Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 luglio 2015 4 09 /07 /luglio /2015 14:55
Caldo estivo: camicie da cowboy e fibre naturali

Ma tu lo senti? Cosa? Il caldo estivo! No, stavolta posso anche sudare, sia per le corse, sia per il caldo oltre i 40° centigradi, perché ho imparato a verificare i vestiti che compro e quelli che ho a saperli modificare.

Così, oltre a leggere l’etichetta, strofino leggermente tra 2 dita la stoffa, a verificare trama e ordito del tessuto ed è capitato che un 100% cotone nell’etichetta, al tatto si percepisca come un 65% acrilico e 35% cotone, qualche tempo addietro scovarono pure l’ennesimo caso di tessuti non confacenti a quanto indicato, quest’anno strofinando delle camicie, mi è convenuto cambiare negozio, esigendo fibre naturali.

Tra le camicie che mi sono ritrovato negli anni, un venduto per cotone in buste trasparenti, che non volevano aprirmi dicendo che altrimenti si spiegazzava, dopo il primo lavaggio abbiamo scoperto essere in fibra di bambù e una camicia con etichetta 100% cotone si è dimostrata un misto cotone, più acrilico che cotone.

Sono camicie a maniche corte, non si possono indossare d’inverno, cosa me ne faccio?

La risposta è alquanto facile, poco conosciuta, d’estate sudate 7 camicie o spendete di più per un condizionatore, finché potete, però c’è un’altra soluzione, diciamoci francamente quale.

L’idea è nata ai cowboys, che a cavalcare anche d’estate sudavano molto, decisero quindi di apportare delle modifiche alle camicie, applicando degli occhielli con rondelle, dei veri e propri buchi alle camicie, asole per respirare.

Un esempio pratico lo trovate nella foto sopra, lavoro da sarto, che sappia battere anche col martello, importantissimo è che gli occhielli abbiano anche le rondelle, per chiudere da una parte all’altra il tessuto, evitando così che l’occhiello si sfili, 2 rondelle da un lato, non troppo sotto l’ascella, 2 dall’altro e due dietro ed è fatta, si respira.

Condividi post

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

commenti

Maximo 07/10/2015 10:26

Alla faccia della divulgazione...

Gennaro Gelmini 07/11/2015 12:06

(Risposta a Maximo 10 luglio 2015 10:26) Andando nel cocente caldo della cittadina di Rho (MI), la camicia così modificata mi è servita molto, non ho sudato ed ero lì per divulgazione, servono quindi anche questi articoli.

Federico 07/10/2015 09:09

Gelmini, una volta nella vita cerca di essere sincero con te stesso, visto che con gli altri neanche a parlarne:
ti sei accorto che anche i più fidati amici che hai, adesso ti contestano apertamente? Coloro che sinora avevano sposato la tua causa, sono ora in grande contrasto con il tuo modo di agire?
Chiaramente criticano il tuo modo di fare, ciò che tu chiami divulgazione, ma in realtà è un pastrocchio di storielle prive di riscontri che raccatti sul web? Storie in cui si citano Università che avrebbero rilasciate dichiarazioni, non riscontrabili, enti vari che fanno affermazioni che non risultano da nessuna parte.
Gennaro, abbi una volta nella vita un po' di modestia e ammetti che stai esagerando. Hai pure il fatto che il 21/12/2012 per te era una data importante. Come puoi affermare una cosa del genere: in questo blog c'è gente che ha smesso di commentare dopo la strafiguraccia che hai fatto, ed ora neghi che tu eri un sostenitore di quella data. Ti comporterai così anche dopo il 3 settembre? Io credo proprio di sì, farai finta di nulla e fra qualche tempo dirai che tu non avevi previsto nulla: ma che fai ti pigli in giro tu stesso?
Gennaro, essere umili nella vita è una cosa molto importante: tu sei solo un arrogante e presuntuoso.

Gennaro Gelmini 07/13/2015 00:36

(Risposta a Federico 11 luglio 2015 13:15) Caro Federico, la mia non era comunque una risposta da litigio.

Federico 07/11/2015 13:15

Io mi sarei sbagliato? Ma una faccia tosta mai vista. Chi è che si sbaglia da 16 anni? No, non può essere che nel mondo esistano persone come Gelmini. Che vergogna! Sbaglia e nega tutto. Si vedrà, si vedrà.... aspettiamo il 3 settembre.

Gennaro Gelmini 07/11/2015 11:57

(Risposta a Federico 10 luglio 2015 09:09) Forse ti sarai sbagliato Federico, in realtà chi non mi crede adesso è perché forse non mi ha mai creduto, io quel che mi è possibile scrivere lo posto negli articoli, quel che non mi è possibile scrivere non vado a dirlo al bar a fare discussioni di pochezza, tanto ogni cosa si vedrà.

gianfranzo 07/09/2015 18:25

grande gennaro. dai consigli culinari al vestiaro alla musica contemporanea agli oroscopi all'astronomia all'agricoltura alla politica alla burocrazia alle isbe alle scampagnate alla letteratura alla musica.
no, alla musica l'ho detto due volte
all'informatica alla robotica alla gestione condominiale alle avventure alla xenobiologia all'himalaya al manzanarre al reno ai promessi sposi

insomma, in tutto lo scibile umano troviamo gennaro gelmini!
e anche in quello anunnako. o anunno, che ora non so piu' come si dice.

e pazienza per i peti dei pachidermi.

Gennaro Gelmini 07/13/2015 00:59

(Risposta a Gianfranzo 11 luglio 2015 12:52) Si era inteso non sul nome, per il nome "Genn", come "Gel", non mi è nuovo.

Gianfranzo 07/11/2015 12:52

Ma se le tre lettere finali non sono richieste viene genn, suona male!

Gennaro Gelmini 07/11/2015 12:00

(Risposta a Gianfranzo 10 luglio 2015 10:10) Le tre lettere finali non erano richieste, chiamami Gennaro.

gianfranzo 07/10/2015 10:10

ti capisco genny (posso chiamarti genny vero?)
e' dura essere cosi' versati in tutto l'humano sapere e allo stesso tempo vedersi contestati solo perche' nessuno crede che gli anunni ti avevano parcheggiato la navicella dietro casa.
Che ci vuoi fare? nemo profeta in patria. Vorra' dire che una volta arrivato su nibiru riscuoterai gli ori e gli allori e i successi che ti spettano, meritatamente.
Mi dicono che su nibiru conferiscono il Titolo Specifico Onorevole, noto anche come TSO. Secondo te e' vero?

Gennaro Gelmini 07/09/2015 21:52

(Risposta a Gianfranzo 9 luglio 2015 18:25) Ottimo questo commento, ti ringrazio, la mia non sempre è una scelta, mi ritrovo a dover scrivere su quasi ogni cosa, poiché fa parte della nostra vita, ciò che so lo scrivo, non posso negarmi.

Andrea 07/09/2015 15:30

Vergogna!
Vergogna!
Vergogna!

Gennaro Gelmini 07/11/2015 12:12

(Risposta a Gianroberto 10 luglio 2015 16:55) Ti ringrazio Gianroberto, ma tanto l'importante è assumere energia, negativa o positiva è lo stesso, la trasformo col convertitore di energia, descritto in maniera romanzesca al link http://gennaro-gelmini.over-blog.it/2015/03/treno-notturno-night-train.html

Gennaro Gelmini 07/11/2015 11:51

Gennaro lo sa che come accaduto alle Torri Gemelle a New York e come per l'affondamento della nave all'Isola del Giglio, soltanto la cronaca ufficiale conta, senza invece contare che verrà il giorno in cui, potendo dialogare mentalmente, potremo sapere i fatti realmente.

Andrea 07/10/2015 22:44

Continuerò sino a quando Gennaro non chiederà scusa per quanto ha scritto sulla tragedia dell'aereo tedesco caduto in Francia.
E' solo per questo che scrivo ogni volta questo messaggio, e Gennaro lo sa.

GianRoberto Cataleggio 07/10/2015 16:55

Ho capito che non ti vanno a genio alcuni articoli Andrea ma per il rispetto verso la libertà di opinione potresti anche evitare di infastidire continuamente Gennaro. E' la sua opinione, se a te non va bene vai altrove e non disturbare, leggi altro.

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito