Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
1 novembre 2010 1 01 /11 /novembre /2010 23:46

In data 1 dicembre 2010 il pianeta Mercurio entra in Capricorno, seguito dall’entrata di Marte l’8 dicembre 2010 sempre in Capricorno e dal Sole, che anch’esso entra il 22 dicembre 2010 sempre nel segno del Capricorno.

Il 5 dicembre 2010 è Luna nuova in Sagittario, mentre il 21 dicembre 2010 la Luna è piena nel segno dei Gemelli.

Il giorno 1 dicembre 2010 Mercurio in Capricorno trovasi in sestile a Venere in Scorpione, il 2 dicembre 2010 Marte nel segno del Sagittario è in sestile a Nettuno in Acquario, il 3 dicembre 2010 Marte in Sagittario è in quadratura a ad Urano in Pesci, il 6 Mercurio in Capricorno è congiunto a Plutone in Capricorno, il 7 il Sole in Sagittario si trova in sestile a Saturno in Bilancia, mentre il 10 dicembre 2010 è Mercurio in Capricorno ad essere in sestile a Venere in Scorpione; il 14 dicembre 2010 i pianeti Mercurio, Marte e Plutone sono tutti e tre congiunti in Capricorno nello stesso giorno, una circostanza inusuale; successivamente il 16 dicembre 2010 il Sole in Sagittario trovasi in quadratura a Giove in Pesci, mentre il 22 dicembre 2010 è la volta di Mercurio in Capricorno ad essere in quadratura a Giove in Pesci.

Le vacanze di Natale con ben 3 pianeti nel segno del Capricorno sottolineano che saranno oggettivamente da trascorrere all’insegna dell’armonia tra amici e parenti, auguri, ma attenzione al 14 dicembre 2010 per le questioni dovute a Plutone congiunto a Mercurio e Marte in Capricorno.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
1 novembre 2010 1 01 /11 /novembre /2010 14:59

Ricevo diverse richieste di precisazioni riguardo i miei incontri con gli extraterrestri, quindi torno a scrivervene: riferisco che nella primavera del 1999 una mattina sono venute delle Creature extraterrestri a casa mia, volete saperne di più? Bene, in quegli anni non avevo un agenda dove mi segnavo le date degli eventi, così non ricordo che giorno fosse, comunque mio fratello era uscito per andare a fare la Guardia Ecologica del Parco Campo dei Fiori, impegno che, intesi, svolgeva gratuitamente, e mio padre era andato a farsi una passeggiata, in casa era rimasta solo mia madre che preparava la colazione in cucina; or dunque accadde che 4 Creature extraterrestri, stranamente vestiti con tute tra gli stili 1700 veneziano e Capitan Harlock, dall’apparenza umana ma in realtà esseri mutanti, così sono loro, che discendendo da anfibi extraterrestri hanno anche queste capacità, come i rospi terrestri, che se perdono un arto lo possono rigenerare per intenderci, ma come facevo ad aver capito tutto questo? Semplice, una di questi 4 esseri mi lanciò un raggio bianco dalla sua fronte alla mia, tramite questo raggio mi è stata inviata una mole di messaggi, facendomi scoprire tantissime cose che prima non sapevo della vita extraterrestre e del futuro del Mondo. Io di quei messaggi non ci capii molto all’inizio, sembrava come vedere un film muto, la trama non si capiva, per questo decisi di recarmi all’Alpe Pogallo, sita nel Parco Nazionale della Val Grande in Piemonte a ritirarmi in meditazione per scoprire il significato di quei messaggi. A dire il vero, siccome avevo un mese intero di ferie, mi recai inizialmente con mio padre, ma non riuscii a discernere nulla, quindi tornai a Varese e pochi giorni dopo ritornai nuovamente all’Alpe Pogallo: qui, mentre eroseduto du di un masso del vecchi sentiero neei pressi dell’Alpe, arrivò un talee, capelli biondi e occhi azzurri, altissimo, vestito con una giacca a vento che sembrava artefatta, nel senso che aveva lo stile normale, ma sembrava celare in realtà una tuta extraterrestre, che mi parlò con una strana voce metallica (allora mi sembrò alquanto strana, ma solo dopo seppi che la razza extraterrestre “Nordico” è alta, occhi azzurri e capelli biondi e la cosa che più mi colpì è che hanno veramente la voce metallica), dicendomi di rimanere ancora all’Alpe per dei giorni, che se proprio avevo bisogno di cibo potevo recarmi in paese, ma subito dovevo ritornare, poi andò dietro un albero e non lo vidi più, colto da curiosità, poiché non mi aveva detto neanche come si chiamava, gli andai incontro ma non lo vidi, se fosse stata una persona, non sarebbe neanche potuta sparire a quel modo in pochi secondi, poiché da un lato avevamo la parete molto ripida, dall’altro uno strapiombo con un ponte, nel prato non c’era e gli alpigiani, che in quel mentre giocavanoa carte all’aperto, non avevano visto nessuno, quindi, anche se mi rimanevano solo un panino col tonno (l’olio del tonno non faceva indurire il pane), il miele dell’Alpe, acqua di sorgente e frutti di bosco (non molti a dire il vero), rimasi all’Alpe Pogallo ancora una settimana, in cui riuscii a discernere quei messaggi in meditazione, nei miei resoconti mi ero dimenticato che gli alpigiani mi dissero, tramite, l’apicoltore, che la notte vedevano la mia tenda illuminarsi come see vi fosse all’interno una grande luce, sebbene invece avessi con me soltanto una piccola torcia caricata con due pile stilo, ma avevo ancora paura di divulgare tali messaggi, se non che, mentre tornavo a casa dal vecchio sentiero, invece che da quello nuovo, siccome proprio appunto all’inizio di questo avevo incontrato l’ extraterrestre, l’angelo; giunto ad una cappellina raffigurante la Madonna con bambino, ho visto del sangue che fuoriusciva dalla fronte della Vergine, non potevo toccare il dipinto, giacché si trovava dietro una cancellata, ma comunque era un segno, poi incontrai una vipera che prendeva il caldo dei primi raggi del sole in mezzo al sentiero, quindi, incredibile ma vero, non lo avrei mai fatto, ma sono riuscito a prenderla per la coda e spostarla, così sono riuscito a passare, questo sembrava un altro segno, il male che riesco a scansare.

Sceso in città a Verbania presso l’imbarcadero di Intra, ho preso il traghetto per superare il lago Maggiore, esso era pieno di camion del mercato che c’è tre volte la settimana al mattino ad Intra il traghetto era quindi al suo massimo carico; tutto bene finché nel bel mezzo del Lago si blocca il motore del mezzo, rimanando quindi bloccati, mentre sferzava un forte vento da nord che aveva fatto anche alzare grosse onde: i marinai pregavano che non succedesse nulla di grave, mentre il comandante del traghetto cercava di continuare invano la navigazione con i motori laterali per la virata, quindi funzionanti solo uno alla volta, ma non ci muovevamo quasi, facevamo solo piccole manovre a zig-zag. La Capitaneria di Porto, inizialmente intervenuta solo con un gommone che pareva anch’esso in pericolo tra le onde, attendeva un’altra imbarcazione per poterci trainare, intanto il battello vacillava mostruosamente, allora sentii una voce che mi disse “sei nelle mie mani, profetizza e io ti proteggerò”, al che io risposi a quella voce che accettavo la Missione divulgatrice come tuttora continuo a fare e immediatamente il lago si calmò e tornò a funzionare il motore principale del traghetto.

Per quanto riguarda Nibiru state sicuri che esso si vedrà ad occhio nudo, seguitemi su questo mio sito  per le future importantissime novità ancora da pubblicare.

Oggigiorno avvengono sempre più avvistamenti e sempre di più di quanto cronache ci riferiscano, giacché molte persone non denunciano fenomeni a cui hanno assistito o se li denunciano quanto rivelano alle Forze dell’Ordine finisce solo negli archivi, senza che se ne sappia di più.

Il primo articolo dove scrissi più sinteticamente di codeste cose, dal titolo “Gennaro Gelmini le origini” è il seguente:

http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-36146654.html

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
29 ottobre 2010 5 29 /10 /ottobre /2010 20:36

Ho fatto bene ha voler divulgare le mie conoscenze a tutti, nessuno escluso, perché se qualcuno rimane indietro, qualcun altro lo prende per mano e tutti insieme, a braccetto, percorriamo la via della conoscenza senza farci imbrogliare.

In passato incontrai persone al corrente dei fatti che mi dissero “queste conoscenze teniamole tra noi”, ho fatto invece bene a divulgarle il più possibile a tutti senza distinzione, medito per tempo ogni mia azione per non dovermene poi pentire e sono contento che tutti ne siano al corrente e ora voglio mettervi in guardia da qualcosa ordita in puro stile medioevo, con tanto di una specie di Tribunale dell’Inquisizione, ovvero si dovrebbe comprendere che ogni essere vivente dell’Universo è creatura viva, l’essenza dell’Universo, con un anima donata da Dio, ma qui voglio che mi seguano anche i non credenti, poiché in questi casi dobbiamo collaborare tutti a far capire ai credenti di non lasciarsi imbrogliare, adesso mi spiego: cosa hanno ardito taluni per far si che la gente perda interesse negli extraterrestri? Semplice, qualcosa che sembra rievocare atmosfere da medioevo con tanto di inquisitori, la fandonia secondo cui gli extraterrestri sarebbero interessati a noi al solo fine di rubarci l’anima, ma queste sono idee non solo prive di fondamento, ma che in alcuni casi possono addirittura essere sfruttate per allontanare le persone dallo studio degli extraterrestri paventando conseguenze al fine di conseguire la stabilità intellettuale in sintonia con la negazione dell’evidenza a cui sempre più siamo testimoni, ovvero gli avvistamenti, che ci fanno credere nella vita in altri pianeti, allora i credenti dovrebbero lasciare queste illazioni e ragionare, vi do 2 esempi:

1) a Rho, città della provincia di Milano, successivamente alla comparsa di 3 cerchi nel grano in 4 anni nello stesso campo sito in frazione Mazzo, nella stessa località appare ora la Madonna e numerose persone ne sono testimoni, oltreché vi è da considerare che in passato la Madonna a Rho già apparve;

2) nei pressi del cerchio nel grano fornatosi a Coccolia di Ravenna esiste una cappella consacrata.

Allora aggiungiamo alla data del 24 novembre 2010 l’augurio per i credenti di poter avere visioni legate alla vita e all’amore che dall’Universo ci vogliono comunicare come croci nel cielo, Gesù, la Madonna, Santi, Angeli, così sia, abbiate Fede.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
29 ottobre 2010 5 29 /10 /ottobre /2010 20:06

Nubi di cenere alte 10 chilometri, la cittadina di Ust-Kamchatsk coperta da una coltre grigiastra, occorrendo dirottare il traffico aereo per evitare le polveri fuoriuscite dai vulcani. In Russia orientale due vulcani, lo Shiveluch e il Kluchevskaya Sopka, hanno iniziato ad eruttare anch'essi, ricoprendo la parte della penisola di Kamchatka di una coltre di ceneri e ai 5.000 abitanti del paese di Ust-Kamchatsk, dove la visibilità si è ridotta a pochi metri, le Autorità suggeriscono di non uscire all'aperto, mentre la coltre di cenere si espande anche verso est, sull'Oceano Pacifico. Si, per il 24 novembre 2010 ci dobbiamo aspettare di tutto, difatti quei sogni per il 27 luglio 2010, data annullata, così da me mai pubblicata e quindi mai errata (per informazioni visualizzate gli articoli riguardanti il 24 novembre 2010 ai link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-24-novembre-2010-messaggio-cerchio-nel-grano-poirino-torino-piemonte-italia-59390846.html e http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-24-novembre-2010-cerchio-nel-grano-nibiru-aggiornamenti-terremoto-7-5-richter-eruzione-vulcano-merapi-indonesia-59641886.html ), sono eventi che ci attendono per il futuro: considerevole e continuo aumento di eventi quali terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, uragani e tifoni, maremoti ed onde anomale, repentini sbalzi di temperatura e pressione atmosferica, grandinate, cadute meteoriche ed interferenze elettromagnetiche, frane e siccità così come ripeto sempre nei miei esposti-denuncia riguardanti Nibiru.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
29 ottobre 2010 5 29 /10 /ottobre /2010 11:47

 

Ed ecco che subito dopo la scossa di terremoto di 7.5° Richter ha colpito l’Indonesia subito è rientrato l’allarme tsunami, così nessun allarme è suonato sulle Isole dell’Indonesia finché lo tsunami è reamente arrivato provocando più di 400 vittime ed ancora 300 dispersi, si indaga per scoprire quale sia il motivo per cui l’allarme tsunami sia stato fatto rientrare erroneamente e orridamente, perché nessun allarme ha suonato sulle isole poco dopo colpite dall’onda anomala, mentre il vulcano Merapi, sempre in indonesia, è entrato in attività eruttando per ora solo cenere e lapilli, si attende una prossima eruzione di lava forse succesivamente alla prossima luna piena e comunque sia quando avverrà l’attività vulcanica diverrà simile a quella scaturita dal vulcano Eyjafjallajokull.

I motivi per cui l'allarme tsunami sia subito rientrato assomigliano moltissimo a quelli che continuerò ad elencare per il pianeta Nibiru nella stesura del mio prossimo documento cartaceo, ovvero “analizzando il motivo della mancata ufficializzazione riguardante l’esistenza e pericolosità di Nibiru da parte delle Autorità, questo parrebbe dovuto onde evitare di impaurire la popolazione tutta, ma bisogna considerare che, quando Nibiru si vedrà in cielo ad occhio nudo, questa mancanza sarà motivo di un’angoscia ulteriore, significa quindi che questo movente non è del tutto esatto, parrebbe quindi legato al denaro, ma non servirà possederne nel rapido divenire degli eventi, in cui le monete saranno simili ad avere sassi nelle tasche, che per il peso spingeranno ancor più nel baratro, allora si deduce che l’esatto movente di questa cover-up su Nibiru debba ricercarsi nell’affannata ricerca della stabilità vitale, pressoché immobilità se vogliamo chiarire il concetto, che spinge intere popolazioni a voler ritenere che nulla più possa turbarli, chi sa ma nasconde la verità lo fa poiché reputa di saper affrontare il problema senza dover coinvolgere la popolazione e non potendo adoprarsi a ciò si crea una realtà forfetaria, spacciata per verità finché la verità dei fatti non ha il giusto sopravvento, si riconosce che la storia dell’Umanità è stata sempre un susseguirsi di eventi belli e brutti e oggi si vorrebbe spacciare per vera l’immutabilità, estraniando dalla società coloro i quali si oppongono a rimaner fermi, reputandoli illecitamente in errore, ritenendo che essi faranno tosto ritorno da considerazioni non pienamente condivise, per poi ritrovarsi con la travolgente ammissione della vergine verità, che in questo caso riguarda appunto la presenza e pericolosità del pianeta Nibiru, allor si dica la verità adesso, è un’ulteriore danno per tutti continuare ad attendere tempi migliori per enunciarla siccome la gente potrà senza dubbio osservare Nibiru ad occhio nudo tra breve tempo”. Nell'affannata ricerca della stabilità ora si contano meno morti del 2004 perché fortunatamente ad ottobre il turismo marittimo non è in alta stagione.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
25 ottobre 2010 1 25 /10 /ottobre /2010 22:19

Dalla cronaca non è trapelato ancora quasi nulla, per questo vi aggiorno io, non c’è molta alternativa, oggi stesso è avvenuto un terremoto di 7.5° Richter in Indonesia nella zona del vulcano Merapi, che è vistosamente in procinto di eruttare, i sismologi locali asseriscono che abbia un serbatoio magmatico talmente compresso di lava, che l’eruzione sarà sicura, forse tra 28 giorni penso io, l’equivalente di un intero ciclo lunare, eventi sismici e vulcanici sono quindi da aggiungere alla fatidica data del 24 novembre 2010, ma in questo momento non voglio pronosticare date per non allontanarci dal filo del discorso, e cioè che Nibiru si avvicina sempre più, sto preparandomi alla prossima missione, di cui solo nelle prossime settimane potrò svelarvene i particolari, se le Autorità mute sanno perfettamente rappresentare il loro autolesionismo, la popolazione tutta è stata ormai in gran parte informata, questa è la cosa più importante, riguardo Nibiru e gli eventi ad esso collegati.

Vi ricordavate di quando vi avevo scritto che stasera c’è a Bisuschio (VA) il dibattito dal titolo “Maya e 2012: catastrofi a scelta”, si? Sembrava un titolo denso di scetticità, come se volessero dire al pubblico che sono tutti eventi legati ai “normali” cambiamenti climatici, ma io non mi sono potuto recare perché qui a Varese infuriava la tempesta, cosa avranno detto gli organizzatori, che c’era il servizio gratuito di navetta offerto dai Vigili del Fuoco per potervisi recare? Certamente no, come certamente non avranno detto a nessuno di ciò che sta accadendo in Indonesia e in tutto il Mondo, con tornado e uragani che negli scorsi giorni hanno flagellato la Cina, il Giappone, il Taiwan e gli Stati Uniti d’America, che se dovessi riferirvi per intero gli eventi non smetterei mai di scrivere, e se a qualcuno ancora decretare bugie ben condite fa piacere, di certo non a noi.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
22 ottobre 2010 5 22 /10 /ottobre /2010 02:48

Leggete qui, vi rivelerò alcuni concetti e dettagli del messaggio del cerchio nel grano di Poirino, paese della provincia di Torino, comunicante la data del 24 novembre 2010, che non si conoscono, poiché la frase decifrata da esso appare scarna, cosa significa? Cosa accadrà il prossimo 24 novembre 2010? Io so rispondervi. Occorre però che vi presenti un prologo, ovvero diversi mesi addietro, anche un anno e più per alcuni che come me ricevono messaggi dalle creature extraterrestri, è successo che me medesimo Gennaro Gelmini per almeno 3 volte o forse 4 avevo sognato la data del 27 luglio 2010, dopodichè, ricercandola su internet, sono venuto a scoprire che taluni avevano pubblicato articoli e video su questa data, ma faccio bene io ad attendere conferme ai messaggi tramite “segni”, conferme non scientifiche, ma mediante “contatti” e altri avvenimenti che sembrano casuali, mentre invece presentano un nesso tra loro, avrete quindi notato che nei miei scritti non ho mai riportato tale data, mentre invece quella del 24 novembre da sempre, ora vi spiegherò.

Giunta la primavera di quest’anno 2010 mi giunsero altri messaggi che mi rivelarono che quella data non era più da considerarsi, ed è un bene che non l’abbia mai riportata nelle mie denunce, mentre altri contattati le avevano già riportate da tempo su molteplici siti internet con notevole convinzione, ed avevano ragione, mi spiace se poi le loro aspettative non furono in parte riscontrate, si asseriva ad avvistamenti di dischi volanti ed extraterrestri che tutti avremmo dovuto vedere, io sinceramente avrei reputato anche altri eventi come quelli relativi alla sismicità, ma come vi scrivo, la notizia dataci fu annullata dagli stessi messaggeri, però qualcosa quel 27 luglio 2010 accadde veramente, la sera tardi, da casa mia a Varese, guardando verso nord, mia madre vide delle forti luci sul Monte Monarco, che sorge poco più a nord dell’abitato di Induno Olona (VA), paese limitrofo al nostro, e subito mi chiamò; io osservandole le dissi che sembravano luci di dischi volanti, mentre lei, forse per cercare un qualche modo di contenere la sua emozione per quell’avvenimento, mi diceva che poteva anche trattarsi di una festa, ma quale festa le ribattevo io, quelle luci erano talmente potenti che se in zona ci fosse stata una festa i loro invitati sarebbero rimasti accecati, tra l’altro sembravano più dirette verso il cielo che verso terra, come generate da dischi volanti posati sopra il quel monte, eppure per timore di un flop non ve ne avevo ancora scritto, ma ora ho trovato ulteriori conferme, cari amici, se avete pazienza, di questo fatto tornerò in seguito a parlarvene con nuovi interessanti sviluppi e ricerche, ma ora veniamo al dunque, stando ai segni cosa singnifica la data del 24 novembre 2010, cosa accadrà? Di certo, di sicuro, in cielo si potranno avvistare dischi volanti in ogni parte del Mondo, comprendete ora perché la data le Creature extraterrestri l’hanno spostata? Semplice, per gli extraterrestri, che hanno una notevole respirazione cutanea, sono più propensi all’avvistamento allorquando il tempo meteorologico non è troppo freddo, in quanto sono metabolicamente più attivi, quindi, se giungevano sul pianeta Terra in estate voleva dire che le loro spedizioni nel sud del Mondo avrebbero sofferto il freddo, lì era pieno inverno, non sottovalutate quanto vi scrivo, chi di voi ha  potuto ammirare extraterrestri nelle loro tute spaziali o angeli infagottati nei loro vestiti, sappia che quel vestiario gli serve non per proteggersi dall’atmosfera terrestre, ma per mantenere il loro corpo idratato, per fare un esempio vi immergereste nell’acqua gelida? Temo di no, quindi meglio apparire in autunno mentre nel sud del Mondo è primavera, che in estate mentre nel sud del Mondo è inverno, data fatidica come se l’avessero scelta per rendere omaggio ad un lottatore come me, ma perché dico questo? Si dà il caso che io sia nato proprio il 24 novembre, il 24 novembre 1974 per l’esattezza, e che scriva tale data su tutte le mie denunce pro Nibiru, e come se volessero dare una prova di quanto io vado asserendo da 11 anni e mezzo, viaggiando in lungo e largo in ogni posto che riesco a raggiungere, regalandomi per compleanno avvistamenti UFO! E chi potrebbe desiderare di più? Si, mancherebbe soltanto lo sposalizio tra me medesimo Gennaro Gelmini e la mia stupenda fidanzata Patrizia Gigli, e che questo sia anche un augurio per tutti gli innamorati, ma avverrà anche questo prima o poi, scusate se ho deviato momentaneamente il discorso. Riprendiamolo: ed ecco che il responso del messaggio del cerchio nel grano di Poirino (TO) ci mette al corrente principalmente di una cosa: il 24 novembre 2010 avremo la possibilità, in tutto il Mondo, di poter osservare, fotografare e filmare navicelle spaziali, ovvero dischi volanti, ovvero OVNI, UFO, extraterrestri, quindi occhi puntati al cielo in questa data, il 24 novembre 2010 per l’appunto, o meglio ancora dal 23 al 25 novembre 2010, buona osservazione! Intanto considerate come ulteriore prova degli avvistamenti di tale data il fatto che saranno notti di luna piena, il che semplifica le trasvolate dei dischi volanti sui nostri cieli poiché possono volare in modalità “a vista”, e ciò è molto importante considerando che le navicelle spaziali funzionanti ad energia antigravitazionale assumono una diversa distanza dal terreno sottostante in base alla sua composizione minerale, ovvero più una superficie sottostante è compatta e più, utilizzando la medesima energia antigravitazionale, aumenta la distanza della navicella spaziale.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
19 ottobre 2010 2 19 /10 /ottobre /2010 15:27

Provincia: la commessa non mi capiva, finché ella affermò la parola periferia e io subito dà, dà, era quella la mappa che cercavo, quella della periferia, la parola giusta era periferia.

Vagon: guardavo sul dizionario, c’era scritto treno, invece mi fecero capire che treno si dice vagon, bell’errore su quel dizionario particolareggiato pagato il doppio rispetto a quello più piccolo ma ben fornito che qualche anno prima comprai risparmiando, comunque la fermata della metrò era quella giusta, il giardino era quello giusto e anche la stazione dei treni era giusta; mi recai in biglietteria, ma le loro macchinette si erano ambedue momentaneamente bloccate, subito un inserviente le sistemò, ma un’andata e ritorno non era possibile farla, facevano biglietti solo per partire, ma che problema c’è, era luglio e c’era il sole di mezzanotte anche ora era prima di mezzogiorno, ero partito, prima ammirai un bosco di faggi, poi case di periferia, quindi foresta intervallata da paludi, la mappa indicava che ormai ci trovavamo all’ultima fermata prima del capolinea, quindi di lì a poco mi accinsi ad alzarmi e prepararmi a scendere e subito notai che le persone accanto a me mi guardavano con facce strane, come per dirmi “dove vuoi scendere?” ma avevo sbagliato fermata, c’era solo un cartello ad indicarla, con su scritto “Km 44”, ed un marciapiede da cui dipartiva un sentiero che si addentrava nella foresta, si aprirono le porte e nel giro di pochi secondi si richiusero, nessuno salì o scese, il treno ripartì e dopo qualche minuto arrivammo al capolinea, che bello questo lago, ne fotografai subito il panorama talmente in fretta da non avvedermi al momento che un uomo si stava dirigendo verso di me, era un militare, due mie foto avevano inquadrato una base militare!

Cosa fare in questo caso? Semplice, far finta di non essere un turista, fortunatamente sia la giacca che la borsa le avevo comprate in Russia, non apparendo come turista, estrassi quindi la mia arma dalla borsa, lui mi arrivò vicino e disse ad un suo commilitone nei pressi una cosa del tipo “ma non vedi che è un russo?” Io gli sorrisi come per affermare “certo che sono un russo, non si vede?” Indi continuai a mangiare, si, perché, cosa avete capito? Io per arma intendevo delle patatine fritte al gusto di cipolla, buone, ma un turista non si fermerebbe di certo a mangiarle vicino ad una base militare, e poi dovevo avere qualcosa tra i denti per far vedere che non parlavo non perché non conoscevo la lingua russa, ma perché ero intento a mangiare.

Continuando il mio percorso, andai verso est ed arrivai fino alla spiaggia del faro; un cane accompagnato da dei ragazzi era intento a farsi il bagno. Tanto che pensai che avrei potuto portarmi il costume da bagno, che se lo dovete comprare in Russia sappiate esclamare alla commessa Kostjum morje, altrimenti se dite la parola bagno vi vendono una mutanda, in tutto quel percorso di 6 Km totali distribuii diversi scritti del mio “messaggio colossale” sul futuro del Mondo, non ricordo quanti, un mazzetto, poi tornando verso la stazione rividi la stessa persona che era scesa con me all’andata dal treno, capendo che di lì a poco il treno sarebbe ritornato a San Pietroburgo, mi affrettai quindi verso la stazione, una buona notizia giacché di orari affissi alle pareti di essa non ve ne erano, trovai però una gentile poliziotta che mi disse che il biglietto andava fatto in treno.

Mi spiace che sia alla poliziotta che ai militari non avevo consegnato il mio scritto, anche loro sarebbero dovuti venire a conoscenza della verità, ma se poi mi avessero fermato, io quando tornavo a casa? Nel tempo in cui eravamo, era il mese di luglio del 2003, non ero pronto quanto lo sono adesso nelle consegne delle mie denunce pro Nibiru.

Passò la controllora a farmi il biglietto, ma invece di farmelo dal lago Ladoga a San Pietroburgo come le avevo detto, me lo aveva fatto da Borzsova Grzva (Борцсова Грцва) a San Pietroburgo come se non tornassi dal lago; giunto in città vidi una signora che portava a spasso due cani pechinesi e mi volli far fare una foto con questi docili e intelligenti cagnolini.

Tornato in Italia scoprii 2 realtà che non conoscevo riguardo questa zona in cui mi ero recato in missione per diffondere i miei messaggi, la prima fu che dai rullini sviluppati si vedeva solo come della nebbia, anche la pellicola del rullino sembrava come manomessa, quindi niente foto! Anche quelle con i cagnetti, nulla! Allora anche se mi fosse capitato di fotografare l’uomo delle nevi ora non ne avrei le prove, ma perché sto dicendo questo? Dovete sapere che alcuni mesi dopo in televisione in Italia, nella trasmissione Voyager della rete Rai 2, tra gli argomenti trattati c’era quello dell’uomo delle nevi, che testimoni lo avevano avvistato tra i 40 e i 60 Km (chilometri) di distanza da San Pietroburgo in direzione nord-est, mi ritornò quindi in mente quella fermata “Km 44”, chissà cosa avrei potuto vedere percorrendo il sentiero che diparte da essa, un giorno tornerò da quelle parti … come sempre in cerca di verità.

Per recarsi sul Lago Ladoga per conto vostro è sufficiente che vi portiate alla fermata della metropolitana denominata Лесная (Lesnaja), indi proseguire in direzione est per 200 metri, poi verso nord per altri 200 metri passando dal giardino dei cagnetti e da un passaggio a livello pedonale senza barriere (attenti alla segnalazione del semaforo!), vi ritroverete così, ancora in città, alla stazione di Кушелевка (Kuscelevka), quindi fate il biglietto e prenderte il treno (вагон, vagon) per il chilometro 44 (Km 44 = километр 44 = kilometr 44) oppure, se non volete chiedere i biglietti per quella fermata, chiedeteli per il Lago Ladoga (Ладожское озеро = Ladozhskoe ozero).

Intanto facciamoci una buona шаверма (scaverma, detta più propriamente sciaverma, una piadina arrotolata) dagli amici.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
19 ottobre 2010 2 19 /10 /ottobre /2010 11:52

10--pianeta.gifRUSSO-GIF.gifНибиру Седна Ерис Мардук рланета Х или десятвъьій (10ьій) рланета и сокращеньій 2003 УБ 313

Интернет место линк http://gennaro-gelmini.over-blog.it

Nibiru, Sedna, Xena, Eris, Marduk, planet X or tenth (10th) planet and signature 2003 UB 313

Internet site link http://gennaro-gelmini.over-blog.it

Nibiru, Sedna, Xena, Eris, Marduk, pianeta X o decimo (10°) pianeta e siglato 2003 UB 313

Sito internet al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it

Articolo ad “uso e consumo”dell’utenza russa e inglese – statunitense.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
15 ottobre 2010 5 15 /10 /ottobre /2010 14:59

E’ avvenuto, con epicentro nella Provincia di Forlì – Cesena in zona agricola poco più a ovest di Rimini, un terremoto di 4.1° Richter, fortunatamente causando al massimo la cascola preraccolta di qualche pera, roba di cui ci si potrebbe scherzare, se non che tale sisma è accaduto l’appena trascorso 13 ottobre 2010, allorquando nella trasmissione televisiva Voyager su Rai 2 hanno discorso di Raffaele Bendandi, che era un ricercatore autodidatta che con sismografi da lui stesso inventati e costruiti e mediante sue osservazioni dei moti lunari e di un’attrazione gravitazionale in parte dovuta a 4 pianeti tuttora sconosciuti facenti parte del Sistema Solare denominati I, II, III e IV (ovvero primo, secondo, terzo e quarto in numerazione latina), il più grande dei quali chiamò Faenza come il nome della sua città natale, Faenza per l’appunto (regione Emilia Romagna, Italia), ovvero molto vicino all’epicentro del terremoto suddetto; Raffaele Bendandi, misteriosamente morto all’età di 83 anni nella sua casa anch’essa di lì a pochi giorni in parte avvolta da un misterioso incendio, aggiungo me medesimo Gennaro Gelmini forse innescato da una bottiglia incendiaria tipo molotov, dato che sono state trovate tracce di colore come macchie di schizzi e anche il materiale degli studi di Bendandi è andato in parte distrutto come colpito da una bomba.

Raffaele Bendandi non era al corrente di Marduk, Hercolubus o con altri nomi chiamato Nibiru come si è arrivati poch’anzi a conoscenza, in questo modo è più che logico che il più grande tra gli sconosciuti pianeti del Sistema solare lo chiamò Faenza, ma questo pianeta Faenza non può altro che essere il pianeta Nibiru, capirete che qui la cosa si fa seria, altro che pere cadute.

Nella trasmissione di Voyager di questo stesso mercoledì 13 ottobre 2010 ad una persona del pubblico che diceva che in futuro i terremoti saranno prevedibili, hanno preferito invece donare il gioco da tavolo della trasmissione ad un’altra persona che asseriva che i terremoti non sono prevedibili, un premio all’incapacità intellettuale di concepire il futuro con la consapevolezza che, come si sono scoperte innumerevoli cose fino al giorno d’oggi, altre cose saranno innumerevoli volte scoperte, anche la previsione dei terremoti dovrà essere ufficialmente riconosciuta dalla scienza, non può essere diversamente.

In contemporanea una nuova alluvione si è abbattuta su Reggio Calabria e Messina (zona Stretto di Messina, Italia), causando movimenti franosi.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito