Tuesday 22 july 2014 2 22 /07 /Lug /2014 13:25

Cavallo-alato.gif

Un’occhiata al calendario per scoprire che stagione è, uno sguardo alla finestra per scoprire che stagione non è, cumulonembi tornadosi, cumulonembi in tornado o cumulonembi tornano in dosi, che stagione è? C’è il calendario, vediamo, 22 luglio 2014, mi metto quindi una camicia a maniche corte ed esco, una zaffata di freddo e caldo intenso mi pervade, forse sarà l’umidità, controllo sul cellulare la data, sarà quella giusta, ogni tempo, neve, sole, pioggia, nuvolo, ciel sereno, non sarà per sempre, almeno non dovremo patire per sempre il freddo, fino ad adesso ciò che ci fanno apparire sono le previsioni di apertura, sempre rosee perché all’inizio delle contrattazioni, più 0,1%, fino a ieri ci facevano vedere quelle di chiusura, almeno più vere, i cumulonembi tornadosi sono tutto e niente, una stagione, teniamocela stretta, se ci va bene è una stagione da vivere, se ci va male è una stagione che trascorre in fretta, che stagione è? Almeno rispondi direbbe un commentatore.

Avete dimenticato la stagione? La ritroverete. Ricordate la stagione? Così è meglio.

 

Il fotografo e l’arte, far esprimere una sillaba per una bocca col sorriso, verrà ai senza sorriso, come nella vita, verrà così quando vedremo quelle foto, contenti, cumulonembi tornadosi, il proposito di proseguire c’è.

Di Gennaro Gelmini - Community : Gennaro Gelmini
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Sunday 20 july 2014 7 20 /07 /Lug /2014 15:09

Con video. Una Buona Giornata inizia con qualcosa di carino, che abituati come siamo a sentire le cronache, dimentichiamo di volerci bene: incominciando da noi stessi a far valere l’immaginazione, questo video vale la pena di esser visto, con la natura appresso.

Al minuto 06:33 la parola in “si vedono” appare tronca, siccome la foto che segue si mangia qualche decimo di secondo su di un taglio video effettuato prima che giunga un furgoncino a massima velocità consentita, il che mi ha consentito di dirigermi metaforicamente verso nuovi confini di perfezione, con nuove idee per documenti cartacei e la volontà di farne un remake video in versione film, che sto elaborando.

 

Intanto godetevi questi uccelletti canterini nel messaggio delle radici al cielo.

Di Gennaro Gelmini - Community : Gennaro Gelmini
Scrivi un commento - Vedi 1 commenti
Friday 18 july 2014 5 18 /07 /Lug /2014 23:57

Sinkhole-Varese-buco.jpg

Si è appena aperto che immediatamente vi hanno gettato sopra del terreno, costipandolo assai minuziosamente, appare così in questa foto che ho fatto ieri 17 luglio 2014, è il sinkhole di Varese, col buco ricoperto; un sinkhole è appunto un buco, una voragine apertasi sulla superficie del terreno, in maniera improvvisa, che sprofonda il terreno e inghiotte ogni cosa ci sia sopra, strade e in qualche caso pure case.

Studiando i cambiamenti climatici posso dire che a cospicue piogge, al tornare del ciel sereno, per effetto del dilavamento si aprono questi buchi sinkhole, è il 5° del quale se ne sappia in zona attorno alla città di Varese, ufficialmente il 4°, in precedenza a fine giugno 2014 se ne è formato un altro in Via Vittorio Veneto nel paese circonvicino di Lozza e in Via Daverio a Varese l'11 febbraio del 2011, dei quali esistono foto comprovanti e ancor prima in Viale Borri sempre a Varese, seppure le uniche testimonianze sono esili senza foto, sul sinkhole di Via Evaristo Trentini, questo è il luogo dove si è formato, non vi sono dubbi, le testimonianze sono pure precedenti alla sua copertura, con foto però coperte da diritti d’autore, godetevi questa free photo che ho scattato me medesimo Gennaro Gelmini.

Intanto in Via Carrobbio, tra la centralissima Piazza Monte Grappa e la zona Motta, degli incendi misteriosi sono divampati e proprio nel mentre sono tornati simili misteriosi incendi a Canneto, frazione di Caronia, in Sicilia.

Nessun timore comunque per la sicurezza, stiamo aspettando turisti, che rimangono affascinati dalla bellezza della città e provincia, Varese.

 

Da segnalarsi un terremoto di 6.0° Richter scatenatosi in Alaska ieri 17 luglio 2014; avendo fatto inoltre degli studi sulla penisola di Yamal in Russia, che è ricca di gas nel sottosuolo, è così successo che discogliendosi il ghiaccio permafrost, il gas è venuto in superficie e per un qualche innesco è esploso: si è difatti giorni addietro scoperta anche lì un enorme cavità di nuova formazione.

Di Gennaro Gelmini - Community : Gennaro Gelmini
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 16 july 2014 3 16 /07 /Lug /2014 00:48

Stazione-Centrale.jpg

La metropolitana potrebbe riaprire a momenti oggi 16 luglio 2014, il blocco a Roma tra le stazioni Lepanto e Flaminio; il danno causato da un tubo a colonna per lo scolo dell’acqua piovana, che è collassato.

Contemporaneamente a Mosca in Russia, per un calo della tensione elettrica, un convoglio della metropolitana ha frenato automaticamente, il brusco sconquasso ne ha però causato il deragliamento, causando almeno 21 vittime e 160 feriti; bloccato il tratto tra Boulevard Slavianskij e Vittoria Park (Славянский Бульвар и Парк Победы).

Vi scrivo con sincerità, senza mezzi termini, che come a queste parole mezzi termini si potrebbe dare un doppio significato (Termini come stazione e mezzi come vetture) e non si voglia, così, alla medesima maniera, nel momento nel quale mi occupavo dell’accadimento di Roma, si poteva fare il punto della situazione legando il collasso del tubo dell’acqua ai cambiamenti climatici, mi pareva giusto, ma ecco pronta la relazione aperta della ditta di trasporti ATAC, nella quale leggo che il collasso è dovuto ai lavoro per il soprastante cantiere di una nuova arteria della ferrovia Roma – Viterbo, eppure continuamente, i cambiamenti climatici con queste improvvise piogge, trovano di che attingere in ogni studio pure tecnico.

 

Nella foto: una stazione monumentale, la Stazione Centrale a Milano.

Di Gennaro Gelmini - Community : Gennaro Gelmini
Scrivi un commento - Vedi 6 commenti
Sunday 13 july 2014 7 13 /07 /Lug /2014 21:30

Bocca-della-verita.jpg

Quanto influiscono le esperienze tecnologiche sullo studio della sismicità?

Prima di tutto l’esperienza insegna, una cosa che accade, al ripetersi si ha già l’esperienza, questo vale pure in abbinamento agli studi sismici e tecnologici, ricordo la prima volta che mi rubarono il portafogli, me ne accorsi in pratica subito, però non capii chi aveva compiuto questa mala azione, pure se qualche idea me l’ero fatta, fatto sta che piansi talmente forte, mancandomi pure il denaro a casa per rifare i documenti, che gli studenti non guadagnano un h se non sgobbano a parte degli studi, che il portafogli ricomparì dopo un minuto d’orologio, pentendosene già il ladro, quella fu anche l’ultima volta, non misi mai più il portafogli nella tasca posteriore dei pantaloni.

L’esperienza può servire, in questi giorni ci telefona lo zio, che non riesce a trovare più un telecomando come dice lui, che non ne fanno più di quei modelli lì! Prima del cambiamento c’è questa deflazione, ovvero non si compra e non si consuma più come un tempo e questo è dovuto al fatto che c’è chi non ha voluto comprendere, che quando non si guadagna, non si può neanche spendere.

L’esperienza dicevo, l’esperienza la possiamo avere in ogni campo, oppure far finta di niente e farne a meno, poi capitano queste eventualità che divengono eventi, come l’incremento di sismicità, con lo scenario di ulteriori forti terremoti ed è meglio saperne prima per affrontare gli eventi appunto, eppure come da 15 anni me ne occupo me medesimo Gennaro Gelmini, so che come altri saranno più veloci di me a proporre news, e di questo me ne compiaccio, molto bravi, saranno anche purtroppo più veloci a notare il muro virtuale di gomma che si para davanti alla verità.

Un mio consiglio, riuscito, consiste nel continuare a battere contro questo muro, perché quando torna indietro, spingendolo nuovamente in avanti la forza è doppia e bussate, bussate, vi sarà aperto, 15 anni saranno serviti a qualcosa.

Abbiamo un consistente aumento dell’attività sismica e fuoriuscita di grandi quantità di vapore dalle caldere Geyser di Yellowstone, con un terremoto di 4.7° Richter in Oklahoma ieri 12 luglio 2014 e oggi 13 luglio 2014 di 4.6° Richter in California nei pressi di Los Angeles e questo per quanto concerne gli Stati Uniti d’America, mentre nel Golfo di California in Messico, è avvenuta una scossa sismica di 4.3° Richter e l’esperienza vuole, per chi ne ha, annunciare la verità, seppure in un Mondo sopito da ciò che d’altro suona come un’intera canzone stonata, che la deflazione prima del cambiamento la si intenda come un segno.

 

Foto sopra: Gennaro Gelmini con la mano nella bocca della verità a Roma.

Di Gennaro Gelmini - Community : Gennaro Gelmini
Scrivi un commento - Vedi 3 commenti

Presentazione

Crea un Blog

Calendario

July 2014
M T W T F S S
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
<< < > >>

Testo libero

 

Ponte Olona

Terremoti America 2012 

Pubbilcazione cambiamento

Pubblicazione trasformazione

Visualizzate l'articolo cliccando al link:

http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-avanguardia-cambiamenti-climatici-pionieri-genova-2014-122957891.htm .

"Commentate questo blog, postate serenamente".

Cerca nel sito

Syndication

  • Feed RSS degli articoli
Crea un blog gratis su over-blog.com - Contatti - C.G.U. - Remunerazione in diritti d'autore - Segnala abusi - Articoli più commentati