dei terremoti, 2 scosse in Cile, il 7 novembre 2015 di 6.8° Richter e oggi 11 novembre 2015 di 6.9° Richter.

Purtroppo decine di vite umane sono andate perse in questi eventi, il clima che cambia, occorre ribadirlo, non è una notizietta da prendere passivamente, i cambiamenti climatici devono essere una priorità dei nostri pensieri, per trovare una soluzione.

Intanto a Messina in Italia, non è finita l’emergenza idrica, che seppure è arrivata al porto della città una nave cisterna, l’acquedotto cittadino non è tuttora tornato pienamente in funzione.

Nella foto piante di agave, dalle quali foglie si estrae dello sciroppo alternativo allo zucchero e dei nespoli, alberi dai frutti mangerecci, le nespole, simili alle albicocche.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
8 novembre 2015 7 08 /11 /novembre /2015 13:17
Energia elettrica macchinari del passato e del futuro

E’ con consueto ottimismo che lancio il video sulle energie alternative qui sul blog, eccolo sopra da vedere soprattutto nella seconda e terza parte, chi ha invece una connessione che non gli premetta direttamente di visualizzarlo qui, lo può trovare sui canali video al titolo “Energy for programming video”, ad esempio al link di Dailymotion, una importante panoramica sull’energia del futuro come del passato, nel progresso tecnologico:

http://www.dailymotion.com/video/x39njsa_energy-for-programming-video_people

La prima parte di presentazione, visto che la terza parte è in HD, nel video completo risulta sgranata, altrimenti si può visualizzare su questo blog al link:

http://gennaro-gelmini.over-blog.it/2015/10/presentazione-al-video-sulle-energie-alternative.html

oppure direttamente sui canali video al link:

http://www.dailymotion.com/video/x3akygh_energia-per-la-programmazione-presentazione-hd_people

Naturalmente la tecnologia ci consente di calibrare i pixel da visualizzare (in basso a destra nei video) calibrandoli all’occorrenza della connessione.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
4 novembre 2015 3 04 /11 /novembre /2015 05:45
Alluvione in Calabria e Sicilia flood novembre 2015

Siamo a novembre, eppure c’è qualcosa che continuiamo a notare, grandi alluvioni insidiano una parte del territorio, mentre una restante parte rimane più siccitosa, stavolta è toccato alle regioni Calabria e Sicilia.

In Calabria, nella costa ionica dei Gelsomini, in provincia di Reggio Calabria, è straripato il torrente Ferruzzano, causando l’interruzione della ferrovia tra Reggio Calabria e Taranto tra le stazioni di Ferruzzano e Brancaleone, tramite il disfacimento della strada ferrata e pure lo sfaldamento, nel vero senso della parola, della strada delle auto tra Reggio Calabria e Taranto appunto, nella medesima zona della ferrovia.

In Sicilia a Messina l’acquedotto è stato preso da 2 frane staccatesi dal costone della montagna, causando la fine dell’erogazione dell’acqua corrente in città, tecnicamente si è spezzato un tubo appena al di fuori della costruzione idraulica e la frana continua rende difficile i lavori di ripristino.

Difatti di ripristino si parla da giorni, senza trovare però possibilità concrete di sistemare per il momento interamente l’ingente danno, seppure anche oggi 4 novembre 2015 tenteranno.

Nelle province di Reggio Calabria in Calabria e Messina in Sicilia interi paesi sono stati invasi da acqua, fango e detriti, volontari gli stessi abitanti, impegnatisi per il ritorno alla normalità delle abitazioni e della viabilità.

Il bilancio di questa ondata di maltempo si conclude purtroppo con 2 vittime accertate.

Nella foto: Radici d’albero trasportate dai flutti del mare, approdate su di una spiaggia.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
3 novembre 2015 2 03 /11 /novembre /2015 14:26
Ti Amo: conferenza del 5 novembre 2015

Conferenza del 5 novembre 2015, nella quale saranno trattati i seguenti temi:

1) come connettersi e interagire con la Matrix;

2) un centro di gravità permanente;

3) il Mondo delle frequenze vibrazionali;

4) come ricongiungersi con l'Amore (Agape) e guarire;

5) rispetto reciproco, non violenza, empatia.

Vantaggi: infiniti.

Svantaggi: nessuno.

L’incontro è a cura di Giancarlo Sacchi e si terrà alle ore 21:00 del 5 novembre 2015 presso Oratorio “Don Bosco” di Cassano d'Adda (MI), situato di fronte a Villa Borromeo.

Per informazioni e iscrizioni: 338.2217931 (Giancarlo)

e-mail: dragotigre@gmail.com

Affrettarsi... 20 posti circa a disposizione ad offerta libera.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
3 novembre 2015 2 03 /11 /novembre /2015 09:51
Oroscopo del mese di dicembre 2015

Nettuno diretto in Pesci, Sole e Mercurio in Sagittario, il mese di dicembre 2015 inizia già così, a scrutarci, infatti ce ne accorgeremo del pervadere di un’energia che si sentirà senza tentennamenti, intendo dire di un’energia tra le persone, nella comunità, sarà l’ora che cambiamo un poco il nostro modo di esistere, che fino ad adesso, estranei, concorrenti, non si seguiva la spiritualità, non si seguiva nemmeno la materialità, perché era il contesto fagocitante desideri che si seguiva e adesso che, mai dire mai, si potrà toccare con mano un contesto limpido, vero, reale, ci apparrà di non esserne in vena, impreparati, perché mai abituati ad un diverso contesto dal consueto, crepitavate per il nuovo e adesso non lo vorreste? Il nuovo comunque arriva, con una fine anno 2015 in bellezza.

Si, perché il 27 dicembre 2015 Urano torna diretto in Ariete e Venere entra in Sagittario il 31 dicembre 2015, mentre la Luna si trova nel segno della Vergine.

Le indicazioni valgono per tutti i segni, una bellezza, una pace interiore, il nuovo deve pur nascere!

Mercurio in Sagittario il 10 dicembre 2015 giunge in Capricorno, il Sole in Sagittario, il 22 dicembre 2015 trasloca nel segno del Capricorno e Venere in Bilancia, il 6 dicembre 2015 fa il suo ingresso nel segno dello Scorpione, per giungere in Sagittario, cambiando nuovamente di segno in un solo mese, appunto il 31 dicembre 2015.

La Luna è nuova in Sagittario l’11 dicembre 2015 e piena in Cancro il 25 dicembre 2015.

Nelle tonalità del grigio, si cercherà quello più luminescente, fate Buon esito...

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
31 ottobre 2015 6 31 /10 /ottobre /2015 22:16
Il Fico del diavolo e i Martiri Agricoltori nel Medioevo

Donandovi un’ampia spiegazione, iniziamo dagli innesti utilizzati in agricoltura per ottenere frutti più grandi, senza utilizzare la cascola meccanica, ovvero tagliando dei fiori o frutticini (i frutti piccoli appena si iniziano a formare) per rendere più grandi i restanti frutti che matureranno, fino a dimensioni sproporzionate, da record.

C’è un trucco! Le piante di verdura, per sfoggiare frutti enormi, sono innestate nella pianta chiamata “Fico del diavolo” e perché è chiamata così?

Bello evadere e vedere allegre feste colorate dei frutti dell’autunno, io però devo mostrarvi ogni lato di questo sfoggiare, giacché ogni luce ha il suo buio e siccome in molti vi presenteranno i fatti in chiave moderna, ciò che manca da farvi sapere sono le ingiustizie del passato, come del passato recente, così del Medioevo.

Non sono riuscito ancora una volta a zittire la mia voce, che tra le bellezze, io invece decanto le ingiustizie, lo sento per me come un dovere, non era prassi, però ciò che vi racconto è che nel Medioevo occorrevano 2 persone che testimoniavano che una terza persona fosse stregone o strega, per far giungere la causa ad un tribunale, da dove sovente da uno a 3 incaricato si recavano sul luogo indicato a studiare il caso ed emettere giudizi da presentare al tribunale per la sentenza.

Le feste che decretavano quale fosse il frutto più grande, notoriamente una zucca, or bene, a chi vinceva veniva dato un premio, però al vincitore si controllava la pianta, degli esperti guardavano se avesse un nodo, perché quello era il simbolo, dicevano, di un’alleanza col diavolo, così il vincitore poteva finire per divenire condannato al rogo, bruciato al fuoco della legna e un po’ di finocchietto (il finocchietto è la parte aerea della pianta del finocchio) per mitigare la puzza di carni bruciate, senza capire che quel nodo è in realtà il punto di innesto tra la pianta di verdura e il così chiamato Fico del diavolo, ecco che anche gli agricoltori venivano dannati e danneggiati per ciò di cui non avevano assolutamente commesso, un’agricoltura coi suoi trucchi da premio, chiamata invece stregoneria.

Sono forse stato troppo breve nel racconto, l’ho scritto con la sola intenzione di farvi comprendere gli errori del passato, per evitare di ripeterli in futuro e ciò è molto importante.

Nella foto: campo di zucche con gazebo, nella foresta.

 

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
30 ottobre 2015 5 30 /10 /ottobre /2015 21:34
Statua dalle fattezze extraterrestri appare su balcone inagibile
Statua dalle fattezze extraterrestri appare su balcone inagibile

Va bene, trovando argomenti di vostro interesse, ritorniamo ai temi che interessano il nostro vivere quotidiano a Varese, che per comprenderli meglio, dobbiamo fare un passo indietro nel tempo, al secolo scorso, 1900.

Si andava alle associazioni ambientaliste alla Torre Civica, quella di Piazza Monte Grappa a Varese, che vedete nelle foto sopra, aiutandosi anche tra vari volontari a redigere i documenti a carattere ambientale che occorrevano e da sempre non era consentito affacciarsi al balcone, nemmeno per guardare il panorama del centro storico.

La storia vuole che Piazza Porcari, chiamata così dal mercato del bestiame che una volta alla settimana vi si svolgeva, venne trasformata nell’attuale Piazza Monte Grappa, con torre, palazzi con porticato e fontana e siccome questo avvenne nel periodo che l’Italia entrò in guerra, la Seconda Guerra Mondiale, per evidenti motivi sociali e politici è appunto vietato l’accesso al balcone, così almeno indicava la mappa della torre per come l’avevo vista nel secolo scorso.

Sempre rispettosi delle norme, mai ci siamo recati sul balcone delle Torre Civica di Piazza Monte Grappa a Varese, Italia, finché, questo stesso mese di ottobre 2015 ho notato sbigottito la statua delle foto sopra, situata per l’appunto sul balcone di questa torre, senza averne trovato notizia, solamente per mia fortuita osservazione.

Sembra alta 3 metri la statua, pure in considerazione dell’altezza del portone del balcone, che oggigiorno così alto non si potrebbe costruire, luccicante del colore dell’argento, rassomigliante tutt’al più ad una Creatura extraterrestre umanoide, che mi fa immaginare che qui a Varese già le aspettano, le 2 foto sopra mostrano ogni particolare.

Ed anche oggi, in questo venerdì 30 ottobre 2015 e nei giorni che seguiranno, frotte di oppositori decanteranno la normalità, eppure risalta la domanda sul perché, su quel balcone, una simile statua.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
29 ottobre 2015 4 29 /10 /ottobre /2015 14:35
Panoramica degli eventi alluvionali e sismici avvenuti nel Mondo

Partendo dal terremoto in Afghanistan, nella regione dell’Hindu Kush, di 7.5° Richter, all’uragano Patricia abbattutosi sul Messico, una panoramica esemplificativa degli eventi del periodo sono in aggiunta il terremoto avvenuto alle Isole Vanuatu in Oceania (Oceano Pacifico sud occidentale) di 7.1° Richter il 20 ottobre 2015, il terremoto alle Isole Tonga di 5.9° Richter del 18 ottobre 2015, il terremoto in Argentina, avvenuto nella Provincia di Salta, di 5.9° Richter il 17 ottobre 2015, il terremoto in Russia sulla Penisola di Kamcatka di 6.0° Richter il 16 ottobre 2015.

Tra gli eventi minori, nell’area mediterranea, terremoti con epicentro in mare, tra Francia e Spagna di 4.6° Richter oggi 29 ottobre 2015, in Grecia di 4.4° Richter e in precedenza nel Mare Egeo di 4.6° Richter il 27 ottobre 2015, preceduto da altre scosse negli stessi luoghi, mentre a largo dell’Antartide, sulle Isole Principe Edwards 5.7° Richter e alle Isole Bouvet di 5.5° Richter il 23 ottobre 2015, nel Mare di Scozia, sempre a largo delle coste antartiche, di 5.5° Richter il 22 ottobre 2015, nel Passaggio del Drago di 5.5° Richter il 20 ottobre 2015 e in Svizzera di 3.1° Richter il 14 ottobre 2015 a Sierre, nel Canton Vallese, che è il secondo terremoto avvertito dalla popolazione quest’anno 2015, in quanto le migliaia di terremoti nazionali che avvengono ogni anno sono soltanto strumentali, facendola ritenere una nazione asismica, i tempi cambiano in ogni dove.

Non è che non succedono sempre, sempre succedono, ciò che cambia è il loro svilupparsi certo, facendo una panoramica degli eventi alluvionali e sismici avvenuti nel Mondo, notiamo che l’inondazione avvenuta in provincia di Benevento, Italia, ha devastato i vitigni da uva da tavola e da vino, bloccandone la produzione proprio nel momento del raccolto, gli anziani del luogo dicono all’unanimità che non hanno mai visto un’alluvione così forte, difatti l’acqua è arrivata in questa alluvione di ottobre 2015 ad inondare dove non era mai arrivata prima d’ora.

Eventi che si confanno perfettamente allo studio sismico, periodo alluvionale, periodo sismico, nettamente influenzato dagli eventi dello spazio, influssi gravitazionali, eclissi, tempeste solari, seppure gli eventi non appaiono come dovrebbero nelle sue complessità.

Il terremoto Avvenuto in Afghanistan di lunedì scorso 26 ottobre 2015 ha causato 400 vittime, 270 feriti e 7000 abitazioni danneggiate, mentre l’uragano Patricia, declassato a tempesta tropicale, ha causato dei danni tuttavia contenuti.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
25 ottobre 2015 7 25 /10 /ottobre /2015 20:36
Presentazione al video sulle energie alternative

In versione marinara, la presentazione al nuovo video sulle energie alternative, avente titolo “Energy for programming video” prossimamente su questo blog, già pubblicato sui 4 canali video, tra i quali al link di Dailymotion:

http://www.dailymotion.com/video/x39njsa_energy-for-programming-video_people

Il video della presentazione, visibile qui sopra lo scritto, per le connessioni short è anche visibile in vari link, tra i quali su Dailymotion a questo:

http://www.dailymotion.com/video/x3akygh_energia-per-la-programmazione-presentazione-hd_people 

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito