Overblog
Segui questo blog
Administration Create my blog
8 dicembre 2016 4 08 /12 /dicembre /2016 17:03
Eventi della tempesta e del terremoto rivelati

Solo news vere, ma le news vere ci sono pervenute, oppure sono prevenute? Ovvero, le troviamo le news, oppure preventivamente non le cerchiamo?

Rispolvero la mia consueta fretta negli spostamenti, ciò è successo per affrontare una sorta di qualunquismo, che preveda di trattarci alla stregua di qualunque altro, mentre siamo tutti unici, quale errore fu più grande nel vedere che senza particolari gradimenti si può vivere lo stesso felici, ovviamente per chi vorrebbe controllarci e noi invece liberi!

Mi spiego in termini semplici, ad esempio avendo il cappello azzurro in lavatrice, ho utilizzato in questi giorni un cappello verde, ma quando mai, ci credereste?

Ma che dire, c’era pure chi aveva l’ardire di pensare l’avessi potuto utilizzare politicamente, orrendamente fuori strada.

Scoprendo che c’è molto di più di ciò che comunemente conosciamo, nel link “Il potere distruttivo della natura” vediamo una casa sprofondare nelle acque dell’oceano:

http://video.bigmir.net/show/600345/ 

Nel link del dopo terremoto del 22 novembre 2016 in Giappone vediamo che mentre le notizie asserivano che il pericolo tsunami, onde anomale, era scampato, un’onda anomala travolgeva le coste nord orientali della nazione, causando per fortuna solo danni materiali:

http://video.bigmir.net/show/599858/ 

E mentre tutto procede secondo canoni consigliati, ancora una volta ci rendiamo conto che è meglio una rosa dei venti nell’informazione, è cioè vero che occorre una corretta gestione dell’informazione, però senza minare alle fondamenta chi non la pensa tal quale a noi, perché è necessario anch’egli esista e sussista a scrutare l’orizzonte, in cerca di ciò che è vero.

Nel frattempo un nuovo forte terremoto di 6.4° Richter si è abbattuto sull’Isola di Sumatra l’altroieri 6 dicembre 2016, causando un centinaio di vittime e il crollo di numerose case, la tempesta a nome Imelda ha flagellato le Isole Andamane e Nicobare nell’Oceano Indiano questa stessa settimana fino adesso, per fortuna senza troppo gravi conseguenze, lasciando momentaneamente appiedati 800 turisti che sarebbero dovuti tornare a casa, contattandoci alcuni amici, dicendo che era proprio una tempesta di Imelda e un ulteriore terremoto di 6.4° Richter si è aggiunto stamattina 8 dicembre 2016 nel nord ovest della Cina in Xinjiang, senza registrarsi vittime, pure però considerando che le notizie pervenuteci sono scarne.

La Terra si sta surriscaldando dal di sotto, sempre per effetto da di sopra, per gli influssi spaziali del pianeta ufficialmente tanto negato, che mai sono riusciti ad eludere ed escludere, finché destino si compia.

Continuando a divulgare, che adesso è più che mai importante, un saluto da Gennaro Gelmini.

Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
6 dicembre 2016 2 06 /12 /dicembre /2016 15:59
Oroscopo del mese di gennaio 2017

2017!!!! Interessantissimo il mese di gennaio 2017 che verrà.

Siamo felici che ricominciamo, più che felici direi che possiamo trovare in questo mese le risposte alle domande che cerchiamo, quindi mettetevi comodi, che l’oste e le risposte arrivano, si, perché è bene così, occorre comunque trovare delle risposte, chi cerca trova e troveremo.

Venere entra nel segno dei Pesci il 4 gennaio 2017, Mercurio dal Capricorno rientra retrogrado in Sagittario in data 13 gennaio 2017, il Sole entra nel segno dell’Acquario il 20 gennaio 2017 e Marte entra in Ariete il 29 gennaio 2017.

La Luna è piena nel segno del Cancro il 12 gennaio 2017, Luna nuova nell’Acquario il 28 gennaio 2017.

Interessante la congiunzione di Marte con Nettuno nei Pesci che avviene il primo gennaio 2016, ad Inaugurare un Buon inizio anno 2017 proficuo, tenetevi forte, che pure la primavera 2017 sarà indimenticabile.

Oroscopo del mese di gennaio 2017 scritto il 6 dicembre 2016 da Gennaro Gelmini; la foto ritrae un lavatoio della Valle Bossa, a fianco alla strada provinciale che congiunge la città di Varese con Sesto Calende, città del Lago Maggiore alla conflunza col fiume Ticino.

Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
27 novembre 2016 7 27 /11 /novembre /2016 21:22
Periferie del Mondo

Le periferie del Mondo sono i luoghi dove la voce risuona in un eco lontano, poi ci si abitua, così quasi si proverebbe nostalgia senza sentirlo più.

Sono le periferie del Mondo, vicine e lontane a noi.

E al concludersi della pioggia, incessante da tanti giorni, i fiumi sono straripati, pure il Po a Torino e in provincia di Alessandria in Italia, mentre in America in Nicaragua e Costa Rica, un tornado chiamato Otto ha devastato la zona il 25 e 26 novembre 2016 causando almeno 9 vittime e danni a migliaia di costruzioni.

Come se non bastase un terremoto del 7° Richter ha scosso gli stessi Stati, Nicaragua, San Salvador e Guatemala il 24 novembre 2016, mancando questo evento di causare fortunatamente danni gravosi grazie all’epicentro situato nell’Oceano Pacifico, con scampato pericolo di onde anomale.

Nel frattempo, durante il Giubileo della Misericordia che si è da poco concluso domenica scorsa 26 novembre 2016 e oggi domenica 27 novembre 2016 ne traiamo le conclusioni umane, persone che hanno dedicato la vita al prossimo, alle altre persone, è giusto ricordarle sempre, affinché si segua il buon esempio, pure per chi non Crede religiosamente vale e vale quindi nominarle Santi e ciò si è fatto per José León Gallardo, che si può trovare al link:

http://gennaro-gelmini.over-blog.it/2016/07/jose-leon-gallardo-una-vita-in-cammino.html , che era Padre Pastore di un’estesa Comunità di Fedeli in Argentina, che incontrava percorrendo le strade a piedi, arduo, eppure c’è riuscito.

In questi giorni sono capitati parecchi avvenimenti, è finito il Leader Cubano Fidel Castro e che sia piaciuto oppure no, sarebbe regola cavalleresca mai festeggiare.

Un 2016 che ha portato un pensiero alle periferie, che a una abnorme centralizzazione mancherebbe un spint nell’insieme.

Grazie amici degli Auguri di Compleanno che mi avete fatto per il 24 novembre 2016, io in cambio ciò che ho dato è rimanere sempre me stesso e così continuerò.

Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
22 novembre 2016 2 22 /11 /novembre /2016 22:20
Tempo di alluvione con fine di tutto e rinascita in poesia

Ancora un ombrello rotto ed un’altro ancora, mentre il mio lo dimentico sul treno, torno indietro, mi dicono che riaprono le medesime carrozze di lì a poco, vado a fare la spesa e torno indietro, aprono il treno, alla terza carrozza il mio ombrello, è così facile chiedere ed avere in questa maniera, possibile che per i cambiamenti climatici sia così tanto difficile?

Chiedete e vi sarà dato, bussate e vi sarà aperto, però mentre è così facile per un ombrello, per niente sui cambiamenti climatici, ricordo negli anni trasorsi quei discorsi di chi altri tentava nel campo del sociale, che ci teneva tanto ad indicare che prima si doveva pensare all’uomo, poi alla natura.

Eh, hei! E’ uno stesso insieme sotto lo stesso tetto!

Ma come,

si fa sentire la foresta dai rami frondosi,

che parlano al vento,

di un passato non lontano,

tutto rose e fiori,

a divertirsi,

a villeggiare,

a badare a noi,

a rinfrancarsi,

ad accasarsi.

Oggi non c’è più la terra sotto i piedi,

terra di un tempo,

lacrime e asfalto,

dileguanti colpi di machete,

allora il futuro sarà,

il cambiamento che porterà.

In questi giorni un elicottero è caduto in un incidente avvenuto a pochi chilometri dal confine italo svizzero; c’era un tempaccio qui in Italia in provincia di Varese, un imprenditore e il suo braccio destro volevano recarsi in Svizzera per i consueti affari e pensavano che andando in auto, col ghiaccio sulle strade, desse pensiero, si sono quindi recati agli impianti che ospitano “taxi velivoli”, elicotteri e aerei di modeste dimensioni, utili per ogni evenienza per chi ha la grana, il denaro per pagarsi il viaggio, ma l’elicotterista non voleva partire, le intemperie lo costringevano a declinare l’offerta, finché hanno trovato un pilota, una signora che li ha accompagnati nel viaggio, oltre ad aggregarsi ulteriori 2 passeggeri.

Tragica fatalità, è stata una tragica fatalità, però c’è stata, ci spiace molto che l’elicottero non ha tenuto il volo, andandosi a schiantare sulle montagne prospicenti il Lago di Lugano, ancora in territorio italiano.

Sono susseguite delle indagini per appurare perché avessero voluto volare lo stesso con quel tempaccio, cosa trasportassero, niente, niente di ciò oltre alle persone.

Dispiacere ma mai sconforto, siamo in un tempo di mutazione climatica, quando se ne accorgeranno, vedranno il da farsi, che noi già abbiamo fatto quanto potuto, continuiamo fino alla verità, quella realtà sempre da sempre negata ufficialmente, finché arriva sempre prima o poi, in fretta comunque.

Nel frattempo continua lo sciame sismico nel Centro italia e un forte terremoto ha colpito il Giappone, ci troviamo adesso alla conclusione di questa giornata del 22 novembre 2016, qualcosa di buono anche oggi abbimo fatto e andiamo avanti fino alla verità.

E nel frattempo continua pure la pioggia intensa, Sicilia e Liguria le regioni italiane maggiormente colpite e pure tutta l’Italia sotto la morsa dell’alluvione.

Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
18 novembre 2016 5 18 /11 /novembre /2016 23:40
Transitando sulle Alpi pensando a Marduk Planet X
Transitando sulle Alpi pensando a Marduk Planet X

Articolo con video: traversata delle valli alpine con discorso riguardo Nibiru, il pianeta che di questi tempi più ci interessa, la sua azione gravitazionale sviluppa una serie di eventi relmente epocali.

La parte del video dedicata alla traversata tecnicamente detta, vede un inizio e un finale nelle valli a nord dell’abitato di Varese, dalla Valganna, al cosiddetto Passo del Vescovo con annessa area pic-nic, nella quale ci accomodiamo seduti ai tavoli in legno a chiaccherare di ciò che più ci preme, passando dagli argomenti della società al pianeta Nibiru, immancabilmente, fino a ridiscendere nell’attigua Valceresio, da Gennaro Gelmini Buona Visione.

Video del 12 novembre 2016, pubblicato dopo il montaggio e l’elaborazione il 17 novembre 2016, postato su questo blog in questo 18 novembre 2016, arrivederci!

Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
16 novembre 2016 3 16 /11 /novembre /2016 21:45
Strange sound a Monthey in Svizzera e terremoti Neozelandesi

A Monthey nel Cantone Vallese della Svizzera francese (Romanda), presso la Route de Choex, si è udito uno strange sound, ovvero strano suono, il 12 novembre alle ore 11:39, nel frattempo che si è avvertito un flebile terremoto di 1.9° Richter, poiché con ipocentro localizzato alla profondità di appena 600 metri, strano il suono, strana la profondità del sisma, i suono della Terra in questo periodo sono tornati ad udirsi, certamente la Terra e lo spazio sono in sintonia, un chiaro segno dei tempi.

Ed è purtroppo di 2 vittime il bilancio del terremoto di magnitudo 7.8° Richter avvenuto esattamente dall’altro capo del Mondo in Nuova Zelanda con epicentro nella parte orientale dell’isola.

Per fortuna o più per inflessibilità, da quelle parti le costruzioni sono per lo più antisismiche e hanno retto al sisma, fosse avenuto in Italia un terremoto di simile magnitudo, molte costruzioni si sarebbero sbriciolate.

Alla certezza di evitare di illuderci dell’immutabilità che dura al massimo un istante, aggiungiamoci il continuum nella divulgazione, aggiungiamoci l’influsso verso la Terra di rilevanti raggi cosmici nei giorni trascorsi, aggiungiamoci che per evidenti motivi, mai assopiti, ce l’aspettavamo, aggiungiamoci l’oroscopo, che il 12 novembre 2016 voleva Venere nel segno del Capricorno e Mercurio nel segno del Sagittario, vediamo ora che novità ci attendono tra il 23 e 26 novembre 2016 per l’azione di Mercurio e Saturno congiunti nel Sagittario il 23 novembre 2016, per la quadratura di Giove nella Bilancia con Plutone e pure Venere nel Capricorno tra il 24 e 25 novembre 2016 e il trigono di Urano nel segno dell’Ariete con Mercurio nel Sagittario il 26 novembre 2016.

Nella foto: la città di Monthey vista dalla soprastante Route de Choex.

Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
12 novembre 2016 6 12 /11 /novembre /2016 22:37
Guarda la Luna al perigeo

Tutte le volte e sono tante e tante volte in questi anni, che strano, che la Luna transita ad un più ravvicinato perigeo, sento elogiarne la grandezza nella visibilità, così, si dice, non la potremo vedere fino al tale anno, per poi, d’improvviso, essere catapultati in una nuova notizia sul perigeo lunare, ossia il punto più vicino nel moto del satellite Luna al suo pianeta Terra, che è incomparabilmente ravvicinato, stavolta avverrà il 14 novembre 2016.

Mi sorge quindi il dubbio, anzi, ci sorge quindi il dubbio, perché siamo in tanti a pensarla così, pure per le varie eclissi, si viaggia da un record all’altro, si rimembra quindi a quel grande tramestio nel moto dei pianeti che ricorda l’avvicinarsi del pianeta Nibiru.

Mai disprezzando la scienza, piuttosto si ricorda che la scienza stessa è territorio di conquista, occorre contare nei secoli le tante verità prima osteggiate, dopo acclamate, la scienza sia aperta a tutti e senza nascondimenti, ovviamente la scienza ufficiale nega l’esistenza di scie chimiche, o che sia, fantasmi del paranormale, o che sia, il pianeta Nibiru, finché chi incappa in un mistero e vede che è vero, reale, inizia a pensare che pure gli altri misteri siano reali.

A chi come me ha la certezza dell’esistenza del pianeta Nibiru gli chiedo di velocizzare i tempi della disclosure, perché non c’è più tempo, Nibiru è già qui, ci sono cose importanti che non avevate calcolato e appunto ciò che non avete calcolato può rendere difficoltosa una serena disclosure, rivelazione, occorre quindi pensarci per tempo e appunto velocizzare alla rivelazione e lo scrivo in questo 12 novembre 2016, che seppure di festa, occorreva senza mezzi termini parlarne.

Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
10 novembre 2016 4 10 /11 /novembre /2016 18:22
Oroscopo del mese di dicembre 2016

Mercurio entra nel Capricorno il 2 dicembre 2016, Venere entra nell’Acquario il 7 dicembre 2016, Marte entra nei Pesci il 19 dicembre 2016 e il Sole compie il suo ingresso nel Capricorno il 21 dicembre 2016.

La Luna è piena a cavallo tra il 13 e 14 dicembre 2016, è nuova il 29 dicembre 2016.

Il bel trigono di Giove nella Bilancia con Marte in Acquario avviene il 2 dicembre 2016, seguito dal sestile di Saturno nel Sagittario a Marte nell’Acquario e Giove nella Bilancia in sestile a Giove nel Sagittario il 9 dicembre 2016.

Ottimi gli aspetti astrologici dati da Saturno congiunto al Sole nel segno del Sagittario il 10 dicembre 2016 e dal trigono del Sole in Sagittario ad Urano in Ariete allo scoccare delle 48 ore successive il 12 dicembre 2016.

Giove nella Bilancia è trigono a Venere nell’Acquario il 25 dicembre 2016, mentre avviene l’opposizione di Giove nel segno della Bilancia ad Urano nell’Ariete appena il giorno dopo 26 dicembre 2016 e a proseguire il Sole nel Capricorno è in sestile a Marte nei Pesci il 27 dicembre 2016 e pure Mercurio nel Capricorno è sesto a Marte nel segno dei Pesci il 29 dicembre 2016.

Nel mese di dicembre 2016 prosegue l’onda degli influssi astrologici positivi, piuttosto per quel che concerne i rapporti con la società, sugli interessi sociali da vagliare, ottimi i giorni tra il 10 e il 12 dicembre 2016, mentre tra il 26 e il 29 dicembre 2016 i giorni socialmente più stressanti, nei quali non mancheranno battibecchi.

Oroscopo basato sullo studio delle effemeridi, scritto gratis in questa free edition da Gennaro Gelmini.

Nella foto: la città di Varese vista dall’alto.

Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
9 novembre 2016 3 09 /11 /novembre /2016 00:33
Riscaldamento anomalo delle acque del Mare Tirreno

E’ evidente, stiamo cercndo le cause della tromba d’aria su Ladispoli, presso Roma e dell’alluvione dell’Arno, fiume fiorentino.

A modo nostro troviamo che occorrono oltre 35°C di temperatura dell’acqua di mare per potersi formare una tromba d’aria e in particolar modo occorre una notevole differenza tra la temperatura dell’acqua di mare ed una perturbazione fredda che arrivi in quel momento, inoltre l’acqua di mare può subire un riscaldamento sia per l’azione dallo spazio che dalle profondità marine.

Abbiamo quindi una molteplice azione, vulcanica sottomarina e astronomica, il tutto fa pensare agli epocali cicli che il pianeta Terra vive, quei cicli finora minimizzati, adesso nettamente ripresentatisi, che la scienza conferma, di eventi alluvionali e sismici di importanti pure l’Italia ne vivrà nuovamente, diversamente da come si faceva, quando si diceva che era tutto sotto controllo, finché ci si è ravveduti che non può essere sempre tutto sotto controllo.

Per la tromba d’aria a Ladispoli si contano 2 vittime la scorsa domenica e adesso che siamo già a mercoledì 9 novembre 2016, l’orizzonte futuro si prospetta nella sua gravità, nel mentre nessuna conseguenza attualmente si nota per la piena del fiume Arno a Firenze, proprio nei giorni che si celebravano 50 anni dall’alluvione che devastò Firenze nel 1966, stavolta hanno giocato un ruolo fondamentale quei campi lasciati opportunamente più bassi ai bordi del fiume, i cosiddetti bacini di espansione e a tale considerazione, ricordo bene una mia giornata di divulgazione a Firenze.

Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
8 novembre 2016 2 08 /11 /novembre /2016 15:37
Ferrovia frontaliera della Valmorea da riattivare
Ferrovia frontaliera della Valmorea da riattivare

Della Ferrovia della Valmorea occorre scriverne, che è la ferrovia principe per la provincia di Varese per il collegamento tra Varese, Italia, e la Svizzera, pardon, era il collegamento principe, perché, seppure lasciata coi binari ben in ordine, puliti da erbacce e pronti all’uso ferroviario, la Ferrovia Valmorea non funziona!

Come non detto, c’è da calcolare che le traversine, ovvero le assi tra i binari, sono ancora in legno di quercia, a dire il vero nel tratto tra Malnate in provincia di Varese e Stabio, il primo paese della Confederazione Elvetica, ricordo le traversine le misero già usate, occorre sostituirle, inoltre occorre fare l’elettrificazione dei binari e semmai unire la ferrovia tra la Valle Olona a Malnate e l’attigua città capoluogo, Varese.

Io, Gennaro Gelmini, e YouTuber Maury Video e attualità abbiamo fatto il video che occorreva, mostrare la Ferrovia in ciò che è, un collegamento ferroviario che già avrebbe risolto la cronica mancanza di collegamenti adeguati tra Varese e la Svizzera, per la frontiera e i lavoratori frontalieri, sempre a fare code d’auto al Valico del Gaggiolo.

Il video sopra, del 9 ottore 2016, esemplificativo, ripercorrente la tratta ferroviaria, avente titolo “Ferrovia dimenticata Italia Svizzera e salamandra” è del link:

https://www.youtube.com/watch?v=mU1uIzrNpm8

dal canale di Gennaro Gelmini:

https://www.youtube.com/user/gennarogelmini 

Un ulteriore video esemplificativo della ferrovia, di YouTuber Maury Video e Attualità, al titolo “Vecchia ferrovia di Malnate custode incazzato e villa misteriosa” al link:

https://www.youtube.com/watch?v=eoLGy7DvXM4 

dal canale di YouTuber Maury Video e Attualità al link:

https://www.youtube.com/channel/UCSYSnYlr_cUGZVe_Fu274rw 

Siamo felici di essere presenti a scrivere ciò che di nuovo occorre, seguiteci!

Nelle foto la Ferrovia Valmorea e un vagone ferroviario all’ex stazione di Malnate Olona (sottostante la stazione attiva di Malnate sita in centro città).

Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito