Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 dicembre 2015 6 19 /12 /dicembre /2015 21:43
Piccoli trapassati negli anni '70: di chi sono le colpe

Articolo da leggere. La mancanza di petrolio con la serrata del Golfo di Suez, la memoria degli scenari da Guerra Fredda, gli attentati e possibili attentati, anche negli anni ’70 del 1900, quando in un periodo a Milano c’era il coprifuoco a mezzanotte ed inoltre le catene di montaggio parzialmente automatizzate proprio in quegli anni nelle aziende, con momentaneo calo dei lavoratori, questa mancanza di stabilità sociale, avevano indotto alcune persone a ritenersi di saper consigliare e hanno consigliato al peggio.

Una premessa scolastica:

Accadde un qualcosa che servì al bello, a farmi rallegrare dell’esistenza, accadde un qualcosa di brutto che però servì, ovvero, giocando a nascondino, mi ruppi il braccio destro proprio nei legamenti e dopo tanto di ospedale, io che avevo iniziato la scuola prima elementare a 5 anni, nato il 24 novembre 1974, mi ritrovai invece coi bimbi del 1975, scoprendo quanto fossero svegli e svegliassero.

Eravamo una classe di 16 alunni, nelle 2 scuole in paese la nostra era l’unica sezione, non c’era un'altra classe!

Facendo un po’ di conti di matematica, per ogni anno scolastico c’erano 4 sezioni da 24 alunni, la nostra unica sezione da 16 alunni, quindi mancavano 80 alunni, mancavano 80 bimbi tra i nati del 1975 e ciò accadeva in un paese che ai tempi contava 12000 abitanti.

I miei compagni di classe erano figli di muratori, operai, c’era qualche ferroviere e non di più in pratica, quindi chi mancava erano proprio i figli di alcune categorie di lavoratori più ricercate, al contrario di come tal volta si è detto, con troppa faciloneria, riguardo le fasce sociali più basse, a parte il lavoro di mio padre, che comunque rimando ad un articolo più gioviale.

Per il bene della società ho dovuto scrivere questo articolo, perché riprendendo il discorso, senza essere troppo generalista, di chi si riteneva di consigliare diritti e doveri della società, indirizzava a far interrompere le gravidanze delle madri che ad esempio potessero partorire in una situazione che sembrava instabile, come in situazioni di tensione per il futuro incerto, al di fuori del matrimonio, in un Mondo perennemente in difficoltà, colpe che sono ricadute sulle madri, sui padri, sulle famiglie, un modo non chiaro per concludere la vicenda, un ricordo da dimenticare che non è possibile dimenticare e tentativi di riconciliarsi col passato.

Fattibile e giusto invece rendersi conto dei tranelli della società nella quale viviamo, delle debolezze con le quali conviviamo, per tentare di trovare uno spiraglio, almeno per permettere di vivere la vita, le colpe mai furono delle madri, padri, famiglie, le colpe stanno nel gorgo degli eventi, di chi ha deciso di non mostrare mai un bacio, una carezza, con l’estremo controsenso di insegnare a fare la guerra, alla maniera del “Niente di nuovo sul fronte occidentale” e noi non potevamo rimanere senza risposte, adesso almeno qualcosa abbiamo trovato.

Nei mesi addietro hanno tentato di dimenticare, traslando i bimbi di quel tempo funesto, non è però dimenticando che si risolvono i problemi, piuttosto è parlandone che si risolvono, doverli ricordare per evitare di ripeterli, perché è solo col ricordo che si evita di sbagliare nuovamente, per chiunque sia, per chiunque occorra è il ricordo che occorre.

Pensateci: la vita non è soltanto la vostra, è anche la nostra.

Condividi post

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

commenti

Andrea 12/20/2015 14:28

Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!

Federico 12/20/2015 10:45

che è? ma che volevi dire? ma racconta alle elementari avevi già l'insegnante di sostegno?

Gennaro Gelmini 12/24/2015 20:46

(Risposta a Federico 20 dicembre 2015 14:59) Ho poche settimane per ultimare i documenti nuovi, non c'è tempo.

Gennaro Gelmini 12/24/2015 20:44

(Risposta ad Andrea 20 dicembre 2015 14:28) Ho scritto come meglio ho potuto, in quanto l'argomento è alquanto difficile.

Federico 12/20/2015 14:59

Ora risponde: faccio del mio meglio, cercherò di essere più semplice.
Tu non puoi fare di meglio, la tua ignoranza in tutti i campi te lo impedisce. DEVI ANDARE A SCUOLA.... ci sono anche i corsi serali gratuiti.

Andrea 12/20/2015 14:28

No, Gennaro, non è che "ci devi pensare" tu ... E' CHE NON SI CAPISCE UN CAZZO DI QUELLO CHE DICI!!!!
Ma la vuoi capire o no?
Te lo abbiamo già detto milioni di volte: scrivi in modo incomprensibile!

Gennaro Gelmini 12/20/2015 13:57

(Risposta a Federico 20 dicembre 2015 10:45) Purtroppo nessuno ne parla di questi spiacevoli accadimenti, ci devo pensare io, non c'è alternativa.

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito