Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
25 marzo 2011 5 25 /03 /marzo /2011 11:41

Il nostro amico INIZIATO7DOMINU, ha disattivato l’incorporamento del  suo video “Gennaro Gelmini lettera dell’avvicinarsi di Nibiru 16 febbraio 2011”, comunque visibile al link http://www.youtube.com/watch?v=bqsgOpuzE-4 (annullando però prima, per la corretta visualizzazione, il cosidetto "frame", cliccando sulla X della barra superiore), che vi consiglio di rivedere, poiché osteggiato da scettici: certamente nel suo passato non avrà svolto la professione di politico, altrimenti avrebbe capito che gli scettici possono anche cambiare opinione e che noi lavoriamo anche per loro, affinché si accorgano che è tutto vero, Nibiru c’è ed è un pericolo per l’intera Umanità; quest’articolo è quindi un rifacimento dell’articolo presente al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-autorita-dei-terremoti-69080217.html che vi consiglio di andare a rileggere.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
19 marzo 2011 6 19 /03 /marzo /2011 10:59

Non sarà un altra Chenobyl, sarà peggio. Si teme che, con l'avvento della pioggia, che i noccioli già parzialmente fusi dei reattori numero 2, 3 e 4 della Centrale Nucleare di Fukushima e in cui si sono già verificate esplosioni negli scorsi giorni, possano dare luogo a nuove esplosioni, intanto anche gli abitanti di Tokio, la capitale del Giappone che dista 150 chilometri dal fattaccio, sono in fuga in massa perché non si fidano più delle rassicurazioni del governo nipponico, che sta varando un nuovo governo d'emergenza, ma non è finita, si sta tentando, alla stessa maniera che a Chernobyl, di ricoprire con del cemento i reattori danneggiati ad opera di aerei guidati da veri e propri kamikaze che metteranno a repentaglio la loro vita a seguito delle radiazioni pur di portare a compimento questa missione. Ho appena pubblicato altri articoli, non mancate di leggere anche quelli.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
19 marzo 2011 6 19 /03 /marzo /2011 09:43

Tutta la verità, senza eccezioni, articolo interessante che vi consiglio di leggere. l'Italia entra ufficialmente un guerra oggi 19 marzo 2011, questo già ve lo scrissi nel mio articolo "Attacco alla Libia 19 aprile 2011" visibile al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-attacco-alla-libia-19-aprile-2011-68623534.html , cioè 15 giorni prima che ciò accadesse, avrei solamente dovuto scrivere più precisamente "Attacco alla Libia 19 marzo-aprile 2011", se l'ho fatto questo è unicamente da addebitarsi a tre fattori, il primo è che marzo mi sembrava fin troppo presto per la data di un attacco alla Libia, ma non avevo calcolato certamente il terremoto in Giappone e la Festa del 17 marzo 2011 in cui il Capo dello Stato Giorgio Napolitano ha dichiarato: "non possiamo violare le speranze di un risorgimento nel mondo arabo", come per dire violiamo lo spazio aereo libico e attacchiamo, terzo questo attacco, come hanno riferito fonti diplomatiche, avverrà in anticipo, e per anticipo è da concepire con una Luna di anticipo, la super Luna al perielio con la Terra, visibilmente più grande del 14%, che dona quindi maggior visibilità notturna propendendo un attacco, quindi con un mese di anticipo, a dire il vero questa data me l'ero sognata la mattina del 4 marzo 2011, ma svegliatomi ma ancora assonnato non mi destai dal letto e quindi non me la scrissi, ma ricordai bene che quella data era il 19 come il giorno di nascita di mia madre Anna Rinaldi; successivamente ridestatomi ricordai naturalmente il giorno ma non il mese, ma per di più, a cosa si riferiva quella data? Accesi la TV e già parlavano di guerriglia in Libia da parte di insorti, quindi sicuramente quella data era da attribuirsi ad un attacco militare in Libia, ma perché tutti noi quando ci destiamo non prendiamo l'abitudine di scriverci quello che abbiamo sognato? Vi dico io cosa succede, in questi casi il cervello, ancora voglioso di una bella dormita, pur di conciliarci al sonno ci garantisce che di quello che abbiamo sognato ci ricorfìderemo tutto, oppure sono le occupazioni della giornata subitamente da svolgere che ci fanno dimenticare cosa abbiamo sognato, per ovviare a questi inconvenienti ci vorrebbe un tacquino e penna vicino al letto, da oggi in poi lo farò perché la mia volontà nello scrivere non si concilia di certo con le regole del sonno: posso solo dire "eppure avevo ragione" ma non fermare la volontà di guerra decisa al Summit di Parigi di oggi 19 marzo 2011 a partire dalle ore 13:30, officiato dall'Unione Europea, Unione Africana, Lega Araba, Stati Uniti d'America e in cui interverrà il Segretario di Stato USA Illary Clinton.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
19 marzo 2011 6 19 /03 /marzo /2011 09:19
La verità è scritta nei cerchi nel grano, un messaggio dal cielo, Nibiru trovasi ora a 12,8 Unità Astronomiche dal Sole in avvicinamento al suo perielio situato tra i pianeti Giove e Marte alla velocità di 0,6 Unità Astronomiche al mese e questi ultimi dati si riferiscono anche a nozioni scientifiche certe seppur occultate a Mondo intero, documenti scientifici top secret, non diramati ufficialmente, ma la verità si avvicina perché Nibiru si avvicina, non mancate di guardare il video qui sopra postatovi, ve ne pubblicherò altri in breve tempo, uno per ogni pagina web per non sovraccaricare il sito rendendolo più difficilmente visualizzabile in tutto il Mondo anche in luoghi dove le linee internet sono vetuste, non mancate (i dati riguardanti Nibiru si riferiscono al 15 marzo 2011).
Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
17 marzo 2011 4 17 /03 /marzo /2011 15:08

San-Patrizio.jpg

Bologna-San-Petronio-Cappella-delle-Reliquie.jpg

Bologna-San-Petronio-Reliquie-Santi.jpg

Bologna-San-Petronio-Croce-Circuito-Mistico.jpg

Buone notizie, non c’è limite all’amore, prendete come esempio questa storia vera, è la storia di Patrizio, un nobile Inglese che nei primi secoli dopo Cristo nella guerra tra Inghilterra e Irlanda, venne rapito e fatto schiavo, ritrovandosi a fare per lunghi anni il pecoraro, cioè il guardiano di pecore, in Irlanda, ma siccome ebbe la fortuna seppur nella tribolazione, siccome era stato rapito fuori casa nei poderi del padre, di avere con sé una Bibbia che taluni nobili portavano sempre nei loro spostamenti in un marsupio di cuoio legato alla cintura, sempre pregava Dio sperando di venire presto liberato, intanto fece esperienza, imparò correttamente l’Irlandese e in lui nacque il desiderio di far conoscere Gesù a questa popolazione ancora votata agli Dei, finché, dopo 6 anni, al suo terzo tentativo riuscì a fuggire e ritornare in patria; successivamente andò a studiare teologia in Francia, divenendo Diacono e, sembra impossibile invece è vero, partì anche per l’Isola d’Elba, si, avete capito bene, in Toscana, Italia, per imparare come si facesse oratorio con gli isolani al fine di acquisire le capacità dialettiche per poter compiere una missione ben più importante, la conversione dell’Irlanda al Cristianesimo, poiché in quegli anni, era il 459, fu nominato Vescovo ed evangelizzatore dell’Irlanda un certo Palladio, che cercò di convertire l’Irlanda per un anno in cui ben poco gli riuscì di fare, quindi nel 460 ecco che Patrizio parte per l’Irlanda su di una nave mercantile il cui capitano sfidava la guerra pur di trarvi guadagno da merci preziose del tipo tessuti di lana, spezie e quant’altro, ma non riescendo ad approdare a Belfast per un improvvisa quanto provvidenziale burrasca, la nave attraccò su di un’isolata costa successivamente denominata Contea di San Patrick, da qui i primordi della sua evangelizzazione furono di gran lunga facilitati, poiché i primi che incontrò erano dei pastori, le cui pecore venivano spesso uccise dal morsi di serpenti, quindi Patrizio si recò nell’estate del 441 per 40 giorni sul monte Croagh Padraig, successivamente chiamato anche Croagh Patrick, per scacciare i serpenti, portando con sé anche una campana che faceva suonare per allontanare questi animali, cosa che sapeva ben fare avendo fatto il pastore in quei luoghi, quando allora gli dicevano che se una pecora fosse morta per il morso di un serpente, lui avrebbe fatto la stessa fine e dopo la caccia ai serpenti, il suo onore crebbe come la sua determinazione apostolica, convertendo con successo anche l’Irlanda al Cristianesimo, anche tramite l’esempio del quadrifoglio, che è una mutazione del trifoglio, la trasformazione dalle tre foglie delle Religioni pagane alle 4 foglie riproducenti la Croce di Cristo Gesù.

In questo articolo sono presenti l’immagine raffigurante San Patrizio e le foto della Cappella delle Reliquie e una delle Croci facenti parte di un circuito mistico a difesa della città presenti al Duomo di San Petronio a Bologna.

Ora vi tocca fare la vostra scelta,seguitare Dio con opere di bene, così facendo potremo ristrutturare il Vecchio Mondo in un nuovo Mondo, non più giusto di questo, perché quel più vuol soltanto dire più e basta, con ancora qualche ingiustizia rimasta, ma un Mondo giusto, completamente giusto.

Auguri a tutti i Patrizio e Patrizia, ma soprattutto alla mia fidanzata Patrizia Gigli, ciao amore.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
17 marzo 2011 4 17 /03 /marzo /2011 12:48

17 marzo, festa dell’Unità d’Italia, data dello storico incontro tra Giuseppe Garibaldi e Vittorio Emanuele II Re d’Italia, Auguri Italia! Ma per questa data dobbiamo anche festeggiare San Patrizio, Patrono d’Irlanda, non ricordate? Cercherò di scriverne oggi stesso. Ma ci sono ancora altre cose che non sapete, ovvero proprio poche ore fa, il Presidente degli Stati uniti d’America Barack Obama, quando in USA era ancora la notte del 16 marzo 2011, ha istituito la ricorrenza del 17 marzo e ha invitato gli Stati Uniti d’America a prendere esempio dall’Italia, quindi cosa vi fa venire in mente tutto questo? Che in realtà si sta organizzando per i prossimi anni una festa occidentale di coesione internazionale sull’asse America-Europa, questo il responso.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
17 marzo 2011 4 17 /03 /marzo /2011 12:23

E’ stato ritrovato l’ultimo teschio mancante dei teschi di cristallo, una profezia Maya prediva che quando verranno riuniti tutti i teschi di cristallo sarà la fine, fine del vecchio Mondo e modo di pensare, fine della schiavitù economica al servizio di pochi dicasi Illuminati, quelli per intenderci del cosiddetto “Signoraggio”, un Nuovo Mondo ci aspetta, seppure ora Gaia, la Terra, è come se soffrisse per le doglie del parto, ma, come disse Gesù nel Vangelo riguardo questa nascita, subito dopo sarà felicità, tale profezia asserisce testualmente: "Quando i tredici teschi di cristallo saranno ritrovati e riuniti, inizierà un nuovo ciclo per il genere umano, un ciclo di grande conoscenza ed elevazione"; non sono riuscito a pubblicarlo in precedenza quest’articolo sui teschi, poiché ho saputo del ritrovamento di quest’ultimo teschio solo alla sera del 10 marzo 2011, ovvero poco prima del terremoto di 9.0° richter in Giappone dell’11 marzo 2011 e scusatemi se non vi pubblico la foto di questo teschio, ma lo faccio per motivi di scaramanzia.

Il suddetto teschio era stato rubato dalle SS di Hitler durante la Seconda Guerra Mondiale per farne un oggetto di culto durante le loro cerimonie indiziatiche ariane.

Ma non preoccupatevi, ho articoli migliori da pubblicare tra breve se avete l’accortezza di seguirmi, comunque anche questo è chiaramente da considerarsi un ulteriore segno premonitore degli eventi accaduti e che ancora devono accadere.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
17 marzo 2011 4 17 /03 /marzo /2011 00:40

Cavita-carsica.jpg

“Attenzione! Possibili dissesti stradali”: così capeggia sulla cartellonistica digitale delle arterie stradali, piccole buche, avranno pensato gli automobilisti di passaggio, piccole? Come quella postavi nella foto sopra? Enorme! In Via Trentini a Varese, frazione “Casbeno”, si è aperta una voragine profonda 4 metri e formante un tunnel lungo 10 metri che serpeggiava in direzione di Piazza Libertà, luogo dove sono situate la Questura, la Prefettura e la sede della Provincia di Varese, un automobilista di passaggio si è ritrovato l’auto con un asse rotto per aver centrato con una ruota la suddetta buca, ci sono voluti 20 quintali di sassi per riempirla da parte dei tecnici del Comune di Varese che ne sono rimasti impressionati; quando nelle mie lettere ed Esposti del 2006-2007 scrissi di quanto il nostro territorio varesino sia soggetto a questo genere di accadimenti per via del terreno calcareo, quindi idrosolubile col tempo, non venni creduto alla dovuta, ma alla fine, che lo si voglia o no, tutti i nodi vengono al pettine come si vuol dire, altri piccoli avvallamenti risistemati si trovavano in piazza Canonica (2009) e Piazza Trieste (2010), oltre all’enorme cavità misteriosa (perché subito riempita e di cui non si hanno fotografie, ne tanto meno ne parlano gli addetti ai lavori, ma di cui me medesimo Gennaro Gelmini ne sono stato testimone) formatasi in Viale Borri all’altezza della Chiesa di San Carlo Borromeo (2006). Eppure a me basta un sorriso, non ho bisogno di fare l’eroe, siamo tutti eroi nella voglia di verità che ci spinge a lottare per essa, e che verità sia, allora ditecela questa verità.

Articolo scritto a partire da un’idea postata al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-articoli-di-mistero-varese-fadalto-e-resto-d-italia-67411623.html .

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
16 marzo 2011 3 16 /03 /marzo /2011 22:22

Varese, 16 marzo 2011, mercoledì

 

Al Questore di Varese Marcello Cardona

 

e per conoscenza:

 

a chiunque, previa possibilità e salvo esaurimento copie

 

Gentilissimo Questore di Varese Marcello Cardona,

la presente come ultima affinché il mio contatto con lei non debba più essere univoco e poiché evidentemente divergiamo di riferimenti, io che per oltre 11 anni ho avuto contatti fruttuosi con la Polizia, da 6 mesi a questa parte mi sono visto respingere all’entrata delle vostre sedi, dicendomi che i miei scritti dovevo spedirveli per posta e non più a mano: tutto ciò è accaduto successivamente al mio sempre più assiduo contatto con i servizi segreti nazionali è internazionali nella loro recente metamorfosi che ne ha accentuato le responsabilità in ambito della gestione del territorio, nel mentre la Polizia è stata privata di importanti sussidi finanziari che ne hanno intaccato la gestibilità del territorio, ma questo non è un mio problema, sia perché ho altri protettori di Fede, sia perché il mio messaggio viene diffuso indipendentemente da voi e sia perché il mio scopo è indipendente dalla vostra attività, l’unico problema è che non vedo perché dovrei consegnarvi dei miei documenti per posta invece che per mano, quando la distanza della vostra sede varesina da casa mia è di appena qualche chilometro.

recatomi in uno dei soliti uffici di cui non vi dico il nome solo perché nessuno sarebbe disposto a confermare di quanto sto scrivendole, già all’esterno dell’edificio trovo un uomo e una donna la cui identità l’avevo ben capita in anticipo vedendoli da lontano, due man in black per intenderci, che mi chiedono qual è il numero uno della piazza, naturalmente nella loro psicologia il numero uno sono io, al che io ho dovuto rispondere che non lo sapevo, poi negli uffici, dopo qualche minuto arrivano anche loro, si mettono davanti a me nella fila facendo vedere che devono solo chiedere un’informazione, mentre invece hanno fatto capire all’impiegata che la tenevano sott’occhio, come per evitare che mi riferisse ciò che sapeva, ma nel caso vi fosse in Valle Olona poco più a sud di Varese un bunker, che nessuno lo utilizzi, poiché come è stato recentemente allagato, durante i giorni dell’emergenza non solo tornerà ad esserlo, ma sappia che andranno fuori uso anche i suoi sistemi operativi quali i computer che ne gestiscono anche le uscite, alla stessa maniera di come i miei Capi mi hanno detto di non accettare di entrare nel rifugio antiatomico che mi verrà proposto poiché non ne uscirei vivo, quindi è molto importante evitare di rifugiarsi in qualunque bunker le cui uscite siano gestite da computer che sicuramente verranno messi fuori uso da eruzioni solari, anche per questo pubblicherò questa lettera sui miei blog http://gennaro-gelmini.over-blog.it e anche http://gennarogelmini.maxiblog.it in libera diffusione.

Un “man in black” si era pure recato giovedì sera 24 febbraio 2011 a chiedere in una rivendita di biglietti, dove ho comprato 2 biglietti per Cuasso al Monte (VA), che cosa avessi fatto, e questa non è una mania di persecuzione, più semplicemente sono i capi di chi mi pedina che dimostrano morbosità, e il perché è presto detto, il potere vuole sapere di me tutto senza dover rispondere alle sue dovute responsabilità per non essere scoperto, ma io ormai l’ho scoperto e so che una copia del mio Esposto di Bologna del giorno 08 novembre 2011 è andata in mano ai “man in black” 30 ore prima che la consegnassi, la prossima volta stia tranquillo che avrò altri piani; ed ancora, recatomi a fare delle fotocopie in self-service un giorno di dicembre 2010, una persona che mi passa vicino guarda le fotocopie e ha un sussulto, se ne va e ne arriva un’altra che nel mentre chiede informazioni forfetarie alla commessa fa una foto alle mie fotocopie credendo di non essere scoperto, ma io non gli dico niente perché mi sembrano dei bambini col cicciotto in bocca in quanto quelle fotocopie dopo solamente mezzora le ho consegnate a Lozza (VA) e le ho postate sui miei blog, mi sembrava come l’impressione di bambini la prima volta che vedono qualcosa che non conoscevano, li dovrò accudire questi bebè, che hanno tralasciato la cosa più importante, il segnale che qualcosa sta per succedere, che ho avuto quando a Cuasso al Monte (VA) mi hanno richiamato per una casetta di mia proprietà vicino alla chiesa di Cavagnano che vogliono demolire per allargare la piazza, per questa i “man in black” non hanno preso provvedimenti, eppure ho cercato di avvisare sia il Sindaco di Cuasso al Monte Massimo Cesaro, sia la Polizia Locale, che non ne erano interessati poiché non fa parte delle disposizioni di legge del codice giuridico, che dalla casa di Cavagnano bisogna trarre un Battistero secondo le disposizioni dell’ex Parroco Giuseppe Albizzati che infesta tuttora la casa, come ho invece firmato per donare la casa al Comune di Cuasso al Monte (VA), tutto è successo come quando mi avevano chiamato a tal proposito nel 2008 ma l’improvviso crollo dell’economia mondiale fece fallire questo loro intento. Ma questa, pregiatissimo Questore Marcello Cardona, lei saprà che questa è una lettera vera che le ho scritto veramente, bando agli scettici, comunque è vero che si è combattuta la mafia che fa tutto nascostamente, ma ora gli uffici denuncia di diverse Questure non vengono sempre tenuti aperti al pubblico e tale operazione è quantomeno ingiusta, ufficialmente perché lo Stato non ha denaro, quando invece è lo stato stesso che stampa il denaro, allora perché non averne per i suoi stessi lavoratori? Evidentemente ho sbagliato loco, dovevo recarmi direttamente da altre Autorità come ho già fatto nel recente passato, che mi avrebbero fatto entrare nei loro uffici, almeno anche ascoltato e fatto risparmiare la spedizione di questa lettera, che non potendovela consegnare, non per colpa mia, di persona, ve la devo spedire per posta.

Avrei altre cose molto più importanti di queste da dirle, non mi crederà credendole un atto di protagonismo, discorsi che seguono la moda per quanto è successo in Giappone, difatti quando presentai denunce a tal proposito non mi cedettero e peggio ancora, ma lasci perdere, tanto già mi proteggo con la Fede, non ho bisogno di altri aiuti, per ogni ulteriore denuncia a tal proposito ne riceverei in risposta soltanto danno alla stessa maniera che in passato, ma stia sicuro che prestissimo continuerò le mie denunce, come d’altronde ho sempre fatto da 12 anni a questa parte, ma non nei vostri uffici, provi a rileggersi la presente col sottofondo della canzone di Tiziano Ferro dal titolo “ed ero contentissimo”, facilmente trovabile nei vari canali video internet e scusi se questa mia l’ho scritta molto in fretta senza ricontrollarla adeguatamente, ho altri importanti Enti da spronare alla verità e, dopo 12 anni d’attività riguardo il futuro del Mondo, non mi rimane più molto tempo, il futuro ora è presente, di cui il terremoto di 9.0° Richter, le onde anomale (tsunami) e le esplosioni nucleari accadute in Giappone rappresentano solo l’inizio.

Allego a questa lettera l’Esposto riguardante il pianeta Nibiru consegnato in data 05 gennaio 2011 al Procuratore della Repubblica di Varese, al Prefetto di Varese e respinto il giorno stesso dalla vostra Questura e l’Esposto consegnato al Procuratore della Repubblica di Bologna in data 08 novembre 2010 avente per oggetto sempre Nibiru.

Distinti Saluti.

 

Varese, 16 marzo 2011, mercoledì

 

IN FEDE

GENNARO GELMINI

 

 

 

Gelmini Gennaro, Viale Valganna 216, 21100 Varese – telefono 0332232143

e-mail: gennaro.gelmini@email.it – sito internet: http://gennaro-gelmini.over-blog.it .

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
13 marzo 2011 7 13 /03 /marzo /2011 16:14

Il Primo Ministro Giapponese Naoto Kan all'appena terminata Conferenza Stampa sulla grave emergenza in Giappone, ha riferito che la contaminazione nucleare c'è stata seppure non come a Chernobyl, il rischio di contaminazione nucleare è giunto a livell 4 e la situazione rimane critica essendovi verificata anche una fusione nucleare, intanto 200.000 persone sono già state evacuate nel raggio di 20 Km dalla Centrale Nucleare di Fukushima, dove per la conseguenza della mancata entrata in funzione dei dispositivi di raffreddamento a causa di un black out energetico, si è verificata un'esplosione nel reattore numero , apprensioni anche per i reattori N°. 2 e 3 che rischiano di esplodere, seppure le Autorità nipponiche dichiarano la la loro temperatura stia calando. Le persone contaminate dalle radiazioni sono fin ora 169, a cui bisogna aggiungere un tecnico della Centrale Atomica morto e le vittime per il terremoto e relativo tsunami sono destinate a salire a oltre 10.000; per vario tempo verranno eseguiti dei back out elettrici programmati per carenza energetica in tutto il Giappone, anche nella sua Capitale Tokio.

La principale scossa di terremoto di venerdì 11 marzo 2011, che nelle prime ore veniva classificata essere di 7.9° Richter, subitamente portata a 9.0° Richter, adesso, dopo ulteriori analisi, si è scoperta essere di 9.0° Richter.

Il Governo Giapponese per la prima volta già da poco dopo la tragedia ha chiesto aiuti internazionali, è la peggiore calamità vissuta dal Giappone dopo la Seconda guerra Mondiale, ovvero dopo le 2 bombe atomiche USA.

Per ulteriori informazioni leggete l'articolo precedente a questo.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito