Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
12 luglio 2014 6 12 /07 /luglio /2014 19:40

global-event.jpg

I cambiamenti climatici prendono il sopravvento, eppure occorre un solo giorno per organizzarsi, un solo giorno per definire la faccenda, trovare soluzioni, ma come per l’economia, per la quale la deflazione in atto tutti la vedono, nessuno l’ammette, per i cambiamenti climatici avviene la stessa cosa, li vediamo tutti, e chi non può vederne, ogni zona del globo ne è sopraffatta, eppure la si prende così, oggi piove, domani nevica, a parte che qui nell’emisfero settentrionale della Terra è estate, attendiamo quel caldo torrido che non si è ancora fatto vedere, ma veniamo ai dettagli tecnici, non che non riesca a tenervi aggiornati, e che gli eventi globali si susseguono a ritmo talmente incalzante, che di ora in ora avviene un evento climatico e sismico di notevole importanza, eppure, sappiate, sono molto meglio nell’azione che nella teoria.

Milano alluvionata nei giorni precedenti questo 12 luglio 2014, con 2 vittime, l’hanno purtroppo vissuta alcuni miei parenti che per primi me ne hanno riferito, Milano come Venezia già si disse nel 2002, quella era la prima volta così ed allora a Milano ci lavoravo, con l’autobus seguimmo la deviazione per la zona “Greco”, a nord est della città, per recarci a Cinisello Balsamo, poco più a nord, evitando lo straripamento del fiume Seveso, stavolta la causa dell’alluvione è da addebitarsi alle copiose grandinate (eh si, siamo a luglio 2014 ed avvengono le grandinate in chicchi enormi) che hanno interessato il territorio a nord della città, pure in direzione di Bergamo, disciogliendosi in una mole d’acqua destinata ad invadere appunto Milano.

 

Sul versante sismico, significativo il terremoto di 5.8° Richter avvenuto in Antartide, certo, con epicentro proprio nel Continente Antartico oggi 12 luglio 2014 e non in mare aperto, oltreché il terremoto di 4.2° Richter avvenuto ieri 11 luglio 2014 in Francia a ridosso del Canale della Manica e il sisma di 4.5° Richter in Canada sulle sponde dell’Oceano Pacifico, esempliflicativi di movimenti tellurici pure espressi in Messico e negli USA nella caldera del Wyoming, ma che hanno avuto una maggior ripercussione in un terremoto di 6.5° Richter avvenuto ieri 11 luglio 2014 dall’altra parte dell’Oceano Pacifico, in Giappone. Risulta non vi siano vittime proprio per la prontezza con la quale la popolazione viene istruita sul da farsi in caso di calamità e alle costruzioni antisismiche, come per gli epicentri, spesso poco abitati dagli umani.

Condividi post

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito