Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
19 gennaio 2017 4 19 /01 /gennaio /2017 23:30
Cambiamenti climatici nel 2017 e Isola dei Famosi da posticipare
Cambiamenti climatici nel 2017 e Isola dei Famosi da posticipare

Hoe! In un mondo basato sui valori economici, non si può rimandare nulla, nemmeno un’isola da visitare, sono già pronti, anima e corpo, nella competizione tra le più seguite della televisione, l’Isola dei Famosi, prossimamente su Canale 5 e io non mi ci metto proprio, non do neanche i consigli.

Andando a dover offrire una news in questo periodo invernale, che siamo già al 19 gennaio 2016, notiamo che le temperature rigide di cospicuo freddo, sono meno rigide di quel che si considera, che confrontandole sintesicamente, nel nord d’Italia, decenni addietro in questo periodo le temperature mai salivano al di sopra degli 0° Centigradi, mentre adesso arrivano agli 8°C in pieno giorno durante una comunissima giornata soleggiata.

La neve caduta in fiocchi sottilissimi, tale da rimanere molto compatta e il sale, che utilizzato per risolvere l’inconveniente, modifica la composizione chimica di fiumi e laghi, alterando i valori che rendono di fatto inapplicabile ogni direttiva volta a focalizzarne i risultati degli inquinanti, ha comunque durata breve.

Mentre una bassa pressione lambisce l’Italia, pure senza esagerare, che le autostrade erano innevate soltanto sull’Appennino centro orientale, in Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta verso i valichi di frontiera e che dire della neve sul vulcano Vesuvio?

Il vesuvio ha un’altitudine di 1281 metri sul livello del mare, è pressoché prassi invernale che almeno un pochino sia innevato.

La consistente bassa pressione che ha consentito 2 giorni di nevicate da record per durata in Puglia, rappresenta perfettamente una lotta tra alte e basse pressioni in ciò che è rappresentato dall’effetto frigo, personale definizione stante ad indicare ciò che comporta il discioglimento delle calotte Polari, un immenso magazzino di ghiaccio per il Mondo intero, che si sta riducendo drammaticamente, capace al contempo di limitare i danni da surriscaldamento, rappresentando però un prestito in freddo con debito, che i -30°C di temperatura minima sulla cima del Monte Bianco a 4809 metri d’altitudine su livello del mare a gennaio 2017 sono pochezza, che in detto luogo si raggiungono tranquillamente i -40°C in inverno.

Per rendercene conto, un’altro enorme icemberg si è staccato dall’Atartide per vagare disciogliendosi nell’oceano e in provincia di Savona in Liguria, degli incendi si sono sprigionati nei boschi, mentre in Abruzzo parte della neve si è disciolta talmente in fretta, che ha provocato lo straripamento del fiume Pescara in Molise in provincia di Pescara per l’appunto.

Mentre solo in parte l’italia e l’Europa orientale ha visto la neve, in Europa occidentale e settentrionale che succede?

Allorquando si è verificato lo sciopero della metropolitana a Londra in Gran Bretagna dalla sera dell’8 alla sera del 9 gennaio 2017, si è visto che mancava la neve e c’era un bel sole e in breve pure in Italia in Pianura Padana intere giornate col termometro sotto gli 0°C divengono una rarità, come rari divengono quei giorni di nebbia che non si vedeva oltre il naso, per i quali c’era il detto che la nebbia si tagliasse come il pane, che sembrava polvere di farina tanto sembrava inaccessibile, mentre oggigiorno assistiamo a riprese video fatte in ambienti chiusi o senza far vedere troppo che la neve perterra manca.

E che dire quando veniamo a sapere e direttamente vediamo che a Varese all’ex-Enel di Viale belforte e a Busto Arsizio hanno allontanato numerosi senzatetto dalle occupazioni abusive proprio nei giorni della neve caduta nella provincia di Varese, si sono ritrovati per davvero senza un tetto.

Ieri 18 gennaio 2017 si sono pure verificate decine di scosse di terremoto a L’Acquila in Abruzzo, la più forte di 5.5°Richter in centro Italia, con epicentro, dispiacendomi molto per quanto successo, hanno oscillato parecchie costruzioni in varie località del centro Italia, pure a Roma, siamo coscienti che questo è un tempo di cambiamento epocale, comunque speriamo sempre in bene, seppure stavolta una slavina generata dalla forza ondulatoria del terremoto è caduta su di un albergo a Farindola in provincia di Pescara, causando diverse vittime con un bilancio ancora provvisorio.

Abbiamo iniziato e concludiamo con l’accenno all’Isola dei Famosi, per stemperare gli animi abbiamo deciso di fare un’unica amalgama dell’articolo, ovvero mettere più dati per permettere il consolidamento dell’idea sulla situazione che stiamo vivendo, in breve dichiaro che è chiaramente satura di situazioni emblematiche di un cambiamento climatico evidente, per chi ben lo nota, che mi sono sentito in dovere di portarlo all’evidenza dei fatti, pure in questo 19 gennaio 2017 che si appresta al termine.

Nelle foto: rocce di travertino e ghiaccio, in tali rocce fessurazioni e frantumazioni possono essere improvvise.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
15 gennaio 2017 7 15 /01 /gennaio /2017 11:36
Aree dismesse da riqualificare: Greenland parco divertimenti
Aree dismesse da riqualificare: Greenland parco divertimenti
Aree dismesse da riqualificare: Greenland parco divertimenti

Articolo e video. Cari amici, per il progetto sulle visite alle aree dismesse da riqualificare, l’ambita Greenland è nostra, siamo riusciti ad andarci in una soleggiata giornata che il tempo permetteva e prometteva la riconquista di un parco che per decenni aveva donato tanto divertimento a tutti.

Il parco divertimenti Greenland è un parco simile a Gardaland e Mirabilandia, è però fallito ed attende di essere riaperto, in quale maniera?

Esiste una causa aperta tra il proprietario del terreno e i proprietari delle giostre che stavano sull’area, tante attrazioni del divertimento salutare, cioè divertimento all’aperto, muoversi e respirare aria buona mentre ci si diverte, qual miglior metodo per la salute!

L’aria buona è data dal Parco delle Groane, un’area naturale protetta nella quale è racchiuso il parco divertimenti Greenland, situato ad appena 20 Km a nord da Milano, però tal quale al parco divertimenti Edenlandia a Napoli, che è fallito anch’esso, il divertimento all’aperto a Greenland serva per iniziare bene l’anno 2017, facciamo un po’ di cinema anche noi, io Gennaro Gelmini e Youtuber Maury Capitano Barbadura, che l’arte vale.

Tra i tanti begli account che il mondo di internet dispone, ricordate sempre di seguirci, se volete, se potete, ricordando il canale Youtuber Maury Capitano Barbadura al link https://www.youtube.com/channel/UCSYSnYlr_cUGZVe_Fu274rw e Gennaro Gelmini al link https://www.youtube.com/user/gennarogelmini 

Nelle foto: le celebri montagne russe di Greenland, sulle quali scende una cometa e il simbolo di Greenland, il leone.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
10 gennaio 2017 2 10 /01 /gennaio /2017 23:18
Oroscopo del mese di febbraio 2017

Il 4 febbraio 2017 Venere compie l’ingresso nel segno dell’Ariete, l’8 febbraio 2017 Mercurio entra nell’Acquario, il 19 febbraio 2017 il Sole entra nei Pesci, seguito il 26 febbraio 2017 da Mercurio in veloce diretto moto entra anch’esso nel segno dei Pesci.

La Luna è piena nel segno del Leone la notte tra il 10 e l’11 febbraio 2017, la Luna è nuova in cuspide tra i segni Acquario e Pesci il 26 febbraio 2017.

Si presenta il trigono del Sole in acquario con Giove in Bilancia il 12 febbraio 2017.

Usciremo fuori già da un gennaio 2017 inaspettato e strutturato in un continuum col mese di febbraio 2017, nel quale si riterrà opportuno agire alla stessa maniera, è invece una follia, le azioni andranno improntate diversamente, il rigore ci vuole, dev’essere però un’azione ponderata, riportare vitalità togliendo le tensioni questo si, ma nessuno ha chiesto quell’acidità di tenuta senza considerazioni, abbiamo un’anima, mutuo rispetto è richiesto.

Febbraio 2017 si presenta, per i segni di Fuoco, Marte già entrato, abbinato a Venere pure nell’Ariete, darà capacità di idee, gestione, comprensione, organizzazione, si consiglia di evitare strillate ad inizio mese per via di Marte birichino e per questa Venere ancora attesa; per i segni di Terra, andrà meglio appena avrete stilato i vostri programmi del mese come sapete fare, in maniera da sapervi gestire senza perdite di tempo; per i segni d’Aria, il mese è proficuo per potersi mostrare nelle arti e in ciò di cui sapete farvi ammirare nella società, perché potreste essere notati; per i segni d’Acqua, la forza vi accompagni, un mese proficuo per portarsi avanti, i risultati di quanto fatto li potrete mostrare a fine mese.

Buona continuazione a tutti, febbraio 2017 ci attende, ci siamo sempre.

Nella foto: “il volo”, visione artistica.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
8 gennaio 2017 7 08 /01 /gennaio /2017 21:10
Pianeta Nibiru Genova cambiamenti climatici per il 2017

Genova, 28 dicembre 2016, mercoledì

 

Al Presidente della Regione Liguria

Giovanni Toti

 

 

Al Sindaco del Comune di Genova

Marco Doria

 

 

Al Direttore Generale dell’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente Ligure ARPAL

Carlo Emanuele Pepe

 

 

Al Sindaco di Varese

Davide Galimberti

 

 

Al Sindaco di Lozza VA

Giuseppe Licata

 

 

Agli Abitanti di Lozza (VA),

Santa Maria del Monte (Sacro Monte) presso Varese

e per free diffusion

 

Egregi Amministratori, me medesimo Gennaro Gelmini scrivo la corrente perché è ciò che è nelle mie facoltà, riuscire nell’impresa per la riscoperta delle cause che concorrono ai cambiamenti climatici.

E così accade che nel corso del 35° Congresso Geologico Internazionale, tenutosi a Città del Capo in Sud Africa dal 27 agosto al 4 settembre 2016, il gruppo di studiosi nominato dalla Commissione Internazionale di Stratigrafia, ha annunciato che per la documentazione scientifica raccolta, si conferma di poter indicare una nuova Era nella scala del Tempo Geologico della Terra, denominata Antropocene.

Nell’Universo, stelle e pianeti, nel seguitare delle orbite, hanno pure un moto nello spazio profondo, compiendo una sorta di movimento elicoidale, sfuggendo ai più l’osservazione del pianeta chiamato Nibiru, conosciuto fin dagli albori dell’antichità, disperso nello spazio profondo per la sua orbita notevolmente ellittica, che lo porta ogni 3600 anni circa al perielio, il punto più vicino al Sole, situato tra i pianeti Giove e Marte, perielio che sta nuovamente avvenendo nel prossimo anno 2017 per certezza assoluta, influendo notevolmente, per via della sua enorme massa piuttosto compatta, sugli equilibri stazionari dei pianeti, che subiscono il notevole aumento dei terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni e siccità, tempeste, tornado, uragani, tifoni, maremoti e onde anomale, grandinate, frane e cadute meteoriche, queste ultime dovute sovente alla coda delle meteore di Nibiru, chiamata Coda del Drago, dalla cui chioma alcune meteore si sganciano in direzione del pianeta Terra.

Il pianeta Nibiru si approssima, aumentando ultimamente in velocità per l’attrazione gravitazionale che ne consegue e in una situazione così seria è mia intenzione spingere ulteriormente affinché la realtà dei fatti sia dichiarata, stavolta occupandomene full time fino al 15 gennaio 2017, sempre in attesa di poter inaugurare un nuovo indirizzo alle coscienze, che c’è qualcosa lì fuori nello spazio, continuando a divulgare pure sui social network, 4 canali video e blog nominativi, che per gli eventi legati a Nibiru, l’Umanità non ha saputo apprezzare la preparazione, si è cercato di minimizzare il futuro cambiamento che ci attende, confidando in un presente effimero, finché si arriva a un drastico cambiamento improvviso che disatteso avviene improvviso.

Stupefacenti i segni premonitori del repentino cambiamento, che pure potendo nevicare a fasi alterne, che più che altro piove, al ritorno delle basse pressioni atmosferiche, per l’alta pressione e mancanza di reale freddo, nei giorni natalizi trascorsi, lo zero termico si è avuto tra i 2700 ai 3500 metri d’altitudine, che equivale veramente ad un cambiamento epocale, indicando lo zero termico il punto altimetrico sopra il quale le temperature non salgono mai, nemmeno durante il giorno, sopra gli 0° Centigradi e inoltre per opera evidentemente dell’elettromagnetismo terrestre, per 3 volte all’anno sciogliendosi il sangue di San Gennaro, che seguo da fervido credente al Santo di Napoli, in data 16 dicembre 2016 è mancato tale fenomeno, segno dell’imminente cambiamento.

Avverranno terremoti, eruzioni vulcaniche, cadute meteoriche e quant’altro in incremento esponenziale, eventi abbreviati dalla ricomparsa degli abitanti del pianeta Nibiru sul pianeta Terra, Creature extraterrestri che abitano le cavità del pianeta Nibiru, per vivere tra noi terrestri, affinché possiamo trarne giovamento esistenziale.

Allego, per le consegne ai titolari Amministratori, le 3 lettere ai Ministri di Governo e ulteriori distinte Autorità, consegnate a Roma il 26 settembre 2016, il 25 luglio 2016 e il 15 gennaio 2016; Distinti Saluti.

Genova, 28 dicembre 2016, mercoledì

In Fede

Gennaro Gelmini

 

 

 

Gennaro Gelmini, Viale Valganna 216, 21100 Varese, telefono fisso 0332232143, mobile 3407077946

e-mail gennaro.gelmini@email.it - sito web http://gennaro-gelmini.over-blog.it 

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
6 gennaio 2017 5 06 /01 /gennaio /2017 18:29
Hercólubus se acerca la revelación en español
Hercólubus se acerca la revelación en español

Hola, hoy hablamos del planeta Nibiru se acerca y lo hacemos en español.

El planeta Nibiru se aproxima como una mujer hermosa, sin embargo serà un cambio total, con particular eventos de la transformación.

Buena visión y escucha de mi video sobre Hercolubus Nibiru, el planeta que se acerca, se aproxima al planeta Tierra, col el perihelio situado entre los planetas Júpiter y Marte.

Saludos desde Gennaro Gelmini.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
3 gennaio 2017 2 03 /01 /gennaio /2017 19:11
Albero monumentale Piantone Varese attaccato da funghi che fare?
Albero monumentale Piantone Varese attaccato da funghi che fare?
Albero monumentale Piantone Varese attaccato da funghi che fare?
Albero monumentale Piantone Varese attaccato da funghi che fare?

Il gigantesco Albero Monumentale Cedro del Libano, chiamato dai Varesini “Il Piantone”, esistente in Via Veratti angolo Via Del Cairo, già dai secoli scorsi si trova in quella condizione tanto amata, ovvero a sentinella della città di Varese, difatti trovando sfoggio all’inizio dell’isola pedonale del centro storico, è attulmente in decadimentose condizioni.

Le forti piogge dell’autunno scorso hanno fatto crescere dei funghi, potrebbe trattarsi del Poliporo Sulfureo (Laetiporus Sulphureus), che hanno attaccato la base del suo tronco, mostrati qui sopra nelle foto eloquenti, dove si vede il proliferare fungineo.

Una mia personale soluzione vede, al di fuori di quelle che sono le decisioni agronome che potranno essere adottate, di grattare via i funghi per quanto possibile e mettere un funghicida, che però sia innocuo per l’albero, affinché possa continuare sempre a vivere, che c’è il rischio hanno detto, che vogliano abbatterlo, senza considerare che “Il Piantone” è l’albero che sta simbolicamente a guardia della città di Varese, toglierlo equivale esotericamente a togliere una colonna portante, l’equivalente di un’obelisco delle grandi città, così un albero Cedro del Libano per la piccola Varese.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
31 dicembre 2016 6 31 /12 /dicembre /2016 23:50
Buon Anno nuovo 2017 Beneaugurante

Buon Anno nuovo 2017 e che sia! Il 2017 è molto significativo, in bene! 1 è unico, singolare, il primo e 7 il numero perfetto, adesso stiamo a brindare, ma torno presto, con la mia consueta libertà espressiva, a dare un perché a questo 2017 che viene, a tra pochissimo, da Gennaro Gelmini a tutti, Auguri!

Tra le foto più beneauguranti che ho fatto, da pubblicare a quest’articolo ho trovato la foto di 3 giorni fa, al trenino del Presepio della Cappella della Stazione Centrale di Milano, la cui scritta reca il bellissimo “Dio viene e viaggia con noi”, tanti, tantissimi Auguri per il 2017 a tutti!

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
30 dicembre 2016 5 30 /12 /dicembre /2016 23:39
Ho fatto il pane in casa che però è salato

Cari amici, ho fatto il pane in casa, gli impegni di oggi mi hanno concesso poco tempo, ho comunque fatto il pane settimane addietro, addirittura è già trascorso un mese da quel giorno 27 novembre 2016, eh, allora il tempo a trascorrere così in fretta, si arriverà in frettissima al nuovo, nei prossimi giorni saranno gli articoli ad essere elaborati, intanto si elabora il pane, soffice, però salato, ho aggiunto il sale senza dosarlo, sfacciataggine, cocciutaggine, fatto sta che era veramente salato, poco importa, la prossima volta si migliora, ciao da Gennaro Gelmini.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
29 dicembre 2016 4 29 /12 /dicembre /2016 11:50
Turate Palazzo Pollini promessa mantenuta atto secondo
Turate Palazzo Pollini promessa mantenuta atto secondo
Turate Palazzo Pollini promessa mantenuta atto secondo
Turate Palazzo Pollini promessa mantenuta atto secondo
Turate Palazzo Pollini promessa mantenuta atto secondo

Tanti tanti articoli sono in preparazione, ovviamente siete in vacanza, quindi occorre in questi giorni di conclusione anno 2016, che io vi raggiunga più virtualmente, che direttamente ed è un bene per portare avanti gli articoli arretrati e mentre sosto un attimo a Genova a divulgare, occorre aprire nuovamente la parentesi su Turate, per quella promessa di 30 anni addietro, assolta in data 18 dicembre 2016, descritta nel precedente articolo, in poche parole, scrissi di Turate, paese di 10.000 abitanti in provincia di Como, situato nella parte meridionale, volta verso Milano che dista pochi passi, attiguo a Saronno e alla provincia di Varese, più di 30 anni or sono, su delle pagine di un quadernone che mio padre fece vedere a dei suoi colleghi di lavoro, una piccola divulgazione che ai tempi era già buona, però mai recandomi di persona e adesso finalmente recatomi, posto 5 foto degli affreschi di Palazzo Pollini, a Turate appunto, aperto al pubblico in quel dì domenica 18 dicembre 2016 per una mostra di presepi, ecco le foto, da me Gennaro Gelmini fatte, ovviamente in edizione free.

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento
24 dicembre 2016 6 24 /12 /dicembre /2016 21:33
Buon Natale da Turate e Valle Olona: una promessa mantenuta

Con video. Buon Felice Natale cari amici, io già la domenica scorsa ho ottemperato ad una promessa, da bambino per passione avevo fatto uno scritto sulla città di Turate, prendendo informazioni e allegando foto in bianco e nero che avevo trovato, mio padre l’aveva pure fatto vedere ad alcuni suoi colleghi di lavoro, però io non mi sentivo entusiasta, avevo scritto di Turate, che il materiale per redarre l’avevo, però non c’ero mai andato, così mi promisi che un giorno mi sarei recato sul posto a fare foto e prendere dati personalmente.

Oltre 30 anni sono trascorsi da allora, finchè trovandomi un giorno alla macchinetta automatica a fare i biglietti alla stazione, prima di me, c’è chi stava facendo i biglietti, nel mentre però arriva un loro amico e li carica in auto, io a rincorrerli e loro loro già spariti, dileguati su quell’automobile, così mi ritrovai un biglietto gratis, per dove?

Turate! Ma allora, è il tempo di adempiere a quella promessa, andare a Turate, fare foto, prendere informazioni, che adesso c’è il blog a disposizione, certo che porti bene.

Così al pomeriggio di domenica 18 dicembre 2016, prima dell’imbrunire, me medesimo Gennaro Gelmini ero lì, sopra posiziono la foto della Sacra Famiglia, fatta in forme di legno dal Gruppo Alpini di Turate, con quelle venature che la rendono suggestiva, devo prepararmi per la vigilia, Buon Felice Natale cari amici, successivamente ho pronte belle foto e un racconto, su Turate naturalmente, città della provincia di Como, situata verso sud, accanto alla provincia di Varese.

E per queste nuove tecnologie, mi ritrovo che, rinnovandosi sempre questo blog pari passo alle tecnologie, nelle condivisioni sui social network, viene riportata la descrizione a tutti i video che posso postare, anziché le prime righe del testo dell’articolo, dovrò quindi eventualmente inserire sotto i video, semplicemente per caratterizzare il blog.

Continuando quindi per la Valle Olona, posiziono un video in valle, dell’estate scorsa, nuovo sul blog, che voglio trovare trovare più tempo per, tra gli articoli, mettere più video, ci troviamo io Gennaro Gelmini e Youtuber Maury Capitano Barbadura, tra mulini e miniere come cita il titolo, Buona visione e Buonissimo Natale cari amici, a presto!

Seguiteci sempre, ricordando i link ai canali:

Youtuber Maury Capitano Barbadura:

https://www.youtube.com/channel/UCSYSnYlr_cUGZVe_Fu274rw 

Gennaro Gelmini:

https://www.youtube.com/user/gennarogelmini 

E ad esempio, continuando alla minera successivamente trovata dopo il video sotto, direttamente su questo blog al link:

http://gennaro-gelmini.over-blog.it/2016/09/strepitosa-italia-miniera-record-del-mondo.html 

E stiamo già al 24 dicembre 2016, è quasi il 2017!

Repost 0
Published by Gennaro Gelmini
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Gennaro Gelmini
  • Blog  di Gennaro Gelmini
  • : Nibiru, cambiamenti climatici, UFO, esperienze dirette, oroscopo, Fede, informatica: un sito particolarmente originale! Per poesie e ricette http://anna-rinaldi.over-blog.it
  • Contatti

Testo libero

Cerca Nel Sito