Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
26 gennaio 2011 3 26 /01 /gennaio /2011 19:27

E rieccoci, si sono dimenticati di farvelo sapere? Una dimenticanza volontaria? Se io continuo a scrivere su questo blog un motivo ci sarà, avevo promesso che avrei lottato fino a quando la verità dell’esistenza di Nibiru verrà a galla e così continuo a fare, perché come io faccio, così le Creature extraterrestri hanno promesso a me che il Mondo nuovo ci sarà veramente, eppure ancora ecco che scienziati e scrittori ci pervadono di argomenti atti a intendere che nulla accadrà, ma la loro è una visione di parvenza, ad esempio l’appena trascorso 19 gennaio 2011 si è scatenato un terremoto di 7.3° Richter nel sud ovest del Pakistan, seguito ieri 24 gennaio 2011 da un altro terremoto di 6.2° Richter verificatosi più a nord in Tajikistan: tutto rimanda a quanto vi scrissi il 19 novembre 2010 nell’Articolo “Terremoto India Giappone futuro” visibile al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-terremoto-india-giappone-futuro-61287213.html , difatti nei giorni precedenti avevo notato un aumento di sismicità nel Corno d’Africa e in Medio Oriente, che era il segnale che altri terremoti avrebbero pervaso l’India, un altro tassello da aggiungere a quanto sinora fatto pro verità; questo forte terremoto è successivo all’alluvione in Sri Lanka che ha fatto si che, penetrando l’acqua copiosamente nelle faglie, alla fine dell’evento, per una spinta data dal risucchio dell’acqua nelle faglie, si sia dato impulso al rapido scorrimento di quest’ultime.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
18 gennaio 2011 2 18 /01 /gennaio /2011 20:34

La scienza indicava che tutto ciò che sta accadendo in un tempo estremamente breve doveva invece avvenire in varie epoche geologiche, ovvero diversi milioni di anni; a dire il vero nel 2003 uno studio di un gruppo di Fisici dell’Istituto di fisica del Globo di Parigi sentenziò testualmente che “il campo magnetico della Terra mostra forti segni di un’inversione che porterebbe il polo nord magnetico in Antartide”, ma come al solito accade c’era chi ci rideva su, poiché secondo la scienza “l’inversione dei poli magnetici è un fenomeno che interessa periodicamente la Terra ogni mezzo milione di anni, l’ultimo scambio si è verificato circa 780.000 anni fa” così veramente asserivano, ma questo calcolo non quadra, 780.000 anni corrispondono a 1,5 volte mezzo milione (500.000) di anni, anche se vi sono prove già conosciute che accorciano questo periodo ad alcune migliaia di anni e non a milioni, di cui ad esempio vi sono rimaste tracce in Egitto sui fianchi consumati della Sfinge e nelle piramidi che ai tempi degli Egizi erano ricoperte da sabbia che fu ritrovata alla base di dette costruzioni dai primi archeologi giunti sul posto, ma gli scienziati riuniti nel 2004 in un congresso internazionale riguardante i cambiamenti climatici svoltosi ad Erice in provincia di Trapani dovettero contraddire le loro rivelazioni per evitare di essere esclusi dal mondo accademico per informità a quanto preventivamente determinato e qual’era questa determinazione preventiva? Le temperature si sarebbero alzate di un solo grado centigrado in cento anni e nessuno slittamento dei poli, ma ora che non ci possono più nascondere questa verità, ce la raccontano come se non fosse nulla di grave, ma non solo, non ci fanno sapere il motivo di questo slittamento del polo magnetico terrestre, ma quale volete che sia il motivo? Anche se continueranno a negarlo, ormai sono agli sgoccioli, lo slittamento del polo magnetico della Terra è dovuto all’avvicinarsi di Nibiru, che ora si trova (metà mese di gennaio 2011) a 14 Unità Astronomiche dal Sole continuando a percorrere 0,6 UA al mese, ecco anche perché me medesimo Gennaro Gelmini non ho mai smesso di denunciare la presenza e pericolosità del pianeta Nibiru.

Appurate notizie danno lo slittamento dei poli magnetici non di 55 Km (chilometri) l’anno come inizialmente diffuso, ma di 64 Km ed è in continua evoluzione, adesso si assesta a 13° verso sud e numerosi aeroporti hanno dovuto riprogrammare le apparecchiature insite all’atterraggio guidato degli velivoli per evitare spiacevoli fuoripista, mentre le notizie ufficiali riferiscono che si stanno solamente ridisegnando i marcatori numerici, questo per non spaventare i passeggeri, ecco perché ci ho messo interi giorni per postarvi i quattro articoli di oggi, perché io indago! Tutto rimembra quanto avevo riportato nel “Libretto istruttivo e profetico” edito dall’anno 2000 e regalato in migliaia di esemplari, in cui nell’articolo dal titolo “Il giorno del guado”, visibile al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-il-giorno-del-guado-42036272.html , scrissi “l’asse terrestre si modificherà sostanzialmente”: ai profani sembrava allora una cosa impossibile, ora non lo è più.

Il video sopra postatovi evince lo spostamento dei poli magnetici negli ultimi 420 anni, importantissimi gli ultimi secondi che corrispondono agli anni appena trascorsi.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
18 gennaio 2011 2 18 /01 /gennaio /2011 20:21

Si segnalano 18° Centigradi ad Aosta (nord Italia) e 26° C a Catania e Palermo (sud Italia), a detta dell’Istituto Meteo dell’Aeronautica militare sono “temperature fuori norma”, seppure qualche settimana prima venivano segnalate semplicemente come “al di sopra della media stagionale”, queste sono le temperature registrate, da non confondere con quelle “previste”, che guarda caso sono sempre di qualche grado inferiori di quelle effettivamente poi registrate, i 18°C ad Aosta si riferiscono alle temperature registrate giovedì 13 gennaio 2011, quelle di Palermo e Catania a mercoledì 29 dicembre 2011, non si vedono però delle prese di posizione nette da parte dei media, ah, dimenticavo, anche questo sito internet o blog come dir si voglia, potremmo definirlo un organo indipendente dei media, questo come altri blog e siti che vogliono dirci la verità ed è totalmente inutile bistrattarli; volete sapere perché le temperature sono così notevolmente aumentate? Risposta semplice: con l’avvicinarsi di Nibiru è aumentata anche l’attività solare, difatti sulla superficie del Sole sono per lo più ormai scomparse le cosiddette macchie solari, zone in cui l’attività solare è minore.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
18 gennaio 2011 2 18 /01 /gennaio /2011 20:13

Alla luce di quanto si sta delineando posso dire che se avessi studiato gli eventi legati alle eclissi di Sole del 21 dicembre 2010 e al 4 gennaio 2011, ciò che ho denominato “eclissi in coppia” data la vicinanza tra i due eventi, circostanza non rarissima seppure in questi casi la seconda eclissi è solitamente parziale, in concomitanza all’influenza gravitazionale del sempre più vicino pianeta Nibiru, non sarei riuscito ad ottenere un risultato buono come l’otterrò, in quanto con più dovizia di particolari, non sarei riuscito a delineare un quadro più preciso di quanto sta avvenendo e avverrà in seguito, ovvero l’eclissi di Luna del 21 dicembre 2010 sull’Oceano Pacifico ha già dato valutazione nella giustezza per i ¾ di quanto avevo asserito, verificandosi nella zona interessata dalla tale eclissi di Luna i seguenti forti terremoti:

in Giappone il 21 dicembre 2010 è avvenuto un terremoto di 7.4° Richter e il 12 gennaio 2011 di 6.5° Richter; in America Meridionale sabato 1 gennaio 2011 è avvenuto un terremoto di 7.0° Richter in Argentina e un altro domenica 2 gennaio 2011 di 7.1° Richter in Cile; il terzo locus orribilis di questo serpeggiare di eventi tellurici trovasi all’arcipelago delle Isole Vanuatu, dove domenica 9 gennaio 2011 è avvenuto un terremoto di 6.9° Richter e nelle vicine Isole Loyalty (conosciute anche come isole della Fedeltà al Sovrano) in Nuova Caledonia; per gli Stati Uniti d’America tra i principali terremoti del periodo il 3 gennaio 2011 un terremoto di 5.3° Richter nello Utah.

Ricorderete che una frase dell’Esposto di Bologna del 08 novembre 2010 riporta testualmente “18 giorni dopo le Eclissi solari e le Eclissi lunari si verifica un aumento nell’attvità sismico – vulcanica, soprattutto nelle zone interessate dall’evento astronomico e in particolar modo per le eclissi lunari nel Continente Americano e le eclissi solari in Europa e oriente”, da ciò si evince che non avrei potuto essere più preciso, avrei quindi dovuto scrivere “vi sarà un aumento degli eventi sismici – vulcanici a gennaio 2011”, ma per questo sarei stato accusato di generalizzare gli eventi come già mi accadde allorquando avvennero i terremoti di 7.0° Richter il 25 marzo 2007 in Giappone (l’allora più forte sisma in assoluto tra tutti quelli registrati in zona, causante un morto e 170 feriti) e di 8.0° Richter, con tsunami, nella notte tra l’1 e il 2 aprile 2007 nelle Isole Salomone, molto meglio quindi per altri pronostici sismico – vulcanici più specificatamente predetti, eppure ad esempio la Luna sarà piena nella notte tra il 19 e il 20 gennaio 2011, quindi in considerazione che ad esempio il terremoto a L’Aquila del 6 marzo 2009 è avvenuto con la Luna piena tutto prevarrebbe per prossimi eventi in Europa e Oriente, difatti il 12 gennaio 2011 poco prima delle ore 23 ha iniziato ad eruttare l’Etna e non si tratta di attività di tipo stromboliano, ma di tipo effusivo, con consistenti colate di lava, che per ora non destano preoccupazione dato che si riversano nella disabitata Valle del Bove, ma anche lievi sciami sismici ora presenti in tutta la parte orientale della Sicilia, terremoti di cui anche quelli americani torneranno di primaria importanza a breve, data la situazione che stanno vivendo, non solo sismica e vulcanica, con l’imminente eruzione di altri vulcani in America Latina, tesi stavolta confermata dai vulcanologi, ma anche con altri terremoti sulle coste nord americane dell’Oceano Pacifico, ma anche in Europa e oriente e non lo dico per esagerare ma per quanto vi posterò negli altri 3 articoli che pubblicherò oggi stesso su questo blog, poiché siccome l’argomento è complesso merita un approfondimento, ricordando inoltre che anche le alluvioni che in contemporanea in questo momento si stanno verificando in Australia, Brasile e Sri Lanka, di poco successive a quelle avvenute in California, contribuiscono a far muovere le faglie appena si concluderanno per una sorta di effetto di risucchio dell’acqua. La Terra non è perfettamente tonda, per chi non lo sapesse è leggermente ovale, quindi anche con lo spostamento dell’asse terrestre a causa di Nibiru, la Terra si riassetterà e anche per questo avverranno nuovi forti terremoti, scusate se rimarco in tal senso.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
18 gennaio 2011 2 18 /01 /gennaio /2011 20:10

La peggiore alluvione nella storia del Brasile si sta consumando in questi stessi giorni con numerosissimi villaggi e paesi sfollati e ormai quasi 700 morti, altresì si sta consumando la peggiore alluvione della storia dell’Australia, con lo Stato nord orientale del Queensland, che ha una superficie di ben 1.852.642 Km², completamente allagato e almeno 44 morti, 56 feriti, 16 dispersi e 43.000 sfollati, stessa sorte toccata alla sua capitale di 2 milioni di abitanti Brisbane, anch’essa completamente allagata, nel mentre le perturbazioni si stanno ora spostando sullo Stato sud orientale australiano di Victoria, dove già sono state evacuate 3500 persone e se voi tutti siete qui a leggere vuol dire che oltre il danno abbiamo avuto la beffa poiché altri hanno deciso di sorvolare sulle spiegazioni di come sia possibile che queste storiche alluvioni stiano avvenendo in contemporaneità, ci hanno spiegato che ciò è dovuto alla circolazione di correnti marine dell’Oceano Pacifico che si è bloccata e questo è vero, la chiamano la Niña (pronuncia Nigna con la g aspirata), ma non ci hanno detto per quale motivo essa si è formata, allora qui torno a ricordarvi che tutto questo rapidissimo stravolgimento del nostro pianeta Terra è dovuto all’enorme attrazione gravitazionale del pianeta Nibiru in continuo avvicinamento e siccome non c’è due senza tre vi segnalo anche un'altra alluvione con oltre 200 morti che in questo stesso momento si sta verificando anche in Sri Lanka, Isola dell'Oceano Indiano situata poco più a sud dell'India.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
14 gennaio 2011 5 14 /01 /gennaio /2011 16:33

Il 3 febbraio 2011 Mercurio entra in Acquario, il 4 febbraio 2011 Venere entra in Capricorno, il 19 febbraio 2011 il Sole entra in Pesci, seguito il 21 febbraio 2011 da Mercurio entrante sempre in Pesci e il 23 febbraio 2011 da Marte che entra nello stesso segno dei Pesci.

Il 3 febbraio 2011 è Luna nuova in Acquario e il 18 febbraio 2011 è Luna piena a cavallo tra i segni del Leone e quello della Vergine.

Il giorno 2 febbraio 2011 Urano in Pesci è in quadratura a Venere in Sagittario e in sestile a Mercurio in Capricorno, il 4 febbraio 2011 il Sole è congiunto a Marte in Acquario, il 5 febbraio 2011 Giove in Ariete si trova in sestile a Mercurio nel segno dell’Acquario, il 6 febbraio 2011 Saturno in Bilancia è in trigono a Marte in Acquario e lo stesso giorno Giove in Ariete è in quadratura a Venere in Capricorno, il 20 febbraio 2011 Marte è congiunto a Mercurio in Acquario, il 21 Marte in Acquario è congiunto a Mercurio in Acquario, il 25 febbraio 2011 Plutone nel segno del Capricorno trovasi in sestile a Mercurio in Pesci e in quadratura a Giove in Ariete.

La trasformazione zodiacale viene accentuata per il segno dei Pesci oltre che per il Cancro e lo Scorpione, segni solitamente molto propensi alla stabilità e a cui quindi si opporranno, trasformazione iniziata già il 22 gennaio 2011 con l’avvento di Giove nel segno dell’Ariete, nell’attesa che anche Urano entri in Ariete il 12 marzo 2011; un anno di trasformazioni quindi questo 2011 e non poteva essere diversamente viste le situazioni venutesi a creare di contemporaneità di più influssi astrologici in vari segni che, per effetto di trigono, predominano su tutti i 12 segni astrologici in varie parti dell'anno.

Scusate se vi ho postato solo ora l’oroscopo di febbraio 2011, ma ciò è dovuto unicamente al fatto che ho avuto troppi impegni, per quello di marzo mi muoverò prima.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
13 gennaio 2011 4 13 /01 /gennaio /2011 20:24

 Il programma,

gli interventi:

Indovinate perché non sono intervenute le Forze dell’Ordine nell’annosa questione sismica da me largamente trattata e perché tanto meno è intervenuta la trasmissione “Striscia la Notizia”, ma contro chi dovevano intervenire? Tutti loro già ben mi conoscono da anni e ben sanno che nel continuo della mia attività, fin da quando l’ho iniziata, gli scettici ci sono sempre stati, ma le loro segnalazioni non vengono tenute in conto, perché chi ha imparato a conoscermi sa bene quanto porto avanti, solo due sono le cose, o la lotta continua imperterrita o vadano pure avanti gli scettici, perché come sempre accade nel giro di qualche settimana, gli eventi non si fanno attendere e riesco a capovolgere il risultato.

L’ultima scettica in ordine di tempo è stata Licia Colò, che ammiro fin da piccolo per quando assieme a Paolo Bonolis e al pupazzo One conduceva il programma di cartoni animati Bim Bum Bam, ma che domenica scorsa 9 gennaio 2011 nella trasmissione “Alle falde del Kilimangiaro”, riguardo le morti di uccelli e di pesci in tutto il Mondo, ha subito fatto indagare il suo vice su quanto di questo ne scrive la gente su internet, che ha scovato due diverse correnti di pensiero, quella apocalittica, che discerne l’avvenimento come un segno dello stravolgimento che vi sarà, e quella scettica, che attende che la scienza finisca di analizzare le carcasse degli uccelli e pesci morti per esprimere un giudizio sulla loro morte; detto questo ecco che subito Licia Colò si è messa dalla parte degli scettici, ma veramente tali analisi da parte della scienza ci erano già state confermate per lunedì 3 gennaio 2011, invece dalle carcasse di quei poveri animaletti nessuna spiegazione scientifica ufficiale è trapelata, l’unico sincero responso è da ricercare in quanto ho scritto al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-segni-premonitori-uccelli-e-pesci-morti-64448776.html . L’attività dell’Etna e i terremoti delle ultime settimane in Sud America, in Giappone e nell’Arcipelago delle Isole Vanuatu, le alluvioni in California prima, poi in Australia, in Brasile e nello Sri Lanka, ma secondo la Colò occorre recarsi ancora in vacanza in Australia nel Queensland per evitare di far portare al tracollo il suo comparto turistico, mandadando in onda, sempre domenica scorsa 9 gennaio 2011, un filmato su quanto è bello il suddetto Queensland: quel filmato me ne ha ricordato un altro sempre mandato in onda da Licia, riguardante l’Iraq poco prima che vi entrassero le truppe statunitensi, allora se stanno così le cose molto meglio andare in vacanza vicino casa, un bel biglietto del bus (io ci vado gratis perché ho l’abbonamento) e ci andiamo a fare un cappuccio al Sacro Monte di Varese o nei diversi giardini pubblici o boschi sempre di Varese o dietro casa vostra tanto per spendere meno e stare più tranquilli. Cara Licia, ti consiglio di cambiare il titolo della tua trasmissione da “Alle falde del Kilimangiaro” in “Alle faglie del Kilimangiaro”, che è più di moda.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
13 gennaio 2011 4 13 /01 /gennaio /2011 20:06

Premettendo che tal volta il luogo più sicuro rimane la nostra stessa casa, seppure il contatto all’esterno delle nostre civili abitazioni con i nostri amici sia sempre da preferire alle fredde pareti di casa, in caso vi fosse la seria necessità di evacuare la popolazione esiliata da catastrofi, a parte altre località straniere site sulla Catena dei Monti Pirenei in cui ci si salverà, seppure in taluni luoghi il clima da ospitale, poiché minormente interessato da concentrazioni di polveri vulcaniche, potrebbe successivamente modificarsi repentinamente dopo qualche tempo dalla fine dell’emergenza, vi indico altri luoghi in Italia dove poter trovare rifugio in caso di bisogno (alla bisogna come si usa dire), essi sono le montagne situate tra la Val d’Ossola, la Val Vigezzo, la Valle Cannobina e il Lago Maggiore (ponendo attenzione alle onde anomale lacustri che in quei momenti vi saranno) in Piemonte e, ed è solo un omonimia dato che la cosa va presa con serietà in quanto ne va di mezzo la vita delle persone, il Monte Gennaro in provincia di Roma presso Tivoli, esso dispone di un altopiano capace di ospitare anche 60.000 persone e dispone di gallerie di collegamento con altre località scavate durante la guerra, per il resto numerosi altri luoghi sono sicuri come il Monte San Martino sopra l’abitato di Duno in provincia di Varese, di cui ne tratto ampliamente al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-forte-san-martino-cittadella-fortificata-37539990.html .

Per altri consigli vi sia di aiuto ciò che ho scritto nel mio “Libretto istruttivo e profetico” edito negli anni 2000 - 2002 e gratuitamente diffuso a mie spese in diverse migliaia di copie cartacee e contenente anche l’articolo “Il giorno del guado” visibile al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-il-giorno-del-guado-42036272.html .

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
11 gennaio 2011 2 11 /01 /gennaio /2011 00:43

Un terremoto di magnitudo 6.9° Richter, che ha fatto scattare l’allarme Tsunami (onde anomale), fortunatamente rientrato, si è generato nell’Oceano Pacifico nell’Arcipelago delle Isole Vanuatu il 9 gennaio 2011 nella stessa area interessata dall’eclissi del 21 dicembre 2010, movimenti tellurici hanno generato il 7 gennaio 2011 diverse scosse telluriche di cui quella più forte pari a 5.5° Richter, a seguire il giorno 8 gennaio 2011 di 5.3° Richter giungendo al picco soprariportato di 6.9° Richter, subito seguito nella stessa giornata da uno sciame di terremoti che hanno raggiunto i 6.4° Richter.

Il 21 dicembre 2010, il giorno dell’eclissi, si era generato in Giappone un terremoto di 7.4° Richter con epicentro l’Isola di Bonin.

Gli studi sismici in cui mi sono applicato da 11 anni e mezzo hanno evidenziato che in faglia viene rilasciata un’energia a partire dal 18° giorno che nelle 24 ore successive trovano il loro compimento, altresì non è cosa rara trovare eclissi in coppia, ovvero una seconda eclissi a meno di 18 giorni da quella precedente, che può far slittare talune scosse sismiche al 18°-19° giorno dopo la seconda eclisse, quella pocanzi avuta del 4 gennaio 2011 era di tipo parziale, arrivando fino a ¾ di copertura del disco solare; i periodi sismici variano da continente a continente, sia per le eclissi di Sole che per quelle di Luna, a seconda della fase lunare e entro la zona interessata dall’eclisse, seguendo movimenti che in futuro potranno essere preventivamente ben circostanziati; da notare infine che i terremoti più forti avvengono con più frequenza tra il sabato e la domenica; questo e altro di cui ho già scritto ho continuato a studiare, affinché un giorno i terremoti possano esser previsti con grande anticipo per il bene della popolazione tutta, non facciamo come è stato fatto a Raffaele Bendandi, le cui carte di studio sono andate distrutte in un incendio che più che misterioso definirei doloso. Altri articoli presto vi aspetteranno, dai risvolti interessanti riguardanti l’alluvione in Australia e gli altri eventi a ciò che mirabilmente hanno scritto di me, non mancate!

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
8 gennaio 2011 6 08 /01 /gennaio /2011 23:35
Presentazione della conferenza dal titolo "2012: l'inizio?" svoltasi giovedì 16 dicembre 2010 a Settimo Torinese, città della provincia di Torino, Italia, il cui seguito è il video "Verità nascoste against understatement visibile al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-verita-nascoste-against-understatement-64008679.html 
Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito