Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
3 aprile 2016 7 03 /04 /aprile /2016 22:09
Un incontro extraterrestre con logica finale

Il finale dà logica all’incontro, una logica più forte di tanto negazionismo.

L’inverno è appena trascorso senza conseguenze per la mia salute, temendo invece inizialmente il peggio, giacché l’inverno precedente una tosse convulsiva mi aveva preso e mancandomi la causa, non riuscivo a reagire, rimanendo preda dell’avversità, rimanendo a corto col respiro e proprio me medesimo Gennaro Gelmini che avrei fatto un altro inverno che si apprestava a venire?

Tornata Halloween, la notte delle streghe, qualcuno, senza avvedersi che i miei contatti sono molto più estesi di quanto si possa sospettare, mi ha mandato contro in quella notte tra il 31 ottobre e 1 novembre 2015 una Creatura extraterrestre degli Arconti, che sono i progenitori degli Annunaki, così ho potuto fare nuova conoscenza e trovare ulteriore conforto nei contatti.

Prassi vuole che le procedure per contattarmi le seguano a pennello, per mia fortuna, ovvero producendo una situazione che mi eviti alcun timore e così ecco arrivare nella mia solita cameretta di casa, nel luogo geografico che un tempo fu parte della civiltà delle piramidi, ora rese un tutt’uno con montagne e boschi, a nord della città di Varese, i miei 2 pappagallini, uccelli dai colori azzurro e bianco il maschio e verde e giallo la femmina, che avevo quando ero ragazzo, arrivati dall’oltretomba a rinfrancarmi che qualcosa stava per accadere e che io non dovevo temere, perché siccome loro non avevano paura, non dovevo temere neppure io.

Una testa senza collo, con pelle come di un pesce, il corpo scuro, con le vertebre appena sottopelle, braccia umanoidi e pedice (parte inferiore) a forma di sirena, con pinna, la Creatura si era posata sopra di me, mentre il pappagallino maschio continuava a comunicarmi di non avere paura e così rimasi tranquillo pur non sapendo da dove provenisse una falce che mi toccò il collo all’altezza del gozzo, un suo attrezzo oppure parte di lui, un suo artiglio, non mi era chiaro, che al contrario di ciò per cui era stato mandato, mi donò vitalità, liberandomi da quella tosse convulsiva che altrimenti non se ne sarebbe andata via, comunicandomi telepaticamente di evitare di mangiare cioccolata, così, mentre io ero rinsavito, andarono via, che apparire e comparire per loro è molto facile e semplice.

Cioccolata? Il cibo degli Dei, evitarlo? Io che ho la fabbrica del cioccolato dietro casa? Come dire ad un bibliotecario di non leggere più libri.

Presto mi arrivò il segnale del perché evitare la cioccolata, con le parole “contiene una tossina”.

Certo! Non si intende il cioccolato cibo degli Dei, si intendono le sofisticazioni!

Mai un po’ che si badi alla salute, il Nucleo Anti Sofisticazioni NAS ha fatto la scoperta, trovando delle aflatossine in ingente quantità nel latte, una sostanza altamente tossica proveniente da un fungo tal volta presente dopo la macerazione del mais dato come mangime totale alle mucche al posto dell’erba, ne discorsi, scrissi già su questo blog, suscitando proteste, eppure gli allevamenti intensivi eravamo andati a vederli e dei miei amici, osservando canne di mais tranciate e accatastate sotto teli a farle macerare, quindi tagliate con un attrezzo a sega circolare, adesso però si dovrà andare per forza di cose in controtendenza, pur considerando che con i prezzi che si pagano per ogni litro di latte al pastore, alle mucche nemmeno l’acqua si riuscirebbe a dare, solo la passione per la sua professione permette al pastore di continuare nell’attività ed è sempre un percorso in salita, molte le aziende zootecniche che stanno chiudendo, così si arriva ai mangimi al posto dell’erba come normalità e non più come abbinamento.

Tanti produttori di cioccolata e latte genuini, per colpa invece dei soliti, ne paghiamo le conseguenze, il latte con le aflatossine era più facile smerciarlo assieme ad altri composti, per sminuirne la tossicità e proprio nella mia cioccolata sarebbe potuta finire.

Occorre ammettere che di scandali alimentari ce n’è almeno 1 a settimana e coinvolgono una marea dei più disparati alimenti, ciò avviene a causa del dare e avere quando diviene un’accozzaglia di concorrenza finché qualcuno esce dalle regole, che per tutelare la salute è doveroso cambiare l’economia, che altrimenti la collettività ne paga le conseguenze.

Ecco la logica! Il messaggio della Creatura extraterrestre appare assolutamente veridico! Un’ulteriore prova del contatto.

A spronarmi al continuare a fare in questi giorni ho più volte aperto una pagina a caso dei Testi Sacri di varie confessioni, anche su richiesta, e ho sempre trovato una scrittura simile, nella quale Dio prescrive che porrà fine all’uomo e alla bestia, una fine per un nuovo inizio e difatti diverremo protagonisti di questo nuovo inizio e ciò avverrà quando comprenderemo di essere tutti fratelli.

E pure in questi giorni, che siamo al 3 aprile 2016, ho sentito una frase, riguardante il volo degli uccelli, come avevo potuto sentire solo in un mio sogno di oltre 20 anni addietro, una frase apparentemente normale, un segno del destino però e andrà come deve andare, vinca la verità e la lealtà, ciò che è reale divenga visibile.

Nella foto: placide acque del fiume Olona, che scorrono in codesto luogo ricco di avvistamenti UFO.

Condividi post

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

commenti

Federico (alter ego gaio) 04/04/2016 23:11

Faccio riferimento al tuo post sulla compatibilità degli accoppiamenti tra esseri viventi, tutti ammessi, se dio vuole, precisando però che serve l'amore.. Quindi se io ho una gatta.. E lei mi sta sempre vicina e mi fa le fusa.. Secondo me ci sta.. E anche io provo dei sentimenti per lei.. Allora possiamo provare ad accoppiarci?

Gennaro Gelmini 04/06/2016 22:48

(Risposta a Federico 4 aprile 2016 23:11) Nell'Antico Testamento troverai qualche consiglio valido, per il resto siamo come il piccolo semino: https://www.youtube.com/watch?v=-LXkUkZzyeo

Federico 04/04/2016 10:33

Ma almeno hai smesso di mangiare cioccolata? o nemmeno gli arconti ce la fanno?

Gennaro Gelmini 04/04/2016 22:23

(Risposta a Federico 4 aprile 2016 10:33) Mi sono di gran lunga moderato, evitando di comprare quei barattoloni di cioccolata, a dire il vero me la regalano, ma io prometto, modero molto, promesso veramente, difatti pure mia madre la mangia prima che si finisca, prima si lamentava che la finivo tutta io, modero veramente, la sto sostituendo anche col miele di melata, che consiglio di provare.

Ernesto Sparalesto 04/03/2016 23:13

È inevitabile che sia questo quadro, a fare da sfondo ai dibattiti conclusivi del Festival Città Impresa. Il primo — cui partecipano Nannicini, Boeri, Francesco Giavazzi e il capo economista di Intesa SanPaolo Gregorio De Felice — lo apre Giavazzi e l’esordio scelto basta a sintetizzare il «filo» dell’intera giornata. Oggi che sono certamente fattori esterni e tensioni internazionali, a frenare i nostri tentativi di ripresa, non dobbiamo dimenticare con quale peso ancora ci presentiamo alla sfida. Ovvero, ricorda l’economista: «I 30 punti di competitività persi in 15 anni rispetto alla Germania».

Ernesto Sparalesto 04/03/2016 23:13

Il testo deve essere pronto entro l’8 aprile». Cioè entro venerdì prossimo. Che non è solo la data fissata per la presentazione del Def, il Documento economico e finanziario cui sta lavorando il ministero dell’Economia e che, poi, il governo invierà anche all’Unione europea con l’obiettivo di ottenere il via libera alla «flessibilità» chiesta da Matteo Renzi. Su quel fronte, lascia intendere Tommaso Nannicini, l’esecutivo è certo che onorerà le scadenze. Soprattutto, è convinto di aver raggiunto «la quadra» rispetto ai paletti posti da Bruxelles. Anche se nel frattempo lo scenario generale non è migliorato. Al contrario: la «crescita ancora fragile», come la definisce lo stesso sottosegretario alla presidenza del Consiglio, si vedrà togliere qualche altro «zero virgola».

Nannicini non ne fa cenno, dal palco di quel Festival Città Impresa che, poco dopo, assisterà a un nuovo «caso pensioni», sorta di duello a distanza tra il presidente dell’Inps Tito Boeri e i ministri presenti a Vicenza: il primo a sollecitare un «contributo di solidarietà», i secondi a bocciare seccamente l’uscita.

Ernesto e Andrea 04/03/2016 23:08

La storia dei Beatles ha inizio sabato 6 luglio 1957: in quella data, nella chiesa di St Peter a Liverpool, in occasione della festa annuale della parrocchia, era in corso un'esibizione dei Quarrymen, un gruppo skiffle di cui era leader il sedicenne John Lennon. Ivan Vaughan, già compagno delle elementari di John ed ex componente della band, gli presentò il quindicenne Paul McCartney, all'epoca suo compagno di scuola al Liverpool Institute. Paul si presentò suonando Long Tall Sally di Little Richard e Twenty Flight Rock di Eddie Cochran.[18] Durante le sue esibizioni, John usava cambiare parole e accordi a suo piacimento; oltre che dall'abilità di Paul alla chitarra, rimase quindi colpito dalla sua memoria, dato che ricordava alla perfezione i testi delle canzoni che eseguiva.[19] Sebbene John ben sapesse che invitare Paul a far parte del gruppo avrebbe significato condividerne la leadership, si risolse ben presto a farlo entrare nei Quarrymen.[20][21] Pete Shotton fu incaricato di invitarlo; Paul McCartney accettò, dicendo però che si sarebbe unito al gruppo dopo le vacanze.[22]

Alcuni mesi dopo l'ingresso nel gruppo di Paul, questi contattò per un'audizione un altro ragazzo che con lui frequentava il Liverpool Institute, l'amico e compagno di scuolabus George Harrison. Lennon ammise George nel gruppo in seguito a un provino che ebbe luogo proprio su un autobus, dopo averlo ascoltato cimentarsi in un pezzo strumentale, Raunchy.[23] Nel gennaio del 1960 fu un compagno di John all'Art College, lo scozzese Stuart "Stu" Sutcliffe, a divenire il bassista dei Quarrymen. Pittore di grande talento, acquistò un basso Höfner dopo aver venduto il suo primo quadro.[24] La notte del 16 agosto dello stesso anno, prendendo spunto dai Crickets di Buddy Holly (grilli, in inglese),[25] Lennon e Sutcliffe inventarono il nome Beatles, che venne assunto dal complesso – dopo essere passato per Johnny and The Moondogs, Beatals, Silver Beetles e Silver Beatles .[26]

All'inizio della loro carriera, i Beatles mancavano di un batterista fisso; a loro si unì per un breve tempo il batterista trentaseienne Tommy Moore, che li lasciò dopo una tournée in Scozia come gruppo di spalla del cantante Johnny Gentle.[27] Soprattutto Sutcliffe aveva difficoltà a suonare il basso in modo soddisfacente, tanto da dover spesso suonare di spalle.[28] Per una serie di fortunate coincidenze, poiché altri gruppi di Liverpool non erano disponibili, il loro primo manager, Allan Williams, propose loro una scrittura ad Amburgo[29] – dove un'altra band di Liverpool, Derry and the Seniors, stava esibendosi con successo – a condizione che si dotassero di un batterista fisso.[30] Un giorno di agosto, al Casbah di Mona Best, notarono il figlio della proprietaria, Pete Best, che col suo gruppo, i Blackjacks, si esibiva alla batteria. Ritenuto idoneo, fu reclutato pochi giorni prima di partire per Amburgo.[31]

Ernesto 04/03/2016 23:07

Fondato nel 1967 a San Francisco da Jann Simon Wenner (tuttora editore) e dal critico musicale Ralph J. Gleason, Rolling Stone venne inizialmente identificato con la scena hippie, per poi prendere le distanze dal mondo delle riviste underground e dall'orientamento politico radicale delle stesse, abbracciando anche canoni giornalistici più tradizionali. Ma la politica rimase un elemento fondamentale della rivista, che ne fece il suo marchio nei primi anni settanta grazie al gonzo journalism di Hunter S. Thompson.

La rivista, che lanciò Cameron Crowe e tanti altri, divenne tanto influente che i Dr. Hook & The Medicine Show intitolarono una loro canzone (scritta da Shel Silverstein) Cover of the Rolling Stone ("La copertina del Rolling Stone").

Negli anni ottanta, pur continuando a ospitare giornalisti e scrittori che erano diventati ormai icone, come lo stesso Thompson, Rolling Stone assunse alcune caratteristiche che aveva precedentemente evitato. Si spostò a New York nel 1976, e molti considerano questa data l'inizio del cambiamento della rivista. Molti collaboratori andarono via e molti altri firmarono, e le copertine si orientarono sempre di più alle star del cinema. Tra il 1980 e il 1982 una sorta di spin-off fu edito dalla sorella di Jann Wenner, Kate. Secondo il libro Rolling Stone Magazine di Robert Draper, fu a metà degli anni ottanta che Rolling Stone smise di lanciare le mode musicali per cominciare a seguirle.

Alla fine degli anni novanta la rivista pubblicò una foto della nascente popstar Britney Spears, che fece molto scalpore anche perché mostrò chiaramente che la diciassettenne aveva subito un'operazione di "gonfiamento" chirurgico.

Nei primi anni del 2000, dovendo affrontare la concorrenza (Maxim, FHM e altri), Rolling Stone si reinventò, accogliendo Ed Needham, ex editore di FHM. La rivista cominciò a rivolgersi a un pubblico più giovane e a orientarsi molto più spesso al sesso, parlando ad esempio di giovani sexy-star della TV o del cinema, o ancora della pop music. Alcuni lettori di lunga data denunciarono il cambio di rotta della rivista, affermando che Rolling Stone era diventato un superficiale tabloid e aveva tradito la sua storia di astuto osservatore musicale e culturale, enfatizzando lo stile a scapito della sostanza[2]. È comunque da quel momento che Rolling Stone ha ripristinato il suo mix originale di contenuti, ospitando di nuovo inchieste politiche (da una prospettiva fieramente orientata a sinistra), con una notevole crescita nelle vendite. L'attuale editore è Will Dana.

Per festeggiare quello che la rivista chiama il "50º Anniversario del Rock" (2004), Rolling Stone iniziò a pubblicare degli elenchi che individuassero le pietre miliari della storia del rock. Questi elenchi destarono molte discussioni tra i critici. Nel 2003 fecero la loro comparsa "The 100 Greatest Guitarists of All Time" (I 100 più grandi chitarristi di tutti i tempi) e "The 500 Greatest Albums of All Time" (i 500 migliori album di ogni tempo); l'anno successivo fu la volta dei "50 Moments That Changed the History of Rock & Roll" (I 50 momenti che hanno cambiato la storia del rock'n'roll) e di "The 500 Greatest Songs of All Time" (Le 500 canzoni migliori di tutti i tempi). Uscì anche "The Immortals The 100 Greatest Artist of All Time", un elenco de Gli immortali I 100 Migliori Artisti di Tutti i Tempi, e "The 100 Greatest Singers Of All Time", riguardante I 100 Migliori Cantanti di Tutti i Tempi del Novecento, lirica esclusa.

Andrea (quello vero) 04/03/2016 22:58

Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa! Scusa!

Andrea 04/03/2016 22:51

Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!

Gennaro Gelmini 04/04/2016 06:25

(Risposta ad Andrea 3 aprile 2016 22:51) Forse cliccando più volte per inserire i commenti, il tuo echeggiava in ogni dove, oggi continuo a rispondere a tutti, intanto sto facendo colazione, che c'è un gran bel daffare oggi, un saluto a tutti!

Andrea 04/03/2016 22:49

Grande festa al femminile per gli scacchi lombardi! Ben 54 giocatrici in gara per il campionato lombardo a squadre 2016 disputato a Cormano, piccolo centro alle porte di Milano. Una ulteriore testimonianza e conferma della grande evoluzione dello scacchismo femminile.
Il campionato lombardo femminile a squadre, giunto alla nona edizione, si è svolto sotto la perfetta direzione di (ovviamente) un arbitro donna, la sempre brava e professionale Tiziana Balzarini. Atmosfera rilassata e di grande correttezza, ottima la sede di gioco grazie all’opera di Nadia Spigarelli, sui tavoli da gioco primule per giocatrici ed accompagnatrici.
Come abbiamo detto, 54 complessivamente le partecipanti, per il nuovo record di squadre al via, 17, in rappresentanza di sei società: Scacchistica Milanese, Accademia e Mimosa di Milano, Cormano (Mi), ‘Mongolfiera’ di Vimercate (MB) ed ‘Excelsior’ di Bergamo: tutte alla fine qualificheranno almeno una squadra per la finale nazionale.
Il torneo è stato vinto dalle favorite della vigilia, le milanesi di Accademia A (Sonia Monticone, Filli Balzano e Beatrice Montaruli): era la squadra più forte sulla carta e ha confermato le previsioni, concludendo a punteggio pieno, con le ragazze che hanno realizzato i migliori risultati per singola scacchiera. Ma è stata una vittoria ottenuta con più fatica e difficoltà del previsto dato che in qualche occasione si sono ritrovate in posizione inferiore, poi raddrizzata nel proseguo della partita e a volte conclusa con un pareggio per opportunità di risultato di squadra.
Al secondo posto le bergamasche dell’Excelsior (Sara Guerini, Maria Andolfatto ed Elisa Cassi) e terzo gradino del podio per le brave giocatrici locali del Circolo di Cormano (Gabriela Poenas, Fabiana Signorini e Jessica Grandi).
La manifestazione, nobilitata dalla presenza di molti ospiti, tra i quali la Sindaco di Cormano, Tatiana Cocca, e il Presidente del CRL Pietro Barrera, ha riscosso unanimi consensi ed apprezzamento e per questo un particolare ringraziamento è stato rivolto, tra gli altri, al parroco Gigi Musazzi, alla Pro-Loco locale e al suo Presidente Carlo Venturini e alla Amministrazione del Comune di Cormano.
Risultati e classifiche complete sul sito ufficiale.

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito