Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
8 giugno 2016 3 08 /06 /giugno /2016 17:27
Possibilità di cover-up in Archeologia

Ricordiamo i ritrovamenti di dinosauri, soltanto dal 1849 la scienza li ha annoverati grazie all’Antropologo inglese Richard Owen, eppure già popolavano il pianeta Terra da milioni di anni, insomma, per farla in breve, c’è da domandarsi quante e quali cose ci vengono proposte, quali negate?

Affreschi staccati: gli affreschi possono staccarsi dalle pareti mediante l’apposizione di un telo cosparso di perossido d’idrogeno, in tale modo il dipinto rimane sul telo per venire successivamente collocato tutto o in parte su di un’altra parete, così sulla parete originaria si ricollocherà soltanto ciò che fa parte dei canoni di normalità, il resto rimarrà evidentemente su di un’altra parete, in magazzini inaccessibili al pubblico.

rifacimento della pavimentazione e parti recise: pavimenti a mosaico perfettamente livellati? Rifacimento. Pavimenti a mosaico deformati nella superficie, però mancanti qui e là di tessere? Notate che le tessere mancano proprio a fianco di alcune raffigurazioni, dove lo spazio lo permetterebbe? Vale la pena pensare a cosa ci facciano vedere e cosa no, finché troveremo qualcuno che dirà che non dobbiamo pensare, e allora che ci stiamo a fare? Pensiamo, pensiamo.

Parti espositive limitate: “ci dispiace non far vedere al pubblico tutta la realtà espositiva per mancanza di spazio, dovendo tenere parte delle opere d’arte in magazzino”, intanto ciò che di può risultare scomodo, si saranno creati i presupposti per non farlo mai vedere al pubblico.

Draghi e navi distrutti: soprattutto durante la Seconda Guerra Mondiale si raccontava che per gli screzi tra taluni Archeologi, venissero distrutti reperti archeologici, tra questi, cuccioli di draghi tenuti in formalina e le navi del Lago di Nemi; le truppe tedesche in ritirata portarono oltrefrontiera pure documenti misterici mai più ritrovati, come accadde in Italia nel Lazio a Cassino per l’Abbazia di Montecassino, il resto sull’Abbazia lo conclusero i bombardamenti americani.

Film dell’Impero tagliati: periodo del Vittoriano, oggi quei film dell’Istituto Luce, rimasti nei magazzini della celluloide (una volta si diceva così), lì permangono e occasionalmente vengono riproposti in televisione, spesso sentendo dire che siccome contengono parti relative alla politica non più riproponibili, vengono tagliati e non sempre sono proponibili, ricordo però che pure il potere politico trascorso ci teneva alle attività misteriche, quindi assieme alla politica è possibile trovare misteri scomodi.

Massi coppellati spariti: senza andare tanto lontano, troviamo l’esempio nel masso coppellato situato presso la località di Piero in Val Veddasca, nel Comune di Curiglia con Monteviasco, sui monti prospicienti il Lago Maggiore, ad est (sinistra idrografica, destra orografica), dove un masso coppellato, ovvero una grande roccia avente dei fori fatti dagli uomini considerati “delle caverne”, che però si stava evincendo, conoscevano la disposizione delle stelle perfettamente e in maniera perfettamente allineata alle stelle disponevano ciò che scalpellavano, quando ricominciò uno studio più avanzato sul masso coppellato di Piero, il masso sparì, ufficialmente rubato.

Guerre e terrorismo: è nota la devastazione delle guerre e terrorismo contro il territorio e i suoi monumenti, occorrendo pure aggiungere la trafugazione delle opere d’arte dai questi luoghi teatro orrori troppo spesso celati d’oblio per l’efferatezza degli accadimenti.

Detrattori: qualunque cosa facciate e di qualunque cosa parliate, avrete dei detrattori, notare quando le cose vanno bene arrivano sempre i detrattori, questo perché, ve lo spiego subito, rimanendo soli e isolati si può essere più facilmente controllati.

Naturalmente la scienza ufficiale nega ogni addebito, però nell’attesa di annunci ufficiali relativi alla disclosure, la rivelazione, da altri sempre rimandati, noi intanto scriviamo.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
4 giugno 2016 6 04 /06 /giugno /2016 10:48
Alluvione in Francia e nord Europa e messa in sicurezza USA

Dapprima colpita Milano, dove in una sola notte ha piovuto quanto in un mese intero, la semplice causa nell’evaporazione delle acque del Mare Mediterraneo per la grande calura, riversatasi dove l’aria è più mite, con temporali sui Balcani, di qui si è sprigionata un gran massa di nubi su tutto il nord Europa, dalla Polonia, alla Francia, Germania e Austria.

La complessa causa nei cambiamenti climatici arrivati al culmine, senza che si sia approntata una reale significativa risoluzione di questa afflizione.

Ciò che sta succedendo, seriamente comprendendo la situazione, si inquadra nel contesto più vivido possibile, il Mondo cambia e ancora non ce l’hanno detto, una sequela di ritardi, intanto sono già 11 le vittime accertate, con il Louvre a Parigi in Francia liberato nei piani bassi dall’acqua che potrebbe penetrarvi a causa della piena del fiume Senna.

Resisi conto che quanto accade in Europa può accadere pure in America, il Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Hussein Obama ha informato dapprima sui pericoli per la nuova stagione 2016 dei tornado e non solo, sembra proprio un ammonimento per una stagione di grandi influssi, a causa di essi occorrerà riferire le cose come stanno, occorrono una perspicaci messe in sicurezza.

Da Milano ad inizio settimana, alla preoccupazione per l’eventualità di un’esondazione del fiume Senna a Parigi oggi stesso 4 giugno 2016, di cambiamenti climatici occorre proprio debitamente interessarsi.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
2 giugno 2016 4 02 /06 /giugno /2016 19:13
Oroscopo luglio 2016

Benvenuti a Luglio!

Bisogna attendere un po’ per vedere a metà mese entrare Venere in Leone, sarà già il 12 luglio 2016 e due giorni dopo, il 14 luglio 2016 sarà la volta di Mercurio a compiere l’ingresso in Leone e incredibile ma vero l’en plein, pure il Sole entra in Leone il 22 luglio 2016 mentre il 30 luglio 2016 è la volta che Mercurio, in veloce transito diretto, entri in Vergine.

La Luna è nuova il 4 luglio 2016 nel segno del Cancro, Luna piena proprio nella notte tra il 19 e 20 luglio 2016 in Capricorno.

Giove in Vergine è in sestile a Venere in Cancro in data 1 luglio 2016, Mercurio in Cancro è trigono a Nettuno in Pesci il 5 luglio 2016, Marte in Scorpione è trigono a Venere in Cancro il 6 luglio 2016, Venere è congiunta a Mercurio a cavallo tra il 6 e 7 luglio 2016, il Sole è congiunto a Mercurio il 7 luglio 2016, mentre Giove in Vergine è stavolta in sestile a Mercurio in Cancro l’8 luglio 2016 e sempre Giove in Vergine è pure sesto al Sole in Cancro il 10 luglio 2016, Mercurio è trigono a Marte l’11 luglio 2016, Marte in Scorpione è trigono al Sole in Cancro il 17 luglio 2016 e sempre Marte in Scorpione è quadrato a Mercurio in Leone tra il 29 e 30 luglio 2016.

Non basterà un caffè e nemmeno un frullato di frutta e verdura a riequilibrare gli eventi, perché per ciò che non riguarda le nostre forze, riguardando nel complesso la vita di ognuno, è soltanto da poter portare avanti e non indietro, essendo evidente il complesso schema dentro il quale siamo proiettati.

Per andare avanti senza ripetere gli errori del passato, occorre mettere la pace al primo posto, però per poterla mettere al primo posto, occorre anche che gli errori del passato siano ricordati, perché si rischia il loro ripetersi senza ricordo.

Infatti non ricordo mai discorsi d’odio nelle parole delle Creature extraterrestri, poiché a loro già appartengono il passato, il presente e il futuro, ovvero per avere Buone speranze occorre riporre le nostre vicissitudini in Dio per trovare conforto, fintanto che il Mondo si riproponga in un Mondo nuovo.

Da un grande tramestio nel segno del Cancro ad inizio mese già attuato, al rinnovo di Venere, Mercurio e Sole in Leone, che donerà lo sbrogliarsi di nodi negli affari, soprattutto negli affari della società, le risposte e proposte che si volevano trovare, una via d’uscita alle pesantezze del giogo che va sempre più stretto, nuove simpatie, nuovi amori o rientri di amori per taluni, mentre per taluni altri nuove entrate economiche sul finire del mese di luglio 2016, avute in liquidità per agosto 2016.

Oroscopo free basato sullo studio delle Effemeridi, calcolato e scritto da Gennaro Gelmini.

Nella foto: fiori in Valle Olona.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
31 maggio 2016 2 31 /05 /maggio /2016 16:00
Al di là del tempo
Al di là del tempo

Varese, 31 maggio 2016, martedì

 

Al Presidente della Provincia di Varese Nicola Gunnar Vincenzi

 

Gentilissimo Presidente della Provincia di Varese Nicola Gunnar Vincenzi, me medesimo Gennaro Gelmini le scrivo per ringraziarla del lavoro svolto con determinatezza in un periodo non facile per la politica italiana e globale.

Dal suo ruolo di Sindaco all’aggiunta di Presidente della Provincia di Varese, grazie al quale si è proposto a tutelare il territorio e in materia ambientale, tutta la provincia ha trovato certamente giovamento, essendo tantissime le iniziative che hanno dato frutto e la prova la si trova quando si arriva a Varese e provincia e ci si incanta da quanti luoghi di natura incontaminata ci sono, pur essendo tra le più popolate d’Italia, con quasi 900.000 abitanti.

Alla fin fine così bella quest’esperienza di Provincia, che è un vero peccato non poterla continuare, si toglie assai, senza mai contare l’impatto sull’identità culturale che ne viene meno, abolire le province è una scelta sconsiderata nell’ottica di pensare al futuro vivendo il presente.

Ciò succede proprio quando d’altro canto si può essere orgogliosi per l’aggiudicazione della Indicazione Geografica Protetta IGP Europeo ai giustamente famosi grazie alla buona nomea da buongustai degli Asparagi di Cantello, una produzione agricola che solo il paese di Cantello, di 4598 abitanti e una superficie di 9,13 Km² può vantare.

Io dal canto mio scrivo questa lettera considerando la mancanza di considerazione per l’assolvimento di missioni che sensibilizzino all’ambiente per la tutela della nostra stessa esistenza, continuando nella convinzione che percorsi prestabiliti siano sempre adatti di volta in volta a portare avanti nozioni di vitale importanza, mentre i tempi cambiano e c’è qualcosa di nuovo e diverso da tenere in conto, ovvero che i cambiamenti climatici sono reputabili in minima parte all’azione umana, in massima parte a motivi naturali, peccato che per come è il pensiero umano, niente e nessuno potrebbe distogliere da quelle che sono le concezioni in atto, regole fisse non scritte ma seguite, secondo le quali, quando una cosa la acclamano in molti è benaccetta, mentre quando un argomento lo si detesta, non viene preso nella dovuta considerazione, ciò comporta però il suo protrarsi nel dimenticatoio fin quando non lo si può più dimenticare e ci si domanda invano cosa si potesse fare già da prima.

Io scrivo per nozione diretta, è quindi inutile che cerchino di assoggettarmi ad altri studiosi, ne risulta la mancata mia nozione su particolari che converrebbe ascoltare, accogliere come notizie utili e ciò che cambia è che i cambiamenti climatici sono dovuti principalmente all’effetto di influsso gravitazionale apportato da un pianeta noto fin dall’antichità col nome di Nibiru, che si approssima al perielio e perigeo in questo periodo, mentre nel contesto di sviluppo dello studio dell’astronomia nessuno si è accorto dell’egemonia dell’Astronomo Michael Brown della National Aeronautics and Space Administration (Nasa) nelle rivelazioni ufficiali relative allo studio degli oggetti celesti gravitanti nel Sistema Solare, ciò che Brown dice è nozione ufficiale, indiscutibile soltanto perché targata Nasa, screditando chiunque la veda diversamente, finché si è sviluppata una diversità di idee all’interno della stessa Nasa, tramite l’astronomo Paul Cox, che ha saputo scrutare lo spazio individuando nel Sistema Solare il Second Sun o Two Sun, chiedendo ai suoi colleghi cosa sia quel corpo celeste che è riuscito pure a fotografare, senza riuscire a trovare adeguata risposta.

Nel tempo dell’attesa non sono rimasto a guardare, essendo risapute le lungaggini per le quali la realtà attende di essere rivelata ufficialmente, mi avvalgo io di divulgarla, seppure osteggiato dalle tante incomprensioni da chi evidentemente non ha mai avuto l’esperienza di incappare in qualche mistero senza risposta o le cui risposte avute contrastano con quanto si è potuto osservare, inoltre c’è chi è convinto di poter bombardare Nibiru per evitarne in tal modo un ravvicinato transito, mossa che si rivela inefficace, addirittura dannosa a nostro carico, poiché ciò che provoca è soltanto un catastrofico ritardo nell’opportuna dichiarazione ufficiale, intanto non potendo trovare piena comprensione, continuo con la divulgazione.

L’Umanità deve essere pronta ad accorgersi dell’esistenza seppure ingombrante di Nibiru per accorgersi di cose 10 volte più incredibili, unica possibilità per aprire la seconda fase di preparazione predestinata al nuovo Mondo, perché credo che la società debba strutturarsi come quella delle api, che supera gli inverni, che ricordano i periodi del Mondo pieni di vicissitudini, raggomitolandosi nell’alveare un’ape sopra l’altra e dandosi il cambio su chi sta all’esterno e chi all’interno, mentre altri insetti simili chiamati bombi, non accordandosi vitalmente alla stessa maniera, finiscono col sopperire, soltanto la regina già fecondata sopravvive.

Vivo consapevole del drastico cambiamento che arriva, d’altronde mai nulla è rimasto tal quale, soltanto Dio è per sempre, l’Umanità deve essere pronta ad accorgersi ed accogliere il nuovo Mondo, il Sistema Solare è un Sistema Binario come in realtà lo sono moltissimi Sistemi Stellari, con due stelle, la principale Sole e la secondaria Stella Nana Bianca Nibiru, seppure notoriamente menzionato come pianeta Nibiru, avente altresì i nomi Sedna, Eris, Xena (che si pronuncia Scila) e la sigla 2003 UB 313, avente un satellite chiamato Gabrielle ed una scia di comete detta Coda del Drago, capace di apportare un chiaro influsso gravitazionale verso la Terra, i pianeti del Sistema Solare e il Sole, a noi evidenti tramite l’aumento di terremoti ed eruzioni vulcaniche, alluvioni e siccità, tempeste, tornado, uragani e tifoni, maremoti ed onde anomale, frane e cadute meteoriche.

Nibiru è inoltre abitato nelle sue cavità, dove permangono condizioni di luce per approvvigionamento da fonti magmatiche interne al pianeta Nibiru e dove presente acqua allo stato liquido grazie appunto al calore di queste fonti di luce.

Che verità sia, spingiamo ad essa, divulgando come meglio possiamo, me medesimo Gennaro Gelmini, abitante a Varese in Viale Valganna 216, avente telefono fisso 0332232143, mobile 3407077946, e-mail gennaro.gelmini@email.it , ho per questo motivo aperto il sito web http://gennaro-gelmini.over-blog.it , 4 social network e 4 canali video su YouTube, Vimeo, dailymotion e Video Bigmir a titolo gratuito.

Ci viene nascosta la verità perché in ogni condizione umana il cambiamento è sempre e da sempre temuto, finché però avviene comunque, ieri si è verificata un’alluvione appena fuori zona a Milano, dal mese scorso continuano ad avvenire sciami sismici sull’Appennino, con una scossa di terremoto appena ieri 30 maggio 2016 di 4.1° Richter in Umbria e c’è da aggiungere i particolari forti terremoti in Australia e Antartide con scosse fino ai 7.2° Richter avvenuta lo scorso sabato 28 maggio 2016.

Che ci sia quantomeno la possibilità di una revisione della realtà dei fatti, quanto prima.

Allego alla corrente lettera per gentilissimo Presidente della Provincia di Varese Nicola Gunnar Vincenzi, gli Atti di Bologna del 22 marzo 2016 e di Roma del 15 gennaio 2016.

Non avendo oltremodo tempo tecnico per poter continuare questa lettera con nozioni più approfondite, le mando i più cordiali Distinti Saluti.

 

IN FEDE

GENNARO GELMINI

 

 

 

Gennaro Gelmini, Viale Valganna 216, 21100 Varese, telefono fisso 0332232143, mobile 3407077946

e-mail: gennaro.gelmini@email.it sito web: http://gennaro-gelmini.over-blog.it

 

Varese, 31 maggio 2016, martedì

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
27 maggio 2016 5 27 /05 /maggio /2016 15:31
Isolino Virginia dei VIP
Isolino Virginia dei VIP
Isolino Virginia dei VIP

Sono andato anch’io all’Isola dei Formosi. Inizia con una traversata nelle placide acque del Lago di Varese il viaggio all’Isolotto Virginia, in quanto la contemplazione aiuta a rinfrancarsi nelle energie, finché pure ci rinfranca la visione un bel cigno e a continuare per l’isola fino al discorso finale con “ragazzi, amici, chi segue per la prima volta i miei video” dove si dà un’arguta considerazione sulla società tutta e sul futuro del nuovo Mondo che ci attende, che seguirà nei prossimi video, Buona visione.

L’Isolino Virginia è l’isola situata nella parte occidentale del Lago di Varese, Italia, in Lombardia nella Regione dei Laghi e la montagna che si vede ergersi dalla barca è il Monte Campo dei Fiori, dell’altitudine di 1227 metri sul livello del mare, che partendo da sud è la prima montagna del Massiccio delle Alpi che si erge sopra la Pianura Padana; noi siamo arrivati all’isola con una barca catamarano che parte normalmente dal mattino al pomeriggio del sabato e domenica con svariate corse da Biandronno, il paese più vicino all’isola, situato sulla sponda ovest del lago, mentre saltuariamente potrebbero esserci dei battelli pure con partenza dalla località lacuale della Schiranna presso Varese e da Gavirate (sponda nord), occorre comunque prima verificare di volta in volta gli spostamenti che si vogliono attuare.

Il Lago di Varese ha un’altitudine di 238 metri sul livello del mare, l’Isolotto Virginia 241 metri slm ed ecco sull’isola sbarcare il 22 maggio 2016 il sottoscritto Gennaro Gelmini e realizzare il video che trovate incorporato in questo articolo, dal titolo “Isola Vergine dei Formosi”.

L’Isolino Virginia è patrimonio dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura UNESCO dall’anno 2011, poiché conserva resti palafitticoli antichissimi, raccolti al museo dell’isola e in altri rinomati musei, il suo nome nel medioevo era Isola di San Biagio, divenuta poi Isola Camilla dal nome della Duchessa Camilla Litta e successivamente Isola Virginia dal nome della Marchesa Virginia, mogli dei proprietari succedutisi dal 1800 al recente passato e uguale ad allora l’isola si mostra in tutta la sua bellezza, godetevi intanto il video, poi salpate anche per pensieri, che la fantasia divenga realtà.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
26 maggio 2016 4 26 /05 /maggio /2016 11:57
Attenzione Firenze sinkhole

Ufficialmente un semplice guasto alle tubature, ha sconvolto 200 metri dell’argine del Fiume Arno lasciati a parcheggio auto e collassati ieri mattina 25 maggio 2016 nel fiume.

Andando ad interessarsene più approfonditamente, notiamo che poco tempo dopo, la stessa mattina si sono verificati 2 terremoti nell’area mediterranea, 5.2° Richter con epicentro l’Isola di Creta in Grecia e 4.0° Richter nel Mar Ionio.

Una voragine sinkhole quella di Firenze che desta l’attenzione sul territorio, l’Italia è una penisola affacciata sul mare, deformazioni del terreno possono avvenire, per Firenze si parla di esplosione di tubatura, però precedente ai 2 terremoti qui elencati, nessun ferito comunque per Firenze, soltanto auto sprofondate nel fiume e poi recuperate all’incirca intatte, soltanto annacquate completamente, poiché cadute in orizzontale assieme alla strada.

E un messaggio mi arrivò, nel settembre 2015, relativo ad attenzione Firenze, a mostrare ciò si crea solo ostruzionismo, mentre personalmente aiuta a comprendere il periodo al quale ci affacciamo, un cambiamento ci attende, allora vale divulgare.

Nella foto: crollo di terreno su strada.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
22 maggio 2016 7 22 /05 /maggio /2016 06:06
La Luna prona sprona a svegliarsi
La Luna prona sprona a svegliarsi

La Luna guarda la Terra, inesorabile ed è già il momento di muoversi, svegliarsi.

E’ normale, lo dicono tutti, magari muoversi attendendo il Sole, che ne dici?

E normale non può essere quando il segnale è attivo, una missione da compiere, ogni giorno in più dedicato, mi sono addormentato che la Luna si levava dai monti, mi sono svegliato che la Luna calava tra essi.

Un tempo mi domandavo come ci si potesse muovere con buone azioni propositive, ho trovato risposta ai miei perché, ritrovati quando la Luna non sembrava più la stessa e mentre un coro di umani canticchiava che era normale, io invece ero già in missione, Buona giornata di questo tempo del non tempo, attendendo che dopo tanti motivi per dirla, ogni realtà venga rivelata.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
19 maggio 2016 4 19 /05 /maggio /2016 13:28
Quel gran rimestare in aprile 2016 e news terremoti

Delle pecore che crescono sempre più grandi, ma al volerle fotografare, impressionare su pellicola, si diceva ai tempi delle macchine fotografiche a rullino, però si impressionavano dal vivo e scappano e i pastori a rincorrerle per riprenderle, ciò è emblematico degli eventi, 2 settimane è il tempo che trascorre tra gli avvenimenti e il loro dimentico, ciò accade poiché la società è costruita su basi del dare e ricevere sistematico, il questo modo l’individuo teme il cambiamento, poiché teme di non ricevere più alcunché, stabilendo il primato addirittura come se i fatti non fossero mai accaduti.

E' regola dell'amore vicendevole mai sperare male neanche per il nemico, piuttosto tentare un'unica soluzione di spingere affinché parlino, intanto ne parliamo noi e poi una regola del destino diciamo, che chi non ha paura della morte non muoia mai, mentre chi la teme la morte potrebbe non temere lui, è tremenda detta così, però vera.

Assolutamente vero, i continui movimenti di faglia lo dimostrano, pure attraverso i molteplici forti terremoti che stanno avvenendo nell'Oceano Pacifico a largo del Messico, proprio appena al di sotto del Golfo di California, dal quale diparte la Faglia di Sant'Andrea.

Partiamo dal primo terremoto di aprile 2016, dal 6° Richter in su: 6.2° Richter in data 1 aprile 2016 a largo delle coste di Papua Nuova Guinea, 6.2° Richter il 2 aprile 2016 in Alaska (USA), 6.9° Richter il 3 aprile 2016 alle Isole Vanuatu, nuovamente 6.7° Richter il 6 aprile 2016 alle Vanuatu e lo stesso giorno del 6 aprile 2016 6.1° Richter alle Isole Java sempre in Indonesia, il 7 aprile 2016 6.8° Richter ancora alla Vanuatu, il 10 aprile 2016 6.6° Richter al confine tra Afghanistan e Tagikistan, il 13 aprile 2016 6.9° Richter al confine tra Myanmar e India, lo stesso giorno del 13 aprile 2016 6.0° Richter con epicentro l’Isola di Mindanao nelle Filippine, il 14 aprile 2016 6.0° Richter alle Vanuatu e lo stesso giorno un notevole sciame sismico con le più forti 2 scosse di terremoto di 6.2° e 6.0° Richter alle Isole Kyushu in Giappone e Vanuatu risponde poco dopo, sempre il 14 aprile 2016 con 6.4° Richter, il 15 aprile 2016 6.1° Richter a largo delle coste del Chiapas, regione del Messico e lo stesso giorno un 7.0° Richter nuovamente scuote le Isole Kyushu in Giappone e siamo solo a metà mese, continuiamo la lista.

Gli eventi si susseguono e non soltanto quelli sismici, il cambiamento in atto è evidente per chi lo sa scrutare, pure la notizia dell'ESA sulla polarità diminuita fa comprendere pienamente in che situazione storica di cambiamento ci troviamo.

Continuando: il 16 aprile 2016 (ora locale, il 17 aprile 2016 in Italia) 7.8° Richter con epicentro nell’Oceano Pacifico a largo dell’Ecuador, un terremoto di enorme potenza purtroppo e a seguire il 20 aprile 2016 6.2° Richter nuovamente scuotono l’Ecuador nel mezzo di uno sciame sismico che stenta in quei giorni a diminuire, difatti il 22 aprile 2016 nuovamente un terremoto di 6.0° scuote l’Ecuador, spero di essere stato esaustivo.

Rimane quindi molto importante da notare lo scatenamento di 2 terremoti estremamente forti nel lasso di un tempo estremamente breve, 7.0° Richter in Giappone il 15 aprile 2016 e 7.8° Richter in Ecuador il 16 aprile 2016.

Nuovamente ieri, il 17 maggio 2016, un terremoto di 6.8° Richter ha infine scosso nuovamente l’Ecuador, mentre nel mese di aprile 2016 in Italia i terremoti si sono verificati soprattutto nell’Appennino settentrionale, un moderato sciame sismico tra gli altri ha interessato Firenze, dipartito da una scossa di 3.6° Richter il 25 aprile 2016.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
17 maggio 2016 2 17 /05 /maggio /2016 22:59
Il cambiamento è un'occasione perché

Mi sveglio prima della sveglia, che il mio corpo è abituato pure ai cambiamenti d’orario, all’italiana tra solare e legale e le news danno, che già c’è stato qualche danno, ovvero la signora che reclama la protezione della sua villa con un’arma da fuoco, di lì a poco l’intimidazione ad un bar dove era transitata una diva, uno sventato alquanto falso allarme bomba, un ciclista travolto da un camion della spazzatura, tensioni in svariate parti del Mondo, così è iniziata la settimana e adesso siamo già a martedì 17 maggio 2016.

Il cambiamento è timore? E’ timore rimanere così invece, racimoliamo timori, la contentezza invece ci attende lì fuori, un raggio di luce mi pervade mentre mi trovo al parco Giardini Estensi a Varese, dietro una palla di ferro che ricorda una pallina da golf (nella foto), poi scendo al bar dell’orto, che mi attendono i panini free dell’happy hour, quindi l’aperitivo offerto all’orto, di dolce sfogliatelle napoletane e di salato insalata di rinforzo.

Allorquando si vedrà che la vita può essere così semplice, soltanto allora si comprenderà l’essenza della vita, quante vicissitudini si potrebbero evitare seguendo un altro stile di vita, la società che bada alla società stessa è una società che protegge la società, mentre la società nella quale viviamo ancora, di individui scollegati gli uni dagli altri, dove i diritti possono divenire una richiesta inevasa, elargiscono soltanto timore,

E il timore si supera soltanto quando una società supera se stessa, il conforto per la sicurezza può già nascere prima, da una società che non lascia nel dimenticatoio le persone, piuttosto che a posteriori col controllo efferato, una società diversa da quella dei capitali che si possono rubare, non subirà mai intimidazioni di tipo economico, una società nei quali fossero di serie e non optional degli strumenti di tecnologia per la sicurezza stradale, una società che capisse che tante cose sono inutili, come la sovrapproduzione, ovvero non si produce in base alla domanda, ma in base a quanto si riesca ad entrare nelle logiche di mercato, battendo la concorrenza, così facendo si produce e si butta via, quante attività inutili, che utile sia unicamente vivere la vita.

Godersi o non godersi la vita non significa essere geloso della vita soave con garbo e regola vissuta, significa evitare di essere un optional per la vita stessa e io, Gennaro Gelmini, posso solo dare un esempio.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
13 maggio 2016 5 13 /05 /maggio /2016 22:20
Massi coppellati e salvaguardia ambientale

Che il Mondo sia pronto al cambiamento senza mai dimenticare i suoi trascorsi, che pure con una loro revisione, per vedere ciò che realmente è, occorre un passato per poter dare lustro ai nostri impegni, ovvero sapendo ciò che eravamo, mai sfiniti da ogni azione ordita a nostro svantaggio, possiamo organizzare con saggezza il nostro futuro.

Allorquando arrivammo ad un castagno millenario in un luogo impervio del Piemonte, eravamo in tanti, una cinquantina di persone, però da parola esperta trapelò che non era forse il caso di diramare troppo la bellezza dell’albero, in quanto sarebbe potuto arrivare qualche aggressore, ma che, ciò che è bello va fatto conoscere, però è come avere una collana di perle, che comunque non abbiamo, e non poterla sfoggiare per il timore che la rubino, occorre piuttosto mostrare e proteggere, comunque in quel momento non avevo con me nemmeno la macchina fotografica, successivamente non ho mancato di far vedere le bellezze della natura, come nel video “Happy Ginkgo Biloba”, su YouTube al link https://www.youtube.com/watch?v=Lm7ZhX-RkZA , pubblicato su questo blog al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-albero-felice-123591195.html con video da Dailymotion, come nei video “Abbraccio alberi” al link https://www.youtube.com/watch?v=IXsT6HjSrF4 , “Quercia secolare Italia” al link https://www.youtube.com/watch?v=Ie5i_NCVLAY , “Splendidi alberi alla stazione” al link https://www.youtube.com/watch?v=U337VKqAf3c e “Albero fiorito in campagna” al link https://www.youtube.com/watch?v=Sc-tfvdd6sU e molti altri.

Intanto rimane ottima l’idea dei video da 29 minuti in presa diretta su unico file, come nel video pubblicato nello scorso articolo “Preja Buia: grande energia” al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/2016/05/preja-buia-grande-energia.html , visibile nei canali video, ad esempio pure al link https://www.youtube.com/watch?v=R9fi1k_6zoY col titolo “Stonehenge in Italia Nibiru Preja Buia”, con una capace descrizione:

“C'è una Stonehenge in Italia!

Un video sperimentale, Preja significa masso, ricorda in dialetto praja, in spagnolo praya, spiaggia e così lo menziono sovente, che a guardarlo sembra proprio un meteorite spiaggiato, incastonato nel terreno, anch'io la penso così, seppure la scienza vuole annoverarlo tra i massi erratici.

Preja Buia è un monumento naturale regionale protetto, situato a Sesto Calende sul Lago Maggiore, in provincia di Varese, Italia e ci sta proprio il discorso sullo spazio, col pianeta Nibiru e i cambiamenti climatici.

Si narra pure che sia stato Giove adirato a scagliare questa pietra, di qui possiamo annoverare la non lontana località chiamata Preghiera e successivamente nel dopoguerra Pray, difatti è sensata la combinazione che vuole che questi massi siano pure utilizzati per ancestrali riti di preghiera, lì vicino si annovera la chiesa di San Vincenzo.

Preja Buia emana energia, pure intesa come benessere, un luogo che emana benessere”.

I monumenti naturali protetti sono appunto protetti dalla Legge, per chi non vuole o non comprende la legge dettata dagli Umani, un valido deterrente agli scempi e valido rispetto, anche generativo, lo vuole il magnetismo proprio di queste rocce, un esempio pratico mi spiace non lo elargiscano quasi mai, per poterne trovare uno del quale sovente se ne parla, occorre ricercare Ayers Rock, chiamata pure Uluru, la roccia sacra situata nel deserto australiano, di cui si racconta che a spaccarne un pezzo e portarselo via non porti per nulla bene, porta bene a passare vicino alla roccia, trovando un’energia positiva e positivista, mentre un frammento di queste rocce energetiche esportate significa modificare al contrario la sua energia, che diviene presto negativa, per porvi rimedio occorre ricollocare il frammento presso la sua roccia madre, per tali evenienze e soprattutto per un rispetto che occorre avere, queste rocce si conservano nei millenni, oltreché è la loro stessa energia che le conserva.

E con soddisfazione posso dire che il video “Nibiru Empire of Agartha” ha raggiunto e superato ieri 12 maggio 2016, dopo un mese e mezzo dalla pubblicazione, 500 visualizzazioni su YouTube, video che già nelle prime 24 ore dalla pubblicazione aveva raggiunto 150 visualizzazioni, cioè il mio record personale per un singolo video in così poco tempo, che sommate alle 108 visualizzazioni su Video Bigmir, alle visualizzazioni su Vimeo e su Dailymotion, è comunque un ottimo risultato, il tutto come sempre free, menzionandovelo ad esempio sul link da YouTube, che è il seguente: https://www.youtube.com/watch?v=2KtnZIktqHI , video certamente genuino nelle aspettative del titolo.

Nella foto: una roccia a Comerio, paese qui in provincia di Varese.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito