Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
24 giugno 2017 6 24 /06 /giugno /2017 06:16
Chi è il migliore al cospetto di Dio?

- Gli oggetti possono compiere un reato? - No, soltanto le persone fisiche lo possono compiere. - E allora perché sui sacchi della spazzatura c’è il microchip?

E incominciamo superficialmente, per addentrarci più approfonditamente, perché è dalla superficie che si inizia, pure per un soffio del vento, una battuta, si entra, poi si con serietà si continua.

Chi è il migliore al cospetto di Dio? Chi può giudicare? Soltanto Dio.

E Dio sa assumere i suoi devoti, sapendo scegliere i migliori e chi sono i migliori?

In verità l’esperienza insegna e certamente Dio sceglie per le esperienze che abbiamo nella vita e non soltanto per la preparazione.

Partiamo da un semplice concetto, ciò che è facile e ciò che è difficile, ma che cosa è facile e che cosa è difficile?

E’ un concetto soggettivo, ciò che per noi è facile, ciò che per noi è difficile, dipende in realtà da ciò che siamo abituati a fare, che se facciamo un lavoro rischioso o una vita stessa piena di rischi, ci sembrerà la normalità, mentre ciò che andremo a fare, senza un adeguato riscontro esperienziale, ci parrà una cosa assurda a portarlo a compimento se lo giudichiamo difficile, mentre ad altri apparirà estremamente facile, magari è solo questione d’abitudine, magari!

In verità, da giovani ci si reputa più saggi dei maturi, da maturi ci si reputa più saggi dei giovani, restando però, vedete, sempre in un confronto nel quale reputiamo essere migliori di altri, piuttosto che cercare di migliorare noi stessi, giorno dopo giorno.

Le esperienze della vita ci plasmano e ci sono taluni, talmente tanto plasmati, che non lo possono essere ulteriormente, erano quelli i Sacerdoti e Sacerdotesse dell’antichità, votati al loro Dio, senza una sola intransigenza.

Oggigiorno si presenta la compassione con estrema naturalezza, senza pensare che non ci si può anteporre al giudizio di Dio, perché Dio Padre può tutto, è quindi pure compassionevole, vuole bene come una madre ai suoi figli, Dio Creatore è Padre e pure Madre allo stesso tempo, lui può! I genitori hanno però l’obbligo di essere compassionevoli e severi allo stesso tempo, per il bene dei figli e questo è un importante concetto di vitale importanza.

E infine ho sognato che il file di una lettera che scrivevo assumeva il nome Giada e la giada rappresenta le 5 virtù dell’Umanità, la saggezza, la giustizia, la compassione, il coraggio e la modestia, di giada erano gli strumenti dei rituali religiosi sino dall’antichità, in contatto col sommo Creatore, che al Divino incontro, ci mostrerà la via, la vita, la verità.

La foto sopra, “Strada della vita”, ricorda in maniera palpabile ciò che virtualmente percorriamo.

Condividi post

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito