Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
18 gennaio 2011 2 18 /01 /gennaio /2011 20:13

Alla luce di quanto si sta delineando posso dire che se avessi studiato gli eventi legati alle eclissi di Sole del 21 dicembre 2010 e al 4 gennaio 2011, ciò che ho denominato “eclissi in coppia” data la vicinanza tra i due eventi, circostanza non rarissima seppure in questi casi la seconda eclissi è solitamente parziale, in concomitanza all’influenza gravitazionale del sempre più vicino pianeta Nibiru, non sarei riuscito ad ottenere un risultato buono come l’otterrò, in quanto con più dovizia di particolari, non sarei riuscito a delineare un quadro più preciso di quanto sta avvenendo e avverrà in seguito, ovvero l’eclissi di Luna del 21 dicembre 2010 sull’Oceano Pacifico ha già dato valutazione nella giustezza per i ¾ di quanto avevo asserito, verificandosi nella zona interessata dalla tale eclissi di Luna i seguenti forti terremoti:

in Giappone il 21 dicembre 2010 è avvenuto un terremoto di 7.4° Richter e il 12 gennaio 2011 di 6.5° Richter; in America Meridionale sabato 1 gennaio 2011 è avvenuto un terremoto di 7.0° Richter in Argentina e un altro domenica 2 gennaio 2011 di 7.1° Richter in Cile; il terzo locus orribilis di questo serpeggiare di eventi tellurici trovasi all’arcipelago delle Isole Vanuatu, dove domenica 9 gennaio 2011 è avvenuto un terremoto di 6.9° Richter e nelle vicine Isole Loyalty (conosciute anche come isole della Fedeltà al Sovrano) in Nuova Caledonia; per gli Stati Uniti d’America tra i principali terremoti del periodo il 3 gennaio 2011 un terremoto di 5.3° Richter nello Utah.

Ricorderete che una frase dell’Esposto di Bologna del 08 novembre 2010 riporta testualmente “18 giorni dopo le Eclissi solari e le Eclissi lunari si verifica un aumento nell’attvità sismico – vulcanica, soprattutto nelle zone interessate dall’evento astronomico e in particolar modo per le eclissi lunari nel Continente Americano e le eclissi solari in Europa e oriente”, da ciò si evince che non avrei potuto essere più preciso, avrei quindi dovuto scrivere “vi sarà un aumento degli eventi sismici – vulcanici a gennaio 2011”, ma per questo sarei stato accusato di generalizzare gli eventi come già mi accadde allorquando avvennero i terremoti di 7.0° Richter il 25 marzo 2007 in Giappone (l’allora più forte sisma in assoluto tra tutti quelli registrati in zona, causante un morto e 170 feriti) e di 8.0° Richter, con tsunami, nella notte tra l’1 e il 2 aprile 2007 nelle Isole Salomone, molto meglio quindi per altri pronostici sismico – vulcanici più specificatamente predetti, eppure ad esempio la Luna sarà piena nella notte tra il 19 e il 20 gennaio 2011, quindi in considerazione che ad esempio il terremoto a L’Aquila del 6 marzo 2009 è avvenuto con la Luna piena tutto prevarrebbe per prossimi eventi in Europa e Oriente, difatti il 12 gennaio 2011 poco prima delle ore 23 ha iniziato ad eruttare l’Etna e non si tratta di attività di tipo stromboliano, ma di tipo effusivo, con consistenti colate di lava, che per ora non destano preoccupazione dato che si riversano nella disabitata Valle del Bove, ma anche lievi sciami sismici ora presenti in tutta la parte orientale della Sicilia, terremoti di cui anche quelli americani torneranno di primaria importanza a breve, data la situazione che stanno vivendo, non solo sismica e vulcanica, con l’imminente eruzione di altri vulcani in America Latina, tesi stavolta confermata dai vulcanologi, ma anche con altri terremoti sulle coste nord americane dell’Oceano Pacifico, ma anche in Europa e oriente e non lo dico per esagerare ma per quanto vi posterò negli altri 3 articoli che pubblicherò oggi stesso su questo blog, poiché siccome l’argomento è complesso merita un approfondimento, ricordando inoltre che anche le alluvioni che in contemporanea in questo momento si stanno verificando in Australia, Brasile e Sri Lanka, di poco successive a quelle avvenute in California, contribuiscono a far muovere le faglie appena si concluderanno per una sorta di effetto di risucchio dell’acqua. La Terra non è perfettamente tonda, per chi non lo sapesse è leggermente ovale, quindi anche con lo spostamento dell’asse terrestre a causa di Nibiru, la Terra si riassetterà e anche per questo avverranno nuovi forti terremoti, scusate se rimarco in tal senso.

Condividi post

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

commenti

antonella 01/20/2011 18:21


..stavo vedendo sui vari siti che tantissimi vulcani nel mondo sono in eruzione....è la prima volta che mi sto rendendo conto di questi avvenimenti...caro Gennaro ma è sempre stato così
ciclicamente sulla terra , come molti dicono, oppure è veramente qualcosa di diverso dal solito, come alcuni dicono?


Gennaro Gelmini 01/23/2011 12:56



E' stato sempre così durante il ciclico passaggio di Nibiru e tutto sarà trasformato.



andrea 01/20/2011 02:40


ho un consiglio per te, Gennaro: devi formalizzare la tua teoria e creare un modello empirico di analisi. Sia per quel che riguarda la causalità eclissi-terremoto che per Nibiru-asse terrestre.
Quando dalle parole passerai ad azzeccare i numeri sarai molto più credibile (...e criticabile!!)


Gennaro Gelmini 01/20/2011 11:32



Ecco, soprattutto criticabile, perché qualsiasi cosa riesco a mostrare è facile ribattere.



Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito